Visualizza versione completa : Alimentazione animali


Kikko 91
05-05-2008, 17.53.03
Buongiorno ragazzi
Apro questa nuova discussione per parlare della dieta che, a livello Hobbistico o professionale, somministriamo ai nostri animali da reddito.... quindi consigli e sconsigli, eventuali aggiunte o bilanciamenti.....:D:vabene::vabene:
Alle mie vitelle :cool:(1 simmental 8 mesi, 1 limusine 9 mesi, 1 simmental x charolaise 8 mesi) arrivate sabato somministrerò per una settimana 1 kg di crusca ciascuna e fieno prato, poi per l'ingrasso ho preparato questa miscelata:

44% farina di mais
12% farina d'orzo
12% soia
20% crusca
10% miscelata di fioccati (mais,fave,piselli fioccati e carrube)
2% sali mineraliovviamente fieno prato a volontà....
E voi....:l:
Ps X i moderatori ho usato cerca ma nn ho trovato nulla di simile
PPs X ki fa unifeed c'è già una discussione apposita

Mai paura:vabene:

educciolo90
05-05-2008, 22.18.35
su 3 palette di mais 1 di orzo,ovviamente macinata finissima, crusca ho cominciato da poco a darla alle vacche ma non so quanto possa essere utile, soya una mezza paletta su in secchio di farina... una punta di paletta di sali... io vado ad occhio se dovessi stare tutte le volte a pesare diventerei pazzo!!! o meglio passere la giornata a a pesare e mescolare secchi di sfarinati!! si bhe di fieno a quelle legate una balla su 5(3 vitelli e 2 vitelloni),a quelle slegate1 balla su 3 vacche.... anche li poi dipende se ne hanno ancora o meno!

Kikko 91
05-05-2008, 22.46.52
....io vado ad occhio se dovessi stare tutte le volte a pesare diventerei pazzo!!! o meglio passere la giornata a a pesare e mescolare secchi di sfarinati!!....
Anch'io Edo non sto tutto il giorno a pesare!!:no:
la mattina k macino il mais macino anche l'orzo e con gli altri ingredienti faccio la miscelata...naturalmente con la bilancia:vabene:...e la insacco....
Mai paura:vabene:

educciolo90
05-05-2008, 22.58.44
io macino insieme solo mai e orzo... il resto lo aggiungo a occhio volta per volta!!

poiana51
10-05-2008, 22.45.11
X Kikko 91

tu sei stato + bravo, almeno hai dato i pesi dei kg in formula.
ma quanti kg di questa formula dai alle tue vitelle ???:111:

Poiana.

educciolo90
11-05-2008, 21.27.23
tengo a specificare che quella da me sopra citata è la razione per quelli che ingrasso.. alle femmine da riproduzione solo fieno!!!! a parte qualche panino ogni tanto per farle contente...

Kikko 91
13-05-2008, 23.35.15
X Kikko 91

tu sei stato + bravo, almeno hai dato i pesi dei kg in formula.
ma quanti kg di questa formula dai alle tue vitelle ???:111:

Poiana.
Ciao poiana
per adesso dò poco meno di 1 kg a testa di miscelata alle vitelle...
ciao...

Mai paura:vabene:

educciolo90
14-05-2008, 15.03.24
chicco scusa la mia curiosità ma perchè glie ne dai cosi poca di miscelata!??!

poiana51
19-05-2008, 06.18.01
X Kikko.

ma le vitelle le allevi x ingrassare, o x farne delle fattrici ? perche lacosa un po cambia.
se allevi x ingrassare un kg. e decisamente poco.
che tipo di fieno produci? da prati irrigui di pianura? da collina? da seminati?

Kikko 91
19-05-2008, 22.27.29
chicco scusa la mia curiosità ma perchè glie ne dai cosi poca di miscelata!??!

X Kikko.

ma le vitelle le allevi x ingrassare, o x farne delle fattrici ? perche lacosa un po cambia.
se allevi x ingrassare un kg. e decisamente poco.
che tipo di fieno produci? da prati irrigui di pianura? da collina? da seminati?
Ciao ragazzi
rispondo a tutti e due per i primi quindici-venti giorni mi è stato vivamente consigliato di dare crusca, io dopo una settimana ho cominciato con la miscelata:222: e gli animali nn stavano bene, quindi ho mescolato 50 kg di miscelata con 30 kg di crusca.... e con questa alimentazione vanno bene:vabene:.... ora sono a 1.5 kg....
Si le vitelle le devo ingrassare, forse con una faccio la fattrice ma devo vedere, il fieno è un prato (ex medicaio) quindi loietto, medica, trifoglio ecc su terreno medio impasto che irrigo una due volte ad apersione....
Ciao

Mai paura:vabene:

poiana51
20-05-2008, 08.23.11
X Kikko

io non sono un nutrizionista, ma fintanto che qualche esperto non si fa avanti: cerco di darti alcune indicazionidi carattere pratico.

da un punto di vista praticolo ,il tuo fieno credo possa considerarsi di buona qualita.
il problema sta nel fatto che, pur essendo il fieno,l alimento + sano che si conosca, e anche : qualitativamente molto variabile.
es: se tagliato vecchio non lo mang. con appetito e lo digerisconomale, molta fibra e poca proteina.
se tagliato giovane: ne mangiano molto di + e + ricco di proteina + digeribile, ha meno fibra e cosi via ......

pertanto, avendo a disposizione una formula basata sui valori qualitativamente medi del fieno, rimane il problema di capire se l animale, ingerisce la media qualita; se il fieno e vecchio o mal lavorato: non solo e poco nutriente, ma l animale ne mangia molto meno.

vi sono comunque delle regole di osservazione che ci possono aiutare:
1-l animale deve sempre mangiare con appetito ed a sazieta, normalmente un bovino ben nutrito, o sta mangiando, o sta tranquillo a ruminare.
2 - l irrequietezza nell animale e sinonimo di poca appetibilita nel mangiare o poca digeribilita, alimenti malsani ecc. ecc.
3 - le feci, non devono essere ne troppo dure ne troppo morbide,
feci dure stanno a indicare:troppa fibra,carenza di proteina, mentre il contrario indicano le feci molli .
4--l eventuale presenza di diarrea, puo essere causata, o da muffe negli alimenti, o da vermi intestinali o da cambi repentini di alimentazione, < i cambiamenti alimentari devono essere efettuati gradualmente entro ad arco minimo di 15/20 gg. >

Ritornando al p. di partenza, io ti consiglierei di somministrare in graduale aumento la miscela, max. 100/gr. gg., finche vedi che le feci vanno bene,
tienimi informato!!

CIAO !! Poiana.

