Visualizza versione completa : MOTOCOLTIVATORI: consigli e informazioni


Pagine : [1] 2

daniel
21-06-2004, 21.10.00
Cosa ne pensate dei motocoltivatori?? Io ne ho uno (12 cv diesel) ed è comodissimo nei filari stretti dei lamponi.

Gallo
09-02-2005, 21.46.20
Grazie per la rapidità della risposta.
Puoi dirmi fino a quale superficie da lavorare è consigliabile il motocoltivatore?
E quali i loro limiti sui tratti in pendenza?

Filippo B
09-02-2005, 23.25.27
Per la pendenza non ti so dire...dipende anche dalla forza fisica di chi la conduce che essendo a terra, puo eventualmente domarla:D ... Idem per l'estensione: credo che il limite sia solo il tempo che puoi eventualmente avere a disposizione per fare il lavoro, cmque non è che ci puoi fare 10 ore filate, io perlomeno non reggerei mai. Il discorso è che se non usi quel tipo di macchine in certi lavori non saprei proprio che altri mezzi usare; parlo di posti irragiungibili ai mezzi tradizionali.

CLAUDIO67
10-02-2005, 21.11.35
Dipende dal tipo di lavoro che devi fare, dalla giacitura del terreno e dal tipo di erba o sarmenti che devi trinciare.

Se devi operare in pendenza, fai attenzione, il motocoltivatore nelle pendenze trasversali ha una pessima tenuta.

Una buona cosa sarebbe riuscire a farsi prestare una macchina simile, anche solamente l’ attrezzo di lavoro, per valutare la macchina prima di un’eventuale acquisto.


Il motore, dovrebbe consumare circa 400/450 grammi/kw/ora, quindi indicativamente 5 litri ora, secondo me non sono proprio pochi.


Saluti.

1880 DT
04-05-2005, 19.49.40
fare tutto col motocoltivatore è un po' impegnativo ma non impossibile. Dipende dal tipo di terreno e dal motocoltivatore. quelli che fanno ora sono iper bilanciati e per manovrarli, basta un bambino. Per alzare il nostro pasquali del 15/18 bisognava avere due spalle addestrate.bisognava perchè l'ho appesantito davanti ed ora si solleva più facilmente. Noi però ci fresiamo solo. Cmq Io investirei più sul motocoltivatore che sui mezzi. Se poi una persona si arrangia, basta girare un po' e sitrovano attrezzi da adattare. ad esempio per l'aratro un vecchio aratrino a mano da vigne e gli si fa l'attacco. Noi lo stiamo facendo attaccandolo però al posto del gancio traino e non sulla fresa. In queto modo c'è più spazio e il peso è bilanciato meglio. Per evitare il rpoblema di dover tirare un sacco è sufficiente mettere una ruota di profondità che crea anche l'effeto tenuta sulla sbandate laterali. la cosa importante è quella di prendere un aratro con un perno centrale dove poterlo muouvere su varie popsizioni. infatti il motocoltivatore lavora piegato, ma il vomere deve lavorare diritto, piatto. i carrelli per uso interno all'azienda meglio farseli. Un mio vicino è riuscito ad avviare l'attività di vivaio solo col motocoltivatore. l'attrezzo più semplice è l'estirpatore. Anche qui d'obbligo le ruote di profondità.

psq
27-06-2005, 10.20.50
La BCS propone lo stesso motocoltivatore, il modello 732, con due motorizzazioni, Honda 12hp o Yanmar diesel da 6.7hp; quest'ultimo venduto ad un prezzo leggermente superiore. L'uso che ne devo fare e' togliere la neve in inverno, arare e fresare l'orto, trinciare l'erba. Voi cosa mi consigliate?

Benny69
24-07-2005, 11.16.31
Il Goldoni Uno è una macchina molto piccola e leggere, io ho l'8S con motore Intermotor 350cc a benzina da 9 hp, il motore c'è anche, ma il telaio è di una macchina hobbistica. Il motore diesel va sicuramente meglio, ma il telaio è lo stesso. L'altro non lo conosco.... però, s eintendi usarlo spesso o con dei lavori pesanti ti consiglio di passare alle categorie superiori, più professionali.

x Psq: vai tranquillo che i motori Yanmar giapponesi sono ottimi come qualità, tra l'altro vengono prodotti in Italia pure loro (stabilimento Yanmar-Cagiva di Varese). Quanto agli hp, il fatto è che il diesel ha un valore di coppia immenso rispetto ai benzina, da qui la differenza di hp dei 2 motori, ma la resa presumo sia identica, senza contare che il diesel sicuramente dura di più, da meno problemi e probabilmente consuma pure meno. Se usi la trincia (io non ho esperienze in merito) forse servono più hp, un bel 10 cavalli diesel credo sia un'altra cosa.

TurboStar
12-12-2005, 17.57.27
i motocoltivatori ibridi sono quelli che possono lavorare sia in avanti mantenendo il motore avanti,e applicandovi quindi attrezzi come fresa,aratro,assolcatore,estirpatore,ecc.;sia indietro,cioè mantenendo il motore dietro e attaccando davanti attrezzi come la barra falciante,il trinciaerba,ecc. però per i modelli piu grossi credo non sia coveniente adibirli allo sfalcio proprio perchè troppo grossi e pesanti.

per quanto riguarda le gabbie da mettere al posto delle ruote ci sono sempre i pro e i contro,infatti con le gabbie c'è un minore calpestamento ma se c'è del letame sul terreno queste si riempiono e quindi comincia a diventare troppo pesante e scomodo,oltre che a cominciare a calpestare come con le gomme;invece con le gomme è tutto il contrario,infatti calpestano di piu ma non si appiccica tutto il letame sopra,in oltre sono migliori x le arature e non graffiano il piano di carico dei rimorchi su cui vengono trasportati.

rex
23-12-2005, 13.26.42
Anche il mio valpadana ha i freni indipendenti sulle due ruote,molto comodi per sterzare a raggio zero col terreno soffice;sono a tamburo.

Un mio zio ha un goldoni di circa 10cv e pure sono indipendenti ma a nastro.

Un altro mio zio ha un Ferrari molto vecchio e qui il freno è unico ed agisce su una presa di forza posta pochi centimetri più su di quella alla quale si attaccano gli attrezzi. Questa presa di forza è sempre sincronizzata al cambio, credo che servisse per consentire di realizzare con lo stesso combio anche un piccolo trattore isodiametrico articolato.

Sicuramente i motocoltivatori senza differenziale sono privi del comando indipendente ma per sterzare ho visto un sistema particolare ; lo monta o montava il motocoltivatore Ferrari 75 , consiste in un sistema meccanico, con comando sdoppiato tipo frizione alle stegole , che consente di rendere libera una o l'altra ruota a seconda di dove si intende sterzare.

Blizzard
19-04-2006, 18.12.39
Guarda, Fabietto, il Ferrari 72s che possiedo è il modello dotato del motore Lombardini LA490 a benzina, con 13-14 cavalli circa.
E' il primo motocoltivatore che possiedo, acquistato usato in ottime condizioni.
Come potenza non sembra male, il peso ovviamente si fa sentire ma la gamma di velocità di cui dispone lo rende abbastanza agile.
Per adesso gli attrezzi di cui dispongo sono un turboneve e la fresa, da 90 cm, originale Ferrari.
Il motore ha un buon tiro, anche se impiegato al massimo delle sue possibilità non accusa cali o surriscaldamenti, ma il consumo non è dei più contenuti, essendo a benzina, anche se posso solo dare una sensazione, dato che non ho riscontri su altri modelli.
Fresare è stata una sorpresa piacevole, il 72s tira forte, l'attrezzo va giù bene anche su terreni incolti da anni, con uno strato di cotica spesso e duro, in poco tempo ho fresato un orto da circa 400 mq che non veniva lavorato da oltre dieci anni, con dentro anche radici di infestanti.
L'ho passato e ripassato, e la fresa ha tritato il terreno per bene.
Mi sono trovato bene anche con la possibilità di bloccare e sbloccare il differenziale,
La frizione attacca e stacca per bene, il comando è un pò duro ma potrebbe essere il mio cavo che non viene lubrificato da un pò.
Il motore parte subito, basta dare un cicchetto con la pompa e porre l'albero motore, girando all'indietro, subito dopo il punto morto superiore del pistone.
Tra breve (appena ho tempo) voglio provare ad attaccarci il generatore di corrente da 6.5KW che ora ho accoppiato ad un altro motore, meno potente ed insufficiente.
Ciao!

fordjans
21-04-2006, 15.12.09
la zanon è ben fatta, è solo un po' imgombrante; però montare la trincia anteriormente è un atout da considerare, soprattutto se andani i sarmenti tra i filari. l'efficacia di trinciatura, soprattutto con attrezzature leggere come i motocoltivatori, è maggiore se non si pesta tanto il materiale... con la trincia dietro la macchina è solo più compatta, ma te la devi girare a braccia, invece con le ruote pivottanti svolti più facilmente, (in seconda marcia a balla, che è il massimo dell'andare con la trincia in funzione, fai l'inversione in meno di 3 metri!), e te la porti in campo anche in quarta veloce.. comunque se riesco lunedì mando una foto, così ti rendi conto dell'ingombro e dei particolari.

Bestiol1
26-04-2006, 16.51.13
Ciao a tutti, era un po' di tempo che non postavo ma non avevo ancora iniziato ad usare il mio trincia.

La mia macchine, come scritto in precedenza è un Bertolini 403 con motore ACME 230; il mondo intero mi aveva sconsigliato di applicarvi un trincia ma dovevo pulire un bosco e, come scritto in precedenza ho trovato dalla Del Morino un trincia ad asse verticale che richiedeva soli 7 CV per funzionare. L'aspetto era quello del rasarerba + robusto con le lame flottanti..... ero un po' perplesso; il primo collaudo a falciare il prato mi lasciava insodisfatto, il taglio era buono ma l'erba non risultava masticata dal trincia e veniva sbattuta fuori lateralmente praticamente come se non fosse stata "masticata". Una volta avventuratomi nel bosco tra i cespugli di rovi ecco la grande rivelazione! :D Il trincia masticava e riduceva a pezzetti anche piccoli alberi ed arbusti (al patto di lavorare con la marcia più corta inserita ed il motore in piena potenza). Ho fatto un lavoro egrgio in poco più di due giorni affidando alla motosega solo gli alberelli più grandi. Con 10 ore effettive di lavoro del macchinario ho fatto quello che io avrei fatto in 10gg con il decespugliatore, con il problema poi, di dover smaltire tutti i rami. Devo dire che il macchinario funziona benissimo. Preventivamente avevo messo del buon Castrol TXT nuovo nel motore onde prevenire eventuali danneggiamenti dovuti all'olio vecchio vista la richiesta alta e costante di potenza.
Non ho foto perchè avevo dimenticato a casa la macchina fotografica, non preoccupatevi però, ho ancora qualche ettaro da pulire!

qualche dato:
motocoltivatore: Bertolini 403
potenza: 7HP
Trincia: Del Morino Scarabeo 53
Largh taglio: 53 cm
Consumo benzina 2 pieni e 1/4 per 10h
Stato coltelli: causa pietre un po' segnati
B1

SUPERCIUK
17-11-2006, 09.56.41
Buongiorno a tutti,
io ho un motocoltivatore Valpadana VMC 14 (diesel), la PDF ha tre velocità: lenta, sincro e veloce. Qualcuno mi sa dire a quanti giri corrispondono:l: ?

rex
17-11-2006, 15.03.31
Buongiorno a tutti,
io ho un motocoltivatore Valpadana VMC 14 (diesel), la PDF ha tre velocità: lenta, sincro e veloce. Qualcuno mi sa dire a quanti giri corrispondono:l: ?

Ciao SUPERCIUK! Io ho il tuo stesso motocoltivatore.

Dunque!
sul manuale di uso e manutenzione vengono indicate per la presa di forza inferiore due velocità indipendenti dall'avanzamento:
Lenta = 525 giri/min
Veloce = 750 giri/min
Sincr. con giri ruote / giri pdf = 1:4,75
La presa di forza centrale come avrai notato è sempre sincronizzata,
mentre quella superiore può girare a 500 giri/min oppure a 3000 giri/min(presa diretta col motore) a seconda che siano selezionate le due marce veloci o le due lente.
Credo che le varie velocità indicate siano riferite alla velocità di rotazione motore di 3000 giri/min.

