Visualizza versione completa : Fiat 80R


Alfre
23-10-2004, 21.21.00
Visto che ultimamente si parla tanto di Fiat volevo chiederVi se qualcuno possiede o ha mai usato un Fiat 80R.

Benny69
24-10-2004, 17.36.00
Io purtroppo ci sono solo salito sopra, da fermo, ma mi hanno sempre detto che era una delle macchine Fiat più valide mai prodotte.

Friz
24-10-2004, 21.27.00
Io l'ho solo visto passare, con la trivella per i ceppi :)
Aveva una cilindrata enorme per i CV che aveva, era anche pesante, quindi era usato per lavori duri

Alfre
25-10-2004, 00.25.00
Allora posso dirvi che montava un motore 4 cilindri derivato dal precedente Fiat 70R aumentato di alesaggio,raggiungendo i 6500cm(i dati esatti li ho da qualche parte) e questo motore (604)era il punto di forza del trattore.Il motore poggiava su due longheroni,caratteristica per cui molti venivano destinati ad essere equipaggiati con il tritaceppi(peseranno 15-20q.li)il quale dopo un po'distruggeva i supporti elastici.I primi erano monocolore arancio,gli ultimi erano bicolore verde arancio.Io ne ho utilizzati diversi e tutti mi hanno impressionato per la potenza e la stazza(80cv circa 45q.li).Era un evoluzione partita dal 55R-60R-70R per arrivare alle ultime macchine con 94cv,per un totale di circa 1000 esemplari,dei quali molti ancora in servizio,specialmente con il tritaceppi.Le prime serie si avviavano con un motore ausiliario a benzina per concludersi negli ultimi esemplari col classico motorino elettrico,i primi costruiti nn avevano neanche il sollevatore idraulico e venivano equipaggiati in seguito con gli Erpoz veronesi.Penso che per trovare un concorremte attuale per queste maccchine dovremmo cercare un buon 100cv,altrimenti...polpette!

Cascina_Tollu
22-11-2004, 18.29.00
Quaesto trattore mi ha incuriosito, ho provato a guardare ecco a voi una qualche foto... http://www.album-mmt.it/data/media/15/80R.jpg
Nessuno sa se veniva prodotto anche dt?

ferrirotor
22-11-2004, 20.35.00
La Fiat 80R e' stata utilizzata con un po' tutte le attrezzzature agricole.
Da chi montava escavatori o caricatori agricoli o forestali o appunto macinaceppi oppure chi da traino (ha un passo da ''corsa'') non eistevano le ridotte, oppure da aratura.
Originariamente non aveva sollevatore(creato poi dalla Erpoz di Verona) e neanche la presa di forza creata poi da una ditta di Modena.
Per il cavaceppi era stata creta apposta una presa di forza prima solo ridotta (450 g/min) poi rinforzata ed infine pure con l'inversore.
Cosa che se fosse possibile farlo sulle macchine moderne risolverebbe un sacco di problemi.
A chi interessa esiste ancora un artigiano che costruisce le PTO da adattare all' 80R ma anche alla 70 ed alla 120C (stesso carro)
Non esisteva la DT.
Per salirci sopra si doveva salire dal posteriore ammesso che non vi fosse stato un attrezzatura ingombrante, allora si che si rideva.
Era antiribaltamento in quanto una volta su per discendere era anzi e' un' impresa.
In giro ve ne' sono ancora parecchie, da quelle rottamate o in fase di demolizione a quelle restaurate.
Ah una cosa, per il cavaceppi era uso comune sostituire il motore con un 6 cilindri (dovrebbe essere quello del camion Fiat ''94'' da 180 cv anche se in giro per Torino (e' di colore verde con una cabina strana che a prima vista sembra un Fendt)ve ne una che porta il motore del Fiat 170 da circa 350 Hp.

Roby17
22-11-2004, 20.52.00
Io l’o provato circa 15 anni fa, un mio vicino né a 1 col sollevatore ad aria.
Ultimamente lo usava anche per trainare un Fiat 1300 super 2wd durante l’aratura

Alfre
14-02-2005, 16.09.46
Ieri sono andato da un mio amico che possiede una 80R,restaurata a puntino,poiche'gli serviva un aiuto ad arare i suoi campi.Premetto che possiede anche un OM 750 ma,da quando si e'comprato la 80R,nn c'e' storia,ad arare se ben zavorrata davanti nn c'e'pari cavalli che tiene il passo,figuriamoci quelli nuovi.Abbiamo fatto qualche foto,se escono le pubblichero'!

davidbrown
14-02-2005, 19.40.17
Il fiat R80 e' un'ottima macchina costruito per le grandi aziende agricole negli anni 60,se ne trovano ancora diversi esemplari nelle pianure adibiti a trivellazioni di ceppi o retrocaricatore.E' ricercato dai collezionisti per la sua straordinaria potenza.

challenger
15-02-2005, 21.18.11
il fiat 80r a mio parere è stata una macchina unica ed unica nel suo genere,unatipologia che solo fiat ha proposto,non mi risulta che nessun altro costruttore si sia cimentato in macchine con tali caratteristiche,praticamente era unalocomotiva su gomma,aveva un effetto volano in aratura notevole,peccato che non ho mai avuto la fortuna di vedere all'opera una delle poche versioni modificate dt.

delfo
16-02-2005, 10.31.19
Per Challanger da quanto risulta a me l'80R aveva un motore con alesaggio di 125 e corsa da 140 con una cilindrata di 6.870 cm3 e sviluppava lapotenza max. di 85 CV a 1650 Rpm.