Az. Agr. La Capannaccia
27-05-2008, 20.03.21
Mi inserisco in questa discussione per non aprirne altre.
Ho la necessità di fornire complessi vitaminici alle mie cavalle in riproduzione (gravide o in preparazione per inseminazione) Non vorrei ricorrere ad integratori specifici per cavalli perchè costano una follia. Sapete indicarmi qualche prodotto per vacche???

Mi hanno poi parlato di un prodotto a base di vasellina e antisettico da spalmare sulle gambe sempre per bovini mi sapete dare qualche indicazione???
Grazie

Nico80
07-08-2008, 23.33.59
Ciao amici, vorrei affrontare con voi questo discorzo, sull'alimentazione a secco senza mais per le vacche da latte, sembrerò un pazzo, ma vorrei vedere i vantaggi di una gestione con carro miscelatore ed una gestione senza carro con auto-alimentatori.

Cosa ne pensate?

mefito
07-08-2008, 23.37.27
Ciao amici, vorrei affrontare con voi questo discorzo, sull'alimentazione a secco senza mais per le vacche da latte, sembrerò un pazzo, ma vorrei vedere i vantaggi di una gestione con carro miscelatore ed una gestione senza carro con auto-alimentatori.

Cosa ne pensate?
Non sembri un pazzo,solo uno che ha un interesse economico a proporre determinati sistemi ......:rolleyes:

giovinco
07-08-2008, 23.50.24
ho visto qlk stalla ke lo utilizza e le vakke nn m sn piaciute x niente...molto magre e tirate


certo tra un carro nuovo da 100000 euro e un impianto d distribuzione ke costa 6000 euro ho scelto un bel finanziamento x il carro...

crono
08-08-2008, 21.39.07
Nella mia zona (reggio emilia) non si usano insilati e l'alimentazione e fatta esclusivamente con mangimi, fieno e in alcuni casi foraggio verde. Ce chi usa il carro e chi no. Se l'alimentazione e correta e bilancita non hai animali magri o patiti. Con bovine ad alta produzione si arriva ad avere un rapporto foraggi mangimi di 1:1. Il vantaggio degli autoalimentatori e che si possono fare razioni mirate per ogni bovina in base al suo stadio di lattazione; possono distribuire fino a 4 tipi di mangime diverso per stazione. Con il carro invecie la maggior parte delle volte si tende a fare un gruppo unico per gli animali in lattazione ( se la mandria non e molto numerosa). Un po di tempo fa Ho preso in considerazione questa strada per il mio allevamento, lo bocciata per i costi che nel mio caso ( 60 vacche)sarebbero stati troppo alti. Con l'alimentazione tradizionale , secondo me, si puo raggiungre un buon compromesso tra la produzione e il costo della razione. Uno degli aspetti negativi e il costo dei mangimi finiti che si reperiscono sul mercato, più elevato delle materie prime alla rinfusa che metterei nel carro. Una altro aspetto e che una volta tarati gli alimentatori ( una volta a settimana, ogni due ouna volta al mese) chiunque puo dare il fieno nella mangiatoia alla mandria, mentre con il carro e sempre meglio che venga fatto dalla stessa persona.

Gianpi
10-08-2008, 09.54.11
Nella Con bovine ad alta produzione si arriva ad avere un rapporto foraggi mangimi di 1:1. Il vantaggio degli autoalimentatori e che si possono fare razioni mirate per ogni bovina in base al suo stadio di lattazione; possono distribuire fino a 4 tipi di mangime diverso per stazione. Con il carro invecie la maggior parte delle volte si tende a fare un gruppo unico per gli animali in lattazione ( se la mandria non e molto numerosa). Un po di tempo fa Ho preso in considerazione questa strada per il mio allevamento, lo bocciata per i costi che nel mio caso ( 60 vacche)sarebbero stati troppo alti. Con l'alimentazione tradizionale , secondo me, si puo raggiungre un buon compromesso tra la produzione e il costo della razione.

Ma se l'impianto non riconosce la bovina che viene alimentata come avviene negli impianti dotati di calate che sversano il mangime direttamente in mangiatoia buona parte dei vantaggi da te descritti vengono a mancare.

pietracubica
10-08-2008, 18.55.55
Ciao a tutti,
mi inserisco nella discussione sull'alimentazione dei nostri animali. Io ho due gruppi di capre, camosciate delle alpi da latte e capre del kashmir da lana.
Per le camosciate mi regolo con 500 gr fioccato proteico 18% + 100 gr per litro di latte prodotto. Nella rastrelliera erba medica di buona qualità circa 2 kg a testa(comprata) e poi pascolo tutto il giorno su prati sfalciati di collina, rovi e sottobosco vario.. Ovviamente ci sono delle variazioni a seconda dell'abbondanza o meno del pascolo, di quanto tempo stanno fuori, del periodo e cosi via.
Per le kashmir il discorso è diverso: dovendo produrre lana una dieta ipoproteica è indicata, quindi la mattina do circa 300/400 grammi di mais a testa e poi pascolo e fieno di prato stabile di collina a volontà. Il mais lo aumento in inverno e durante la lattazione ( i capretti li tengo tutti sotto le mamme) ma non supero mai i 500/600 grammi a testa.

crono
10-08-2008, 21.07.26
Ma se l'impianto non riconosce la bovina che viene alimentata come avviene negli impianti dotati di calate che sversano il mangime direttamente in mangiatoia buona parte dei vantaggi da te descritti vengono a mancare.
Hai ragione giampi, in quel caso li secondo me e più economico l'unifeed, ti spiego il perche.
Nell'alimentazione da te descritta ci sono 2 ditte mangimistiche del settore che si sono specializzate, il tutto consiste nell'installare su di una parte delle rastelliere le calate dove nell'arco delle 24 ore viene distribuito il mangime; e nelle restanti vi e sempre il fieno. Sta di fatto che tu non sai quanto mangime effetivamente mangino le vacche (di solito si ha una media di consumo sui 14 kg/capo), quelle fresche ti rimarrano toniche:vabene:, in quanto essendo nel picco di lattazione hanno piu bisogno di energia. Quelle a fine lattazione ingrassano a vista d'occhio:222: perche ingeriscono un quantitativi trippo elevato di energia che non serve per la produzione che fanno. Dunque come dicevo in questo caso e meglio l'uifeed perchè utilizzi un quantitativi minore di cereali ( che hanno sicuramente un costo inferiore a questo tipo di mangime) e metabolicamente l'animale sta meglio:vabene:, non è proprio il massimo dare 14 kg( di media) di mangime per capo:eek:! E' anche vero che se fai un gruppo unico con l'uifeed gli animali avanti con la lattazione ingrassano, ma fidati non tanto quanto con il sistema descritto! Queste cose le so perche ho un amico che utilizzava questo tipo di alimentazione.... morale della favola, non arrivava a 3% con il grasso e le proteine erano intorno al2.5, il latte lo faceva ( 33 kg al giorno) ma con un sacco di problemi al parto e dopo 2 anni ha montato gli alimentatori dalla disperazione:222:! Comunque il tipo di alimentazione secondo me va studiato a fondo, bisogna valutare le realtà produttive, le capacità dell' allevatore il tipo di vacche che si allevano ecc. Secondo me non esiste un sistema ideale, lo sono tutti, stà in noi scegliere il più congruo alle nostre realtà.mi sono dilungato un po vero:rolleyes:? comunque spero di essere stato chiaro

Teo81
10-08-2008, 22.58.26
se si vuole mantenere le vacche a mangine e fieno bisogna usare appositi autoalimentatori dotati di sistema di riconoscimento con dose individuale rispetto alla curve di lattazione e periodo gestionale... gli altri metodi sono porcherie!