Bisogna dire però che sul manuale è stato commeso un errore perchè nel paragrafo dove vengono descritte le caratteristiche delle varia prese di forza con annessi disegni quotati , vengono riportati i valori che ho sritto sopra, mentre nel paragrafo dove vengono descritti i vari comandi alle stegole vengono riportate due velocità diverse:
Lenta = 570 giri/min
Veloce = 900 giri/min

Appena ho tempo cerco di controllare quale dei due rapporti è quello corretto.

CENTROTROISI
04-12-2007, 23.06.06
Mi hanno offerto un motocoltivatore usato Goldoni mod."128 special lux" , tenuto bene,non so ne l'anno, ne le ore, con:
-motore lombardini;
-rimorchio trazionato ribaltabile manualmente;
-fresa da cm 80 per terreno (usata pochissimo).
-fresa da cm 80 per neve.
-Avviamento elettrico.
-Impianto luci.
-1 coppia di ricambio di cerchi + gomme nuove di diametro inferiore a quelle montate (a cosa servono? devo montarle quando uso gli attrezzi?)
Mi sapete dire i cavalli, la portata, e se e' diesel o benzina?
Sono riuscito a contrattare il prezzo a 1500 euro. E' caro?

Grazie per le risposte che sicuramente mi darete.
Ciao a tutti.
QUESTI SONO LE VERSIONI DEI MOTORI MONTATI SUL GOLDONI SPECIAL LUX
MOD. MOTORE - MOTEUR - ENGINE - MOTOR - MOTOR
MOD. SPECIAL LUX
118 INTERMOTOR 1IM350 versione K242740
120 LOMBARDINI 6LD400 versione K233819
122 VM RH186 versione 063598103
127 SLANZI DVA515 versione 92.13.18
128 LOMBARDINI 2LA490 versione K241710 (VERSIONE BENZINA O PETROLIO)
128 LOMBARDINI 2LA490 (PORTOGALLO) versione K241710
140 LOMBARDINI 3LD510 versione K235984
140 LOMBARDINI 3LD510 (UNIVERT) versione K235984
140 LOMBARDINI 3LD510 (FRIZIONE DOPPIA) versione K239990
141 RUGGERINI RF120 versione G8331
142 ACME ADN54W versione A5983
149 RUGGERINI RF140 versione G8327
150 RUGGERINI MD150 versione G8336

IL CAMBIO E' ABBASTANZA ROBUSTO SALUTI

Francesc
22-01-2008, 21.46.32
salve a tutti. vorrei chiedere una delucidazione.un amico vuole vendermi un motocoltivatore bcs mod. 715 con fresa.visto che la presa di forza e' dietro, dalla parte dei comandi, e' possibile montare sullo stesso una barra falciante facendone ruotare i comandi dal lato opposto. grazie e scusate, ma non sono esperto, la macchina l'ho vista solo in foto ed il concessionario che l'ha venduta ha chiuso i battenti. saluti luigi

Di norma tutti i prodotti BCS con il primo numero iniziale " 7 "
( 710,720, 730,ecc.) sono motocoltivatori, quindi macchine reversibili polivalenti , ci puoi fresare e ruotando le stegole togliendo la fresa applicandoci la barra falciare l'erba ecc. ecc.
http://www.bcsagri.it/index.php?id=17
I prodotti con primo numero iniziale "6" ( 600,615,620,ecc.) sono venduti come
falciatrici, però guardando le caratteristiche certi modelli non
servono solamente per falciare l'erba.
http://www.bcsagri.it/index.php?id=16

Spero di esserti stato d'aiuto, comunque se ci posti una foto sia io
che gli altri utenti del forum sapremo fugarti ogni dubbio.
Saluti

ebuse
02-03-2008, 19.46.03
Ciao a Tutti,una domanda veloce qualcuno conosce il bcs action 730
con motore honda x 340.
Grazie
Elia

bcs 735
03-03-2008, 20.24.32
ciao io posseggo il motocoltivatore che tu citi ed è ottimo ma se posso consigliarti prendi il 740 action perchè ha il cambio a 4 velocità il 730 ne ha 3 e se devi fare degli spostamenti a piedi la 2 è troppo corta mentre con la 3 va troppo veloce altra dote del 740 ha i freni di serie mentre nel 730 sono optional

claudio64
12-10-2008, 21.59.00
Ciao, riguardo all'anzianità del Nibbi, conviene rivolgersi a un concessionario Nibbi-Bertolini per chiedere ragguagli o aspettare l'Eima a metà Novembre dove lo stand Nibbi è sempre presente e chiedere direttamente ai produttori. Il peso e le dimensioni di un mtc medio-pesante in pendio non sempre sono controindicate in fase di lavoro, è nelle manovre, nelle svolte, nelle retromarce che il peso si fa sentire sulle stegole ; altrimenti li avrebbero continuatia produrre, tieni presente che la Nibbi per un certo periodo ha prodotto quello che probabilmente è stato il mtc più potente e pesante del mercato italiano, sto parlando del modello serie 119 con motore Ruggerini bicilindrico da 24 cv per circa 450 kg!!!, ingovernabile in pendio, imbattibile in aratura. Occorre tenere bene presente dove e come si vuole operare, considerando che un mtc medio sui 14 cv ci toglie già molto lavoro senza farci sudare le 7 camicie. Per quello che riguarda il ribaltamento, tieni presente che un mezzo ad una asse, compresi i rimorchi, è praticamente sempre baricentrato, quindi le possibilita di ribaltamento sono relativamente scarse, considerando però che al mtc è flangiato un attrezzo, es. fresa o trincia che sia, strisciando sul terreno risente della pendenza laterale, e quindi può forzare sul mtc ribaltandolo: a me è successo con la trincia osando più del dovuto, da allora in quel caso lavoro in discesa con ritorno a vuoto in retro, ma è un caso limite e la colpa è mia. Valuta bene il tuo caso, e se le pendenze sono limitate, il Nibbi 519 è in buone condizioni e il prezzo è adeguato, potrebbe essere un occasione buona. Alla prossima.

filigraz
22-03-2009, 12.35.45
salve a tutti

Durante giorni d'influenza ho colto l'occasione per leggere tuuto il forum relativo ai MTC.Veramnete interessante.
Possiedo un Goldoni special lux diesel che utilizzo esclusivamente per arare con aratro rotativo.fresa e assolcatore.
Chiedo: vale la pena montare ruote più piccole di diametro,il motore ci guadagna in termini di lubrificazione,o meglio rischia meno,, il rotativo e la fresa rendono di più?-
grazie agli esperti che vorranno rispondere-

michelelimoso
22-03-2009, 22.34.21
Teoricamente si , avendo un diametro più piccolo , la velocità di avanzamento si riduce affaticando meno il motore.
Hai anche il rovescio della medaglia : aumenta il tempo che impieghi a lavorare e se diminuisci troppo il diametro , cambia anche la geometria del motocoltivatore e gli angoli di lavoro degli attrezzi.

MaxB.
21-01-2010, 11.31.16
Ok, mi limito per mancanza di tempo a ricopiare "spudoratamente" parte dell'articolo che non ho potuto allegare:

la frizione a funzionamento idromeccanico PowerSafe: progettata a cura dell’Ing. Fabrizio Omodeo Vanone,si basa sul principio dell’azionamento positivo tramite pressione idraulica. Si tratta di una frizione a dischi multipli (interamente metallici e a bagno d’olio) completata da una serie di molle a tazza deputate a mantenere la frizione in posizione normalmente disinnestata, al contrario
di quanto avviene sui motocoltivatori tradizionali.
Ulteriore valore aggiunto di tale soluzione tecnica è che il notevole carico assiale impartito dalle molle a tazza permette anche di frenare efficacemente i meccanismi posti a valle della frizione, in modo da abbreviarne il tempo di arresto. Tuttavia, per liberare il freno, chiudere il pacco dei dischi e consentire la trasmissione
della coppia motrice non era certo suffi ciente la forza trasferita
manualmente dall’operatore. Si è quindi provveduto allo scopo grazie all’idraulica, con un piccolo cilindro nel quale agisce il medesimo olio che lubrifica il cambio, messo in pressione
da una pompa azionata dal motore endotermico e regolato tramite 2 distributori idraulici; il primo, normalmente chiuso, è collegato alla leva frizione posta al di sotto della stegola
sinistra di direzionamento, mentre il secondo, normalmente aperto, è collegato ad un ulteriore comando a leva ad azione mantenuta (a “uomo presente”), operante sopra la medesima stegola. Una valvola di massima pressione, un fi ltro in aspirazione
e un tappo dell’olio con magnete permanente completano il circuito. Per prevenire indebiti azionamenti della
leva ad azione mantenuta, un dispositivo a camme ne impedisce l’azionamento se prima non sia stata disinnestata la frizione.

Perkins
02-02-2010, 20.48.36
Ciao a tutti, scusate se la domanda sembra ridicola: l'attacco a innesto rapido dei motocoltivatori è universale oppure ci sono dei modelli con diametro o incastro diverso?
Grazie anticipatamente

michelelimoso
03-02-2010, 09.16.36
Perkins , ogni ditta usa un proprio attacco rapido.

CENTROTROISI
26-02-2010, 21.46.08
ciao visto che si parla di motocoltivatori volevo sapere se qualquno poteva darmidelle info... io ho un goldoni con terghette LD 901 specal disel 14 cv qualcuno sà i giri dell albero di forza che esce dal cambio?
grazie a tutti
lo special 144 monta motore ruggerini rd901
copiato dal libretto uso e manutenzione della goldoni
la presa di forza inferiore
da utilizzare per il collegamento della fresa e per il collegamento di un rimorchio tramite la leva n. 6 fig.1
presa di forza indipendente
rapide: 892 g/1' con motore a 3000 giri
lente: 546 g/1' con motore a 3000 giri
presa di forza superiore
da impiegare prevalentemente per collegare una pompa per irrorare.
per ottenere la rotazione ............
1402 g/1' con senso di rotazione orario e motore a 3000 giri
683 g/1' con senso di rotazione antiorario e motore a 3000 giri
3000 g/1' con senso di rotazione antiorario e motore a 3000 giri

ralfg
25-09-2010, 19.38.08
Oggi ci è capitato fra le mani per due soldi un mastodontico motocoltivatore Garavini, monta lo Slanzi DVA 680T, dovrebbe avere 14cv, era fermo da tempo, ma dopo due sbuffi al terzo strappo deciso si è avviato con mia grandissima soddisfazione.
E' un piccolo trattore a due ruote:D, hanno utilizzato la ghisa senza economia, la postazione di comando dispone di quattro leve che comandano innumerevoli combinazioni di lavoro, marce veloci e ridotte, presa di forza veloce e ridotta bloccaggio differenziale e freni a tamburo di dimensioni industriali, una classica macchina d'altri tempi:vabene:!

Vulcanus
09-10-2010, 19.45.02
Perché negli anni si è deciso di diminuire pesi dimensioni e potenze? Per una questione di sicurezza o altro?
Da cosa sono stati sostituiti?

Grazie mille

Same Rubin 200
11-10-2010, 21.00.04
Perché negli anni si è deciso di diminuire pesi dimensioni e potenze? Per una questione di sicurezza o altro?
Da cosa sono stati sostituiti?

Grazie mille

Una bella domanda Vulcanus.

I motivi di tale "ridimensionamento" possono essere più di uno. Secondo il mio punto di vista le cose sono andate più o meno in questo modo:

Con il trascorrere degli anni si è diffusa sempre più l'applicazione, da parte delle case costruttrici, dei cosiddetti retrotreni trazionati, ovvero una sorta di "prolunga" che trasformava il motocoltivatore in un vero e proprio trattorino a 4 ruote motrici.

Le stesse case costruttrici poi, vedendo che tale applicazione riscuoteva un discreto successo, decisero di utilizzarla per dare vita ai ad una nuova categoria di macchine, ovvero i trattorini isodiametrici. Non più motocoltivatori dunque, ma veri e propri trattori che (almeno inizialmente) mantennero in linea di massima le stesse dimensioni dei "motocoltivatori trasformati", ma in più vantavano un peso maggiore, un posto di guida un po più confortevole e curato rispetto ai retrotreni e soprattutto, adottarono un sollevatore posteriore vero e proprio.