Il motore da quanto ricordo dovrebbe essere molto simile a quello della 70 C e non dovrebbe essere altro che un pezzo (4 cilindri) di un 6 cilindri Fiat montato anche su alcuni camion in particolare dovrebbe essere il 682.

Da qui la facilità di modificare queste macchine con dei 6 cilindri.

Saluti

CLAUDIO67
16-02-2005, 20.58.05
Per Ralfg: L' Ariete è successivo a 80R, ad ogni modo, come già detto da altri, 80R rimane una macchina unica, come unico era anche 55R.

Confermo che nacque come 2 RM e che eventuali modifiche vennero eseguite in modo artigianale.

Manuel Selene era solita a modificare le macchine FIAT/OM, infatti fu una sua “opera ” anche OM 35/40 DT. Tra le altre creazioni, ricordiamo anche i trattori Ford, come il 5000 DT, il Giaguaro ecc.
Saluti.

gfalchi
16-02-2005, 22.13.00
Chi può provare il FIAT 80R si meraviglierà :vabene:

Iveco Power
25-08-2005, 01.06.29
Questa foto dell'80R l'ho trovata su puddingsworld, è leggermente differente dalle altre foto postate, ha il muso più squadrato e delle paratie laterali a protezione del motore, ad occhio mi sembra una versione precedente a quella in cui si vede nelle foto in aratura...
Proprio una bella macchina niente da dire...
Pensate che in Cnh si ricorderanno che il loro "padri" hanno costruito macchine come queste?? Un pò di memoria storica in più a mio avviso non guasterebbe...

Rodeo95
12-12-2006, 10.21.03
Volevo alcune informazioni sul Fiat 80 R. è un trattore che mi affascina per la sua imponenza, ma che non conosco ancora bene (non ce ne sono molti dalle mie parti).
Innanzi tutto prima del 80 R c'era il 55 R (che aveva lo stesso motore del 55 C) e rispetto all'80 il 55 aveva un motore con cilindrata leggermente inferiore (alesaggio 120 anzichè 125 se non ricordo male).
Questo è quello che so di certo, poi girando su internet ho trovato la foto di un fantomatico "10R" che sembra identico ad un 80 R ma che aveva l'adesivo "10 R". Mai sentito neppure nominare...qualcuno ne ha mai sentito parlare, oppure devo pensare che sia un invenzione del proprietario che magari ha pompato un 80 R fino a 100 cv ed gli ha fatto l'adesivo "10R"... boh.
sono esistiti altri fratelli minori del 70 R oltre al 55?
che differnze ci sono tra l'80 R tutto arancio e quello con il carro blu? (sento dire che ci sono differnze ma non so se sia vero).
da che anno e fino a quale anno è stato costruito (so per certo che esisteva un depliant datato 1961, ma non so fino a che anno è stato prodotto).
E il numero di esemplari prodotti?
Inoltre probabilmente a giorni andrò a vederne uno sperando che il proprietario voglia vendermelo, c'è qualche particolare da verificare con attenzione? Ad esempio ha i prigionieri a bagno nell'acqua come gli OM 34/40 & C. che tendevano a consumarsi e spaccarsi?

Rodeo95
13-12-2006, 17.31.00
Allora posso dirvi che montava un motore 4 cilindri derivato dal precedente Fiat 70R aumentato di alesaggio,raggiungendo i 6500cm(i dati esatti li ho da qualche parte) e questo motore (604)era il punto di forza del trattore.Il motore poggiava su due longheroni,caratteristica per cui molti venivano destinati ad essere equipaggiati con il tritaceppi(peseranno 15-20q.li)il quale dopo un po'distruggeva i supporti elastici.I primi erano monocolore arancio,gli ultimi erano bicolore verde arancio.Io ne ho utilizzati diversi e tutti mi hanno impressionato per la potenza e la stazza(80cv circa 45q.li).Era un evoluzione partita dal 55R-60R-70R per arrivare alle ultime macchine con 94cv,per un totale di circa 1000 esemplari,dei quali molti ancora in servizio,specialmente con il tritaceppi.Le prime serie si avviavano con un motore ausiliario a benzina per concludersi negli ultimi esemplari col classico motorino elettrico,i primi costruiti nn avevano neanche il sollevatore idraulico e venivano equipaggiati in seguito con gli Erpoz veronesi.Penso che per trovare un concorremte attuale per queste maccchine dovremmo cercare un buon 100cv,altrimenti...polpette!