Gianpi
11-08-2008, 18.00.21
Ok ma se si utilizzano gli autoalimentatori dotati di sistema di riconoscimento è necessario montarne molti visto che ogni animale deve mangiare grossomodo da 8-10 a 14-18 kg di magime considerando poi che deve essere somministrato in maniera continuativa si rischia di ritrovarsi gli animali che fanno su e giù dalla mangatoia all'autoalimentatore sacrificando il tempo di riposo in cuccetta.
Un rappresentate di una ditta che sta spingendo molto l'alimentazione secca (forse avete giòà capito di chi si tratta) mi diceva che tramite le calate il mangime viene somministrato anche una decina di volte al giorno, il che mi fà sorgere un dubbio: se alcuni animali se ne stanno in cuccetta durante la somministrazione quelli in mangiatoia ne mangeranno razione doppia altri animali più "furbi" potrebbero tralasciare il foraggio e prendersi belle spanzate di mangime che di solito è molto apetibile...insomma non mi piace molto come soluzione.

La vedo bene nelle piccole stalle a stabulazione fissa dove l'allevatore conosce gli animali e fa lui da autoalimentatore passando con la cariola e la paletta...ma a dirla tutta noi qualche anno fa ci avevamo anche provato (avevamo un buco di 20 giorni con l'insilato di mais) ma dopo alcuni giorni abbiamo ordinato il nucleo, macinato il mais e abbiamo ricominciato a fare l'unifeed...il mangime "completo" lo abbiamo consumato un pò alla volta nel carro :cool:.......

Teo81
11-08-2008, 20.22.33
lo so il probema è che il costo degli autoalimentatori sarebbe esorbitante... ma per una corretta somministrazione bisognerebbe fare così... se no troppi sprechi etc... quella grassa mangia e quella con il picco produttivo resta tirata...
comunque due miei amici hanno provato tale soluzione e entrambi hanno constatato che le vacche si autogestivano in modo egregio l'ingestione del foraggio

Nico80
12-08-2008, 18.12.26
Consiedera che gli autoalimentatori non hanno un costo esorbitante, riescono ad alimentare 25 animali al giorno con 4 tipi di alimenti diverso, ed il costo si aggira intorno ai 7000 €
Quanti animali dovete alimentare?

Teo81
13-08-2008, 01.25.49
io parto dal concetto che una cosa va bene sul poco e sul tanto
comunque io gli autoalimentatori li ho e non mi sembra che distribuiscano pochissimo prodotto...
io ho due stazione e lo uso per creare un secondo gruppo fittizio nel mio gruppo unico... in poche parole do un'è di mangime in più a fresche, manze e animali produttivi. In questo modo si riesce a tenere il giusto BCS in un unico gruppo

Gianpi
13-08-2008, 09.24.10
Ok ma in quanti animali li usi? Di certo distribuisci il mangime in aggiunta agli animali che hanno bisogno di una integrazione rispetto alla razione unica sparando il quantitativo potrebbe aggirasi intorno a 1-5 kg (kg più o meno in base al mangime alla produzione ecc...) con l'alimentazione secca le cose variano di un bel pò.

Teo81
13-08-2008, 09.43.09
io personalmente gli do poco mangime individuale... dal kg ai 2 kg... vado solo oltre per animali iperproduttivi(over 55 litri per le pluripare e 43 per le primipare come canone) e di consegnuenza le mie due autostazioni non lavorano a pieno regime. Credo che le mie stazioni non abbiano problemi a somministrare 4 quintali l'una(le mie sono stazioni da integrazione) non studiate appositamente per dare la totalità del mangime alla posta. Se si considerano quelle apposite da alimentazione questo limite viene passato abbondantemente! prendiamo l'esempio dei robot: alcune aziende in nord europa danno totalmente l'alimentazione "farinacea" in gabbia e una stazione gestisce 60 animali

crono
13-08-2008, 13.47.53
Ok ma se si utilizzano gli autoalimentatori dotati di sistema di riconoscimento è necessario montarne molti visto che ogni animale deve mangiare grossomodo da 8-10 a 14-18 kg di magime considerando poi che deve essere somministrato in maniera continuativa si rischia di ritrovarsi gli animali che fanno su e giù dalla mangatoia all'autoalimentatore sacrificando il tempo di riposo in cuccetta.
Un rappresentate di una ditta che sta spingendo molto l'alimentazione secca (forse avete giòà capito di chi si tratta) mi diceva che tramite le calate il mangime viene somministrato anche una decina di volte al giorno, il che mi fà sorgere un dubbio: se alcuni animali se ne stanno in cuccetta durante la somministrazione quelli in mangiatoia ne mangeranno razione doppia altri animali più "furbi" potrebbero tralasciare il foraggio e prendersi belle spanzate di mangime che di solito è molto apetibile...insomma non mi piace molto come soluzione.

La vedo bene nelle piccole stalle a stabulazione fissa dove l'allevatore conosce gli animali e fa lui da autoalimentatore passando con la cariola e la paletta...ma a dirla tutta noi qualche anno fa ci avevamo anche provato (avevamo un buco di 20 giorni con l'insilato di mais) ma dopo alcuni giorni abbiamo ordinato il nucleo, macinato il mais e abbiamo ricominciato a fare l'unifeed...il mangime "completo" lo abbiamo consumato un pò alla volta nel carro :cool:.......