A tal punto, il trattore era in grado di sostituire il motocoltivatore di grosse dimensioni in praticamente tutte le operazioni nelle quali veniva impiegato.
Inoltre, cosa forse più importante, il trattorino permetteva di lavorare riducendo di un'enormità lo sforzo fisico dell'agricoltore, che in questo caso non era più costretto a "domare" la potenza e la massa del motocoltivatore in fase di lavoro (ad esempio, durante l'impiego della fresa), e quindi il gioco è fatto.
Anche in fase di accoppiamento delle attrezzature, il trattore era migliore: più sicurezza, maggior facilità di accoppiamento delle attrezzature e minor tempo richiesto.

A questo punto, continuare a produrre motocoltivatore di grosse dimensioni non era più necessario. Per i lavoretti più pesanti si utilizzava il trattore, mentre per i restanti lavori (per esempio, la coltivazione dell'orto o di un piccolo vigneto) si ripiegava sul motocoltivatore che in questo caso si è potuto ridimensionare in peso e potenza.
Se ci fai caso infatti, gli attuali motocoltivatori prodotti corrispondono ai vecchi motocoltivatori di gamma media (pesi di 240 - 250 kg).

In poche parole, attribuisco tale ridimensionamento di queste belle macchine al fatto che la loro utilità nel corso degli anni è passata da fondamentale a secondaria, come conseguenza dell'avvento del trattore.

In ogni caso , come avrai capito, queste sono solo riflessioni puramente personali, nelle quali alcuni utenti possono trovarsi d'accordo e altri meno.

Saluti.

ralfg
11-12-2011, 09.43.24
Per gli amanti del genere (se non si è capito io li adoro) vi metto le foto del capolavoro prodotto nei primi anni del dopoguerra dalla ditta "Guido Bocchini" di Gambettola, il modello "Talpa", il primo vero motocoltivatore che ha segnato il passaggio alla meccanizzazione di molte piccole aziende della Romagna e circondario, costruito con abbondanza e sovradimensionamento dei componenti, motore Beta 10cv a petrolio, cambio automobilistico (derivazione Fiat) e cascata di ingranaggi racchiusi in un carter degno di un trattore, da una parte finivano a comandare la fresa, dall'altra le ruote motrici, chi l'ha usato assicurava che in 1^ riuscisse a fresare pure il viale:eek:!

in3pdo
29-12-2011, 09.54.57
E' vero la Talpa è stato il primo motocoltivatore costruito in Italia,ha alleviato nel primo dopo guerra le fatiche dei campi. Molti 65/70 enni di oggi
ricordano da bambini, quando entrò nelle loro case la Talpa, come una specie di miracolo!!!! altro che computer di oggi!!
Se ti può interessare ho il libretto istruzioni della Talpa, se vuoi te lo scannerizzo .
la macchina della foto è già la versione "industrializzata", esistevano le cosidette "Talpe di ferro" un prima serie costruita interamente a mano , la carcassa non era di fusione , ma fatta di lamiera saldata ...ciao

ralfg
29-12-2011, 13.28.44
Altro gioiello, motocoltivatore Zappator di Conselice (RA), solito Beta 10cv a petrolio

musika67
24-02-2012, 23.21.43
Salve ho trovato questa nota riguardo all'invertitore rapido del bcs 740 io l'ho sempre usato con la frizione, ossia frizione-invertitore-rilasciofrizione voi che ne pensate è una nota affidabile.
invertitore (consente di invertire il senso di marcia senza intervenire sul comando delle marce e sulla frizione. Nell'espletamento delle manovre l'inversore by-passa la frizione con il vantaggio che questa non viene inserita e disinserita ad ogni manovra, trasmettendo sempre coppia. Il sistema preserva in maniera efficacie la trasmissione riducendo gli interventi di manutenzione)

Iron 190
25-02-2012, 19.55.58
Ciao io ho il Bcs 730 PowerSafe e per usare l'inversore bisogna obbligatoriamente usare la frizione, penso che l'articolo si riferisse al modello 730 PowerSafe EasyDrive che monta un inversore idromeccanico e perciò per cambiare senso di marcia basta agire sull'apposito comonda senza utilizzare la frizione.
Saluti Alessio

MTC_10
16-07-2012, 08.56.27
Ciao, pure io sono intenzionato a comprare un BCS però vorrei un consiglio e gradirei sapere la differenza a livello di guida tra un motore diesel ed uno benzina perchè sono indeciso tra i 2.
Ho un terreno in collina in Liguria dove svolgo svariati lavori come tagliare l'erba, zappare, ecc.
grazie
A livello di "guida" non saprei, forse il peso da questo punto di vista è il fattore più influente.

I generale posso dire:

Diesel

Pro
- coppia
- regolarità di funzionamento
- CONSUMO!

Contro
- peso
- vibrazioni
- braccia muscolose per avviamento
- complessità meccanica
- costo

Benzina
Pro
- molto più leggero del diesel
- poche vibrazioni
- semplicità meccanica
- avvio facilissimo
- costo

Contro
- coppia
- CONSUMO!

Per 8 ore al giorno certamente diesel, per utilizzo amatoriale/discontinuo sicuramente benzina.
Valutati i pro e contro personalmente ho scelto benzina.

fabio1.9tdi
18-07-2012, 12.47.26
Anche io come avete già detto consiglio il benzina solo a chi usa molto poco e saltuariamente il motocoltivatore. Il diesel ormai ha quasi sempre l'avviamento elettrico, ed accenderlo manualmente è piu una questione di tecnica che di forza, la maggior coppia motrice, i minori consumi ecc... secondo me lo rendono migliore in ogni frangente.
E' piu pesante, ma almeno per me il fatto che non saltelli qua e là, ma che appoggi bene sul terreno mi è comodo.
La manutenzione per quanto piu costosa è molto meno frequente, e non di rado sopravvivono ai loro proprietari tanto sono affidabili e duraturi.
Il principale vantaggio del benzina è che costa molto meno!

mefito
18-07-2012, 14.01.36
Il principale vantaggio del benzina è che costa molto meno!
Il principale vantaggio,in ambienti urbani o abitati, è la maggior silenziosità.

rex
01-09-2012, 23.35.21
s.o.s. quale è il numero di giri della presa di forza di un valpadana vmc 14 al collegamento della fresa.

Dal manuale leggo che la P.D.F. indipendente gira a:
525 giri/min quando è selezionata la "lenta"
750 giri/min quando è selezionata la "veloce"
In rapporto costante 1:4,75 con le ruote del motocoltivatore quando è selezionata "sincro".



Solo per pignoleria :

Col motore a 3000giri/min si ottengono alla P.D.F.
535 giri/min selezionando la "lenta"
815 giri/min selezionando la "veloce"

devid196
27-11-2012, 13.40.11
Scusate volevo sapere perchè i nuovi modelli di motocoltivatori e motofalciatrici bcs powersafe hanno solo 3 marce avanti e non più 4 come i modelli precedenti.

Grazie.

magenu
27-11-2012, 14.31.46
perche fuori norma le marce che fanno andare oltre una certa velocita.
in sostanza tutti i costruttori hanno tolto la marcia lunga.

brizzolao
09-02-2013, 08.32.48
che significa differenziale bloccabile?
grazie

michelelimoso
09-02-2013, 09.19.49
Saprai anche tu che in certe condizioni di scarsa aderenza, può succedere che una ruota slitti e l'altra rimanga ferma. Il dispositivo di blocco del differenziale contrasta questo fenomeno facendo girare entrambe le ruote alla medesima velocità.
Ovviamente, quando il blocco è inserito, verrà fortemente limitata la capacità di sterzare.
Tutto ciò è detto in maniera mooooolto semplice.

pederz_
11-02-2013, 02.08.13
Io non accantonerei l'idea del blocco differenziale così velocemente. Durante le lavorazioni tipo fresatura/aratura aiuta a far marciare la macchina dritta e diminuisce lo sforzo alle stegole. In più conta che una piccola pendenza può già sbilanciare il motocoltivatore facendo perdere aderenza ad una ruota. Inserirlo ti toglie d'impaccio in un attimo.

per quello che ne so esistono motocoltivatori con differenziale e hanno il bloccaggio e motocoltivatori senza differenziale (sulle versioni piú piccole e leggere) che in realtá lavorano come un differenzile sempre bloccato, non conosco motocoltivatori con differenziale senza bloccaggio

Rexroth
17-06-2014, 14.42.53
Buona sera a tutti,
qualcuno conosce il nuovo modello di motocoltivatore bcs 730 easy drive?? Cosa ne pensate di questo nuovo tipo di inversore?? Riduce il consumo della frizione, l'usura del cambio......??
Grazie mille per tutte le risposte!!

Ciao,
io ho preso a settembre dell'anno scorso il 730 easy drive a benzina con motore honda gx340.
La scelta del modello con l'inversore idromeccanico è dovuta al fatto che insieme al motocoltivatore ho preso la trincia monolama da 80cm, con la quale devo tagliare degli appezzamenti non molto regolari e con molte piante per i quali sono necessarie molte manovre.
Il vantaggio di tale tipo di inversore è legato al fatto che per l'inversione non è più necessario tirare la frizione, con conseguente bloccaggio del piatto falciante o della trincia.
L'inversore ha 3 posizioni, avanti, folle indietro e ciò permette, nel caso di uso di trincia, di avviare l'attrezzo a macchina ferma, per poi iniziare l'avanzamento quando l'utensile di taglio ha raggiunto il regime di rotazione corretto; diciamo che è quasi come avere la frizione indipendente dei trattori.
Per contro la presenza del easy drive obbliga la casa a montare un cambio a 2 sole velocità (nel gemello 738 sono 3) con conseguenti limitazioni, sopratutto nelle fasi di spostamento, poichè la seconda marcia risulta abbastanza corta
Sull'affidabilità per ora non posso dir nulla poichè le ore lavorate sono molto poche, ma per ora problemi zero.
Alla fine di tutto è una macchina che consiglio se si fa uso prevalente di attrezzi frontali, sopratutto per quelli con molta inerzia.
Se hai altri domande sono a disposizione :vabene:
Saluti
Francesco

Rexroth
19-06-2014, 14.07.45
Ciao,
piccola nota prima di iniziare: anche il 740 ha l'inversore, solo che è meccanico e quindi necessita di essere azionato solo con frizione tirata, questo lo dico per evitare dubbi :vabene:
Per la scelta 730 vs 740 bisogna valutare molti fattori secondo me.
Primo l'uso che ne vai a fare prevalentemente: se usi tanto l'aratro rotativo, l'inversore idromeccanico è praticamente inutile. Infatti, per ragioni di sicurezza, quando si montano attrezzi posteriormente (come la fresa) non è possibile inserire la retromarcia se non si è disinnestata prima la presa di forza, rendendo così nullo il vantaggio dell'easy drive.
Se invece userai molto la trincia il 730 ha numerose qualità (leggi messaggio sopra).
Ribadisco però, ai fini della scelta, lo svantaggio del 730 easydrive, cioè il fatto di avere solo 2 marce contro le 3 del 740, che può creare disagi se si devono fare lunghi spostamenti.
Per il discorso trincia: io non ho la bladerunner, ma la trincia rotante monolama da 80.
Con tale attrezzo montato (che dovrebbe pesare sui 100kg) la macchina è abbastanza bilanciata stabile, nel senso che non tende ad alzarsi sul davanti ma nemmeno risulta pesante da manovrare.
Il motore che ho, il gx340 a benzina ha 11 cv, che fino adesso sono stati sempre sufficienti (anche nel taglio con erba alta a pieno piatto).
Poi conta sempre che qualora dovessi prendere l'easy drive, hai sempre la possibilità di arrestare l'avanzamento della macchina senza tirare la frizione, permettendo così, nel caso tagliassi erba molto alta, di lasciare riprendere giri al motore senza rischiare ingolfamenti.
Alla fine di tutto ti avrò fatto più confusione di prima :D
Ad ogni modo, queste sono le mie impressioni dopo poche ore di utilizzo.
Se hai bisogno son qua
Saluti
Francesco

jerkbait
13-07-2014, 21.39.28
Salve ho un motocoltivatore 14 cavalli, e relativa fresa.Volevo sapere se è possibile trasformare quest'ultima in un trincia, sostituendo alle zappe dei martelli o coltelli mobili.