quindi la serie completa era 55R - 60R - 70R e infine 80R?
dici che gli ultimi esemplari avevano 94 cv. questi ultimi ufficialmente si chiamavano sempre 80R (come nome del modello, intendo)? come si distinguevano dai primi 80 R da 80 Cv? Sono i famosi bi-colore?
il 55R aveva pistoni con alesaggio 120 e il 80 R aveva pistoni con alesaggio 125. quelli intermedi (55R-60R e 70R) che caratteristiche avevano?

scusate la curiosità o le domande probabilmente inesatte, ma ho poco materiale a disposizione per conoscere l'80R...:confused:

Filippo B
13-12-2006, 23.03.41
Bellissima e perfettamente restaurata l' 80R che si vede nella foto postata da gfalchi nella pagina precedente:vabene:

Che mostro:eek: :333:

Saluti


Senz'altro molto bella, ma secondo i miei canoni "perfettamente restaurata" significa scarico originale, luci originali, e via via tutto il resto. Sarebbe inoltre interessante sapere se lo sterzo è l'originale "per uomini duri" o se è stato addolcito con il servo.

80R.. uno dei miei giocattoli dei sogni.... Nel 1961 sui depliant ufficiali viene accreditata di 80Cv, ma nel certificato di omologazione dello stesso anno viene indicata una potenza di 84cv a 1650 giri. In questo periodo erano presenti le bandelle laterali, come quelle della 55, ed i fari avevano un supporto diverso.

Nel 1967, la potenza dovrebbe essere ancora la medesima (curiosamente nella mia documentazione di questa data non viene menzionata la potenza).

Sostanzialmente, da quanto so, le versioni erano:
611.100.1 : avviamento con motore a benzina
611.100.2 : avviamento con motore a benzina a sua volta ad avviamento elettrico
611.101: avviamento con motorino elettrico 24V.

Il peso indicato, per fugare i dubbi passati, è di 35 quintali e qualcosa. Da aggiungere che si tratta della macchina senza sollevatore, infatti, sempre dai dati che possiedo tale sollevatore ufficialmente non era presente neppure in opzional.

Purtroppo, delle ultime versioni non ho i dati.

Rodeo95
14-12-2006, 10.17.11
80R.. uno dei miei giocattoli dei sogni.... Nel 1961 sui depliant ufficiali viene accreditata di 80Cv, ma nel certificato di omologazione dello stesso anno viene indicata una potenza di 84cv a 1650 giri. In questo periodo erano presenti le bandelle laterali, come quelle della 55, ed i fari avevano un supporto diverso.

.....

Il peso indicato, per fugare i dubbi passati, è di 35 quintali e qualcosa. Da aggiungere che si tratta della macchina senza sollevatore, infatti, sempre dai dati che possiedo tale sollevatore ufficialmente non era presente neppure in opzional.

Purtroppo, delle ultime versioni non ho i dati.

sul depliant datato 1961 che è riportato sull'ultimo libro di Dozza "Trattori classici italiani - Documenti" il peso senza zavorre è 37 q.li mentre quello con zavorre è 40 q.li.
purtroppo neppure io ho trovato informazioni sulle versioni più recenti.:(

grazie Filippo per le sigle precise delle versioni con avviamenti differenti, mi saranno molto utili quando andrò a vedere l'R80 per sapere se è ancora originale o se gli è stato modificato l'impianto di avviamento...

grazie ferritor per l'informazione, non sapevo che a Vaglierano d'asti (circa 23 km da casa mia, quindi vicino) ci fosse un R80 con il levaceppi, magari chiedo informazioni di dove sia precisamente e se mi capita vado a vederlo.

ferrirotor
14-12-2006, 21.32.31
Che io mi ricordi il sollevatore era l'Erpoz ma non so se veniva considerato optional.
Per quanto riguarda le prese di forza ne esistevano di 3 tipi
Normale a 540 giri
Ridotta rinforzata a 450 giri ( a richiesta esiste ancora un artigiano che le costruisce)
Ridotta-rinforzata con inversore a 450 giri.

ferrirotor
27-02-2007, 21.22.47
oggi ho recuperato un'altra 80R, originale al 100% completa di libretto e, salvo ripensamenti, non ho nessuna voglia di venderla anzi prevedo di restaurala visto che oltre a 2 gomme anteriori completamente distrutte. la pompa della nafta da revisionare ed un marea di ruggine sparsa un po ovunque non presenta nessun tipo di danni ( caso unico e raro visto che monta ancora il cavaceppi).
Il punto e' l'ex proprietario (ente statale) mi ha dato per ora una fotocopia di un libretto rifatto nel 1980 e dove non compare la data di prima immatricolazione.
A prima vista sembra completamente di colore arancione (motore e telaio) ma a ben guardare in alcune parti del motore si vede il classico colore blu petrolio della bicolore.
La mia domanda e' :
Da che numero di telaio hanno incominciato a fare la bicolore?