Parlando di stalle ad alta produzione nelle mie zone non si oltrepassano mai i 13 Kg di mangime alle fresche, mediamente l'alimentatore da max 1 kg per volta di mangime quindi l'animale in un girno andra 13 volte nell'alimentatore. Nella greppia hanno sempre a disposizione fieno a volontà. Per non compromettere il metabolismo dell'animale al massimo si puo somministrare 1.5 Kg di mangime per volta,anche se ora le ditte comincano a produrre mangimi che possono essere somministrati fino a 3 kg per volta. Con il sistema delle calate, di cui parli, ti trovi a dover pulire la greppia tutte le volte che il mangime viene somministrato (= maggior manodopera), altrimenti la vacca non utilizza al meglio il mangime. O senò utilizzi il sistema da me prima indicato( un vero aborto). L'inconveniente con questo tipo di alimentazione tradizionale, se punti a fare produzioni da record, e che gli animali sono sempre in movimento per mangiare, ma se ti accontenti personalmente credo che sia il sistema più economico per aziende di medie e piccole. Nel' mio modesto allevamento somministro mangimi, fieno ed erba. Il concentrato lo somministro manualmenta ( paletta e carretto) e ho diviso le vacche in 3 gruppi, asciutte (con un mangime specifico), fresche ( 6 somministrazioni di 7.5kg di mangime+2.5di ficco di mais) e avanti di latte ( 5 somministrazioni di 7.5 kg di mangime). Il mio e un buon sistema se sono i proprietari ad alimentare gli animali.

Gianpi
13-08-2008, 21.58.13
Concordo con Teo e Crono. Le mie sono solamente considerazioni. Fino ad ora ho sentito pareri contrastanti relativamente all'alimentazione secca e mi pare che sul forum si sta facendo molto bene il punto.

Comunque io rimango dell'idea che una razione semplice semplice composta da insilato di mais (disciplinari permettendo), medica+graminacee affienate, nucleo, farina di mais(o un buon mangime) e una buona integrazione di sali minerali e ADE sia il meglio che si può fare, poi se si hanno a disposizione gli autoalimentatori un eventuale integrazione ben venga.

Teo81
14-08-2008, 09.15.49
secondo me il tuo concetto d'alimentazione pecca su un fattore... l'integrazione...

hai scritto Nucleo(che di solito è già integrato li per se), integrazione e vitamine...
troppa roba! si creerebbe uno spereco di prodotti e soprattutto cosa ancora più grave che le vacche vivranno in funzione del "sacchetto"

fiat 540 c
14-08-2008, 09.47.34
ciao a tutti
e come sarebbe meglio iniziare lo svezzamento dei vitelli da carne. con quali sostanze ??

mefito
14-08-2008, 13.25.12
ciao a tutti
e come sarebbe meglio iniziare lo svezzamento dei vitelli da carne. con quali sostanze ??
Una volta usavano anche estrogeni,ma adesso credo siano vietati........:rolleyes:

Fabio1
14-08-2008, 16.06.43
Una volta usavano anche estrogeni,ma adesso credo siano vietati........:rolleyes:

che centra, fiat 540 c è stato chiaro nella domanda, ha chiesto le sostanze per iniziare lo svezzamento non ha chiesto discorso estrogeni, tantochè la legge italiana vieta la somministrazione di estrogeni!!

ciao a tutti
e come sarebbe meglio iniziare lo svezzamento dei vitelli da carne. con quali sostanze ??

Per quel poco che so di solito si inizia con 4 gg circa di colostro, poi si passa al latte( lattolo o vaccino) poi introduci il mangime.......
Aspetto anche io l'intervento degli esperti in materia.....Teo 81!!

mefito
14-08-2008, 16.12.17
che centra, fiat 540 c è stato chiaro nella domanda, ha chiesto le sostanze per iniziare lo svezzamento non ha chiesto discorso estrogeni, tantochè la legge italiana vieta la somministrazione di estrogeni!!!!


Ma se chiede per lo svezzamento,perchè tu inizi dal colostro?

Per quel poco che so di solito si inizia con 4 gg circa di colostro, poi si passa al latte( lattolo o vaccino) poi introduci il mangime.......
Aspetto anche io l'intervento degli esperti in materia.....Teo 81!!
Se non lo sai,perchè scrivi?
Svezzare significa sostituire il latte,ma con cosa?
Se fiat 540 c non sà neppure con cosa si alimenteranno poi quegli animali,sarà anche difficile ipotizzare un passaggio progressivo verso una dieta non identificata.;)

Teo81
14-08-2008, 20.38.10
va beh opartiamo dalla nascita visto che qualcuno è curioso...
-primi 4 o 6 pasti a colostro
-successivi 40-60 giorni si va con latte(normale o ricostituitoa seconda delle condizioni aziendali)
-2 mesi con apposito mangime per svezzamento
-dopo apposita miscelata, se si ha la possibilità di diserfichifarla per fare sviluppo e finitura è meglio. Si può usare anche qualche prodotto meno nobile o miscele per risparmiare sul costo razione senza prendere nuclei costosi

fiat 540 c
14-08-2008, 20.44.32
e quando si può cominciare a mettere il vitello separato dalla madre??

Teo81
15-08-2008, 11.13.53
quando vuoi!
dipende da come sei organizzato! finche ciuccia dalla madre il latte pè gratis, dipende da spazi e organizzazione che hai

johndeere3040
27-08-2008, 14.01.27
..salve..sono un grande appassionato di agricoltura,possiedo 3 ha di terra in pianura e tra 3 giorni vado a comprare i miei primi due vitelli.ho vorrei venderli tra 15-16 mesi.mi piacerebbe avere qualsiasi vostro consiglio per riuscire in questa mia piccola attività.ho intenzione di ridurre al minimo le spese(mangimi ecc..),considerando che, fieno paglia e cereali li coltivo vorrei sapere qualsiasi cosa mi possa servire......dalla a alla z...sprigionate le idee,grazie mille in anticipo,yuri

johndeere3040
27-08-2008, 14.10.49
dimenticavo..sono 2 incroci maschi..

Dondavi
27-08-2008, 23.05.12
se sono incroci non dovtresti avere grossi problemi ad ingrassarli ma non pensare di mantenerli a fieno, la cosa che ti mancherà probabilmente è la proteina. ricorda che di fame non muoiono ma a farli maturare......... se sono piccoli hai meno problemi. quando arrivano solo fieno, un po alla volta farina di mais e altro. chedi qualcosa di specifico poi.:vabene: ciao

johndeere3040
27-08-2008, 23.12.50
..proteina quindi???t spiego,io sabato vado a prenderli che hanno 20 gg..vado ancora x 30-40 a latte in polvere..poi comincerei con un po di fieno x il rumine.....a quanto la farina??certo,non campano solo di fieno...qualche alternativa??
grazie mille..

ricky75
27-08-2008, 23.35.50
premesso che non sono uno svezzatore di professione, credo che il fieno glielo devi dare praticamente subito.poco che se no lo tirano in giro per giocare ma un po ci vuole. io ti consiglio comunque di comprare almeno un nucleo proteico cosi hai anche l'integrazione minerale.ciao e buon ingrasso