Saluti

castagnetto
13-07-2014, 23.58.54
No, non è possibile ed è pericoloso.
E' diversa la velocita,l'albero deve avere caratteristiche diverse e deve essere bilanciato dinamicamente.
C

stiff967
12-12-2015, 11.43.05
ciao, gentilmente qualcuno mi sa dire di che marca può essere? motore acme 9cv e sulla fresa c'è scritto adriatica! grazie in anticipo!

Arkans
12-12-2015, 20.06.38
Ehmmmmmmmm Adriatica? :D La marca è adriatica.

stiff967
13-12-2015, 03.05.34
Quindi é adriatica? Come vanno? Trovo ricambi? Di che anno puó essere? Grazie

stiff967
15-12-2015, 13.55.57
non è adriatica, qualcuno ha qualche idea?

Arkans
16-12-2015, 11.00.43
Ti ha risposto la casa Adriatica dunque?

stiff967
16-12-2015, 21.19.33
si @arkans come da tuo consiglio gli ho scritto e mi hanno risposto che non è sua!

Arkans
17-12-2015, 13.45.05
Probabilmente sul tuo mezzo è stata applicata allora la fresa di un'Adriatica (per spiegare gli adesivi). Il motore è comune a tanti motocoltivatori, prova a guardare bene sul gruppo del cambio se c'è qualche incisione che riporti il marchio, vicino all'attaccamento col motore magari.

Francé
05-01-2016, 01.42.40
Salve, posseggo un motocoltivatore BCS diesel e dato che non faccio più fienagione vorrei dare indietro la motofalciatrice e prendere in piatto rotante da applicare al motocoltivatore, tipo questo per intenderci:

http://www.ciampelli.com/photos/products/BIG_7d3d55b122ec89ee139d8daebdf86945.jpg

Vorrei sapere se il lavoro di questi piatti é paragonabile a quello di un trincia e se può essere una buona soluzione per eliminare erba alta o fitta; in pratica vorrei eliminare il problema attuale del taglio con falciatrice e successiva raccolta/eliminazione del foraggio.Grazie

Arkans
05-01-2016, 11.42.29
Secondo me quel piatto può solo ingolfarsi con l'erba alta (>15 cm). Sul sito del produttore non è scritta l'altezza di taglio?

MTC_10
07-01-2016, 10.08.21
Salve, posseggo un motocoltivatore BCS diesel e dato che non faccio più fienagione vorrei dare indietro la motofalciatrice e prendere in piatto rotante da applicare al motocoltivatore, tipo questo per intenderci:

http://www.ciampelli.com/photos/products/BIG_7d3d55b122ec89ee139d8daebdf86945.jpg

Vorrei sapere se il lavoro di questi piatti é paragonabile a quello di un trincia e se può essere una buona soluzione per eliminare erba alta o fitta; in pratica vorrei eliminare il problema attuale del taglio con falciatrice e successiva raccolta/eliminazione del foraggio.Grazie

L'attrezzo in immagine è di produzione BCS, io uso da anni la versione precedente, quella non flottante e con una sola ruotina centrale.
C'è una discussione che aprii a suo tempo dove se ne parlò, dacci un'occhiata.
http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=48707

Anche se (apparentemente?) poco diffuso, è un buon attrezzo, con l'erba alta e/o folta può soffrire oppure no, dipende dalla cavalleria del motore, lo sconsiglio con pochi cv.
A distanza di anni gli trovo un solo difetto: sarebbe interessante poter passare dal mulching allo scarico per lavorare erba alta/folta senza sovraccaricare il motore. Io ho una mia soluzione al problema, ma non la consiglio perché pericolosa.

mg107
11-01-2016, 15.43.16
Salve,
è la prima volta che scrivo in questo forum chiedo scusa se sto sbagliando qualcosa.
Sono un possessore di un motocoltivatore BM 12 bertolini.
Lo avevo in campagna e qualcuno ha rubato la fresa.
Ne sto cercando un pò ovunque una chiaramente usata ma non riesco a trovarla.
Volevo chiedervi se secondo voi è possibile adattarci una fresa diversa, se esiste in commercio un adattatore o qualcosa per poterci adattare una fresa di altra marca.
Ho visto che la bertolini produce il quickift per questi scopi ma penso vada bene solo per modelli abbastanza moderni.
Se volessi agganciare un'altra fresa devo preoccuparmi a parte del verso anche del numero di giri? peso?
Vale la pena provarci o è una battaglia persa?
Grazie

michele14
15-01-2016, 20.16.08
Salve a tutti.
Sono nuovo del forum. Mi chiamo Michele, ho 35 anni e sono della prov. di Reggio Calabria.

Vorrei porvi alcuni quesiti per quanto riguarda i motocoltivatori visto che vorrei oltretutto aquistarne uno usato.
Fino ad adesso ho fatto dei lavoretti nel mio terreno con una motozappa da 5 cv. Adesso vorrei lavorare qualche pezzetto in più ma non lo voglio fare con il motozappa (mi distrugge!!).

Prima di tutto, la cosa che non riesco a capire è perché oggi i motocoltivatori per uso professionale sono da 12 o al massimo da 14 cv, mente fino ad una ventina di anni fa, quelli professionali e seri erano da 18 o addirittura da 21 cv?

Mi sono fatto consigliare su che tipo di motocoltivatore comprare usato, da chi lo usa quotidianamente e la risposta unanime è stata "compra un 18 cv, meglio se è pesante". Chiedendo il perché, tutti mi hanno risposto: lavora più in profondità e non salta più di tanto se dovesse prendere qualcosa di duro con la fresa, o per lo meno salta di meno rispetto ad uno Leggero. " poi, compralo con la sicurezza della fresa in retromarcia.
Voi che pensate di questi consigli?

Sono indeciso poi se comprare un Ferrari 74 da 18 cv vecchiotto, oppure un grillo di pari potenza più nuovo e tenuto meglio. Voi che pensate?
Penso che del Ferrari 74 non si trovano più tanti ricambi, ma non so del Grillo, che comunque sembra più nuovo anche di età.
Che pensate?
Qualcosa di più fresco sarebbe meglio, ma il budget è limitato, visto che comunque non devo stralavorare.
Grazie a tutti quelli che mi aiuteranno.
Ciao

Arkans
16-01-2016, 02.44.44
Prima di tutto, la cosa che non riesco a capire è perché oggi i motocoltivatori per uso professionale sono da 12 o al massimo da 14 cv, mente fino ad una ventina di anni fa, quelli professionali e seri erano da 18 o addirittura da 21 cv?

A mio parere, direi "e perfortuna", hai mai lavorato con mezzi del genere? Al giorno d'oggi esistono, per quei cavalli, dei trattori veri e propri, più indicati se hai davvero bisogno di quelle potenze. Un motocoltivatore da 12-14 cv è più che sufficiente per un buon appezzamento di terreno (<1000 metri quadri), oltre consiglierei un affiancamento tra un piccolo motocoltivatore e un piccolo trattore (magari usato) o solo un mini trattore, portafoglio permettendo. Se devi far orto, poi, voglio vedere dove vai con una macchina da 18-20 cv. Un consiglio più preciso sarebbe possibile indicando l'uso che dovrai farci :vabene:


Mi sono fatto consigliare su che tipo di motocoltivatore comprare usato, da chi lo usa quotidianamente e la risposta unanime è stata "compra un 18 cv, meglio se è pesante".
Chiedendo il perché, tutti mi hanno risposto: lavora più in profondità e non salta più di tanto se dovesse prendere qualcosa di duro con la fresa, o per lo meno salta di meno rispetto ad uno Leggero."

Oddio, dovresti trovare delle mezze pietre per saltare così tanto, un 12 cv non si distrugge e non salta molto con un imprevisto sasso un pò più grande del solito. Anche qui, non conosciamo però il tuo terreno (pietroso ecc.).


poi, compralo con la sicurezza della fresa in retromarcia.


Se lo prendi nuovo o recente l'hanno tutti di serie, se vai sul vecchio vecchio per cercare i cv invece potrebbe non esserci.

michele14
16-01-2016, 09.45.46
A mio parere, direi "e perfortuna", hai mai lavorato con mezzi del genere? Al giorno d'oggi esistono, per quei cavalli, dei trattori veri e propri, più indicati se hai davvero bisogno di quelle potenze. Un motocoltivatore da 12-14 cv è più che sufficiente per un buon appezzamento di terreno (<1000 metri quadri), oltre consiglierei un affiancamento tra un piccolo motocoltivatore e un piccolo trattore (magari usato) o solo un mini trattore, portafoglio permettendo. Se devi far orto, poi, voglio vedere dove vai con una macchina da 18-20 cv. Un consiglio più preciso sarebbe possibile indicando l'uso che dovrai farci :vabene:



Oddio, dovresti trovare delle mezze pietre per saltare così tanto, un 12 cv non si distrugge e non salta molto con un imprevisto sasso un pò più grande del solito. Anche qui, non conosciamo però il tuo terreno (pietroso ecc.).




Se lo prendi nuovo o recente l'hanno tutti di serie, se vai sul vecchio vecchio per cercare i cv invece potrebbe non esserci.

Grazie della risposta. Effettivamente un 18 cv, mi sembra poco maneggevole, almeno per me. Ho visto lavorare uno in un terreno terrazzato stretto, dove io ci riuscirei a stento con il motozappa.
Però un motocoltivatore di adesso (12/14cv), ha la forza e in particolare la capacità di fresare in profondità nel terreno come uno vecchio da 18?? Qui mi hanno detto "assolutamente no, ma se ti accontenti..."

Come terreno, ho più di un appezzamento così suddiviso: uliveti pianeggiante 2400 m2. Uliveto terrazzato con terrazzamenti di 1 a 3m di larghezza, 4000m2. Terreno misto, uliveti e terreno per ortaggi, 2 ettari circa; una parte terrazzato con quest'ultimi molto larghi, è una parte con terrazzamenti piccoli.
Grazie
Ciao

Arkans
16-01-2016, 11.16.00
Beh tutto sta nel capire cosa intendi per profondità. Penso comunque che 12-15 cm di coltivato lo faccia più o meno qualsiasi motocoltivatore, inoltre, anche le macchine grosse hanno il limite della costruzione della fresa da motocoltivatore che non sarà mai come quella di una motozappa.

Ora, a mio parere, a te servirebbe un trattore vista la superficie, accesso ai terrazzamenti permettendo. Lascio quindi ad utenti più esperti di me altri consigli poiché su questo tipo di terreni non ho molte conoscenze.

michele14
16-01-2016, 14.08.09
Beh tutto sta nel capire cosa intendi per profondità. Penso comunque che 12-15 cm di coltivato lo faccia più o meno qualsiasi motocoltivatore, inoltre, anche le macchine grosse hanno il limite della costruzione della fresa da motocoltivatore che non sarà mai come quella di una motozappa.

Ora, a mio parere, a te servirebbe un trattore vista la superficie, accesso ai terrazzamenti permettendo. Lascio quindi ad utenti più esperti di me altri consigli poiché su questo tipo di terreni non ho molte conoscenze.