challenger
27-02-2007, 21.37.15
x ferrirotor, riguardo al bicolore dell'80r, rispondere con precisione è molto arduo, servirebbe un vecchio venditore della federconsorzi, si puo ipotizzare a partire dal 68-69. con la nascita dell'850, il primo trattore che ricordi col carro blu

apozzo
27-02-2007, 23.21.17
Allora i certificati di omologazione che ho io si possono riassumere in questo modo:

1) Il giorno 23 Giugno 1961, su precedente richiesta della Ditta Fiat S.p.a di Torino, il Ministero di stato per i trasporti unitamente al Ministero per l'agricoltura procede all'omologazione della trattrice FIAT 80R.

2) Il giorno 25 Agosto 1961 la Ditta Fiat S.p.a di Torino ottiene dal Ministero di stato per i trasporti unitamente al Ministero per l'agricoltura e le foreste l'estensione dell'omologazione del trattore Fiat 80R al modello FIAT 80R/FM (freno misto).
Queste le differenze, testualmente citate dai certificati in mio possesso, tra le due trattrici:
- Trattrice Fiat 80R: "Sistema di frenatura a nastro con trasmissione meccanica comandato da due 2 pedali collegabili agenti sulle ruote posteriori".
- Trattrice Fiat 80R/FM (freno misto): "Sistema di frenatura a nastro comandato da un pedale che provoca l'apertura di un distributore che, oltre a comandare la frenatura del rimorchio, mette in azione un cilindro motore pnuematico agente sui 2 pedali del freno meccanico della trattrice. In caso di mancato funzionamento dell'apparecchiatura pneumatica il pedale comanda direttamente la frenatura meccanica della trattrice dopo un breve tratto di corsa a vuoto".

3) Il giorno 6 Giugno 1967 la Ditta Fiat S.p.a ottiene dal Ministero di stato per i trasporti unitamente al Ministero di stato per l'agricoltura e le foreste che la trattrice Fiat 80R assuma la nuova denominazione FIAT 80R/1.
Queste le differenze:
- Punzonatura della nuova dicitura sul telaio;
- Pneumatici posteriori 18.4/15.34 oppure 16.8/14.34;
- Rapporti di trasmissione: Coppia conica 12/49 Riduttori finali: 12/59;
- Velocità di avanzamento a vuoto: AVANTI 4.4 - 6.2 - 8.5 - 11.5 - 24.2 Km/h
RETROMARCIA 5.1 Km/h
- Altezza da terra ganci di traino: - 401/A: cm 58 - 402/C: cm 65.

Concludo dicendo che il modello FIAT 80R/1 è stato introdotto a partire dal numero di telaio: 641.921 fino a termine della produzione (numero di telaio 642.311). Ora io non so se il modello FIAT 80R/1 cambiò colorazione...questo bisognerebbe chiederlo ai più esperti, magari Dozza ne sa qualche cosa di più!
Mi rendo conto che forse avrei dovuto tirare fuori questi documenti un pò prima in quanto fondamentali per ricostruire la storia di questo glorioso trattore Fiat, ma fin'ora non ve ne era stata occasione e non me ne vogliate dunque per questa mia mancanza!
Saluti a tutti
apozzo

ferrirotor
28-02-2007, 13.43.28
Grazie apozzo
Il numero di telaio non riesco a vederlo in quanto coperto dalla piastra .
Ho il numero del motore, che da come e' fatta la coppa dovrebbe essere il bicolore.
Il Numero e'
Fiat 604.041
033392.

grazie anticipatamente per l'interessamento.

ferrirotor
09-03-2007, 18.54.04
Mi e' arrivato il libretto e come data della prima immatricolazione da 1961.
Ho trovato la targhetta con il numero di telaio che e' 640027.
Per avere un idea chi sa come si leggono i numeri di serie oppure da che numero sono partiti?

L' unico dubbio e' sempre il colore blu petrolio.

ferrirotor
10-03-2007, 10.03.18
carico alcune fotografie per stabilire il mistero.
Come ho scritto prima ora e' tutta colorata di arancio ma su vari tratti del motore e del telaio compare il blu petrolio.
Non valutate le condizioni, in quanto per me in questo caso non e' importante il prezzo ma essere riuscito a mettere le mani su una macchina con levaceppi tutta originale da conservare come cimeleo storico.

Filippo B
10-03-2007, 18.57.56
Ferrirotor, non sono un conoscitore della 80R. Vedo pero' i supporti dei fari anteriori, personalmente li colloco sempre nella prima serie, le macchine blu infatti avevano il supporto fari imbullonato al semitelaio e non alla mascherina.

Passo la palla agli Esperti in materia.