Aldo.72
28-08-2008, 00.15.13
siamo in OT (il che significa che presto i nostri messaggi verranno cancellati) comunque io ti consiglio di mettere subito a loro disposizione un mangime per svezzamento precoce e fieno, in privato posso dirti marca e nome del prodotto che secondo la mia esperienza da i migliori risultati, non preoccuparti dei costi, due vitellini di 20 giorni non ti manderanno di certo al lastrico!
Al contrario, devi scegliere il meglio per loro vista la fase così delicata che è lo svezzamento precoce artificiale altrimenti poi perderai mesi e mesi finchè si riprendano.
ti consiglio di dare poco latte, sia per non causare diarree e sia per spingerli a consumare più alimento solido, per preparare il latte segui scrupolosamente le istruzioni della casa riguardo alla temperatura di preparazione e di somministrazione, la maggiorparte dei latti vanno sciolti a 45° e si somministrano a 38°, non fare ad occhio ma procurati un termometro.
non far bere il latte direttamente nel secchio ma tramite il poppatoio o "tettarella"
il momento per svezzarli dovrai deciderlo in base alla quantità di mangime che arriveranno a consumare giornalmente, una volta sospesa la somministrazione del latte non pensare di lasciarli solo a fieno, dovranno avere il mangime sempre a disposizione.
ciao
p.s. non siamo più in OT :vabene:
grazie!

Teo81
28-08-2008, 07.49.25
quando li porti a casa metti a disposizione mangime svezzamento a volontà, acqua e fieno sempre disponibile! magari dopo qualche settimana che li hai a casa inizia a pensare di castrarli! restano più calmi(meno pardite di peso e carne più morbida) e s'ingrassano meglio). Quando li svezzi prendi qualche sacchetto di mangimi starter. Per dopo? se non dai proteina non dfanno sviluppo, se non dai energia non riempiono le penne... va che a solo fieno gli vengono belle le corna e la coda e basta...
che razza sono?

Aldo.72
28-08-2008, 12.48.15
:no:assolutamente controproducente la castrazione!!!

johndeere3040
28-08-2008, 16.03.18
anche io penso che la castrazione sia controproducente,non ne risente la carne????a me hanno sconsigliato il fieno subito,x voi c è qualche motivo in particolare???un altra domanda,io ho intenzione di aggiungere qualche altro ingrediente alla farina (mais e orzo)..sapete dirmi cos altro posso miscelare senza spendere un esagerazione??grazie x il tempo dedicato fin ora.....ps ho ancora un sacco di domande eh....

johndeere3040
28-08-2008, 16.04.10
...ho sentito farina di soia.....può andare bene???in che quantità??grazie..

johndeere3040
28-08-2008, 17.34.25
mi hanno anche detto che se ai vitelli di 15 gg viene lasciato il libero acesso alla bacinella dell'acqua loro continuano a bere senza sosta rischiando di morire.....aavete sentito qlc di simile o vi è capitato qualcosa del genere grazie..

educciolo90
28-08-2008, 19.29.10
mi hanno anche detto che se ai vitelli di 15 gg viene lasciato il libero acesso alla bacinella dell'acqua loro continuano a bere senza sosta rischiando di morire.....aavete sentito qlc di simile o vi è capitato qualcosa del genere grazie..
assolutamente no.... io li lego con davanti la bacinella ma non gli sono mai venute le ranocchie in pancia!!!:D anzi fin che gli do il latte è difficile che bevano acqua!! comunque si la soya è un ottimo integratore.
ADESSO VORREI PORVI IO UNA DOMANDA:oltre al mais,orzo e soya cosa posso aggiungere per produrre piu grasso??? mangiano palettate di farina al giorno ma al macello risultan sempre troppo magri!!!

Zaira
28-08-2008, 19.33.46
Ciao a tutti,
mi inserisco in questo topic per avere qualche info su quello che voi definite un distributore di mangime che riconosce le manze.
Di cosa si tratta?

A tal proposito, esiste un sistema Austriaco per la somministrazione del cibo per cavalli. Ogni capo ha la sua posta, dove con un radiocollare e solo all'ora stabilita il cavallo con la radiofrequenza giusta entra nel proprio spazio. Una volta finita la pietanza, il cancelletto si riapre senza che altri cavalli abbiano infastidito il pasto altrui.

Grazie per le info,

Zaira.

mefito
28-08-2008, 20.35.37
anche io penso che la castrazione sia controproducente,non ne risente la carne????....
Ma lo pensi o lo chiedi?
a me hanno sconsigliato il fieno subito,x voi c è qualche motivo in particolare???un altra domanda,io ho intenzione di aggiungere qualche altro ingrediente alla farina (mais e orzo)..sapete dirmi cos altro posso miscelare senza spendere un esagerazione??....

...ho sentito farina di soia.....può andare bene???in che quantità??grazie..

mi hanno anche detto che se ai vitelli di 15 gg viene lasciato il libero acesso alla bacinella dell'acqua loro continuano a bere senza sosta rischiando di morire.....aavete sentito qlc di simile o vi è capitato qualcosa del genere grazie..
..salve..sono un grande appassionato di agricoltura,possiedo 3 ha di terra in pianura e tra 3 giorni vado a comprare i miei primi due vitelli.ho vorrei venderli tra 15-16 mesi.mi piacerebbe avere qualsiasi vostro consiglio per riuscire in questa mia piccola attività.ho intenzione di ridurre al minimo le spese(mangimi ecc..),considerando che, fieno paglia e cereali li coltivo vorrei sapere qualsiasi cosa mi possa servire......dalla a alla z...sprigionate le idee,grazie mille in anticipo,yuri
Sono sconcertato,non hai nessuna idea di cosa significhi allevare degli animali ed affermi che fra tre giorni ne porterai a casa due.:eek:
Sembra di sentire un bambino che gioca a cosa farò da grande.
un vitellino maschio diventa crescendo un vitellone,con seri pericoli per l'incolumita delle persone che dovessero venire in contatto con l'animale senza le opportune precauzioni.
Oltretutto non hai nominato nessuna struttura di contenimento,lasciando immaginare che non sia neppure prevista.
Gli animali non sono cavie da gioco con cui potersi improvvisare alleva-tori.
Spero che dietro vi sia qualcuno che abbia il controllo della situazione.

Aldo.72
28-08-2008, 21.09.39
X educciolo:
cosa intendi per palettate? la razione oltre che formulata nel modo giusto va data anche in quantità adeguata al peso dell'animale, per un finissaggio come Dio comanda nell'ultimo periodo dovresti arrivare a 2 kg di concentrato X q.le di peso vivo e vedrai che in poco tempo diventeranno belli lucidi e rotondi:vabene:
(è importante che la razione sia ben bilanciata per non incorrere in problemi di acidosi)
Ci sono integratori a base di grasso da usarsi in ragione di qualche etto capo/giorno ma generalmente si usano per l'ingrasso dei blu belga in purezza che hanno realmente difficoltà a metter sù un filino di grasso, non penso sia il tuo caso....