Per quanto riguarda la profondità di lavoro, mi hanno detto che un buon vecchio motocoltivatore può arrivare a 20 cm, e anche qualcosa in più. Per quanto riguarda il trattorino, ci avevo pensato, ma il problema è che già con un MTC certe zone sarebbero inarrivabili per le dimensioni, con un trattorino limiterò ancora le zone lavorabili. in più ci vuole ancora più pratica per questo tipo di mezzi. Ma in ogni caso non devo lavorare tutti e tutto il terreno in una volta.
Che pensi?
Grazie
Ciao

bruxiacusti
20-01-2016, 21.58.03
ciao anche io ho la tua situazione sempre con terrazzamenti stretti e uliveti e cosi via e negli anni alla fin fine mi sono accorto che le motozappe vanno meglio,io ho un goldoni export da 18cv ma lavora molto meno della motozappa e a manovrarlo nei posti stretti si rischia solo di farsi veramente male e non si arriva ovunque, trattorini piccoli su internet ho visto dei cingolini marca mira che sembrano belli e di misure molto ridotte ma non li conosco. saluti

michele14
20-01-2016, 22.26.26
ciao anche io ho la tua situazione sempre con terrazzamenti stretti e uliveti e cosi via e negli anni alla fin fine mi sono accorto che le motozappe vanno meglio,io ho un goldoni export da 18cv ma lavora molto meno della motozappa e a manovrarlo nei posti stretti si rischia solo di farsi veramente male e non si arriva ovunque, trattorini piccoli su internet ho visto dei cingolini marca mira che sembrano belli e di misure molto ridotte ma non li conosco. saluti

Guardando solo le dimensioni dei 2 mezzi motozappa/motocoltivatore), si capisce subito che nelle parti strette, il motozappa è molto più facile da manovrare, però è anche vero che il motocoltivatore nei spazzi larghi, come potrebbero essere terrazzamenti di grandi dimensioni, il MTC ti fa faticare molto meno, svolgendo un lavoro altrettanto valido.
Almeno io, riesco a lavorare con il motozappa, all'incirca 2/3 ore, poi non c'è la faccio più. Mi fanno male le braccia le spalle e la schiena. Ovviamente non sono un professionista del settore e lo faccio circa 2 volte l'anno per piccoli pezzetti di terreno.
Ciao

naja
02-02-2016, 11.19.27
Salve a tutti,
cerco un motocoltivatore e mi è stato proposto da un conoscente un Pasquali diesel abbastanza datato che ha sempre lavorato in terreni sabbiosi, verso il veneziano per intenderci.
La sabbia non và daccordo con la meccanica e ho l'impressione che possa essere parecchio usurato; nel contempo mi è stato riferito che il terreno sabbioso è più tenero e quindi meno stressante per motore e cambio.
L'effetto dell'aria salmastra però lo si vede chiaramente dall'aspetto estetico un pò vissuto.
Voi che ne pensate?

massimo199
09-04-2016, 21.32.38
Ciao a tutti, mi sono nuovo del forum, mi sono iscritto in quanto ho bisogno di alcune info su un motocoltivatore: il bcs 746. Ne ho trovato uno usato tenuto molto bene (attualmente uso una motozappa cinese) con fresa da 50cm e motore lombardini 350 da 11cv che andrò a vedere lunedì. Mi direste cosa controllare nello specifico in un usato? Come macchina mi sembra polivalente con una potenza giusta anche per delle leggere pendenze da utilizzare oltre che con la fresa anche con una barra falciante. La fresa da 50cm è piccola o è rapportata giusta a questo motocoltivatore? Attendo una vostra recensione. Per il momento vi ringrazio tantissimo. Massimo.

castagnetto
09-04-2016, 22.24.08
Non conosco la macchina ma so che non esistono Lombardini 350 con 11 cv
Accertati bene di che motore si tratta perchè ci si può tovare con vecchi motori che vanno male con la benzina verde.
C

franco1969
12-04-2016, 10.22.53
Salve a tutti,
cerco un motocoltivatore e mi è stato proposto da un conoscente un Pasquali diesel abbastanza datato che ha sempre lavorato in terreni sabbiosi, verso il veneziano per intenderci.
La sabbia non và daccordo con la meccanica e ho l'impressione che possa essere parecchio usurato; nel contempo mi è stato riferito che il terreno sabbioso è più tenero e quindi meno stressante per motore e cambio.
L'effetto dell'aria salmastra però lo si vede chiaramente dall'aspetto estetico un pò vissuto.
Voi che ne pensate?

Se la manutenzione e stata eseguita regolarmente la sabbia non ha fatto alcun danno, forse un po esternamente , ma internamente non credo.
Manutenzione piu importante e il filtro aspirazione aria che se non sbaglio dovrebbe essere a bagno d'olio, se e stato manutenzionato non ci so problemi. Poi che anno e il mezzo?? che motore monta lombardini??? che modello? Prezzo?? facci sapere ciao

Barth
28-04-2016, 21.31.17
Buonasera a tutti, volevo un consiglio, dovendo scegliere tra un bcs 730 è meglio scegliere un motore lombardini 7,5 diesel o un Honda gx 9cv benzina?
L'utilizzo sarebbe con fresa e trincia tutto bladerunner da 60cm
A voi i consigli grazie

Cinghiale
29-04-2016, 16.19.07
Un motore Diesel dura di più; Lombardini, inoltre, è di costruzione Italiana.

Barth
29-04-2016, 18.50.40
Più che altro non capisco o meglio mi chiedo se il 7.5 diesel equivale ad un 9,5 benzina

Cinghiale
30-04-2016, 08.57.51
Se si cerca la potenza pura, i numeri parlano da soli.
Da sito ufficiale, il modello 730 non esiste più in produzione: al suo posto, esiste il 728 (http://www.bcsagri.it/it/product/motocoltivatori-537a86a1a2387c0e627b23c9/728-powersafe-539aabf9a2387c7c487b23c7), con motore Briggs & Stratton da 9.5 CV.

Barth
30-04-2016, 21.37.09
Il 728 a dire il vero non è il sostituto del 730, il 730 è diventato 738 mentre il 720 e l'attuale 728, i 720 e 728 sono privi di differenziale mentre 730 e 738 sono con differenziale

Belluno
01-05-2016, 08.51.37
Più che altro non capisco o meglio mi chiedo se il 7.5 diesel equivale ad un 9,5 benzina
Grossomodo siamo lì: il diesel ha una curva di coppia diversa e sotto sforzo "tiene" al pari (e a volte di più) rispetto ad un motore a benzina più potente. Poi dipende da quanto lo userai: un buon diesel consuma meno e dura di più, sempre a patto di far manutenzione, ma la differenza di prezzo è di qualche centinaio di euro: se le ore di lavoro sono poche l'anno non si recupera più la maggior spesa.

Barth
08-05-2016, 22.58.57
Sono stato in un paio di concessionari bcs e pasquali, c'è chi mi consiglia il 738 diesel 7.5 con motorizzazione kohle e chi mi dice che è un motore hobbistico.
Capisco che 7.5cv non sono 11.5 del lombardini15ld440 ma definirlo hobbistico mi ha spaventato un po', io vorrei stare su un motore diesel per praticità in quanto ho un serbatoio di gasolio.
Allo stesso modo vorrei evitare di andare su un 740 decisamente troppo grosso.

Barth
22-05-2016, 17.55.54
Buon giorno a tutti! Alla fine ho portato a casa un 738 diesel7.5cv ottima macchina e con le 3marce è veramente versatile e comoda, con trincia bladerunner da60cm la macchina lavora benissimo con parecchia quantità di materiale e con motore a 1/2regime, oggi però ho provato la fresa e con terreno già morbido (la macchina andava subito in profondità) ma stranamente a motore 1/2 regime soffocava quasi da perdere i colpi, frizione e ripartivo senza toccare l'accelleratore e teneva un po!
Sono rimasto un po deluso con la fresa, capisco che non è un turbodiesel ma fatica a prendere i giri con la fresa già a lavoro nel terreno.
Può essere che il motore è ancora legato? (3-4ore di utilizzo)
O è proprio la poca potenza? Anche se mi aspettavo una trincia che mi piegasse la macchina e non la fresa da 60
Grazie!!

castagnetto
22-05-2016, 21.56.02
Quante zappette ha la fresa?
Dipende molto dal tipo di terreno.
Si potrebbe provare a toglierne esttamente la metà:si avrebbe minore sforzo e si raggiunge una maggiore profondità,anche se il terreno risulta meno sminuzzato (che a volte è un vantaggio).
C

Barth
22-05-2016, 22.39.28
Non so quante zappette ha dovrei vedere, comunque a confronto con una bcs730 gx340 il gx prendeva subito giri quando era sottosforzo mentre il diesel arranca, vediamo con il passare delle ore di lavoro se si "sblocca" un po.
Tanto per cambiare dopo 4 ore di uso perde già olio dal cambio, tra mozzo ruota destro e il corpo del cambio.
Ma possibile che questo è il terzo bcs e tutti e tre perdevano olio del cambio? Sarò io sfortunato forse

fede90
23-05-2016, 12.13.28
Buon giorno a tutti! Alla fine ho portato a casa un 738 diesel7.5cv ottima macchina e con le 3marce è veramente versatile e comoda, con trincia bladerunner da60cm la macchina lavora benissimo con parecchia quantità di materiale e con motore a 1/2regime, oggi però ho provato la fresa e con terreno già morbido (la macchina andava subito in profondità) ma stranamente a motore 1/2 regime soffocava quasi da perdere i colpi, frizione e ripartivo senza toccare l'accelleratore e teneva un po!
Sono rimasto un po deluso con la fresa, capisco che non è un turbodiesel ma fatica a prendere i giri con la fresa già a lavoro nel terreno.
Può essere che il motore è ancora legato? (3-4ore di utilizzo)
O è proprio la poca potenza? Anche se mi aspettavo una trincia che mi piegasse la macchina e non la fresa da 60
Grazie!!

Salve, quante ore fai all'anno? I consumi rispetto al benzina come sono? Vale la pena prenderlo diesel?

Barth
23-05-2016, 14.23.03
Ciao!! Guarda io non faccio tantissime ore, fai conto che lo uso per preparare l'orto e anche durante la stagione per preparare i piccoli pezzi di terra per la semina, uso la trincia per tutta la potatura leggera cespugli siepi ecc ecc ....e se mi capita taglio il prato con la trincia ... Non credo di fare più di 50 ore l'anno.
Io ho preso il diesel perché mi piace di più come motore e di cuore sono andato sul diesel. Credo che per convenienza andare su un diesel lo si debba utilizzare almeno 1-2 ore al giorno, anche perché sul benzina che avevo gx340 i consumi non erano poi così esasperati

Valexg
24-05-2016, 12.19.25
Saluto tutti gli amici di questo bellissimo forum. Sono nuovo del forum appena iscritto.
Non faccio abitualmente il coltivatore agricolo, ma mi piace fare l'orto, tenere pulito un appezzamento di terreno perfettamente pianeggiante di circa un ettaro coltivato ad uliveto e piante da frutto vari, potare l’uliveto e raccogliere le ulive per poi produrre dell’ottimo olio Extravergine (acidità pari a 0,1) senza effettuare alcun tipo di trattamento sulle piante d’ulivo.
Ultimamente ho deciso di acquistare un motocoltivatore, tra quelli in commercio (setacciati tutti i marchi italiani Goldoni, Fort, Bertolini, Bennassi, Meccanica Benassi, Mira, Grillo, compresi quelli che montano motore cinesi) ho scelto di acquistare un BCS che poi non è altro che un Ferrari o un Pasquali in quanto tutti facenti parte del gruppo BCS, cambia solo il colore della carenatura tutto il resto è identico. La scelta è caduta sul BCS 740 come modello, sono indeciso se prendere quello motorizzato Honda GX390 con avviamento elettrico o motorizzato Yanmar LN 100 c.c. 435 di cilindrata sempre con avviamento elettrico. Ho scelto il BCS 740 parchè oltre ad avere il sistema powersafe che in caso di rilascio della leva di sicurezza mantiene in moto il motore ed arresta solo la fresa e le ruote, come tutti i BCS in più il 740 ha i freni indipendenti sulle due ruote e quindi frenando una ruota il motocoltivatore cambia direzione pertanto i freni fanno da sterzo, questa secondo me è una bella cosa in quanto evita sforzi nel cambiare direzione e soprattutto nel invertire la direzione di marcia quando si va avanti ed indietro per i campi o quanto si fresa un pezzo di terra per fare l'orto. Chiedo a tutti gli iscritti al forum che possiedono questo tipo di macchina di dare consigli sull'uso.
Alcuni giorni fa navigando su internet ho notato che vi è un'azienda Cinese che produce una macchina molto simile alla BCS addirittura con la stessa forma di carenatura di colore rosso anziché di colore azzurro con le stesse manopole sullo sterzo e stessa carenatura sullo sterzo equipaggiata con motore Honda o Koller .
(ecco Link dove si può vedere la Cinesina (il motocoltivatore e non una bella cinesina) http://it.made-in-china.com/co_pztools/product_Farm-Two-Wheels-Hand-Drive-Walking-Tractor-HYT01-_eeoyesiog.html) ma cosa è successo i Cinesi hanno copiato BCS o BCS produce in Cina e poi i Cinesi comunque commercializzano lo stesso prodotto a metà prezzo?. Poveri noi non si capisce più niente, qualcuno di voi ha notizie in merito? Almeno io so che BCS produce in Italia oppure assembla quanto prodotto in Cina? Chi sa Chi lo Sa (vecchio titolo di una trasmissione televisiva Italiana ) alla Faccia del Made in Italy almeno ciò viene scritto su tutti i deplian della casa BCS. Speriamo che qualcuno della BCS ci legga e possa dirci realmente come stanno le cose oppure qualcuno iscritto al forum che ne sappia di più.
Complimenti per gli organizzatori del forum che ci permettono di scambiarci opinioni e parei su diverse tematiche inerenti questo mondo.

fede90
24-05-2016, 20.11.03
Ciao!! Guarda io non faccio tantissime ore, fai conto che lo uso per preparare l'orto e anche durante la stagione per preparare i piccoli pezzi di terra per la semina, uso la trincia per tutta la potatura leggera cespugli siepi ecc ecc ....e se mi capita taglio il prato con la trincia ... Non credo di fare più di 50 ore l'anno.
Io ho preso il diesel perché mi piace di più come motore e di cuore sono andato sul diesel. Credo che per convenienza andare su un diesel lo si debba utilizzare almeno 1-2 ore al giorno, anche perché sul benzina che avevo gx340 i consumi non erano poi così esasperati

Ciao, quanto lo hai pagato? Mi servirebbe solo per ripassare un orto di 200 mq visto che la prima lavorazione la faccio con il trattore, che modello mi consigli e di che potenza?