Personalmente comunque, non mi preoccuperei piu di tanto di varie "pezze" blu, potrebbe essere una verniciatura fatta nel tempo, come pure il motore potrebbe essere stato recuperato da altra macchina.
Quello che fa fede sono i numeri telaio, a me sembra (ma non sono un gran "interprete" dei numeri matricola Fiat) che sia la 27esima costruita.

Comunque, a mia memoria, i numeri sono dietro alla cassa del cambio.

ferrirotor
21-03-2007, 22.12.57
Hai ragione Filippo, alcuni esperti mi hanno confermato che e' una delle prime.
Commercialmente non ha il valore della bicolore, ma per me va bene ugualmente.

Filippo B
23-10-2007, 12.19.53
Vorrei riprendere il discorso 80R e relative livree.
E' stato scritto che difficilmente si potra' determinare da quale matricola le 80R sono diventate bicolore. Io sono d'accordo, ma con qualche riserva. Ho alcuni indizi infatti, che mi fanno sospettare che la meccanica verde possa venir ricondotta ad un particolare numero di matricola.
Prima di proseguire nelle mie ipotesi, pero', ho necessita' della vostra collaborazione, ed in particolar modo da chi conosce bene le macchine vorrei sapere:

-avete mai visto una bicolore con la barra di traino ad ampio settore? Mi spiego meglio: i primi esemplari di 80R avevano una barra di traino con corsoio curvo e molto ampio, le staffe andavano quasi sin ai riduttori, molto simile alle barre di traino usate nei cingolati, da un numero di matricola ben preciso è stata adottata la barra di traino a settore meno ampio (simile a quelle dei vari 513, 615 etc);

-sulle 80R nel tempo è stato modificato il "cruscotto" (chiamiamolo cosi): avete mai visto un 80R bicolore con cruscotto del primo tipo?

-la cassetta degli attrezzi dapprima era allocata sulla pedana, rasente parafango Sx, poi fu flangiata sul semitelaio, a lato del motore, avete mai visto una bicolore con cassetta attrezzi sulla pedana rasente parafango Sx?

-siete a conoscenza di particolari differenze sulla carrozzeria, riconducibili alla monocolore o alla bicolore? Se si, quali?

Chiaramente quanto sopra è riferito a macchine che ipotizzate essere ancora simili in tutto e per tutto a come mamma fiat le ha fatte.
Grazie per eventuali risposte.

apozzo
24-10-2007, 13.43.23
Ti ringrazio per la segnalazione, ho provveduto a stampare il tuo messaggio 84, vedo di "incrociare" i dati per vedere se ne viene fuori qualcosa di nuovo, se hai manualistica ricambi prova a verificare se vi sono state modifiche alla carrozzeria (intendo cofano mascherina e company), io come detto ho degli indizi (supportati da documentazione) in cui vengono menzionati alcuni particolari compresa dicitura "nuova carrozzeria"( e relativo numero di matricola), tale dicitura mi fa pensare ad un possibile cambio di livrea, ma come detto prima di comunicare il probabile numero di matricola vorrei qualche conferma.

Ho rispolverato il catalogo parti di ricambio del trattore FIAT 80r (II edizionoe del 1967) e posso confermare dalle tavole le seguenti modifiche:

- Sistema di traino: si passa dal tipo con corsoio curvo imbullonato nella zona riduttori (simile alla barra del 35/40r per capirci) al tipo più moderno che, come hai detto tu, troviamo sui modelli OM 513 e OM 615;

- Quadro strumenti e serbatoio: Viene cambiata la forma del quadro ed aumentata la capacità del serbatoio;

- Cuffia radiatore (macherina anteriore): Si notano delle differenze sostanziali nella parte superiore della mascherina: In un tipo la mascherina termina nella zona superiore con dei prolungamenti lateriali che non sono invece presenti nell'altro tipo.

Va detto cmq che, in base a quanto riportato dal catalogo parti di ricambio, il trattore 80R è stato sottoposto ad una serie incredibile di modifiche!
Il catalogo inoltre suddivide il trattore FIAT 80R in 3 serie:
- Con avviamento tramite motorino a benzina;
- Con avviamento tramite motorino misto;
- Con avviamento a mezzo motorino elettrico.

Adesso non ho tempo, ma stasera provvederò ad inserire le tavole tratte dal catalogo parti in cui sono evidenti le suddette modifiche.
Saluti
apozzo

Alfre
24-10-2007, 18.32.08
Oltre a quelle gia'menzionate posso aggiungere che differivano le zavorre posteriori,le pedane,la lamira che copre il serbatoio,il coperchio punterie,le lamiere laterali al motore sono di 2 tipi,i portafari e ancora qualcosa che adesso nn ho sott'occhio,devo verificare

Filippo B
24-10-2007, 20.57.41
Per Apozzo, noto con piacere che abbiamo fonti informative molto simili.
Meglio cosi.