Teo81
29-08-2008, 08.10.55
la castrazione per chi non l'ha capito l'ho consigliata per tenerli calmi... visto che sono i suoi primi animali non vorrei che un animali diventasse troppo possessivo del territorio!!!
non ha mai auvo animali e non sa come si gestiscono? e dov'è il problema? impara... mica bisogna fare un corso in Bocconi per ingrassare 2 vitelli

mefito
29-08-2008, 09.39.58
la castrazione per chi non l'ha capito l'ho consigliata per tenerli calmi... visto che sono i suoi primi animali non vorrei che un animali diventasse troppo possessivo del territorio!!!
non ha mai auvo animali e non sa come si gestiscono? e dov'è il problema? impara... mica bisogna fare un corso in Bocconi per ingrassare 2 vitelli
Per la castrazione non era una critica a te,dipende da chi deve acquistare la carne,alcuni macellai non vogliono castrati.
In relazione al "carattere" è certamente positiva e
Le considerazioni sul benessere animale , aldilà delle rigide e fredde norme imporrebbero quantomeno la conoscenza delle esigenze degli animali(che non sono giocattoli).
Non ci si improvvisa allevatori di bovini da un giorno all'altro senza sapere nulla di ciò che si và ad allevare..

johndeere3040
29-08-2008, 09.55.27
x mefito..scusa ma non ti permetto di dire certe cose,non ti preocupare che non li faccio dormire ne in garage ne in giardino.ho un ricovero di 6 x 4 che ho adibito a stalla pavimentata in cemento con cadenza x far defluire le deiezioni,3 trappole con relativa mangiatoia su misura e bacinella.ho recintato con 4 pali orizzontali a 45 cm uno dall'altro con piantane che nemmeno col trattore riesco a strappare,è tutto arieggiato e molto sicuro.abito in campagna e ho una grande passione,ho chiesto solo dei consigli x l'alimentazione,sarò comunque seguito da agricoltori di professione.cosa farò dagrande lo so benissimo,e se non lo sapessi non vengo sicuramente a chiederlo a te..x fortuna nel forum sono stati tutti gentili e non arroganti e presuntuosi come te.

mefito
29-08-2008, 11.00.30
x mefito..scusa ma non ti permetto di dire certe cose,non ti preocupare che non li faccio dormire ne in garage ne in giardino.ho un ricovero di 6 x 4 che ho adibito a stalla pavimentata in cemento con cadenza x far defluire le deiezioni,3 trappole con relativa mangiatoia su misura e bacinella.ho recintato con 4 pali orizzontali a 45 cm uno dall'altro con piantane che nemmeno col trattore riesco a strappare,è tutto arieggiato e molto sicuro.abito in campagna e ho una grande passione,ho chiesto solo dei consigli x l'alimentazione,sarò comunque seguito da agricoltori di professione.cosa farò dagrande lo so benissimo,e se non lo sapessi non vengo sicuramente a chiederlo a te..x fortuna nel forum sono stati tutti gentili e non arroganti e presuntuosi come te.
Ma hai le autorizzazzioni dell'asl per l'allevamento o hai almeno chiesto se puoi farlo??
Hai fatto la Dia?
Sei esonerato dal PUAS?
Mi spiace che ti senta "offeso",ma leggendo che domani porterai a casa due vitelli e che non hai idea di che esigenze abbiano,mi porta a queste considerazioni.

johndeere3040
29-08-2008, 13.49.08
...ho chiesto l'autorizzazione all'asl e ho fatto il libro stalla,sono esonerato dal PUAS perchè con la terra che ho potrei allevarne 15,non 2!!non sono completamente ignorante in materia perchè ho sempre vissuto in campagna,VOLEVO SOLO DEI CONSIGLI PER OTTIMIZZARE QUELLO CHE HO

Teo81
29-08-2008, 19.44.52
La Denuncia Inizio Attività serve per fare piccole piccoli interventi(i cosidetti di ordinaria manutenzione per essere chiaro) ad un edificio privato non peraprire una stalla. Li serve il numero di stalla che funge da autorizazione e consenso Asl

Potionkhinson
29-08-2008, 20.30.00
La Denuncia Inizio Attività serve per fare piccole piccoli interventi(i cosidetti di ordinaria manutenzione per essere chiaro) ad un edificio privato non peraprire una stalla. Li serve il numero di stalla che funge da autorizazione e consenso Asl
... ti posso assicurare che non è così!... almeno per tutti i comuni della mia Provincia!!!... e oltre!;)

educciolo90
29-08-2008, 20.37.30
X educciolo:
cosa intendi per palettate? la razione oltre che formulata nel modo giusto va data anche in quantità adeguata al peso dell'animale, per un finissaggio come Dio comanda nell'ultimo periodo dovresti arrivare a 2 kg di concentrato X q.le di peso vivo e vedrai che in poco tempo diventeranno belli lucidi e rotondi:vabene:
(è importante che la razione sia ben bilanciata per non incorrere in problemi di acidosi)
Ci sono integratori a base di grasso da usarsi in ragione di qualche etto capo/giorno ma generalmente si usano per l'ingrasso dei blu belga in purezza che hanno realmente difficoltà a metter sù un filino di grasso, non penso sia il tuo caso....

lucidi lo sn alla grande,rotondi idem è solo che manca il grasso!!!

Aldo.72
30-08-2008, 00.03.40
ma di che razza sono?
cmq generalmente c'è il problema opposto e cioè quando per vari motivi si ritarda la macellazione e si prolunga un pò il periodo di finissaggio, poi le carcasse tendono ad essere troppo grasse per i gusti del mercato

educciolo90
30-08-2008, 09.50.31
limousine,blu belga, e qualche incrocio!! oggi se mi ricordo peso una paletta di farna e vedo quanto pesa.... poi aggiungo mezza paletta di soya per secchio!!! fieno a volontà!! le bestie stanno benissimo sn belle solo che rimangon sempre con poco grasso!! (comunque con delle belle forme)

educciolo90
01-09-2008, 12.01.11
ho provato a pesare la farina e la soya:all incirca un secchio è 9kg piu una paletta scarsa di soya fanno 10kg! questo lo do a 4 bestie in età scalare da 16 a 7 mesi.... in pratica i piu grossi credo che nemangino all incirca 3 kg a testa invece gli altri due 2kg.
questo per 2 volte al giorno! non riesco a inserire le foto se no le postavo iu che volntieri!

Aldo.72
01-09-2008, 13.02.07
da 7 a 16 mesi e stanno insieme in un unico box?
Cmq la quantità non è sufficiente, inoltre la composizione e le percentuali dovrebbero essere diverse per accrescimento e finissaggio.
In questo momento io stò usando uno sfarinato che fanno in Puglia di cui sono molto soddisfatto, ai baby beef pezzati (carne roseè) lo do a volontà con paglia mentre agli incroci da carne da finire più pesanti lo do razionato i ragione di 1-1,5 x q.le di peso vivo con fieno a volontà.
I componenti sul cartellino sono:

-Mais farina
-Crusca di fr. tenero
-Farinaccio di fr. duro
-Soia farina di estr.
-Semi di girasole farina di estr.
-Polpe fettucce di barbabietola
-Bicarbonato di sodio
-Cloruro di sodio
-Carbonato di calcio
-Ossido di magnesio

analisi chimica:
-Proteine gregge 13,10%
-Grassi greggi 3,30%
-Fibra grezza 7%
-Zuccheri 3,80%

educciolo90
01-09-2008, 13.33.18
quelli che ingrasso li tengo legati...

johndeere3040
01-09-2008, 22.14.43
..una domanda..x voi è buona cosa mettere nel latte(in polvere) un po di farinaccio di frumento x far cominciare a lavorare il rumine???i miei due incroci hanno poco piu di un mese..grazie..

ricky75
01-09-2008, 23.32.27
ciao atutti. io ho igaronnesi e ai maschi lascio mangime e paglia avolontà. nel finissaggio aggiungo manualmente circa 150 g/capo/giorno di grassi di palma(sono della Spagna ma non chiedetemi perchè) le femmine le raziono a partire da 1 kg/q.le fino a quasi 2. nel finissaggio mangime e paglia o fieno a volontà. x aldo: come mai razioni gli incroci? dici che mettono troppo grasso?

Aldo.72
02-09-2008, 00.48.05
infatti, mi maturano troppo precocemente, almeno con la miscela che sto usando, che fra l'altro si è dimostrata ottima per l'ingrasso dei baby beef pezzati che macello ad un peso di 200-230 kg (la carcassa) la carne è chiara, tenerissima ed ha un buon filo di grasso che ne esalta il sapore.

X Johndeere: NO! non è buona cosa, il latte non va nel rumine ma nello stomaco vero e proprio cioè l'abomaso tramite la doccia esofagea mentre gli alimenti solidi vanno nel rumine.
E' un disastro sia che del latte finisca nel rumine e sia che alimenti fibrosi finiscano direttamente nell'abomaso

johndeere3040
02-09-2008, 10.10.27
...difatti anche io pensavo fosse una cosa poco giusta!!xò sai,essendo poco esperto devo ascoltare tutti..quindi tra quanto dici di cominciare col fieno e mangime??almeno col primo che a un mese è 84 kg.....grazie..

Aldo.72
02-09-2008, 13.11.52
dipende dal mangime, ci sono linee per lo svezzamento precocissimo con foraggio incorporato da mettere a disposizione gia nei primi giorni di vita, secondo la mia esperienza i migliori risultati si ottengono con un prodotto che si chiama "baby beef starter beer" di una nota marca di mangimi.
Da tre settimane in poi metti anche un po di paglia a disposizione, il fieno è più appetibile però mangiandone di più diminuisce l'assunzione di mangime e quindi limita un po la crescita.
Ricorda che:

-Lo sviluppo del rumine non dipende solo dall'azione meccanica della fibra ma anche dai processi chimici derivati dalla digestione del mangime.

-Appena si inizia a somministrare alimenti solidi (mangime, fieno, paglia) bisogna mettera l'acqua a disposizione. Non considerare quella contenuta nel latte che come abbiamo gia detto va a finire direttamente "nell'ultimo stomaco". Il rumine è un prestomaco, non ha ghiandole che secernano succhi gastrici quindi l'acqua è fondamendale per i processi di cui sopra.

-

johndeere3040
02-09-2008, 13.42.03
quindi secondo te almeno per il primo dovrei cominciare..l'acqua è sempre disponibile,c è la bacinella..proverò ad informarmi per il mangime anche se ho sentito che il consorzio di cremona ne ha uno che a detta di tutti è molto buono....grazie..

dana13
02-09-2008, 17.49.30
Ciao a tutti! sono un medico veterinario e da quello che scrivete mi sembra che siate sulla buona strada per quanto riguarda alimentazione nei vitelli... Insomma se avete dei dubbi o volete confrontarvi sono a vostra disposizione! e' proprio un bel forum...:vabene:

Aldo.72
02-09-2008, 20.08.13
Ciao dana13, benvenuto sul forum:)
E' un piacerere, e fra l'altro molto utile, averti qui.
Grazie in anticipo per la consulenza che ci darai!:vabene:

ricky75
17-12-2008, 00.01.33
riattivo sto post e vorrei chiedere a ggyno che vedo ne sa parecchio più di me: iodo un mangime al 15 di proteina e 11 di fibra. ma a quanto sono riuscito a capire la proteina serve di più a fare "telaio" e il mais da l'energia, quindi nel finissaggio si aumenterebbe il mais ed eventualmente si diminuirebbe la soia oppure si da un'aggiuntina di grassi oppure ho capito male? se è così in teoria con un mangime al13 di proteina dovresti ingrassare prima i vitelli. ciao

giuba
17-12-2008, 00.38.43
la strategia che si usa nel finissaggio è appunto questa; ridurre il contenuto proteico della razione e aumentarne quello energetico in modo tale che nei tessuti si abbia un accumulo di grassi che rende più dolci e sapide le carni. per quanto riguarda i tenori proteici dei mangimi bisogna comunque stare attenti a dare la giusta quantità di sostanza proteica, che sia di buon valore, in modo tale che venga ben gestita dall'organismo dell'animale.

ggyno
17-12-2008, 08.07.11
riattivo sto post e vorrei chiedere a ggyno che vedo ne sa parecchio più di me: iodo un mangime al 15 di proteina e 11 di fibra. ma a quanto sono riuscito a capire la proteina serve di più a fare "telaio" e il mais da l'energia, quindi nel finissaggio si aumenterebbe il mais ed eventualmente si diminuirebbe la soia oppure si da un'aggiuntina di grassi oppure ho capito male? se è così in teoria con un mangime al13 di proteina dovresti ingrassare prima i vitelli. ciao

in linea di massima si , poi dipende tra maschio , castrato e femmina, perche hanno dei metabolismi diversi , e anche tra razze da carne , incroci e razze da latte.
partendo dal fatto che il finissaggio e' la tecnica che porta a marezzare le carni di grasso ,

partendo dal fatto che il finissaggio e' la tecnica che porta a marezzare le carni di grasso ,

apro una parentesi , io anche specificato razze da altte , in quanto i maschi e i castrati di queste razze, e anche in parte le femmine sterili , hanno una alimentazione che si avvicina a quella dell'ingrasso delle razze da carne.