Barth
24-05-2016, 22.00.54
Guarda fede il ho sempre optato per il 730 e ora il 738 perché rimane una macchina compatta ma allo stesso tempo professionale e ti permette di fare tutto, se non ti interessa avere i freni indipendenti io starei sul 738.
Onestamente non sono ancora in grado di dare pareri sul mio diesel kohler da7.5cv considera che è un Lombardini e di conseguenza stai tranquillo che è un ottimo motore, io per il momento ho fatto pochissime ora è il motore è ancora molto legato e in rodaggio.
Comunque se vuoi il benzina prendi Honda gx340 (9,5cv) ottimo usato per 4 anni!
Se vuoi il diesel dove magari sei più comodo in quanto hai una cisterna visto che hai un trattore il kohler 15kd350 è di qualità, stai su questi due

MTC_10
25-05-2016, 09.36.06
...
sono indeciso se prendere quello motorizzato Honda GX390 con avviamento elettrico o motorizzato Yanmar LN 100 c.c. 435 di cilindrata sempre con avviamento elettrico.
...
Io ho un BCS 630 WS (falciatrice) con Honda GX390, mio cognato ha invece un Lombardini di pari potenza sul suo motocoltivatore.

Qualche considerazione che magari ti può esser utile.
- Il GX 390 parte con poco sforzo sempre al primo colpo, l'avviamento elettrico male non fa, non è indispensabile
- l'avviamento del Lombardini è invece molto più pesante, anche se con le corrette procedure parte anche lui quasi sempre al primo colpo, se prendi un diesel prendilo con avviamento elettrico, soprattutto se non sei proprio un Big Jim...
- la differenza di consumo tra GX390 e diesel (Lombardini o Yanmar credo cambi poco) è notevolissima, su appezzamenti simili mio cognato consuma sicuramente meno della metà di me, con un due/tre taniche da 20lt di gasolio fa una stagione, a me ne servono almeno cinque/sei di benzina...
- il diesel è uno "svitabulloni", vibra parecchio soprattutto ai bassi regimi, il GX 390 non vibra quasi nulla

Detto questo, io sono contento di aver preso il benzina, mio cognato è contento di aver preso il diesel. :)

fede90
25-05-2016, 14.19.58
Guarda fede il ho sempre optato per il 730 e ora il 738 perché rimane una macchina compatta ma allo stesso tempo professionale e ti permette di fare tutto, se non ti interessa avere i freni indipendenti io starei sul 738.
Onestamente non sono ancora in grado di dare pareri sul mio diesel kohler da7.5cv considera che è un Lombardini e di conseguenza stai tranquillo che è un ottimo motore, io per il momento ho fatto pochissime ora è il motore è ancora molto legato e in rodaggio.
Comunque se vuoi il benzina prendi Honda gx340 (9,5cv) ottimo usato per 4 anni!
Se vuoi il diesel dove magari sei più comodo in quanto hai una cisterna visto che hai un trattore il kohler 15kd350 è di qualità, stai su questi due

Per quale motivo lo hai cambiato?

Barth
25-05-2016, 22.43.40
E stata una scelta di cuore, secondo me il motocoltivatore deve essere diesel, ho sostituito il mio vecchio 730 di 5anni prendendo bene come usato e mettendo poco per il nuovo, il 738 ha 3 marce che ne fanno una macchina perfetta e il motore diesel più pesante per le mie applicazioni si è rivelato fondamentale per avere una macchina molto bilanciata.
Devo essere onesto il benzina e più hobbistico (nulla da togliere anzi)
Diesel
Avviamento faticoso nel manuale
Puzza decisamente di più a livello di scarico
Rumore esagerato
Vibrazioni (spesso trovo i bulloni allentati)
Ma il diesel e il diesel è instancabile non si surriscalda

Valexg
26-05-2016, 20.58.51
PER MTC-10

Grazie per i consigli che mi hai dato.
Mi sei piaciuto quando hai scritto “ il diesel è uno svitabulloni” e poi quando hai concluso con “ Io sono contento di aver preso il benzina, mio cognato è contento di aver preso il diesel” è proprio vero ogni uno fa le proprie scelte.
Per quanto riguarda la scelta al 90% penso di prendere quello a benzina con avv. Elettr., si è vero che l’avv. Elettr. serve poco ma sai con l’andare avanti con l’età avercelo fa comodo in fondo incide tra 250-300 Euro. Per i consumi si è vero che il benzina consuma circa il doppio rispetto al diesel ma ha meno vibrazioni, e comunque nel mio caso l’utilizzo è limitato pertanto il consumo non mi preoccupa molto. Generalmente utilizzo già da molti anni un MTC Grillo Gd85 con accensione elettrica e fresa da 60 cm di mio cognato, giusto per fresare un orto di 250- 300 mq per uso familiare e per qualche passatina sporadica nell’uliveto, in genere lo faccio fresare e mantenere pulito da un trattorista conto terzi. Ho deciso di acquistare il MTC pensando al fatto che avendo più tempo a disposizione potrei, acquistando successivamente una trincia, mantenere l’uliveto pulito. Per quanto riguarda l’accensione elettrica ho notato che è molto pratica sul diesel di mio cognato e quindi vorrei che l’avesse anche il mio BCS anche se il benzina parte con minimo sforzo.
Per quanto riguarda “lo svitabulloni”, sul diesel Gd85 lo abbiamo risolto sostituendo man mano che si svitavano con bulloni auto bloccanti con inserto in plastica per quelli non soggetti ad alte temperature, mentre per quelli della marmitta soggetti a surriscaldamento li abbiamo sostituiti con dadi di sicurezza con filetti autofrenanti inseriti nel dado, questi sono specifici per collettori di scarico http://www.bollhoff.it/dadi-autobloccanti-autofrenanti-di-sicurezza-helicoil.html

Barth
26-05-2016, 23.21.24
Scherzi a parte, ma per cui è cosa normale che sui diesel i bulloni si allentano?
Il mio 738 dopo 4ore di utilizzo ha iniziato a perdere olio del cambio dal mozzo ruota, può essere che si sia allentato qualcosa o forse un solo difetto?

mefito
27-05-2016, 00.12.28
Il mio 738 dopo 4ore di utilizzo ha iniziato a perdere olio del cambio dal mozzo ruota, può essere che si sia allentato qualcosa o forse un solo difetto?
Solo chi può osservare direttamente il pezzo può esprimere considerazioni fondate.

Valexg
27-05-2016, 10.36.09
Scherzi a parte, ma per cui è cosa normale che sui diesel i bulloni si allentano?
Il mio 738 dopo 4ore di utilizzo ha iniziato a perdere olio del cambio dal mozzo ruota, può essere che si sia allentato qualcosa o forse un solo difetto?

Per quanto riguarda l'allentamento dei bulloni sui diesel posso dire che spesso accade per la maggiore vibrazione a cui sono sottoposti, se sono comunque regolarmente stretti e dotati di un qualunque sistema antisvitamento più o meno efficace allora la cosa è più difficile, ricordo che l'antisvitamento può realizzarsi con dado flangiato zigrinato (antisvitamento), con rondella elastica spaccata, con dado autobloccante con inserto in plastica o con dado con filetto interno autofrenante, ogni sistema assicura in maniera più o meno affidabile l'antisvitamento. Certo che in condizioni di elevate vibrazioni se i bulloni sono di tipo normali senza alcun accorgimento antisvitamento allora è più facile che si possa svitare. Comunque anche su motori a benzina può verificarsi che un bullone si svita anche se il motore ha meno vibrazioni.
Per quanto riguarda la perdita dell'olio in corrispondenza del mozzo della ruota, mi vien da pensare che forse tale perdita sia dovuto al paraolio interessato, forse difettoso di fabbrica, può accadere che un in fase di montaggio sia stato posizionato male oppure sia difettoso di fabbrica ed allora si ha una lieve perdita, comunque rivolgiti all'assistenza autorizzata BCS e penso che il problema possa essere risolto in garanzia ed in modo definitivo perché secondo me è solo un caso. A me personalmente è capitato nel corso degli anni di acquistare qualche attrezzatura che nelle prime ore di funzionamento a mostrato un malfunzionamento ma dopo l'intervento dell'assistenza il problema è stato risolto e la macchina continua a funzionare anche dopo tanti e tanti anni di utilizzazione.

mefito
27-05-2016, 12.39.55
Per quanto riguarda l'allentamento dei bulloni sui diesel posso dire che spesso accade per la maggiore vibrazione a cui sono sottoposti, se sono comunque regolarmente stretti e dotati di un qualunque sistema antisvitamento più o meno efficace allora la cosa è più difficile,
.In prima istanza sarebbe consigliabile verificare che sia utilizzato il sistema previsto dal costruttore.
le alternative sono numerose,dalle meccaniche alle chimiche.

Barth
27-05-2016, 14.22.34
Vi ringrazio! Purtroppo ho constatato che dopo 2 ore di utilizzo il filo della frizione era molle causa dado allentato, l'ho già regolato 2 volte!!!

fede90
27-05-2016, 18.10.27
Sono indeciso se prendere un motocoltivatore o una motozappa, mi servirebbe solo per fresare un orto già vangato di 200 mq. Che mi consigliate?

castagnetto
27-05-2016, 22.43.05
Motozappa non tanto grande,meno ingombro,meno costo e lavoro uguale.
C

fede90
28-05-2016, 11.50.02
Una motozappa grillo G Z3 di 4.5 cv e 45 Kg di peso potrebbe andare bene?

castagnetto
31-05-2016, 00.03.36
Sul vangato non ci sono problemi.
Si tratta di una macchina per uso hobbistico ma potrai usarla dieci ore all'anno per venticinque anni.
Personalmente ho grande simpatia per le Princess con trasmissione a cinghia.
C

fede90
01-06-2016, 13.30.06
Sul vangato non ci sono problemi.
Si tratta di una macchina per uso hobbistico ma potrai usarla dieci ore all'anno per venticinque anni.
Personalmente ho grande simpatia per le Princess con trasmissione a cinghia.
C

Come vanno le trasmissioni a cinghia?