I particolari che ho identificato come piu' facilmente riscontrabili (ma ce ne sarebbero a decine e decine di modifiche) sono:

aggiunta staffa freno su pedana sx da matricola 640152;
modifica carrozzeria (vedremo meglio sotto quali aspetti piu' avanti), con anche cruscotto diverso da matricola 640760;
cambio barra di traino (gia spiegato idettagli) da matricola 641221, sempre dalla stessa matricola la cassetta attrezzi cambia locazione (anche qui, gia spiegato);
coppia conica da 12/55 diventa 12/49 , dalla matricola 641515.Come detto, di particolari che sono stati modificati nel tempo ve ne sono a bizzeffe, comunque concentrei gli "sforzi" sulla seconda modifica che ho elencato, la matricola è un po' bassina a dir la verita', ma comunque indago.

Per WLF: potresti riportare nel Forum la matricola dell'esemplare, inoltre se vuoi verifica i particolari che ho elencato al mio messaggio di ieri alle 11:19, cosi vediamo di che macchina si tratta.

Viva la FIAT
25-10-2007, 10.45.36
X FilippoB:
La matricola non ho proprio pensato a prenderla...provvedo appena torno in loco (non è vicinissimo a casa mia, ci vorrà un po' di tempo).

Per quanto riguarda gli altri particolari da te citati nel messaggio delle 11.19, ti dico:
- settore barra traino stretto;
- cassetta attrezzi flangiata al telaio;

su cruscotto e carrozzeria non so dire se appartengano alla prima o seconda serie, ne ho visti troppo pochi di 80r per notare piccole differenze. L'unica cosa che ho notato, rispetto ad un 80r visto anni fà (uno di quelli con motore ausiliario a benzina a strappo) è che i parafanghi sono connessi alle pedane in modo diverso, quasi a fare un tutt'uno con la struttura che ospita la colonna dello sterzo. Nel mezzo più vecchio i parafanghi erano nettamente separati dal resto della carrozzeria (se la memoria non mi inganna).

Purtroppo il venditore non c'era e non ho potuto vedere il libretto. Ma conto di tornare, con opportuni consigli su cosa controllare in particolare.

ferrirotor
05-12-2007, 08.53.55
Ciao amici,
Ferrirotor scrive nella risposta 96 che il modello monocromatico non ha sicuramente il valore commerciale della serie bicolore:
PERCHE`:confused:????

Io sono ignorante in materia ma penso che un mezzo piu´ e´ vecchio piu´ e´ interessante,(e quindi vale di piu´) anche perche´ se non erro, dovrebbero essere gia´ di partenza piu´ rari perche´ ne hanno costruiti meno....

Scrivo questo perche´ non e´ la prima volta che mi capita di sentire queste affermazioni su vari mezzi e mi piacerebbe schiarirmi le idee!

Quindi se e´ vero, perche´ la seconda serie (bicolore) vale di piu´ della prima?

Buon proseguimento a tutti!

Ps comunque l´ 80r e´ un gran trattore in tutti i sensi e pure unico


Presumo che il motivo sia il numero esiguo di pezzi prodotti. Percui, anche se piu' recente, e' molto piu' raro e piu' una cosa e' rara e piu' costa.

Alfre
06-12-2007, 20.41.20
Il discorso del valore delle 2 80R e'basato sul fatto anche che la bicolore essendo l'ultimo modello e'piu cercata appunto per quello,e poi anche perche'aveva piu cavalli rispetto alla monocolore.E poi anche perche'solitamente avevano il sollevatore gia'montato in concessionaria non aggiunto dopo da qualche meccanico/fabbro in qualche maniera

ferrirotor
06-09-2008, 20.29.11
Posto alcune foto di come e' ridotta in questo momento la mia R80.

A qualcuno verra freddo vedendola sabbiata, ma calcolando che aveva 5 mani di vernice sopra questa era l'unica soluzione per riprestinarla

Ora la mia domanda e':
Di che colore deve essere fatta visto che dai numeri di serie sembra la prima serie?
Anche se il colore originale del motore era petrolio.
Verra' comunque finita con cavaceppi e zavorra.

Franco67
12-09-2008, 09.07.20
Ciao
mi inserisco in questa discussione perche' da poco sono venuto in possesso di un Fiat
R 80 matricola 640021, e da quello che ho letto dovrebbe essere tra i primi costruiti,
il trattore ha il motore originale che e' stato rifatto alcuni anni fa, ed e' in buone condizioni, ma l'amico che me lo ha dato, all'ultima festa che abbiamo fatto ha voluto
un po' esagerare, ha riempito le ruote di acqua, e spavaldamente si e' messo ad arare
sforzandolo piu' del dovuto, e rompendo un semiasse, adesso chiedo cortesemente
se qualcuno di voi avesse i disegni spaccati o esplosi di questo mezzo, perche' vorrei
insieme ad un amico meccanico ripararlo.
Grazie in anticipo.
Gianfranco