quello che si nota che in genere , nel finissaggio con l'aumetare delle masse muscolari , diminuisce l'igestione in termii di kg SSper 100kg di peso vivo

spiego :dai 150 fino ai 350 /400 ,nell'amlimentazione tradizionale (fieno+fibra lunga) si ha un consumo di che vai dal 1,2 a 1,5kg di mangime /100kg di peso vivo
dopo di che tendenzialmente si attesta tra il 1kg e i 1,2 per 100kg di peso vivo

questo e' in parte dovuto alla capacita del rumine, ma anche se le masse muscolari molte volte non permettono di espandere i prestomaci piu di tanto nelle ultime fasi dell'ingrasso.

vedasi per fare un paragone l'ingestione delle frisone , che a livello di carne ne hanno pochissima, e hanno un rumine 2 volte un bovino da carne.

poi ci puo' essere il fenomeno che ha 600kg mangia 10kg di mangime e 3 di fieno , e che a 18 mesi e' quasi 700kg , ma non sono la realta di tutti i giorni

chisa la premessa, dipende dalal stagione in cui si ingrassa.

in natura l'accumulo dei grassi negli animali avviene nle periodo che parte da meta agosto , e arriverebbe in teoria fino a quando ce al disponibilita di cibo in abbondanza, e cioe' prima dei rigori invernali .

da questo ne deduciamo che in autunno anche senza grassi gli animali ingrassao piu facilemente e si hanno le rese in carne superiori

il periodo piu difficile e' quello che va da aprile a settembre , sia perche il mercato e' sempre fiacco , sia perche fa un caldo boia , e l'umidita da la sua parte, di conseguenza l'inappetenza degli animali

quando fa caldo oltre i 25/30gradi , far mangiare 1k/100kg di peso vivo a volte viene difficile.

in questo periodo oltre a calare un po a proteina (e secondo me il oiltre 15% ci sono piu danni che altro , oltre ad avere un tasso di ammoniaca nell'aria un po elevato)per evitare problemi di gotta , inteoria si dovtrebbe calare anche un po l'energia.

la cosa fondamentale e' mantenere stabile il rapporto tra proteina e energia .

dove si va a lavorare: cambaindo fonte di energia. passando da fonti piu fermentescibili , a quelle meno ,

le piu fermentescibili ... gli insilati ,compresi i pastoni, le farine dei cereali troppo fini ,

contando che anche la fermentazione della lettiera provoca calore.per cui cambiare lettiera semipermanente e pulire i box 2 volte a settimana , mettere i ventoloni x arieggiare e asciugare i locali , dove possibile , e non vi sia una ventilazione naturale nello stabile

meno fermentescibili : grassi saponificati , tendere a dar da mangiare di piu al mattino quando a fresco che al pomeriggio , a meno che uno entri in stalla dopo le 10 di sera e stravolga un po gli orari di lavoro , usare dei fieni non eccessivamente fibrosi ,

cioe seguire quello che facciamo anche noi d'estate , cioe mangiare piu sobriamente , senza appesantirsi troppo

poi sbaglio o ce un proverbio che dice
l'occhio del padrone ingrassa il cavallo
e cioe che l' esperienza e' quello che a volte fa al differenza
oltre che un buon formulista

Dondavi
17-12-2008, 13.36.37
allora è come ho scritto qualche tempo fa, che le maggior difficoltà nell'ingrassare i vitelloni si incontrano se non si fà il finissaggio, ovvero quando si mantiene la razione unica fino alla fine e non si aumenta l'energia a scapito della proteina. Ho visto qualche ingrassatore che faceva proprio questo, razione unica al 15%prot fino alla fine con risultati scarsi. Ciao:D

ggyno
17-12-2008, 16.40.00
io ho gli alimentatori automatici con una razione unica da 200 a 600kg e son alal fine sono grassi comunque

ricky75
18-12-2008, 23.24.23
anch'io uso lo stesso mangime, vedi un mio post un pò più indietro su questo topic. chiaramente le femmine e i castrati (io non ne faccio) non hanno bisogno di grassi per finirsi. per l'estate, ho la fortuna di abitare in un posto dove fa caldo veramente solo pochi giorni all'anno( a me non sembra, ma chi viene dalla pianura mi dice che è un'altro mondo) e generalmente di notte si rinfresca parecchio.

johndeere3040
11-01-2009, 11.06.04
salve,volevo chiedere un informazione..gente piu esperta di me,mi ha detto che uno dei miei due vitelli (5 mesi circa) ha un'influenza in corso,diarrea e un po di tosse sono i sintomi...gli ho fatto un giro di antibiotico,ora però non mi sembra migliorare,anzi,vedo un po di sangue nelle feci,è la conseguenza dell antibiotico??oppure è meglio che la malattia faccia il suo corso??cosa devo fare??tenendo presente che è vispo,mangia beve e corre tanto come l altro....GRAZIE MILLE

mefito
11-01-2009, 11.09.10
salve,volevo chiedere un informazione..gente piu esperta di me,mi ha detto che uno dei miei due vitelli (5 mesi circa) ha un'influenza in corso,diarrea e un po di tosse sono i sintomi...gli ho fatto un giro di antibiotico,ora però non mi sembra migliorare,anzi,vedo un po di sangue nelle feci,è la conseguenza dell antibiotico??oppure è meglio che la malattia faccia il suo corso??cosa devo fare??tenendo presente che è vispo,mangia beve e corre tanto come l altro....GRAZIE MILLE
Per le problematiche sanitarie è opportuno consultare un veterinario,come pure la somministrazione di farmaci dovrebbe sempre essere da indicazione veterinaria.

johndeere3040
11-01-2009, 18.50.00
si si...domani lo chiamo...però volevo sapere se sapevate qualcosa di piu in merito,passa da sola?è molto pericolosa?anche perchè il sangue nelle feci ora è presente in maggiori quantità...chiunque sa qualcosa mi aiuti...grazie

mefito
11-01-2009, 18.52.27
si si...domani lo chiamo...però volevo sapere se sapevate qualcosa di piu in merito,passa da sola?è molto pericolosa?anche perchè il sangue nelle feci ora è presente in maggiori quantità...chiunque sa qualcosa mi aiuti...grazie
Per sapere cos'à devessere visitato da un veterinario.
Domani dopo che lo avrai chiamato facci sapere che diagnosi ti ha fatto.

LFG
11-01-2009, 19.50.39
Somministra spiramin 25 + dexadreson 10,evita gli antibotici tradizionali,lo buttano giù.Comunque se passa il veterinario è meglio se non hai dimestichezza.

Dondavi
11-01-2009, 20.06.27
spesso il problema del sangue è provocato da coccidi, prima cosa stai leggero con l'alimentazione e somministra sulfamidici. In realtà se passa il veterinario aspetta la diagnosi. ( non siamo bravi via internet :333: ) Facci sapere