Engineman
01-06-2016, 14.00.45
Come vanno le trasmissioni a cinghia?
http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=3330
messaggio 13 (ma comunque chi cerca trova ... )

castagnetto
01-06-2016, 23.00.13
Come vanno le trasmissioni a cinghia?
Nel post di Fede,indicato da Engineman,è gia ben spiegato tutto,aggiungo che i motori montati sulle Princess sono molto più longevi.
Le piccole motozappe a cinghia che conosco,Honda,Grillo,ecc anche molto vecchie sono ancora tutte funzionanti,non è cosi per quelle con motore ad albero verticale.
C

Engineman
15-06-2016, 00.28.40
... avrei bisogno di un consiglio: ho ereditato un motocoltivatore ferrari ...Ho chiesto alla assicurazioni... potresti darmi qualche informazione?
Spostato qui
http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=3766&page=7

fede90
21-06-2016, 23.59.22
Buonasera, che motocoltivatore mi consigliate per fresare un orto di 200 mq gia vangato con trattore? Bastano 5.5 cv con fresa da 50 cm?

ivot2009
10-08-2016, 21.30.42
Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum e approfitto subito della competenza di chi gentilmente vorrà rispondermi. Domanda: sto per comperare un motocoltivatore Goldoni super special 140 diesel del 2012, ho questo dubbio dispone di tre o quattro rapporti? il venditore dice tre ho guardato le specifiche tecniche e dovrebbero essere quattro, è in vendita su subito in provincia di Lecce. Grazie per la/le risposte

salvatoreragusa
11-08-2016, 09.12.27
Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum e approfitto subito della competenza di chi gentilmente vorrà rispondermi. Domanda: sto per comperare un motocoltivatore Goldoni super special 140 diesel del 2012, ho questo dubbio dispone di tre o quattro rapporti? il venditore dice tre ho guardato le specifiche tecniche e dovrebbero essere quattro, è in vendita su subito in provincia di Lecce. Grazie per la/le risposte

I rapporti del Goldoni 140 special sono 4 avanti e 1 Rm.

fede90
05-09-2016, 21.05.40
Salve, per fresare un orto di 200 mq già vangato che mi consigliate motocoltivatore o motozappa? E che modello?

GM@1977
07-09-2016, 00.10.12
Buongiorno a tutti,che motocoltivatore mi suggerite per due terreni da 1 ettaro,senza pendenze, ove sono presenti ulivi,limoni e qualche mandorlo. Non so se i terreni sono sabbiosi o argillosi,perõ in uno dei due ci sono un bel pô di pietre grandi quanto un pugno..e anche di più!
Su subito.it ho visti un pò di annunci, gli unici che meritano sono due valpadana 18 cv restaurati con carrellino trainato e frese uno a 1300 euro l'altro a 2000, un goldoni con frese a 1300,un pasquali con frese e sedile su ruota a 1600,un goldoni special lux 15 cv solo con frese a 1500,un nibbi con carrellino trainato e frese a 2300,un nibbi con frese a 2000,tutti anni 80 circa,ore di funzionamento indefinite,alcuni riverniciati altri con vernice originale.
Graxie,saluti a tutti

Morpheus_ita_
10-01-2017, 22.37.53
Ciao a tutti, vi scrivo per chiedervi un consiglio sull'acquisto di un motocoltivatore, dalle mie parti c'è un rivenditore BCS il quale mi ha consigliato un 728 powersafe da 5hp con motore Honda GP 160 compreso di fresa da 46 cm. in offerta
Il mezzo mi servirebbe soltanto per assolcare e ricoprire i solchi su un terreno già arato e fresato con trattore, per la rincalzatura ed al momento di raccolta con uno scavapatate il tutto senza spendere cifre enormi (leggendo i post precedenti si parla spesso di turbine spazzaneve da attaccarci o trincia cose che non mi servono)
Terreno sabbioso pianeggiante la cultura di partenza inizierei con circa 600 mq ma posso arrivare fino a 1.500.

Secondo voi può andar bene quel mezzo oppure prendere lo stesso con motore briggs & stratton da 9 HP e fresa da 66, la differenza tra i due è di circa 800 euro + i relativi attrezzi da prendere

--Per Engineman, visto che avevo tolto la richiesta per pubblicarne un altra la rimetto qui sperando che sia notata aggiungendomi a questa discussione--

Grazie

Engineman
11-01-2017, 00.22.13
--Per Engineman, visto che avevo tolto la richiesta per pubblicarne un altra la rimetto qui sperando che sia notata aggiungendomi a questa discussione--

Grazie
Non avevo visto la cancellazione :222:, comunque va bene qui senza iniziare nuove discussioni

fede90
08-02-2017, 19.26.05
Salve, che modello di motocoltivatore e che potenza mi consigliate per fresare un orto di 300 mq già vangato con il trattore e per passare in mezzo alle file di ortaggi.

mici
04-03-2017, 15.03.47
Ciao fede 80,io ho un Bcs740 con motore honda gx390 comprato nel 2013,lo trovo ottimo sia con l'aratro che con la fresa da 80cm.sotto sforzo il motore gira bene(non fatica)ed accelerando prende subito come un motore disel.lo uso vicino casa dove ho un orto di 200 mq2. Poi ho un'altro campo di 7000mq. Dove lo faccio zappare con il trattore poi lo freso io col mtc. Circa 500mq. Per la semina delle patate. Questo è il mio utilizzo ed esperienza personale,prima avevo un pasquali 917 e la differenza tra i due è esigua,anzi come manovrabilità è meglio il bce740.io ti consiglio il 738 con motore honda gx340 da 10,7 hp. Ci fai quello che vuoi !!!!

Alex9821
17-03-2017, 10.32.36
Buongiorno a tutti,
sono nuovo del forum anche se vi leggo da svariato tempo...
Sono Alessandro ed ho comprato da un paio di settimane un motocoltivatore BCS 740 con motore Briggs & Stratton. Tra i vari accessori ho ordinato, ma ancora non mi è arrivato, un rimorchietto della Francini. Dalla Francini hanno detto che verrà spedito con l'occhione e che quindi per attaccarlo al motocoltivatore va fatta una modifica.
Qualcuno di voi sa di che modifica si tratta? Oltretutto, guardando su internet ho visto che esiste (per i motocoltivatori Grillo) un gancio fatto apposta per attaccare il motocoltivatore al rimorchietto, vi allego una foto... Voi sapete se va bene anche per un bcs 740? http://www.centroverderovigo.com/it/cat/accessori-motocoltivatore-grillo-ruote-traino-tiro-230

Valexg
23-03-2017, 15.21.31
Salve, il 740 in generale si conosce abbastanza bene, volevo chiedere come va con il motore Briggs- Stratton? parte subito? Ha la leva di decompressione che facilita la partenza? nella lavorazione è necessario accelerare molto per avere delle buone prestazioni? Saluti valexg

fede90
23-04-2017, 11.58.34
Salve, che ne pensate del motocoltivatore bcs 728 con motore honda gx 200 da 5.5 cv con fresa da 52 cm, è sufficiente il motore per quella fresa? Non avendo il differenziale è difficile da manovrare? Mi servirebbe per fresare un orto da 250 mq già vangato con trattore, conviene motocoltivatore o motozappa?

mici
24-04-2017, 14.39.09
Secondo me 5,5 hp sono un po' pochini....io ti consiglio il 738 con gx340! Il differenziale è sempre comodo averlo ha più trazione....comunque sia prendilo con motore honda!!! Sono sempre una garanzia di affidabilità e hanno più coppia ai bassi regimi!

Alex9821
24-04-2017, 20.20.39
Salve, il 740 in generale si conosce abbastanza bene, volevo chiedere come va con il motore Briggs- Stratton? parte subito? Ha la leva di decompressione che facilita la partenza? nella lavorazione è necessario accelerare molto per avere delle buone prestazioni? Saluti valexg

Io ho il 740 con il briggs e stratton. Non ha leve ma accenderlo non è difficile, parte subito ed ha un cavallo in più rispetto al motore Honda. Certo non c'è nessuno che dice che il briggs e stratton sia alla pari del l'honda, ma nessuno ha mai spiegato il perché! Io mi sono fatto tentare dalla promozione Bcs che c'era sul briggs e stratton e non sull'honda. Il concessionario comunque mi dice che sono allo stesso livello, considera che anche il b&s é della serie professionale.

fede90
24-04-2017, 22.30.35
Io ho il 740 con il briggs e stratton. Non ha leve ma accenderlo non è difficile, parte subito ed ha un cavallo in più rispetto al motore Honda. Certo non c'è nessuno che dice che il briggs e stratton sia alla pari del l'honda, ma nessuno ha mai spiegato il perché! Io mi sono fatto tentare dalla promozione Bcs che c'era sul briggs e stratton e non sull'honda. Il concessionario comunque mi dice che sono allo stesso livello, considera che anche il b&s é della serie professionale.

Salve, come ti trovi con questo motocoltivatore, per che lavori lo usi, quante ore ci fai all'anno, quanta benzina consuma più o meno.

Alex9821
25-04-2017, 08.06.13
Salve, come ti trovi con questo motocoltivatore, per che lavori lo usi, quante ore ci fai all'anno, quanta benzina consuma più o meno.

Considera che ce l'ho da un paio di mesi, e lo sto usando per la pulizia di un terreno in collina con molti rovi e una discreta pendenza. Ho una trincia berta shark da 65 che devo dire va molto bene, trita tutto polverizzando al massimo. Fino a prima usavo un decespugliatore con una lama per tritare, ma il risultato è completamente differente. Sto utilizzando la fresa invece per sistemare un prato, togliere avvallamenti e riseminare. Anche la fresa non mi da problemi anche su un terreno duro, mai lavorato e ricco di sassi. Per la benzina non saprei proprio dirti, perché non ho mai fatto alcuna verifica, diciamo che comunque mettere benzina non è una cosa che ti dimentichi di fare...:l:

Barth
27-04-2017, 16.48.59
Buongiorno a tutti, ho una curiosità da porre a chi avesse comprato un motocoltivatore diesel nuovo, nelle prime ore di utilizzo come avete trovato il motore?
Già pronto o piuttosto legato?

franco1969
29-04-2017, 22.45.49
Buongiorno a tutti, ho una curiosità da porre a chi avesse comprato un motocoltivatore diesel nuovo, nelle prime ore di utilizzo come avete trovato il motore?
Già pronto o piuttosto legato?

Ciao amico, ma di che tipo di motore stiamo parlando??? facci sapere

Barth
30-04-2017, 21.43.17
Ciao amico, ma di che tipo di motore stiamo parlando??? facci sapere

È un kohler 15kd350 per cui il gemello del 15ld350 lombardini, montato su di un bcs738, durante l'utilizzo con la fresa da66(di serie) in prima marcia la fresa va molto in profondità e il motore soffoca, capisco che sono 7.5cv ma è pur sempre un diesel.
Qualcuno mi ha detto che è ancora in rodaggio ed effettivamente non credo di aver passato ancora 50 ore di utilizzo.
Grazie

mefito
30-04-2017, 22.34.31
Qualsiasi motore "soffoca",se la coppia richiesta è superiore alla disponibile.

Barth
30-04-2017, 23.57.14
Qualsiasi motore "soffoca",se la coppia richiesta è superiore alla disponibile.

Capisco, ma questo vuol dire che bcs commercializza un motocoltivatore sottodimensionato alle fresa di serie?
O può essere che questo "soffocamento" sia dovuto al motore ancora legato?

Cinghiale
01-05-2017, 08.58.16
Il discorso a firma mefito vale comunque, in termini generali, cui si deve aggiungere il motore ancora non rodato ed il parametro consistenza del terreno: altro è fresare terra già precedentemente arata, altro è fresare ex solido una terra dura.

mefito
01-05-2017, 09.31.48
Capisco, ma questo vuol dire che ......
Vuol dire che:in qualsiasi condizione tu chiedi più di quello che ti può dare,si arrende.
Tutte le altre considerazioni sono superflue.
Inutile preoccuparsi della pioggia dopo che sei affondato.

fede90
01-05-2017, 10.40.58
È un kohler 15kd350 per cui il gemello del 15ld350 lombardini, montato su di un bcs738, durante l'utilizzo con la fresa da66(di serie) in prima marcia la fresa va molto in profondità e il motore soffoca, capisco che sono 7.5cv ma è pur sempre un diesel.
Qualcuno mi ha detto che è ancora in rodaggio ed effettivamente non credo di aver passato ancora 50 ore di utilizzo.
Grazie

Prova a stringere la fresa a 52 cm.

Barth
01-05-2017, 11.32.31
Prova a stringere la fresa a 52 cm.

Esatto, era tra le mie idee, unico neo che non so come stringere la carreggiata ma è fattibile
Grazie!

Cinghiale
01-05-2017, 11.57.08
Si deve stringere non già la carreggiata, bensì la larghezza della striscia fresata.

mici
01-05-2017, 12.53.36
È un kohler 15kd350 per cui il gemello del 15ld350 lombardini, montato su di un bcs738, durante l'utilizzo con la fresa da66(di serie) in prima marcia la fresa va molto in profondità e il motore soffoca, capisco che sono 7.5cv ma è pur sempre un diesel.
Qualcuno mi ha detto che è ancora in rodaggio ed effettivamente non credo di aver passato ancora 50 ore di utilizzo.
Grazie

Metti la fresa meno in profondità per la prima passata. Poi per la Potenza è molto meglio il motore a benzina quando si hanno pochi hp!. Ho già sentito altri con quei motori che "soffocano".io per esempio ho il 740 con gx390 e lo uso parecchio anche mettendo la fresa alla max profondità (fresa da 80cm) e non "soffoca" assolutamente!!!! Anzi ha Potenza da vendere!!! Riducendo la fresa da 80 a 66 risulta persino eccessivo come Potenza! Saluti.

mefito
01-05-2017, 13.56.38
Poi per la Potenza è molto meglio il motore a benzina quando si hanno pochi hp!. .....
I motori a benzina hanno caratteristiche che li fanno preferire,in determinati contesti,ma questa della potenza mi giunge nuova.:l:

fede90
01-05-2017, 14.14.50
Metti la fresa meno in profondità per la prima passata. Poi per la Potenza è molto meglio il motore a benzina quando si hanno pochi hp!. Ho già sentito altri con quei motori che "soffocano".io per esempio ho il 740 con gx390 e lo uso parecchio anche mettendo la fresa alla max profondità (fresa da 80cm) e non "soffoca" assolutamente!!!! Anzi ha Potenza da vendere!!! Riducendo la fresa da 80 a 66 risulta persino eccessivo come Potenza! Saluti.

Perchè è meglio il motore a benzina?Quanto consuma il gx 390 a ora con fresa da 80?

mici
01-05-2017, 14.38.50
Premetto che prima avevo un motocotivatore pasquali 917 con motore lombardini 12 hp disel,sembrava di macinare chissà cosa!!! Poi l'ho cambiato con bcs740,tutt'altra macchina! Molto più agile.....il motore gx390 con aratro consuma circa 700/800 mll l'ora!(basta un filo di acc.che tira via bene) con fresa 1,5 / 1,8 litri l'ora.con acc. A circa 3/4 .(Ho fatto prove certe!) perciò non mi sembra che consumi tanto di più di un diesel ! Il benzina lo consiglio vivamente la differenza ormai secondo me ed anche tra gente che ci lavora è minima,il diesel conviene se lo si usa parecchio!!! Saluti

fede90
01-05-2017, 14.54.45
Premetto che prima avevo un motocotivatore pasquali 917 con motore lombardini 12 hp disel,sembrava di macinare chissà cosa!!! Poi l'ho cambiato con bcs740,tutt'altra macchina! Molto più agile.....il motore gx390 con aratro consuma circa 700/800 mll l'ora!(basta un filo di acc.che tira via bene) con fresa 1,5 / 1,8 litri l'ora.con acc. A circa 3/4 .(Ho fatto prove certe!) perciò non mi sembra che consumi tanto di più di un diesel ! Il benzina lo consiglio vivamente la differenza ormai secondo me ed anche tra gente che ci lavora è minima,il diesel conviene se lo si usa parecchio!!! Saluti

Fino a quante ore annuali di lavoro consigli il benzina?

mici
01-05-2017, 15.14.15
Fino a quante ore annuali di lavoro consigli il benzina?

Boh!!!!! Sta ad ognuno di noi valutare......io per esempio per i consumi non ci faccio caso,ma ti ripeto non sono tanto di più rispetto ad un diesel da 12 hp!

fede90
01-05-2017, 15.18.21
Boh!!!!! Sta ad ognuno di noi valutare......io per esempio per i consumi non ci faccio caso,ma ti ripeto non sono tanto di più rispetto ad un diesel da 12 hp!

Tu più o meno quante ore annuali ci fai?

mefito
01-05-2017, 15.20.32
Boh!!!!! Sta ad ognuno di noi valutare......io per esempio per i consumi non ci faccio caso,ma ti ripeto non sono tanto di più rispetto ad un diesel da 12 hp!
Un 7.5 benzina "dici" che consuma più di un 12 diesel,ma con che carico?
Dici di aver fatto "prove certe",ma certamente inutili,se non sei in grado di rilevare (e quindi quantificare )il "lavoro" fatto.

mici
01-05-2017, 15.20.45
Tu più o meno quante ore annuali ci fai?

Ore precise non ne ho!!!! Comunque circa 50 ore l'anno.

mici
01-05-2017, 15.27.55
Un 7.5 benzina "dici" che consuma più di un 12 diesel,ma con che carico?
Dici di aver fatto "prove certe",ma certamente inutili,se non sei in grado di rilevare (e quindi quantificare )il "lavoro" fatto.

Io il 7,5 non l'ho neanche nominato per i consumi! Io le prove le ho fatte con il mio Bcs 740 con gx390,fresa da80 cm!!! Ho rilevato poco consumo in più rispetto al mio vecchio pasquali 917 con fresa da 66 e motore lombardini ld510 12 hp. E medesimo lavoro,saluti

mefito
01-05-2017, 15.32.56
..... E medesimo lavoro,saluti

"Medesimo"non è una quantificazione,solo una generica approssimazione.
Non è questa una modalità di determinazione dei consumi accettabile.
Che il benzina non abbia i consumi come punto a favore è assodato.

fede90
01-05-2017, 16.18.03
]

Io devo fresare un orto di 250 mq già vangato con vangatrice e per fresare in mezzo alle file di ortaggi, che mi consigli motocoltivatore o motozappa? Nel caso che motocoltivatore bcs mi consigli?

mici
01-05-2017, 16.24.17
Io devo fresare un orto di 250 mq già vangato con vangatrice e per fresare in mezzo alle file di ortaggi, che mi consigli motocoltivatore o motozappa? Nel caso che motocoltivatore bcs mi consigli?

Ti avevo già risposto un po' di tempo fa se non ricordo male,comunque ti consiglio il bcs738 con gx340.

fede90
01-05-2017, 16.38.01
Ti avevo già risposto un po' di tempo fa se non ricordo male,comunque ti consiglio il bcs738 con gx340.

Ok grazie, il gx 270 andrebbe bene comunque mettendo la fresa da 52 cm? Del motore briggs e stratton che ne pensi?

mici
01-05-2017, 16.58.28
Ok grazie, il gx 270 andrebbe bene comunque mettendo la fresa da 52 cm? Del motore briggs e stratton che ne pensi?

Il gx270 ha 8,4hp se non ricordo male,e lo mettono (credo che sia ancora montato) nel 728 con fresa da 66. Perciò va più che bene! I Biggs&stratton non li conosco,però tempo fa ho scambiato alcune mail con tecnico Bcs e mi diceva che è molto meglio honda per affidabilità durata nel tempo ........poi io mi chiedo tutto aumenta,gli accessori sono aumentati (Frese aratri assolcatori.....) e il motocotivatore che io ho acquistato nel 2013 adesso con motore b&s invece di aumentare è diminuito di 200 euro (listino ufficiale Bcs) dovrebbe essere l'esatto opposto! Se costa meno è dovuto a quello. Comunque sia non credo siano malvagi!!!! Bisogna vedere nel tempo....da nuovo tutto (o quasi) è buono! Saluti

Barth
01-05-2017, 23.36.20
Si deve stringere non già la carreggiata, bensì la larghezza della striscia fresata.

Se non vuoi che la fresa in versione 52cm faccia sporgere le ruote del motocoltivatore bisogna stringere anche la carreggiata che in versione originale è larga

Tornando al discorso 7,5hp diesel oggi parlando con mio cugino mi ha fatto notare che abbiamo tirato fuori molto sassi grossi dall'orto che lavoriamo ormai da svariati anni, questo vuol dire che il 738 con 7,5 hp diesel è sceso più in profondità rispetto al "vecchio" 730 9,5hp. O sbaglio?
Altra considerazione che faccio è con l'utilizzo della trincia, con diversa quantità di materiale da macinare utilizzo il 738 diesel con motore a1/2 regime mentre con il 730 9,5hp benzina andavo a tutto gas per lo stesso rendimento.
Veramente sono confuso anche io!

fede90
01-05-2017, 23.40.37
Il gx270 ha 8,4hp se non ricordo male,e lo mettono (credo che sia ancora montato) nel 728 con fresa da 66. Perciò va più che bene! I Biggs&stratton non li conosco...

Il 728 con motore honda gp 160 con fresa da 46 potrebbe andare bene per le mie esigenze?

Barth
02-05-2017, 00.00.51
Il 728 con motore honda gp 160 con fresa da 46 potrebbe andare bene per le mie esigenze?

Se vuoi spendere poco io ti consiglio una buona motozappa, con motore più potente spenderesti di meno, inutile comprare un motocoltivatore di scarsissimo motore e per di più senza differenziale, se un giorno dovrai acquistare un attrezzo al tuo motocoltivatore non lo potrai fare con un 720 da 4,8hp
O stai su di una motozappa altrimenti non stare sotto al 738 gx270

fede90
02-05-2017, 00.19.02
Lavorare con la motozappa è più stancante? La motozappa sfina il terreno come il motocoltivatore?

Barth
02-05-2017, 07.51.00
Lavorare con la motozappa è più stancante? La motozappa sfina il terreno come il motocoltivatore?

Senza dubbio più stancante, la motozappa risulta più nervosa e imprevedibile, non pensare che il motocoltivatore sia radiocomandato anzi.
La motozappa riesce ad andare più in profondità, ma difficile che lasci un terreno molto fine come il motocoltivatore

mici
02-05-2017, 14.15.36
Il 728 con motore honda gp 160 con fresa da 46 potrebbe andare bene per le mie esigenze?

Il gp 160 intanto dicono che non sia un motore professionale,sempre honda ma per uso hobbistico!!! Poi 728 senza differenziale mah!!! Il differenziale è sempre comodo. Se devi prenderlo prendi il 738!Saluti.

fede90
02-05-2017, 18.59.40
La motozappa grillo gz 1 o la brumi pulce 4t potrebbe andare bene per me?

GM@1977
04-05-2017, 00.31.27
Senza dubbio più stancante, la motozappa risulta più nervosa e imprevedibile, non pensare che il motocoltivatore sia radiocomandato anzi.
La motozappa riesce ad andare più in profondità, ma difficile che lasci un terreno molto fine come il motocoltivatore

Quindi il mtc sminuzza di più la terra rispetto alla mtz?
Io finora ne ho solo usato una benzina monomarcia, ho 2 ettari dn terreno argilloso e mi sono convinto che il mct sia meglio.

Comunque, riguardo al fatto che la motozappa va più in profondità del motocoltivatore, mi chiedevo se uno fa molta pressione sulle stegole del motocoltivatore e fare affondare il più possibile la fresa, non lo chiede comunque un buon risultato?

Inoltro visto che alcuni motocoltivatori hanno la possibilità di fare lavorare la presa in controcorrente, ossia con un senso di rotazione opposto a quello che avanzamento del motocoltivatore, e anche questo dovrebbe aiutare a lavorare in profondità la terra,o no?

Barth
04-05-2017, 07.42.54
Per la sua natura fisica il motocoltivatore nonostante una determinata pressione sulle stegole la fresa non può scendere di più, piuttosto bisogna farlo procedere lentamente ma con le ruote che ne regolano la velocità e veramente difficile frenarlo (se poi è un diesel)
Il motocoltivatore lo si può frenare un po' e cercare di fare una certa pressione sulle stegole, ma non so quanto si guadagna in termini di profondità.
Esistono certi MTC con fresa controrotante di sicuro li fa Grillo ma ne sono dotate le piccole macchine hobbistiche, che su terreni duri danno i loro risultati, ma nella preparazione di orti già lavorati sprofondano a dismisura creando dei pasticci e scomodità.