http://www.album-mmt.it/foto/main.php?g2_view=core.DownloadItem&g2_itemId=259349 (http://www.album-mmt.it/foto/main.php?g2_itemId=259348)http://www.album-mmt.it/foto/main.php?g2_view=core.DownloadItem&g2_itemId=259352 (http://www.album-mmt.it/foto/main.php?g2_itemId=259351)http://www.album-mmt.it/foto/main.php?g2_view=core.DownloadItem&g2_itemId=259354 (http://www.album-mmt.it/foto/main.php?g2_itemId=259353)

dareos
13-09-2008, 14.02.21
salve a tutti, l'80r monta l'impianto elettrico a 12 o 24volt? vorrei montare l'impianto a 12volt sulla fl8 ma non so se in qualche applicazione questo motore è stato dotato di motorino a 12volt

ferrirotor
13-09-2008, 14.53.03
Le 80 R che ho avuto tra le mani io erano tutte 24 Volt.

Alfre
13-09-2008, 18.48.17
Caro Franco,purtroppo uno dei pochi difetti dell'80R era la debolezza dei semiassi,in seguito rinforzati negli ultimi esemplari.Io ho il catalogo ricambi,se ti serve fammi un fischio!

fendt 927
23-01-2009, 20.08.13
salve a tutti... avrei bisogno di sapere come è montato il sollevatore e la pto del fiat r80 perchè vorrei adattarne uno sul mio r80 ma il problema è che ci sono pochi ancoraggi sulla piattaforma posteriore... qualcuno potrebbe mostrarmi delle foto della parte posteriore del trattore con il sollevatore? grazie x l' aiuto...

Alfre
24-01-2009, 17.22.26
Per montare il sollevatore devi fare una piastra da mettere sopra al differenziale,sfruttando i buchi gia'presenti e poi sopra ci monti quello dell OM 615

fendt 927
25-01-2009, 20.20.05
Grazie Alfre per il consiglio... però avrei ancora un dubbio:help:... posso montare anche altri tipi di sollevatore oltre quello del 615? Ad esempio uno di un 850 o di un 880 o di un serie 90? Come mai è più adatto quello del 615? Perchè non è molto facile trovare un 615 da cui prelevare il sollevatore....:222:

challenger
25-01-2009, 20.25.00
credo che alfre ti consiglia quello del 615 in quanto è uno dei piu potenti sollevatori del gruppo con reazione dello sforzo controllato al solo terzo punto, gli altri da te descritti hanno invece la reazione alle parallele inferiori, cio comporta l'installazione anche di tutta la tiraneria di comando

ferrirotor
21-07-2009, 19.48.49
Dopo due anni sono quasi arrivato alla meta.
Mancano ancora alcuni particolari ma entro un mese penso di finirla.

Certamente non sara' come nuova, ed alcuni parti non sono state sistemate perfettamente, ma ho preferito lasciarla con i segni dell'usura.

ferrirotor
30-07-2009, 18.20.43
Dopo tanto.

Lo so debbo cambiare macchina fotografica.

ferrirotor
27-08-2009, 14.45.48
Bravo Ferrirotor....bel mezzo complimenti!!! Se avrò dei ceppi da trivellare saprò chi chiamare....dai scherzo ci metteresti una vita ad arrivare da me...Comunque ancora complimenti!!

Grazie

Comunque qualcuno della tua zona e' gia venuto da me a ruote.
Non era un 80R ma faceva sempre i 25 all'ora.

Altre immagini :
http://www.xtremeshack.com/immagine/t26209_80R3.JPG (http://www.xtremeshack.com/scheda/26209_80R3.JPG.html)

http://www.xtremeshack.com/immagine/t26208_80R3.JPG (http://www.xtremeshack.com/scheda/26208_80R3.JPG.html)

http://www.xtremeshack.com/immagine/t26207_80R1.JPG (http://www.xtremeshack.com/scheda/26207_80R1.JPG.html)

ramon om
25-11-2009, 21.35.24
ciao ferrirotor ho visto le foto del tuo 80 r con la trivella e devo dirti che è davvero uno spettacolo! Ho anch'io un fiat 80 r. il mio è un 80 r 1 del 1969. il numero di telaio è 642164. Quello che me lo ha venduto mi ha detto che aveva la trivella per i ceppi montata su di fatti mi ha dato il piastrone da montare dietro e ricordo benissimo che in un angolo aveva anche la R da zavorra ma io non sapevo nemmeno cosa fosse allora, se no gli e l'avrei chiesta! Comunque esteticamente non è granchè. La cosa di cui sono molto dispiaciuto è di non avere il suo sollevamento.Gli e ne hanno adattato uno del 615 ma hanno fatto un pessimo lavoro.Chissà se se ne trova uno? Ancora complimenti per il tuo!

fendt 927
27-07-2010, 20.35.58
salve a tutti...volevo solo chiedervi un parere...ho comprato un sollevatore Erpoz per applicarlo al mio r80 e gli ho dato 500 €, volevo sapere se sotto il sollevatore (che è piatto con tutti i fori) c'era una piastra sagomata che si attaccasse al retrotreno del trattore, se qualcuno ha qualche foto di erpoz montati su r 80 o se sa come è fatta questa piastra me lo potrebbe indicare? grazie mille...

ferrirotor
08-08-2010, 11.01.56
salve a tutti...volevo solo chiedervi un parere...ho comprato un sollevatore Erpoz per applicarlo al mio r80 e gli ho dato 500 €, volevo sapere se sotto il sollevatore (che è piatto con tutti i fori) c'era una piastra sagomata che si attaccasse al retrotreno del trattore, se qualcuno ha qualche foto di erpoz montati su r 80 o se sa come è fatta questa piastra me lo potrebbe indicare? grazie mille...


Intendi la piastra con la scritta FIAT che va al posto della presa di forza?
Complimenti per essere riuscito a trovare il sollevamento originale

fendt 927
08-08-2010, 15.47.31
Beh....ho avuto un pò di "c..."....poi tutto sommato non l'ho strapagato (bisogna ancora provarlo però)...comunque non intendevo il tappo della pto, ma penso ci sia una piastra sagomata sotto il sollevatore, perchè l' Erpoz sotto è piano ed ha tutti i fori dei bulloni di ancoraggio intorno al blocco del sollevatore, mentre l' r80 sotto il sedile non ha nessun buco dove attaccarsi, perchè non penso che il coperchio sopra il differenziale riesca poi a resistere con il sollevatore attaccato....strano perchè l' Erpoz che ho preso è un ydromatic super 80 e quello che me lo ha venduto mi ha detto che era sopra un 80 r.....se qualcuno ne sa di più accetto consigli....grazie a tutti...

Alfre
13-08-2010, 17.33.00
Dovresti far una piastra con 2 serie di buchi,una serve per ancorare la piastra al trattore,sfruttando i buchi che trovi sul trattore e l'altra serie serve per avvitare il sollevatore sulla piastra medesima,usa un ferro alto 3-4 cm!

fendt 927
14-08-2010, 12.00.22
Esatto..pensavo anch'io di far così, però l' r80 è balordo perchè secondo me puoi solo attaccarti con i bulloni dietro ( sopra la pto) e con i bulloni che attaccano il ponte dietro e il cambio... perchè il coperchio del ponte dietro ha dei buchi ma attaccarsi solo li non mi fido, è troppo debole, poi strappo tutto....

miki88
23-08-2010, 11.59.12
io sulla mia ho realizzato una piastra con due puntoni verticali imbullonati al tiro posteriore(praticamente la pdf ci sta in mezzo) e anteriormente ha 4 bulloni orizzontali avvitati nella giuntura dei due coperchi cambio e frizione..spero di essere stato chiaro:vabene:

fendt 927
30-08-2010, 20.57.05
@ Miki 88 Chiarissimo....infatti è quello che avevo in mente....perchè alla festa di S. Biagio ne ho visto uno con lo stesso sollevatore e ho scoperto che il coperchio di sopra al ponte posteriore è leggermente diverso, infatti aveva gia 4 puntali facenti parte della fusione del coperchio dove viene imbullonato il sollevatore....Invece il mio r80, essendo la 1° serie, non ha quei puntali e andare a trovare il suo coperchio è un pò un casino, perciò l' unica soluzione è attaccarsi come dicevi tu....grazie....

Manfro
26-09-2010, 17.31.48
Salve a tutti, ho da poco acquistato un'80r del 1964.. Volevo sapere se monterebbe le bandine o no ?

fendt 927
27-09-2010, 21.45.37
Il mio è del '64 e le ha....quindi è un 1° serie, la 2°e la 3° serie non le avevano ma la mascherina, al posto di terminare dritta, termina a mezzaluna....è facile riconoscerlo....ho pure visto uno dei primissimi esemplari di r80 che portava ancora la scritta "r80" tagliata nella lamiera della bandinella come nei 55-60-70r, però penso che sia stato del 1961.....spero di averti aiutato....ciao

luca80r-argo
06-05-2013, 16.53.37
salve a tutti, sono nuovo del forum!!
:help:un po' di tempo fa sono andato a trovare un amico e che mi trovo davanti...un 80r!!
l'aveva comprato poche settimane prima a vercelli...mi pare...ora, la cosa che mi ha impressionato e che era stato precedentemente restaurato, in modo un po particolare visto che ha la verniciatura di un 513...ora la domanda, rivolta a voi che siete piu esperti di me: che ve ne pare del trattore??? e abbastanza completo e originale????:l:
premetto che dovrebbe essere circa il 400°esimo esemplare costruito, a me non sembra male, anche se gli mancano le giunture (fianchetti) tra il parafango e il serbatoio, quelli per chiudere lo spazio davanti ai pedali...Che dite si posono trovare ancora in giro, da qualche demolitore magari o è meglio farli farli fare??
Mi affido a voi :vabene: