Visualizza versione completa : Autocostruzione trivella per pozzo Norton.


ArabaFenice
05-04-2010, 00.38.00
Salute a tutti Signori,

la prima cosa che vi chiedo, cortesemente, è di non prendermi per pazzo....
So che la mia idea è strana, anzi impossibile, ma a me il bricolage piace,
diciamo che voglio perdere del tempo e dei soldi, voglio provare e voglio,
scusate vorrei, un vostro aiuto.

Un pozzo Norton è un pozzo artesiano costruito con tubi zincati da 2 pollici lunghi 6 metri
collegati da manicotti..... funziona così:
penetra il primo, che è forato per l'ingresso dell'acqua, poi si avvita l'altro e così via.
Generalmente il primo tubo ha una punta in acciaio c70, ed i tubi son "piantati" con un battipalo.

Io vorrei modificare il sistema,perchè assai limitato in profondità:
con il sistema appena descritto si arriva a 20 mt max di profondità, io dovrei arrivare a 50 metri circa.

La mia idea è quella di sostituire la punta con una trivella elicoidale.
Con un argano (verricello paranco) da 1000 Kg darò ai pali il moto orbitale.
Infine immetterò dell'acqua come lubrificante che uscirà dai fori del primo tubo,
cioè quello dov'è saldata la trivella elicoidale, e servità da lubrificante.

Sono qui per chiedervi come fare a realizzare il tutto cioè:
1)come trasferire il moto del paranco ai tubi, tramite catena?
2) come do la percussione ? Il terreno è argilloso, non sono presenti pietre ma secondo me
una leggera percussione ècomunque indispensabile....

Cosa mi consigliate ?
Con l'occasione auguro a tutti buona Pasqua.

tocia
05-04-2010, 00.45.06
Salute a tutti Signori,

la prima cosa che vi chiedo, cortesemente, è di non prendermi per pazzo....
.
:l: ci proverò...ma dimmi , hai mai visto fare un pozzo artesiano?

ArabaFenice
05-04-2010, 00.53.35
si certo.

Il fatto è che a piantare a colpi di maglio una serie di tubi per terra
non arrivi certo al centro della terra !!! Farai max 20 metri appunto.
Se invece trasterisci al tubo un moto rotatorio allora il discorso cambia
perchè se hai la fortuna di non incontrare chissà quale macigno
potresti scendere giù un bel po.

In sostansa si tratta di simulare una VERA trivella per palificazione o pozzi artesiani.
Come faccio ?
Ripeto il problema principale è trasferire il moto rotatorio.....

tocia
05-04-2010, 11.22.36
:l:, hai mai visto fare un pozzo artesiano?

si certo.
.....
ne dubito , comunque mi astengo a darti consigli su di una richiesta ""strana ed impossibile"" (tue parole)
se hai denaro da spendere (sempre tue parole) chiama un qualcuno che Fà pozzi ...in modo da rischiare seriamente di trovare acqua :333:

ArabaFenice
05-04-2010, 13.30.42
Io credo tu non abbia mai sentito parlare di Norton o pozzi Abissini...
Sai cosa sono prima di andar a cercarli su internet ???
No, no ne hai la più pallida idea !! .... e lo dimostra la tua risposta.

Cordialità

Friz
05-04-2010, 14.13.34
mah...la vedo dura trasmettere una coppia di rotazione sufficiente a una cosa cilindrica e liscia come un tubo da acqua....
le aste delle trivelle,son scanalate, ecco perchè si riesce a farle girare....
per la percussione, da quel poco che ne so, in genere le trivelle han solo la rotazione e non la percussione

tocia
05-04-2010, 14.40.12
Io credo tu non abbia mai sentito parlare di Norton o pozzi Abissini...
Sai cosa sono prima di andar a cercarli su internet ???
No, no ne hai la più pallida idea !! .... e lo dimostra la tua risposta.
Cordialità.
che dire , sei tu quello che chiedi , visto che SAI , fai ! in fondo tu stesso dici che è cosa impossibile , più di così :222:

CAT320
05-04-2010, 15.13.50
ma a me il bricolage piace,


Scusa l'incursione ma vorrei farti notare che il bricolage è un pò meno impegnativo....
Fidati che se vuoi ottenere un risultato sicuro è meglio rivolgersi a gente del mestiere attrezzata per questi lavori.

Un pozzo artesiano non è cosa da hobbista o bricolage....;)

cepy75
05-04-2010, 16.04.44
2) come do la percussione ? Il terreno è argilloso, non sono presenti pietre ma secondo me
una leggera percussione ècomunque indispensabile....Scusa ma hai un minimo di riscontro geologico nella zona dove vorresti operare? Perché, oltre alla composizione del suolo, è fondamentale sapere anche altri fattori e non compromettere lo stato dei luoghi sottostanti.

ArabaFenice
05-04-2010, 16.14.32
Scusa ma hai un minimo di riscontro geologico nella zona dove vorresti operare? Perché, oltre alla composizione del suolo, è fondamentale sapere anche altri fattori e non compromettere lo stato dei luoghi sottostanti.

Son stati consultati almeno 3 geologi....
Mi serve solo capire come trasmettere il moto rotatorio da un argano ad un tubo...!!!!

Si potrebbe collegare l'albero dell'argano direttemente all'estremità superiore del tubo,
ma girerebbe anche l'argano, quindi bisogna ancorare l'argano.
Ma se ancoro l'argano come fa questo a scendere, cioè a seguire il tubo man mano che scende..????

challenger
05-04-2010, 17.15.21
Son stati consultati almeno 3 geologi....
Mi serve solo capire come trasmettere il moto rotatorio da un argano ad un tubo...!!!!

Si potrebbe collegare l'albero dell'argano direttemente all'estremità superiore del tubo,
ma girerebbe anche l'argano, quindi bisogna ancorare l'argano.
Ma se ancoro l'argano come fa questo a scendere, cioè a seguire il tubo man mano che scende..????

Per le profondita che vuoi raggiungere non serve picchiare, devi solo trivellare.Se va su yotube e metti nel motore di ricerca la frase"homemade well" si aprira una serie infinata di suggerimenti, alcuni dei quali molto semplici usati in africa per profondita come la tua, altri con l'ausilio di una smerigliatrice ad aria compressa, adirittura i piu spericolati hanno costruito una stazione di ferforazione col motore di un tosaerba o similare, guardali, sicuramente ti divertirai e troverai ispirazione.

ArabaFenice
05-04-2010, 17.28.04
Per le profondita che vuoi raggiungere non serve picchiare, devi solo trivellare.Se va su yotube e metti nel motore di ricerca la frase"homemade well" si aprira una serie infinata di suggerimenti, alcuni dei quali molto semplici usati in africa per profondita come la tua, altri con l'ausilio di una smerigliatrice ad aria compressa, adirittura i piu spericolati hanno costruito una stazione di ferforazione col motore di un tosaerba o similare, guardali, sicuramente ti divertirai e troverai ispirazione.


Grazie mille Challenger !!! ..è proprio il consiglio che cercavo !
Solo che scrivendo homemade well su you tube italia non mi trova i filmati che cerco,
cioè quelli che tu stesso mi dici.... mi servono ispirazioni appunto!
Mi puoi dare il link di qualcuno ? ...tipo appunto quelli in Africa con tosaerba etc,etc......

Aspetto tua preziosa indicazione e.... ancora mille grazie !

:vabene::vabene::vabene:

challenger
05-04-2010, 21.45.44
Grazie mille Challenger !!! ..è proprio il consiglio che cercavo !
Solo che scrivendo homemade well su you tube italia non mi trova i filmati che cerco,
cioè quelli che tu stesso mi dici.... mi servono ispirazioni appunto!
Mi puoi dare il link di qualcuno ? ...tipo appunto quelli in Africa con tosaerba etc,etc......

Aspetto tua preziosa indicazione e.... ancora mille grazie !

:vabene::vabene::vabene:

"emas well drilling" uno interessante , da li fai passare tutti quelli che si aprono nell'elenco a dx, prima o poi trovi quello giusto

ArabaFenice
06-04-2010, 09.33.47
Non so come ringraziarti......
Alla prossima !
Bye.

mefito
06-04-2010, 13.51.04
Son stati consultati almeno 3 geologi....
E perchè tre?:l:
Mi serve solo capire come trasmettere il moto rotatorio da un argano ad un tubo...!!!!


Sbaglierò,ma mi sembra che la questione nel complesso sia vista in modo estremamente superficiale e semplicistico.

ArabaFenice
06-04-2010, 18.55.24
Ringrazio chi mi ha aiutato,Challenger.
Cordialità.

nino73
08-06-2010, 13.32.34
A me questa storia del pozzo, non so perchè ma mi sottetica la creatività, e poi chi di voi non ha mai provato a realizzare qualcosa pur sapendo che sarebbe stato impossibbile ?
Certo questa sfida le leggi della fisica ma infondo provare che costa ora vedo che mi posso inventare.

ArabaFenice
12-06-2010, 09.18.21
E chi ha detto che è impossibile...?
O meglio,qualcuno lo dirà pure ma è palesemente di parte.
Quando ho iniziato questa discussione sono stato anche criticato di superficialità
eppure in tanti via PM mi han suggerito di non farci caso.
In verità i pozzi autocostruiti esistono da sempre, ANCHE OGGI !!!
Si chiamano POZZI NORTON, funzionano benissimo e sono di facile costruzione senza dover necessariamente chiamare un escavatore !!!!!!!
Segui il consiglio del buon "challenger" e vedrai che ti si apre un mondo....

Saluti, resto a tua disposizione per "ulteriori chiarimenti".
Bye !

nino73
13-06-2010, 19.29.16
No non è impossibile, anzi io qualche ideuccia la sto buttando giù, il guaio è che non so quanto hai intenzione di spendere.

mon
19-09-2010, 21.08.54
Ciao a tutti, l'idea di araba fenice non è impossibile, per questione di tempo non mi sono dedicato all'autocostruzione di una piccola trivella. Gli americani sono specialisti in queste costruzioni, alcuni adoperano un motore monocilindro a 4 tempi tipo tosaerba su alcuni siti americani vendono un dispositivo al quale va attaccato il tubo dell'acqua per raffreddare la punta. Per la punta della trivella alcuni se la costruiscono altrimenti ne vendono di tutti i tipi e di diametro.E naturale che bisogna costruire una piccola torre, si potrebbero utilizzare o i tubi innocenti quelli per edilizia, inoltre un piccolo verricello elettrico per far salire e scendere la sonda,io avevo pensato di utilizzare un ponte differenziale della panda 4 x 4 vecchio tipo, bloccare un tambuto e dare moto all'altro, ed avere cosi pochi giri sul pignone. Insomma ci vuole ,come al solito un po di materiale inventiva e pazienza. Comunque a Vostra dispozizione per consigli,può darsi che un giorno mi servirà pure a me. Dalle mie parti voglio 100 euro al metro, quindi sarebbe bello farselo da soli il pozzo. Su you tube ci sono diversi filmati. A presto

Marco Bellincam
19-09-2010, 21.49.32
mah...la vedo dura trasmettere una coppia di rotazione sufficiente a una cosa cilindrica e liscia come un tubo da acqua....
le aste delle trivelle,son scanalate, ecco perchè si riesce a farle girare....
per la percussione, da quel poco che ne so, in genere le trivelle han solo la rotazione e non la percussione
Ciao a tutti, il problema diciamo fondamentale, ce lo fà caprire Friz in questo messaggio, le classiche trivelle utilizzano tubi/sonda con elevato spessore, filettature di innesto coniche ed altri accorgimenti del caso. Sono più che sicuro che un tubo per acqua zincato da 2" ( che ad esagerare è spesso 4mm ) non impiegerebbe tanto ad accartocciarsi su se stesso, immagina poi a 50 mt di profondità con tutto lo sbalzo delle canne...
Se poi Araba fenice hai intenzione di costruire una trivella vera e propria, fare il pozzo e calarci una tubazione è un'altro discorso.

mon
20-09-2010, 19.24.12
Ragazzi qui è una bella sfida e sarebbe bella , con pezzi recuperati , tentare di realizzare qualche cosa che può essere utile a tutti, quindi bisogna come dire spremere le meningi e scompattare il problema in tanti piccoli problemini e realizzare la trivella home made. Ripeto che su you tube ho visto cose da inorridire ma funzionali. Si potrebbe partire da li e ideare qualosa più tera terra.

mon
20-09-2010, 19.44.18
Questo Signore ha costruito questa trivella basta fare una ricerca su you tube per attingere qualche idea.

Water Well Drilling BoreMaster ZX-1000 Drill Rig

ArabaFenice
21-09-2010, 15.48.16
Ovviamente sono con voi....

Prima di tutto bisognerebbe capire cos'è e dove procurarsi quel raccordo che si vede in numerosi filmati:
permette la rotazione del tubo ed insieme è collegato con la mandata di acqua.....
NON riesco proprio a capire cosa sia....

:l::l::l:

mon
21-09-2010, 18.55.07
http://www.kennedyequip.com/ProductDetails.asp?ID=575

http://www.plumbersurplus.com/Prod/Wheeler-Rex-7800-Earthworm-Hydro-Drill/9835/Cat/650

http://www.deeprock.com/HD/Default.aspx

Per Araba fenice guarda questi siti, in america vendono di tutto e di più.

Con questo sistema sono scesi a 51 metri, il manicotto che tu dici è in effetti un accoppiatore che consente di attaccarci il tubo dell'acqua sia per raffreddare la trivella sotto sia per agevolare la discesa della trivella stessa. Su internet se si ha tempo si trovano esperienze di alcune persone che addirittura i pozzi li trivellano a mano. Come ho un po di tempo se trovo il link lo metto a disposizione.
Ciao a tutti

http://www.hydra-jett.com/1157510.html

Mi ero dimenticato di allegare l'indirizzo.

ArabaFenice
22-09-2010, 01.08.40
FANTASTICO MON .... !!!!
Vuoi vedere se qualcuno vende una di queste trivelle ???
La spedizione costerà un botto..... ma ne valuterei comunque l'acquisto !!

Grazie mille !!!

:vabene:

mon
22-09-2010, 12.53.33
Non comprare, ma autocostruire, la maggior parte del materiale è possibile recuperarla si tratta di avere un po di attrezzatura e delle persone vicine da formare un team per l'assemblaggio.
Io tempo fa avevo intenzione di autocostruirla, ma da solo e senza aiuto mi è passata la voglia. Ricordavo di aver perso tempo su internet per vedere cosa erano riusciti a fare altre persone, ecco perchè mi stavo interessando alla costruzione.
Se ho tempo devo trovare un filmato girato credo in sud america dove alcune persone cavano dei pozzi artesiani tutti a mano e con trivelle fatte in casa, persino la pompa a stantuffo è fatta in casa.
Ieri ho visto un filmato di un artigiano credo dell'india che costruiva una pala eolica che comandava la pompa a stantuffo.Adesso ti allego il sito

http://www.youtube.com/watch?v=tA8zYUQb23A&feature=related

Ciao a tutti

mefito
22-09-2010, 14.12.27
Salute a tutti Signori,

la prima cosa che vi chiedo, cortesemente, è di non prendermi per pazzo....
So che la mia idea è strana, anzi impossibile, ma a me il bricolage piace,
diciamo che voglio perdere del tempo e dei soldi, voglio provare e voglio,



Vuoi vedere se qualcuno vende una di queste trivelle ???
La spedizione costerà un botto..... ma ne valuterei comunque l'acquisto !!


:vabene:
E tutta la tua voglia di bricolage?:l:

agrolux 70
22-09-2010, 22.55.31
cavolo se ci riesci ti faccio i miei complimenti comunque per esperienza nel mio lavoro (lavorazione del vetro ) le macchine con refrigerazione interna al mandrino aumentano di parecchio la potenza di perforazione facci sapere

ArabaFenice
24-09-2010, 12.46.27
Mefito,la tua domanda equivale ad una considerazione.
Quindi non rispondo,appunto perchè non è una domanda.
Cordialmente.

:333::333::333:

mefito
24-09-2010, 13.23.14
Mefito,la tua domanda equivale ad una considerazione.
Quindi non rispondo,appunto perchè non è una domanda.
Cordialmente.

:333::333::333:
Esatto,ma è la constatazione che le affermazioni fatte nel messaggio iniziale erano prive di fondamento.
Domanda:Uno+uno quanto fà?

mauro_78
01-12-2010, 15.54.55
Solo oggi ho scoperto questa discussione. Io faccio trivellazioni per acqua e geotermia di professione, sono curioso di sapere come è andata a finire! Mio padre quando ha iniziato 50 anni fa eseguiva pozzi battuti anche a 60 metri, quindi è possibile. Attualmente, se ce li chiedono, con i battuti arriviamo senza problemi a 20 metri con un 2" con un semplice martello pneumatico e di recente è capitato un battuto da 4" a 36 m. Tutto dipende dal terreno. Per quanto riguarda il "bricolage", posterò la foto della prima trivella a rotazione (che ancora ci risolve tanti problemi e realizza fori fino a 500 mm e oltre 100m di profondità - non ci crede nessuno in cantiere, e poi guardi le facce a lavoro finito... :333:) costruita qui in officina nelle sere e nei fine settimana!

mefito
01-12-2010, 16.06.43
Solo oggi ho scoperto questa discussione. Io faccio trivellazioni per acqua e geotermia di professione, sono curioso di sapere come è andata a finire! Mio padre quando ha iniziato 50 anni fa eseguiva pozzi battuti anche a 60 metri, quindi è possibile. Attualmente, se ce li chiedono, con i battuti arriviamo senza problemi a 20 metri con un 2" con un semplice martello pneumatico e di recente è capitato un battuto da 4" a 36 m. Tutto dipende dal terreno.!
Ma i pozzi a percussione mi risulta non siano più consentiti.:l:

ArabaFenice
02-12-2010, 01.13.42
Solo oggi ho scoperto questa discussione. Io faccio trivellazioni per acqua e geotermia di professione, sono curioso di sapere come è andata a finire! Mio padre quando ha iniziato 50 anni fa eseguiva pozzi battuti anche a 60 metri, quindi è possibile. Attualmente, se ce li chiedono, con i battuti arriviamo senza problemi a 20 metri con un 2" con un semplice martello pneumatico e di recente è capitato un battuto da 4" a 36 m. Tutto dipende dal terreno. Per quanto riguarda il "bricolage", posterò la foto della prima trivella a rotazione (che ancora ci risolve tanti problemi e realizza fori fino a 500 mm e oltre 100m di profondità - non ci crede nessuno in cantiere, e poi guardi le facce a lavoro finito... :333:) costruita qui in officina nelle sere e nei fine settimana!

Ciao Mauro_78,

grazie per il tuo intervento, interessantissimo!
Ti pongo due domande:

1) ma per pozzo battuto intendi per caduta ?!?!? Tipo...
http://www.youtube.com/watch?v=aj4zZ7Q3YoU
Oppure con maglio ? E che maglio... mi posti un link ?

2) Non vedo l'ora di vedere questa tua trivella.... hai uno schema o foto reali ?

Grazie ancora per il tuo intervento!
:333::333::333:

mauro_78
02-12-2010, 10.14.30
Ciao, attenzione non confondiamo pozzo battuto con pozzo a percussione. Con il primo intendo l'infissione dei tubi con martello pneumatico o "maglio" ( se il privato decide di fare un pozzo per l'orto o il giardinetto, non posso disfargli la proprietà con il cantiere a rotazione e una trivella da 100 e più quintali :) ), con il secondo la perforazione a percussione con sonda alla corda, proprio quella che si vede nel video di ArabaFenice. Rispondendo a mefito, conosco perfettamente i problemi degli argani a caduta libera, ma chi ancora usa questo sistema (noi l'abbiamo abbandonato tempo fa) cosa fa, chiude? Io conosco e collaboro con colleghi che lo usano ancora, e sono convinto che resta sempre il metodo migliore che offre i migliori risultati: vedi perfettamente i materiali e dove si trovano con la precisione del cm. Certo, nei cantieri qualche volta stortano un po' il naso, ma le macchine sono controllate eccome (corde, taglie ecc.): la macchina è loro, e da quella dipende la sicurezza e la pagnotta quotidiana, ci mancherebbe!:)

Ciao Mauro_78,

grazie per il tuo intervento, interessantissimo!
Ti pongo due domande:

1) ma per pozzo battuto intendi per caduta ?!?!? Tipo...
http://www.youtube.com/watch?v=aj4zZ7Q3YoU
Oppure con maglio ? E che maglio... mi posti un link ?

2) Non vedo l'ora di vedere questa tua trivella.... hai uno schema o foto reali ?

Grazie ancora per il tuo intervento!
:333::333::333:

Rispondo:

1) Pozzo battuto con maglio: fino a 2" si usa un martello pneumatico con motocompressore, punta fresata e forgiata in officina, e in mezza giornata è fatto a 10-15 metri (e il pensionato è contento :D, ha impiegato più tempo a chiedere i permessi che tutto il resto), oppure per il 4" maglio da ca. 80 kg con castello o battipalo (si superano tranquillamente i 30 m). Come facesse mio papà con un battuto da 2-3" ad arrivare a 60 m. glielo chiederò, poi te lo dico!
2) Posto un paio di foto. La macchina ormai ha 20 anni, monta un motore di mietitrebbia e i ponti provengono da un mezzo da cantiere. Tutto il resto è fatto d'officina (esclusi componenti idraulici e argani, naturalmente!). Può fare rotazione diretta, inversa e all'occorrenza anche percussione :o

ArabaFenice
02-12-2010, 11.50.44
Ciao, attenzione non confondiamo pozzo battuto con pozzo a percussione. Con il primo intendo l'infissione dei tubi con martello pneumatico o "maglio" ( se il privato decide di fare un pozzo per l'orto o il giardinetto, non posso disfargli la proprietà con il cantiere a rotazione e una trivella da 100 e più quintali :) ), con il secondo la perforazione a percussione con sonda alla corda, proprio quella che si vede nel video di ArabaFenice. Rispondendo a mefito, conosco perfettamente i problemi degli argani a caduta libera, ma chi ancora usa questo sistema (noi l'abbiamo abbandonato tempo fa) cosa fa, chiude? Io conosco e collaboro con colleghi che lo usano ancora, e sono convinto che resta sempre il metodo migliore che offre i migliori risultati: vedi perfettamente i materiali e dove si trovano con la precisione del cm. Certo, nei cantieri qualche volta stortano un po' il naso, ma le macchine sono controllate eccome (corde, taglie ecc.): la macchina è loro, e da quella dipende la sicurezza e la pagnotta quotidiana, ci mancherebbe!:)

Chiarissima la tua distinzione tra pozzo battuto e a percussione....
Ti chiedo informazioni maggiori, se ne avete mai fatti e ne hai visti fare,
circa i pozzi a percussione,cioè con corda,... qualche domanda:

1)considerando un terreno di durezza "normale", quanto si può scendere secondo te ?
2) vanno incamiciati ? La terra non tende a franare ? Oppure viene compressa nelle pareti dalla percussione per cui non frana !?!?
3) la "sonda", come tu la chiami, è un tubo pieno? O cos'altro ?

Grazie per i tuoi chiarimenti !

mefito
02-12-2010, 12.07.09
Ciao, attenzione non confondiamo pozzo battuto con pozzo a percussione. Con il primo intendo l'infissione dei tubi con martello pneumatico o "maglio" con il secondo la perforazione a percussione con sonda alla corda, proprio quella che si vede nel video di ArabaFenice.
Non avevo fatto questa differenziazione,a me risulta non sia consentito nessun sistema a percussione,qualsiasi sia la forma di percussione,mi sbaglio?
Rispondendo a mefito, conosco perfettamente i problemi degli argani a caduta libera,


Come già scritto,non mi riferivo a quello in particolare.
ma chi ancora usa questo sistema cosa fa, chiude? !
Se ne è vietato l'utilizzo può far quello che vuole tranne utilizzarlo, se non vuole commettere un illecito.

Io conosco e collaboro con colleghi che lo usano ancora, e sono convinto che resta sempre il metodo migliore che offre i migliori risultati: vedi perfettamente i materiali e dove si trovano con la precisione del cm.!

Anche questo è ininfluente,poteva avere anche dei pregi,ma se..........
Certo, nei cantieri qualche volta stortano un po' il naso, ma le macchine sono controllate eccome (corde, taglie ecc.): la macchina è loro, e da quella dipende la sicurezza e la pagnotta quotidiana, ci mancherebbe!
No,nei cantieri non puoi più entrare se non hai l'attrezzatura certificata e P.O.S a corredo,o almeno non in quelli regolari.

mauro_78
02-12-2010, 13.52.12
Non avevo fatto questa differenziazione,a me risulta non sia consentito nessun sistema a percussione,qualsiasi sia la forma di percussione,mi sbaglio?

Come già scritto,non mi riferivo a quello in particolare.

Se ne è vietato l'utilizzo può far quello che vuole tranne utilizzarlo, se non vuole commettere un illecito.



Anche questo è ininfluente,poteva avere anche dei pregi,ma se..........

No,nei cantieri non puoi più entrare se non hai l'attrezzatura certificata e P.O.S a corredo,o almeno non in quelli regolari.

Dunque: ammetto di non essere esperto sulla normativa in merito (come già detto, abbiamo cessato questa attività da tempo), scrivo soltanto lo stato dei fatti per quello che riguarda la mia esperienza. I colleghi che usano la percussione dicono che sì, la normativa in materia è molto severa, ma finchè nessuno gli vieterà di usarla, loro continueranno a tenere le macchine. Hanno fatto diversi lavori in cantieri grossi, con P.O.S. redatto e qualche volta anche sottoposti a visita di un ispettore del lavoro: problemi non ce ne sono mai stati. Facevano più menate per controllare i documenti agli operai extracomunitari dell'impresa edile.
Per i pozzi battuti, il principio è molto simile a quello usato per le palificazioni con il vibratore attaccato ad una gru cingolata.
Per concludere, posso dire che mi è capitato più di una volta di vedere macchine a percussione eseguire lavori anche per enti pubblici (acquedotti, comuni...): o in qualche modo quindi lo permettono ancora, o c'è un certo permessivismo da parte di chi è preposto al controllo. Per quanto ne so, il problema della percussione sta proprio negli argani a caduta libera, che sono fuori norma (o non possono essere più prodotti? ricordo come esempio i caschi DGM per i ciclomotori, per un certo - e lungo - periodo non potevano più essere prodotti, ma chi l'aveva poteva continuare ad indossarlo). Per il pozzo battuto (o Norton che dir si voglia) su un qualsiasi modulo per la richiesta d'autorizzazione ad uso domestico (ho ricontrollato per sicurezza Provincia di Milano e Pavia, Bergamo, e altri nel centro Italia) questa opzione è contemplata tra i vari metodi di esecuzione.

ArabaFenice
15-07-2013, 00.04.15
Dopo tanto tempo... dopo essermi sposato, dopo essermi nati due figli e dopo seri problemi di famiglia... eccomi nuovamente con tanta buona volontà, pronto a realizzare il mio progetto.

Ho già acquistato la Swivel...

http://farm8.staticflickr.com/7283/9285252059_b889913ce9_o.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/9285252059/)


...e la punta triconica

http://farm4.staticflickr.com/3805/9288029928_49112564b0_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/9288029928/)


userò tubi zincati da 1" ed un piccolo motore da trivella agricola 3hp (quella, per intenderci, da piantumazione).

Vi posterò le foto della macchina, man mano che la costruirò.

:111:

Proverò a scendere fin oltre 50 metri in tre diverse località della mia tenuta. Dovrei farcela.
Costo del giocattolo: circa 900 euro o poco meno.
Costo che avrei speso chiamando i "professionisti": oltre 10.000 euro (a 70 euro metro).

Vedremo chi la spunterà.... :vabene:

mauro_78
21-07-2013, 23.27.47
Bene, posso fare qualche domanda?
1) Che diametro è il tricono nella foto? Se nei 900 € hai preso anche il tricono, dimmi dove sei andato che corro subito.
2) Pensi di comandarlo attraverso normali tubi gas da 1"? Auguri...
3) I triconi, in base al diametro, devono avere determinati carichi per lavorare correttamente (ci sono le tabelle che lo stabiliscono) e determinate velocità di rotazione: hai calcolato tutto, e come pensi di imprimere la rotazione alle aste di perforazione ( se un tubo da 1" si può chiamare "asta di perforazione")?
4) Come pensi di alimentare il fluido di raffreddamento e lubrificazione per la punta, e che portata disponibile avrai?
5) Hai intenzione di fare tre perforazioni a 50 mt. in questo modo? Ancora auguri, forse ci risentiamo tra qualche mese... io a 50 metri ci devo arrivare in un giorno, massimo due a seconda del diametro, altrimenti mi conviene chiudere e andare a vendere gelati allo stadio...
Per concludere, 70 €/m senza spese accessorie di trasporto attrezzature e impianto cantiere? Più che onesti...

ArabaFenice
22-07-2013, 02.10.46
Com'è Mauro... sei passato dall'altra parte della barricata?!
Prima mi aiutavi adesso provi a mettermi paura? ;-)

Scherzi a parte, non so rispondere a nessuna delle tue domande tranne a quella del tricono (diametro 4" e 3/4) al prezzo (il tricono mi è costato 75 euro!) a come lo farò girare (questo pensavo di chiederlo a te... per adesso mi viene in mente solo il motore di una trivella agricola a scoppio) e, infine, la portata di acqua (discreta, circa 200 litri al minuto con 4 bar di pressione.... questo so mi aiuterà tanto!).

Per il resto sai consigliarmi?

mefito
05-08-2013, 08.27.54
... io a 50 metri ci devo arrivare in un giorno, massimo due a seconda del diametro, altrimenti mi conviene chiudere e andare a vendere gelati allo stadio....
Ma non avevi smesso?:)
Dunque: ammetto di non essere esperto sulla normativa in merito (come già detto, abbiamo cessato questa attività da tempo), .
... Per concludere, 70 €/m senza spese accessorie di trasporto attrezzature e impianto cantiere? Più che onesti...Concordo,come nella perplessità sulla pianificazione.

mauro_78
07-08-2013, 00.39.29
Ma non avevi smesso?:)



Ho smesso di vendere gelati allo stadio? Sì, troppa concorrenza con i venditori di patatine e hot-dog... :D

Ho smesso da tempo con la percussione, da un bel po' si usa la rotazione a circolazione diretta/inversa di fanghi. Per il vecchio discorso che facevamo sulla percussione con sonda alla corda, posso dirti che è un sistema che molti usano ancora: sono cambiate le attrezzature. Il problema principale erano gli argani a caduta libera che sono fuori norma, e parlando direttamente con altre imprese hanno ovviato con dei nuovi argani idraulici che normalmente si comportano come argani controllati di una gru, per capirci, ma hanno la possibilità di essere sfollati quando la sonda è ormai inserita nelle colonne di perforazione e non presenta più rischi di caduta e ribaltamento.

Tornando invece agli ultimi post, non sono passato da nessun'altra parte della barricata :), cerco solo di mettere davanti i problemi che si possono incontrare. Se hai la forza e la costanza di arrivare fino alla fine, sarò contento per te!
Primo: penso che una trivella agricola possa avere la coppia sufficiente a fare lavorare un tricono di quelle dimensioni, non è grande. Una trivella del genere normalmente fa girare una elica di 40/50 cm almeno, giusto? Domani in ufficio guardo le tabelle e ti dico anche il carico che deve avere un tricono in funzione del materiale perforato.
Secondo: considerato il foro, 200 litri/min e 4 bar potrebbero essere sufficienti. Ma pensi di far passare 200 litri in un tubo da 1"?? Troppo piccolo. E inoltre è da vedere se solo l'acqua sia sufficiente oppure sia necessario aggiungere degli additivi.
Terzo: restando sul fattore tubo da 1"... ti immagini 50 metri di tubo da 1" sottoposto a carico e torsione? Rischi di tirare fuori un bel cavatappi.
Ultimo: ti sei informato a che profondità si trova il livello statico nella tua zona? Con un foro da 4" 3/4, considerato anche il drenaggio, non puoi mettere un granché come rivestimento e se ti occorre una sommersa, addio...

ArabaFenice
09-08-2013, 17.38.02
Carissimo Mauro,

grazie anticipatamente per la tua risposta.
Una confidenza: il tricono acquistato è piccolo ma è il primo che mi passa per le mani e francamente.... non mi aspettavo pesasse tanto! Era ancora nello scatolo.... arrivatomi per posta, faceva impressione anche al postino un pacco così piccolo ma tanto pesante!

Torniamo a noi:

1) grazie per mettermi davanti i problemi che menzioni, è quello che mi serve per programmare tutto al meglio anticipatamente. Continua così.

2) per trivella agricola intendo una di quelle che si usa manualmente per piantare alberi, siamo sui 3-4 hp massimo. Pochi, ma credo bastino per far girare una punta da 4 pollici anche se a 30-40 metri di profondità, non dimenticare che ho l'aiuto dell'acqua! Dico bene? Che ne dici?

3) i tubi sono quelli da carpenteria, a barre da 6 metri (le taglierò a 3 metri filettandole), il mio dubbio è 1 pollice oppure 1 pollice e 1/4 ?! Mi costa di più ed è più pesante.... varrà la pena oppure la differenza in termini di resistenza è simile?

4) La questione torsione tubo a 50 metri o più.... lo so! E' questo infatti che mi scoraggia molto. Credo fallirò proprio per questa ragione. Ma che posso fare? Non mi resta che provare ormai....

5) sul sottosuolo: se può esserti d'aiuto per consigliarmi al meglio so che incontrerò subito sassi, di piccole dimensioni, 4-5 cm.... fino a 4 metri. Poi, da 4 metri a 10 terra pulita... poi ancora ed in ultimo argilla, della peggiore specie. E questa si estende per decine di metri.... senza sassi senza nulla, solo argilla. Quent'è profonda, nessuno me lo sa dire! I geologi consultati mi hanno detto: potrebbe durare per soli 10-20 metri come potrebbe essere profonda anche 150! Io spero solo, anzi ne sono convinto, che sotto quell'argilla ci sarà un mare di acqua. Sono a 180 metro sul livello del mare..... il mio intuito mi dice che a 50 metri potrei trovare.....

Che mi dici?

mauro_78
11-08-2013, 17.33.28
Beh, un tricono da 4" 3/4 pesante... le tabelle me lo danno a 9 kg. Certo, tutto è relativo, ma prova a maneggiare i 14" 3/4 che uso di solito... Comunque, visti i denti di quello che hai comprato mi sembra per formazioni medio-tenere (sabbie e argille) e stando a quello che dici mi sembra corretto. Un tricono del genere di norma richiede un carico di min. 450 / max 1.300 kg per pollice di diametro, che per il tuo fa min 2137,5 / max 6175 kgs: come pensi di imprimere un carico del genere al tricono e alle aste di conseguenza? Certo, potresti dare un carico minore, a scapito della forze e velocità di penetrazione ( sempre che poi riesca ad avanzare). Questo perchè spesso con le argille i triconi creano problemi e si va meglio con le trilama... però hai anche la ghiaia superficiale... qualche volta capita di estrarre tutte le aste, cambiare punta in corso d'opera e riprendere. Vai con il tricono, ti richiederà più tempo e pazienza.
Per le tubazioni... così, direi che - data la portata - il 1" 1/4 è sicuramente meglio, ma riuguardo alla rigidità torsionale mi restano forti dubbi: hai mai visto delle aste da perforazione? Io uso le 114 mm filetto 3 1/2 api reg., spessore 8-10 mm, peso 68 kg/m. Un normale tubo SS in acciaio pesa 3,17, c'è un po' di differenza. Non pensare che basti far girare e la tubazione va giù da sola, talvolta con il tricono e le argille per non fermarmi devo caricare tutto il peso del mast (antenna), 120 q.li ed è ancora poco...
Poi: la ghiaia che hai in superficie mi preoccupa un po', potrebbe non tenere il foro con la semplice acqua e servono additivi o bentonite per aumentare il peso specifico del fluido. Anche tutti quei metri di argilla... magari riesci a passarla ma se non ti sbrighi potrebbe richiudersi sopra (non è la prima volta che l'argilla lo fa) e poi hai voglia a tirare fuori il tricono, tanto più con un tubo normale in acciaio e senza avere una adeguata forza di tiro. Inoltre, è difficile aiutarti da Milano se perfino i geologi del luogo non sanno darti informazioni (non sanno o non vogliono?)? Hai considerato il livello statico a che profondità è? Che pompa pensi di installare? Potresti avere un livello statico che ti obbliga a montare una sommersa - mi ripeto - e tra foro da 120 mm, drenaggio... puoi trovarti una tubazione finale che non ti permetta di installarla: poi che fai?
Per concludere: ok il tricono, direi di usare il 1" 1/4, il foro non è grande e una potenza del genere potrebbe farcela... ma sei sottodimensionato, in tutto. Insomma, i problemi sono tanti, tieni in considerazione tutto. Anche con più più di dieci anni di esperienza ( mio padre ne aveva 40 alle spalle) ogni volta puoi sempre avere una sorpresa e devi essere in grado di risolverla.
Tutto questo per dire che qualche volta i prezzi dei professionisti non sono diretto sinonimo di "furto", ma tengono conto di esperienza, professionalità, rischio d'impresa, costante formazione e aggiornamento a personale e attrezzature. Poi - e qui vado O.T. un minuto - mi trovo quelli che durante la settimana lavorano in fabbrica e il sabato/domenica si inventano perforatori con un paranco autocostruito, lavorano in nero a prezzi che sono la metà di quelli in uso corrente... Scusate ma me ne sono capitati un po' di recente, sarà la crisi, uno mi ha perfino dato il biglietto da visita perchè "sai, non si sa mai, potresti avere tanto lavoro e non riuscire a sbrigarlo tutto".
Aggiungo una cosa: vai a vedere il sito www.oppo.it, è interessante e lo uso spesso (lo scrivo perchè può essere utile non solo a te ma a tanti altri) : ci sono tabelle idrauliche, di conversione delle unità di misura... Nello specifico, guarda http://www.oppo.it/tabelle/p-carico-acciaio-no-sald100.htm , vedrai che per il tubo da 1" la portata di 200 l/min non è neanche presa in considerazione, e che per il 1" 1/4 ti genera una perdita di carico di 414 m/km, che a 50 m. (la profondità a cui vuoi arrivare tu) sono 20: significa che i tuoi 4 bar in origine, ad andare bene diventano 2 quando sei in profondità. Un'altra cosa: che pompa useresti per l'acqua? Se è una centrifuga, tieni presente che all'aumentare della pressione la portata cala. Quindi quando ti serve una spinta maggiore come aiuto, è proprio in quel momento che la pompa ti abbandona: non per niente nelle perforazioni si usano pompe a pistoni o a vite.

ArabaFenice
16-08-2013, 23.19.20
Mauro, sono felice tu mi risponda, mi sei stimolo ed insieme freno alle mie fantasie di riuscita.

I tubi sono a barre da 6 metri. Dovrò tagliarli e filettare (poi avvito con dei banali giunti da idraulico) perché la trivella che vorrei costruire ha una "torre" da max 3 metri. Quindi o taglio a 2 metri (più pratico) oppure a 3.

I tubi da 1" pesano 2,10 kg\mt e costano 13 euro a barra da 6 mt.
Quelli da 1" ed 1\4 pesano 2,58 kg\mt e costano 17 euro a barra da 6 mt (costano di più!).
Ripeto, varrà la pena?

Su YouTube digita "Perforadoras rotarias".... il primo risultato è il mio modello da realizzare.
Che ne dici? Devo arrivare a 50 metri.... "solo" a 50 metri e troverò l'acqua, ne sono certo.

Per il diametro.... dovrò certamente mettere (fantasticando di riuscire) una sommersa. Insieme alla "swivel" (il giunto che permette rotazione e passaggio di acqua) ho acquistato dagli USA una punta da 6" per "allargare". E' un giocattolo, lo so, ma se il tricono fa il suo dovere e poi dovrò solo allargare forse potrei riuscire.... forse.... eccoti una immagine:

http://thumbs4.ebaystatic.com/d/l225/m/mhjYWDdRX5Y9jf1ujZp_PQg.jpg

Ti prego di continuare a rispondermi, magari analiticamente.
Posterò le foto della costruzione passo-passo.

p.s.
dove si compra la bentonite? Qui non riesco a trovarla se non nelle lettiere per gatti.
Poi, per iniziare almeno, è proprio necessaria?

ArabaFenice
20-08-2013, 11.45.59
Mauro...ci sei? Non abbandonarmi proprio adesso!

angelino
05-12-2013, 00.02.09
Volevo sapere da araba fenice se poi sei riuscito a realizzare il pozzo..anche a me potrebbe interessare un lavoro del genere..

ArabaFenice
05-12-2013, 10.05.24
Ho realizzato la struttura della trivella, ho i tubi per la perforazione, punte, etc.... insomma sono pronto al grande giorno solo che intanto è arrivato l'inverno, con piogge giornaliere (e freddo!) così ho rinviato la trivellazione a giornate più serene. Non so se ho fatto bene oppure se le condizioni di terreno bagnato avrebbero potuto aiutarmi.....

Se sei interessato ti farò sapere appena "buco", sono molto fiducioso di arrivare a quei 50-60 che tanto spero. Spesa complessiva? Meno di 1000 euro.

In più? Appena avrò finito rivenderò la trivella recuperando certamente il capitale.

mefito
05-12-2013, 10.12.13
Se sei interessato ti farò sapere appena "buco", sono molto fiducioso di arrivare a quei 50-60 che tanto spero. Spesa complessiva? Meno di 1000 euro..Sognare costa ancora poco.....:)

In più? Appena avrò finito rivenderò la trivella recuperando certamente il capitale.
Visto che costa poco,perchè non abbondare?:D

ArabaFenice
05-12-2013, 10.29.55
Mefito, sei indisponente. Te l'ho fatto notare io ed anche altri del forum.
Non ti rendi conto che rischi di fare una magra figura? Metti per caso.... anche solo 1 possibilità su 1000 che riuscisse (foto alla mano)....

Diresti che le immagini sono truccate.... oppure mi banni prima per averti scritto "indisponente"? Sai, così eviti figure di.....

Attendi Mefito..... Attendi...
Se non riuscirò sarò io a mettermi faccia a terra, tranquillo. Ho il link a questa discussione sempre tra i preferiti, sono prontissimo a dichiarare "fallimento".

mefito
05-12-2013, 13.23.38
Non hai compreso il senso del mio messaggio,non vi è nessuna preclusione.
Finché non lo avrai realizzato sarà solo un sogno(questo è lo stato dei fatti),dipende solo da te e dalle tue capacità il portarlo a termine.:)

ArabaFenice
05-12-2013, 16.15.37
Sarà Mefito.... se così ti chiedo scusa.
Ma ho come l'impressione che dall'inizio della discussione tu mi gufi un po contro.
Per carità, hai tutte le ragioni!

1) se fosse così semplice non esisterebbero macchine da centinaia di migliaia di euro
2) se fosse così semplice molte ditte potrebbero chiudere
3) è un rischio, si assembla artigianalmente una macchina che potrebbe caderti di sopra....
4) è un rischio, magari si spendono tanti soldini per nulla.... con quei 1000 euro sarei già sceso a 15 metri con una ditta specializzata.

Quindi come non darti ragione!

GON
05-12-2013, 18.32.51
Faccio notare che i punti dell'elenco son 4 ;) :D

In bocca al lupo e complimenti per la perseveranza.

Magari qualcuno ti gufa, ma io ti dico col cuore: Sta attento a non farti male!!!

angelino
05-12-2013, 21.33.30
Si, certo che mi interessa..io per la mia attività ho un pozzo artesiano che utilizzo per pescare acqua di falda che alimenta una pompa di calore, e non mi spiacerebbe avere un altro pozzo...certo, il mio pozzo è molto più grosso di diametro, è 6" perchè deve poter pescare 700 litri d'acqua al minuto quando si viaggia nei massimi regimi, ma oltre ad un discorso di curiosità,potrebbe davvero anche essermi utile sapere come ti adoperi, per cui appena puoi posta qualche foto...penso che però,secondo la mia modestissima opinione, tu sbagli a non sfruttare le piogge che ci sono state nei periodi precedenti perchè il terreno dovrebbe essere più morbido da forare..ciao

ArabaFenice
05-12-2013, 21.50.44
Grazie per la correzione GON.
x Angelino: lo so! Solo che non posso prevedere quanto tempo impiegherò a scendere...
potrei starci anche qualche giorno, poi serve incamiciare, poi iniziare a tirare acqua....
con questo tempo "da lupi", pioggia giorno per giorno e freddo diventa tutto più difficile.
Inoltre, Mauro non mi risponde più.... avevo queste due domandine da porgli:

1) Come mi accorgo di aver trovato l'acqua? Soprattutto in inverno, con pioggia, acqua ovunque, come mi accorgo di aver trovato qualcosa?

2) Incamiciatura: il tubo filettato per pozzi costa molto (per acqua potabile) quello classico arancione in pvc meno.... non potrei usare quello oppure è tossico?

angelino
06-12-2013, 23.01.26
per quello che riguarda il tubo in pvc, oltre esser sottilissimo e quindi si romperebbe, per quanto ne so non mi sembra molto salubre...potresti, se vuoi usare la plastica, usare il tubo in polipropilene, che è quello che si usa per gli impianti anticendio e so che i pozzaioli lo usano fino a 50/60 metri, ma riguardo al costo non so dirti, dovresti rivolgerti ad un magazzino per idraulico..

Gruistaxcaso
07-12-2013, 01.59.59
Salute a tutti Signori,

la prima cosa che vi chiedo, cortesemente, è di non prendermi per pazzo....
So che la mia idea è strana, anzi impossibile, ma a me il bricolage piace,
diciamo che voglio perdere del tempo e dei soldi, voglio provare e voglio,
scusate vorrei, un vostro aiuto.

Un pozzo Norton è un pozzo artesiano costruito con tubi zincati da 2 pollici lunghi 6 metri
collegati da manicotti..... funziona così:
penetra il primo, che è forato per l'ingresso dell'acqua, poi si avvita l'altro e così via.
Generalmente il primo tubo ha una punta in acciaio c70, ed i tubi son "piantati" con un battipalo.

Io vorrei modificare il sistema,perchè assai limitato in profondità:
con il sistema appena descritto si arriva a 20 mt max di profondità, io dovrei arrivare a 50 metri circa.

La mia idea è quella di sostituire la punta con una trivella elicoidale.
Con un argano (verricello paranco) da 1000 Kg darò ai pali il moto orbitale.
Infine immetterò dell'acqua come lubrificante che uscirà dai fori del primo tubo,
cioè quello dov'è saldata la trivella elicoidale, e servità da lubrificante.

Sono qui per chiedervi come fare a realizzare il tutto cioè:
1)come trasferire il moto del paranco ai tubi, tramite catena?
2) come do la percussione ? Il terreno è argilloso, non sono presenti pietre ma secondo me
una leggera percussione ècomunque indispensabile....

Cosa mi consigliate ?
Con l'occasione auguro a tutti buona Pasqua.

Scusa, se mi intrometto, trivello pozzi e fondazioni da oltre 20 anni.
Il tuo sistema a mio avviso non funzionerà, nell'argilla non serve percussione o vai a tappare i drenanti del tubo, poi a 50 metri con una macchina rimediata di fortuna non ci potrai mai arrivare.
Un tubo di 50 metri conficcato sotto terra tra argille bagnate non lo giri così facilmente con il bricolage.
Per esperienza personale a 50 metri ci puoi arrivare a percussione o una trivella con più di 9000 di coppia.
Considera che anche le più moderne macchine per sondaggi o geotermia, faticano su argilla oltre i 30 metri, poi certo dipende quanto è grossa e potente la macchina.
-Comunque per dare trasmissione ai tubi da trivellare ti serve un mandrino, che è fatto così: Mandrino (http://www.italiantrivelle.com/it/macchine-da-perforazione/attrezzature-trivellazioni-verie/casagrande-100mm-usato-370.html)
E poi ti serviranno delle morse così: Morse (http://www.italiantrivelle.com/it/macchine-da-perforazione/attrezzature-trivellazioni-verie/project-300mm-nuovo-374.html)
Spero di averti aiutato e non confuso le idee.
Saluti da Spoleto.

ArabaFenice
07-12-2013, 11.32.51
Io non ho nulla di tutto questo, ho solo inventiva e buona volontà!
So di essere sottodimensionato in tutto ma nessuno, qui dentro, ha considerato l'unica ragione per la quale potrei farcela. Vi siete mai fatti fare una puntura? Gli aghi sono sottilissimi e molto molto fragili eppure bucano....

Gruistaxcaso che mi puoi suggerire per l'incamiciatura, volendo scartare il PVC arancione..... Inoltre, su argilla, è proprio necessaria la bentonite?

mefito
07-12-2013, 11.47.51
So di essere sottodimensionato in tutto.... Gira voce che le dimensioni non sono importanti,ma sarà sempre vero?:)
ma nessuno, qui dentro, ha considerato l'unica ragione per la quale potrei farcela. Vi siete mai fatti fare una puntura? Gli aghi sono sottilissimi e molto molto fragili eppure bucano....
?
Tu ti sei mai chiesto perchè usano aghi sottili e punta affilata?
Tu devi fare un'intramuscolare o endovenosa?:l:

ArabaFenice
07-12-2013, 11.54.48
Si Si, continua a prendermi in giro Mefito....
Ad occhio direi una intramuscolare. Sempre che come un infermiere principiante non prendo l'osso! :333:

cepy75
07-12-2013, 12.07.06
Si Si, continua a prendermi in giro Mefito....
Ad occhio direi una intramuscolare. Sempre che come un infermiere principiante non prendo l'osso! :333:

Non sono prese in giro, ma dubbi leciti su una questione tecnica.
Paragonare agopuntura con trivellazioni mi pare francamente eccessivo.

ArabaFenice
08-12-2013, 14.38.53
Si, ormai mi permetto di scherzare con Mefito, per me lui è un pungolo a far meglio!
Il paragone con la "puntura" regge nel senso che più sottile è l'asta che dovrebbe trivellare meno si incorre in problemi di sottodimensionamento.

Tutto qui. Buona Immacolata a tutti!

Gruistaxcaso
08-12-2013, 20.23.38
Io non ho nulla di tutto questo, ho solo inventiva e buona volontà!
So di essere sottodimensionato in tutto ma nessuno, qui dentro, ha considerato l'unica ragione per la quale potrei farcela. Vi siete mai fatti fare una puntura? Gli aghi sono sottilissimi e molto molto fragili eppure bucano....

Gruistaxcaso che mi puoi suggerire per l'incamiciatura, volendo scartare il PVC arancione..... Inoltre, su argilla, è proprio necessaria la bentonite?

ArabaFenice, la bentonite non si usa per i pozzi d'acqua, ma fondazioni.
Rivestimento? Vai col cemento (tomboli).

ArabaFenice
08-12-2013, 20.36.45
....faccio girare del cemento nell'acqua che lubrifica la perforazione?
Così le pareti dovrebbero reggere?

Marco Bellincam
08-12-2013, 20.44.08
...
Il paragone con la "puntura" regge nel senso che più sottile è l'asta che dovrebbe trivellare meno si incorre in problemi di sottodimensionamento...

Mi sembra assurdo come paragone...:rolleyes:
Un'ago da siringa riceve una leggera pressione e lavora in linea per una lunghezza ridotta.
Il tubo da trivella, oltre la pressione riceve un movimento di rotazione, per dar modo alla testa di lavorare.

mauro_78
09-12-2013, 00.54.22
Eccomi di ritorno, dopo vari eventi familiari, professionali e fortunatamente anche tanto lavoro.
Vediamo di recuperare un po' il filo... Prima di farlo, però, posso fare una richiesta? Non scrivete "pozzaioli" per favore, mi suona così male e mi fa venire voglia di cambiare nome all'azienda in "pOzzeria Vecchia Napoli" :D
Dunque, vediamo se non dimentico nulla:
- Volendo rivestire in plastica, lascia stare il polipropilene (non l'ho mai sentito come rivestimento, a parte Riccini http://www.plastomec.it/wp-content/uploads/2013/04/nuovo-listino-2013-252-255.pdf). Normalmente si usa il PVC ma non è quello arancione da scarico, ha ragione chi dice che è troppo debole e non resiste alle pressioni: prova a dare una occhiata a Plafond e GTS, per darti una indicazione un 125 R10 garantito fino a 150 metri di profondità costa12/13 € al metro.
- L'argilla talvolta aiuta ad addensare i fanghi di perforazione, ma per contro qualche volta ti trovi la sorpresa che tende a richiudere il foro
- Gruistaxcaso, nei pozzi d'acqua la bentonite o i polimeri si usano eccome: la perforazione a circolazione diretta funziona proprio così. Mi viene il dubbio che stiamo parlando di due cose diverse: forse tu intendi perforazione di pozzi, palificazioni e fondazioni di grosso diametro? Il fatto che tu parli di rivestimento in tubi di cemento, 9000 di coppia... mi fa sorgere il dubbio, altrimenti non so come spiegare il fatto che con macchine da 400/600 kgm si possano superare tranquillamente i 100 mt di profondità.
- La bentonite si compra dai rivenditori che vendono materiali per geotecnica, in sacchi da 25 kg.
- Il fatto che piova o geli è ininfluente, passati i primi centimetri la situazione è sempre la stessa. Influisce solo sugli accidenti che tiri ogni giorno perché lavori al freddo o al bagnato :)
- Come fai ad accorgerti che sei in falda? Boh! :D Scherzo, non pensare a eventi eccezionali come nei film quando trovano il petrolio: devi capirlo dal terreno che risale, per questo si tiene sempre sotto controllo il materiale perforato e se ne tengono i campioni. Inoltre, le macchine hanno i vari manometri dei circuiti oleodinamici e la loro lettura aiuta.
Dimenticato qualcosa?


Il paragone con la "puntura" regge nel senso che più sottile è l'asta che dovrebbe trivellare meno si incorre in problemi di sottodimensionamento.


ArabaFenice, la bentonite non si usa per i pozzi d'acqua, ma fondazioni.


http://ambiente.provincia.milano.it/bonificheonline/Doc/Tec/PerforazioneRotazioneCircDiretta.htm

....faccio girare del cemento nell'acqua che lubrifica la perforazione?
Così le pareti dovrebbero reggere?

Se andiamo avanti così con queste castronerie, abbandono la conversazione.

ArabaFenice
11-12-2013, 00.28.53
Eccomi di ritorno, dopo vari eventi familiari, professionali e fortunatamente anche tanto lavoro.
Vediamo di recuperare un po' il filo...


MAURO!!!! Mi sei mancato!
Ho pensato d'averti offeso..... o che tu fossi caduto in un pozzo....
Scherzi a parte, senza di te le mie domande restano senza risposte.


Normalmente si usa il PVC ma non è quello arancione da scarico, ha ragione chi dice che è troppo debole e non resiste alle pressioni...


Appena lo ritrovo ti farò vedere un video di una trivellazione fai-da-te dove usano del PVC arancione (avvitato con viti mordenti nei giunti...). Francamente, visto che non proverò a raggiungere profondità, ritengo possibile il PVC ma ho abbastanza paura per la tossicità. Non riesco a trovare informazioni chimiche a proposito...


L'argilla talvolta aiuta ad addensare i fanghi di perforazione, ma per contro qualche volta ti trovi la sorpresa che tende a richiudere il foro.

Premetto che, ovviamente, non ci si può sbilanciare a proposito ma... volendo far chiacchiere "da caffè", per la tua esperienza, in quanto tempo bisogna iniziare-finire- incamiciare una trivellazione in argilla prima che inizi a far scherzi ed a richiudere il foro?
Voglio dire, ho le ore contate oppure potrebbe resistere (50-60 metri) anche diversi giorni?


La bentonite si compra dai rivenditori che vendono materiali per geotecnica, in sacchi da 25 kg.


Nelle mie zone non credo esistano rivenditori di materiale per geotecnica. Devo prendere lettiera per gatti? Ma è proprio fondamentale?


Il fatto che piova o geli è ininfluente, passati i primi centimetri la situazione è sempre la stessa. Influisce solo sugli accidenti che tiri ogni giorno perché lavori al freddo o al bagnato :)


Ho avuto una brutta esperienza: 5000 euro buttai nel nulla per un "pozzaiolo" (scusa il termine) che mi ha scavato un pozzo di 10 metri di profondità con escavatore... avevo trovato l'acqua.... 2-3 metri cubi l'ora.... FELICITA' allo stato puro.... solo che dopo un paio di giorni non usciva più nulla! Lui mi ha consigliato di concludere comunque il lavoro, ma qual pozzo adesso è solo una "cisterna". Poca acqua e solo in inverno. Mi hanno detto successivamente che lui avrebbe dovuto avvisarmi che si trattava di acqua "incastrata".

Ti racconto questo perché temo che in inverno il risultato della trivellazione possa essere "falsato".


Se andiamo avanti così con queste castronerie, abbandono la conversazione.

Guarda che la battura del cemento non l'ho fatta io!

:rolleyes:

angelino
11-12-2013, 21.19.44
X gruistaxcaso:la bentonite nelle trivellazioni si usa eccome, serve a tener su il pozzo (cioè a non farlo franare) e a raffreddare/lubrificare lo scalpello della trivella..

X arabafenice: mi spiace ti abbiano fregato quei soldi x lo scavo, ma ci sono delle tavole geologiche che ti permettono di sapere più o meno a che profondità si trovi la falda (dico più o meno perchè mai nessuno è andato sottoterra per vedere dove realmente si trovi l'acqua)...se ti interessa, per fare la trivellazione da me( avevo bisogno di un pozzo con portata di settecento litri al minuto),il trivellatore si era basato sulle tavole geologiche, secondo le quali la falda doveva trovarsi a cinquanta metri per avere quella portata,ma arrivati a 55 metri ha si trovato l'acqua ma con una portata più scarsa, allora per non andare avanti alla cieca, abbiamo chiamato un ingegnere che ha costruito una macchina che tramite l'analisi dei campi magnetici del sottosuolo riusciva a capire cosa ci fosse sotto, per cui lui, camminando nel mio terreno, diceva: qui c'è roccia, qui sabbia, qui ferro, qui c'è acqua, ha fatto una croce per terra e mi ha detto la profondità con cui trivellare e così è stato..

Gruistaxcaso
12-12-2013, 01.58.35
A tutti quelli che blablano sulla bentonite:
Il fatto che si sia utilizzata in passato per tutto ciò che voi dite, è vero, ma oggi la bentonite per i pozzi non si usa più! ..per il semplice motivo che è altamente inquinante e nociva e va ad inquinare le falde.
Addirittura io eviterei anche l'uso dei polimeri, sempre perche è una boiata chimica, e la falda serve per innaffiare i pomodori!
Io che di pozzi ne ho fatti pochi in 28 anni (anche 2 al giorno) rivesto con i classici tomboli e scavo dentro i tomboli, e indovinate... Non frana!!
La bentonite la continuano ad usare nei paesi sottosviluppati come il nostro, poi se si può o si potrebbe o no si deve, è un altro discorso, (anche giudare ubriachi non si dovrebbe ma il 70% degli incidenti è causato da ubriachi al volante).
Qui da noi da oltre 10 anni la si vede sempre meno con importanti restrittive ambientali.
PVC, bla bla bla, bentonite ecc, trivella stile motosega e quant'altro...
Mi dissocio, chiama una ditta che con meno di 3k euri ti fa il lavoro.

Ovviamente io non sono un profeta ne il messia, ma ho sempre lavorato al modo mio, e chiaramente non mi so svegliato alla mattina dicendo vado a fare l'operatore, la mia famiglia buca e scava in tutta Italia da oltre 50 anni. So anche perfettamente che nel forum ci sono 50k altri utenti che sanno fare tutto meglio di tutti gli altri, da dietro la tastiera del pc.

Eccomi di ritorno, dopo vari eventi familiari, professionali e fortunatamente anche tanto lavoro.
Vediamo di recuperare un po' il filo... Prima di farlo, però, posso fare una richiesta? Non scrivete "pozzaioli" per favore, mi suona così male e mi fa venire voglia di cambiare nome all'azienda in "pOzzeria Vecchia Napoli" :D
Dunque, vediamo se non dimentico nulla:
- Volendo rivestire in plastica, lascia stare il polipropilene (non l'ho mai sentito come rivestimento, a parte Riccini http://www.plastomec.it/wp-content/uploads/2013/04/nuovo-listino-2013-252-255.pdf). Normalmente si usa il PVC ma non è quello arancione da scarico, ha ragione chi dice che è troppo debole e non resiste alle pressioni: prova a dare una occhiata a Plafond e GTS, per darti una indicazione un 125 R10 garantito fino a 150 metri di profondità costa12/13 € al metro.
- L'argilla talvolta aiuta ad addensare i fanghi di perforazione, ma per contro qualche volta ti trovi la sorpresa che tende a richiudere il foro
- Gruistaxcaso, nei pozzi d'acqua la bentonite o i polimeri si usano eccome: la perforazione a circolazione diretta funziona proprio così. Mi viene il dubbio che stiamo parlando di due cose diverse: forse tu intendi perforazione di pozzi, palificazioni e fondazioni di grosso diametro? Il fatto che tu parli di rivestimento in tubi di cemento, 9000 di coppia... mi fa sorgere il dubbio, altrimenti non so come spiegare il fatto che con macchine da 400/600 kgm si possano superare tranquillamente i 100 mt di profondità.
- La bentonite si compra dai rivenditori che vendono materiali per geotecnica, in sacchi da 25 kg.
- Il fatto che piova o geli è ininfluente, passati i primi centimetri la situazione è sempre la stessa. Influisce solo sugli accidenti che tiri ogni giorno perché lavori al freddo o al bagnato :)
- Come fai ad accorgerti che sei in falda? Boh! :D Scherzo, non pensare a eventi eccezionali come nei film quando trovano il petrolio: devi capirlo dal terreno che risale, per questo si tiene sempre sotto controllo il materiale perforato e se ne tengono i campioni. Inoltre, le macchine hanno i vari manometri dei circuiti oleodinamici e la loro lettura aiuta.
Dimenticato qualcosa?





http://ambiente.provincia.milano.it/bonificheonline/Doc/Tec/PerforazioneRotazioneCircDiretta.htm



Se andiamo avanti così con queste castronerie, abbandono la conversazione.

Scusa ma la marmotta che incarta la cioccolata c'era?
-Quella è la direttiva di un appalto di sondaggio a 300 metri! certo che ci vuole lubrificante, ma dice 'fanghi' e se vedi ancora sotto la dicitura limitazioni!!
Buona serata e occhio alla bentonite!

90 c
12-12-2013, 20.59.01
Il paragone con la "puntura" regge nel senso che più sottile è l'asta che dovrebbe trivellare meno si incorre in problemi di sottodimensionamento.


Premesso che ritengo assai improbabile che tu riesca nel tuo tentativo con i "mezzi di fortuna" con i quali ti accingi all' impresa.
Quello che tu non consideri è l'attrito.
Più scendi, maggiore sarà l'attrito.
Avrai necessità di dover fornire una coppia maggiore per vincere l'attrito sempre crescente, quindi un maggior carico torcente.
Ti fermerai quando non riuscirai a fornire più coppia oppura quando quest'ultima sarà così grande da torcere il tubo
Non conoscendo il limite del carico euleriano, la sezione del tubo potrebbe essere così esigua da generare instabilità di punta e quindi l'ingobbimento della colonna perforante.
Sempre che il terreno non aderisca al tubo subito dopo l'avanzamento della punta triconica, aggiungendo attrito volvente.
Considerando la tua velocità di avanzamento e la presenza di argilla, è assai probabile che succeda visto il comportamento plastico di quest'ultima anche a basse percentuali d'acqua per volume.

Ammesso che tu riesca a fare il buco, come pensi di emungere l'acqua? speri di trovare una falda artesiana con una piezometrica tale da far sgorgare l'acqua dal sottosuolo?

ArabaFenice
12-12-2013, 21.28.22
Tutto vero ma...
Sottostimo l'attrito dell'asta perché la punta ha un diametro notevolmente più grande, considerato il tentativo di trivellazione a circolazione diretta l'asta dovrebbe subire un attrito non eccessivo (al contrario, ovviamente, della punta). Comunque so che tutto il progetto è debole..... ma che a voler trovare "IL" punto più debole questo è proprio l'asta. Rischia di torcersi.

Come emungere l'acqua? Ovviamente con una pompa sommersa. No?!
Grazie per le vostre considerazioni, utili e stimolanti.

Mi ero fermato per l'arrivo del "generale inverno" ma ho deciso di riprendere viste le critiche mosse.... mi sono di grande ispirazione!

Marco Bellincam
12-12-2013, 23.07.25
...
Sottostimo l'attrito dell'asta perché la punta ha un diametro notevolmente più grande, considerato il tentativo di trivellazione a circolazione diretta l'asta dovrebbe subire un attrito non eccessivo (al contrario, ovviamente, della punta). Comunque so che tutto il progetto è debole..... ma che a voler trovare "IL" punto più debole questo è proprio l'asta. Rischia di torcersi...

mah...la vedo dura trasmettere una coppia di rotazione sufficiente a una cosa cilindrica e liscia come un tubo da acqua...

Friz te lo aveva anticipato ad aprile 2010...

...tricono (diametro 4" e 3/4)...

...ho acquistato dagli USA una punta da 6" per "allargare"...

Rileggendo la storia mi è saltato all'occhio questo.
Intendi perforare e "ripassare" l'intero pozzo per portarlo a misura?

ArabaFenice
13-12-2013, 00.43.03
Si, l'idea è questa. E non avrei altra alternativa, non posso bucare con la 6", non avrei la coppia necessaria. Ribadisco, non discutiamo di pozzi da 300 metri.... al massimo potrei sperare sui 50-60. Credo si possa e si debba ripassare.

Controindicazioni?

Marco Bellincam
13-12-2013, 14.23.06
...Controindicazioni?...

Tutto il materiale che cadrà in fondo al pozzo mentre "ripassi"...

mauro_78
13-12-2013, 22.15.58
Scusa ma la marmotta che incarta la cioccolata c'era?

Di questi tempi le marmotte sono in letargo, non lo sai?


-Quella è la direttiva di un appalto di sondaggio a 300 metri!
Buona serata e occhio alla bentonite!
Dove sta scritto?

se vedi ancora sotto la dicitura limitazioni!!

So benissimo che ci sono delle limitazioni, ma operative: io stesso non andrei a perforare con la diretta in ghiaia e ciottoli, non ci riuscirei. In quei casi adotto altri sistemi.

Qui da noi da oltre 10 anni la si vede sempre meno con importanti restrittive ambientali.

Potrei dire lo stesso, da noi non usano più i tubi di cemento da almeno 50 anni. L'ultima volta che qualcuno di ha provato (anni '80 - inizio '90 se non sbaglio) - pace all'anima loro - sono andati DENTRO A SCAVARE A MANO e poi è successo il patatrac: il terreno ha ceduto, un tubo si è girato e sono rimasti sotto. Sono dovuti andare poi con una trivella per recuperare quello che era rimasto... Sono sicuro che tu gruista non usi tali metodi, per questo ero curioso di capire che sistema usi per scavare: tazza, coclea, sonda, benna... Mi interessa, davvero. E che diametri min./max. riesci a fare? A che profondità arrivi?
Se ho ben capito, finisci il pozzo con i tubi in cemento. Quindi non utilizzi altre tubazioni di rivestimento e drenaggi?
Come garantisci la tenuta sulle giunzioni dei tubi?

la mia famiglia buca e scava da oltre 50 anni.
Anche noi, e ogni giorno c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Ieri ero a Piacenza, alla presentazione di ANIPA della norma UNI sulla progettazione dei pozzi per acqua (uscirà ad aprile) a cui poi seguiranno quelle sulla realizzazione. Era ora, finalmente ci sarà una procedura univoca in materia...

La bentonite in sé non mi risulta nociva, è una argilla. Il problema è quando viene additivata, ed al termine della lavorazione può essere contaminata da olii e altre amenità, per questo la mandiamo a smaltimento. Ma se trovi qualche analisi o tabella ti chiedo il favore di pubblicarla, grazie.


Quello che tu non consideri è l'attrito.
Più scendi, maggiore sarà l'attrito.
Avrai necessità di dover fornire una coppia maggiore per vincere l'attrito sempre crescente, quindi un maggior carico torcente.
Ti fermerai quando non riuscirai a fornire più coppia oppure quando quest'ultima sarà così grande da torcere il tubo

Condivido, se stessimo parlando di colonne di manovra, in questo caso invece dovrebbe essere minore dato che si tratta di circolazione diretta... rimane il fatto che un tubo da 1" è comunque troppo piccolo sia per le portate che per le torsioni vista la lunghezza, giusto?


Considerando la tua velocità di avanzamento e la presenza di argilla, è assai probabile che succeda visto il comportamento plastico di quest'ultima anche a basse percentuali d'acqua per volume.

:vabene:


Come emungere l'acqua? Ovviamente con una pompa sommersa. No?!

Ti ricordo di fare una valutazione: che pompa sommersa hai intenzione di montare? 3" o 4" (non credo proprio più grossa :))? Tieni presente diametro foro - drenaggio - spessore di rivestimento, devi avanzare il diametro sufficiente per la pompa. Oppure potresti trovarti con un livello statico basso, la sommersa non ci sta e una pompa esterna non ha abbastanza aspirazione.

Tutto il materiale che cadrà in fondo al pozzo mentre "ripassi"...
A volte capita di dover allargare una perforazione, esistono appositi allargatori per questo. Tutto sta ad avere una pompa con prestazioni sufficienti e il materiale lo tiri fuori. Poi in genere io preferisco fare qualche metro in più: ad esempio, se devo andare a 80 metri ne faccio 85, perché nel tempo che estrai le aste e cali il rivestimento un po' di materiale può succedere che cada. In questo modo non ho sorprese e mi rimane un foro utile sufficiente, male che vada mi va dentro mezzo metro cubo in più di drenaggio per riempire il foro sotto.

Comunque so benissimo che in questa discussione si fanno quasi chiacchere da caffè, le perforazioni di pozzi come tutte le altre attività sono complesse e non si possono esaurire in tre pagine, ma trovo comunque interessante condividere le esperienze e se queste esperienze possono risultare interessanti anche per qualcun altro, ben venga. Poi se Arabafenice dovesse mai riuscire a fare questo benedetto pozzo (non volermene, te lo auguro tanto ma ho forti dubbi) vorrà dire che pagherà da bere a tutti, così quello che ha risparmiato in lavoro lo spende in birre :D

ArabaFenice
14-12-2013, 00.36.50
Hai tanta competenza, Mauro.
Se non volessi ripassare il foro e fermarmi al solo tricono da 4" e 3/4, che diametro di tubo dovrei calare e, comunque, riuscirei a calare una pompa sommersa?

cepy75
14-12-2013, 08.29.56
Sottostimo l'attrito dell'asta perché la punta ha un diametro notevolmente più grande, considerato il tentativo di trivellazione a circolazione diretta l'asta dovrebbe subire un attrito non eccessivo (al contrario, ovviamente, della punta). Comunque so che tutto il progetto è debole..... ma che a voler trovare "IL" punto più debole questo è proprio l'asta. Rischia di torcersi.Non sono del settore ma leggendo questo passaggio mi sorge un dubbio.
Se le argille che hai sotto si richiudo sulle pseudo aste, con cosa le estrai dopo?

ArabaFenice
14-12-2013, 13.03.11
La macchina è dotata di argano elettrico da 2700kg e dovrebbe essere più che sufficiente a tirar su 50 metri di aste, argilla compresa.

90 c
14-12-2013, 13.32.34
Hai tanta competenza, Mauro.
Se non volessi ripassare il foro e fermarmi al solo tricono da 4" e 3/4, che diametro di tubo dovrei calare e, comunque, riuscirei a calare una pompa sommersa?

Secondo me hai margini così risicati in ogni singola parte della faccenda che è fattibile al massimo sulla carta.


La macchina è dotata di argano elettrico da 2700kg e dovrebbe essere più che sufficiente a tirar su 50 metri di aste, argilla compresa.

Ma sei così sicuro di risparmiare? Non potevi fare un' indagine geognostica?

mauro_78
14-12-2013, 16.17.00
La macchina è dotata di argano elettrico da 2700kg e dovrebbe essere più che sufficiente a tirar su 50 metri di aste, argilla compresa.
Non è detto. Considera che il tricono va bene ad andare giù, ma quando vieni su in pratica è quasi un attrezzo liscio: se le argille ti chiudono, oppure hai un franamento di materiali non legati sopra (uno strato di ghiaia), ti fa tappo e più tiri più questo tappo lo comprimi e ciao aste (aste :rolleyes:) e tricono, considerando che hai anche poca coppia e poco tiro. Io per stare più tranquillo sui triconi saldo sempre tre pezzi di ferro quadro (del 10, 12..) messi a vite, non so se mi spiego. Quindi, quando mi capita un mezzo tappo - e capita, fidati - non è un gran problema, innesto la rotazione e quei quadri mi aiutano a romperlo. Altrimenti, probabilmente avrei già lasciato le aste in un paio di posti..


Se non volessi ripassare il foro e fermarmi al solo tricono da 4" e 3/4, che diametro di tubo dovrei calare e, comunque, riuscirei a calare una pompa sommersa?
Di norma, lo spessore di drenaggio dovrebbe essere tra gli 8 e i 15 cm, poi puoi metterne anche meno se la falda è buona e non limosa (dallo spessore dipendono le velocità di flusso e da quelle altre conseguenze tra cui la possibilità che il pozzo faccia sabbia, si ostruisca nel tempo e così via). Quindi, 4" 3/4 = 120 mm - 160 (spessore minimo drenaggio x 2 ) = - 40 mm :rolleyes:. Anche non mettendo drenaggio non potresti mettere un rivestimento in PVC che solitamente fa 125 esterno per installare una pompa 4" che ha un ingombro max. di 95 mm (potresti mettere anche un 114 (4") ma sinceramente non l'ho mai fatto, preferisco lasciare un po' di margine alla pompa. O non metti drenaggio, cali un 114 e speri nella fortuna, oppure cali un 3" (89 mm) con una pompa da 3" che di ingombro max fa 74 mm. Su questo non posso esserti d'aiuto erchè meno del 125 preferisco non fare e pompe da 3" non le ho mai trattate.
Secondo me hai margini così risicati in ogni singola parte della faccenda che è fattibile al massimo sulla carta.
Ma sei così sicuro di risparmiare? Non potevi fare un' indagine geognostica?
Purtoppo è vero... Ok, c'è l'entusiasmo, adesso mi sembra perfino sia diventata una questione di principio... male che vada sarà stata un'esperienza, dài... basta che tu non ti faccia male o faccia dei danni

ArabaFenice
14-12-2013, 18.35.34
L'indagine geognostica è stata eseguita e di geologi ne sono stati consultati diversi.
C'è terra coltivabile con qualche sasso per i primi 10 metri, poi inizia l'argilla (quella blu o grigia che si dica) e NESSUNO sa dirmi quanto duri... alcuni mi hanno detto potrebbe essere profonda anche 150 metri! Io ho provato ad osservare altimetricamente la zona per mesi e ad informarmi circa i pozzi già esistenti, tutti eseguiti con escavatore. Sono in collina ma a soli 500 metri da me, più in basso di 50 metri, hanno pozzi che danno acqua senza fine. Per questo spererei quello strato di argilla non sia poi così grande. Se mi sarà possibile "allargare" il foro lo farò. Altrimenti.... tricono e PUNTO!

Provo a concludere temporaneamente la discussione e riassumere le mie domande che non hanno ricevuto risposta. Se vorrai aiutarmi ancora Mauro...

1) proverò col tubo da 114 e pompa da 4". Mi confermi allora che, seppur solo a livello progettuale, con una trivellazione da 4" e 3/4 si può calare un 114 e dentro una pompa da 4" ?

2) da quando inizierò a trivellare quanto tempo avrò per finire? Io non ho alcuna esperienza quindi non saprei dire se devo sbrigarmi in poche ore altrimenti il foro si "richiude" da se oppure se posso andare avanti per giorni...

3) scusa l'insistenza, capisco sia quasi impossibile rispondere, ma io non riesco a capire, dato che manderò acqua nel foro, come distinguere la "mia" acqua da altra eventuale? No che appena passo l'argilla (mettiamo che la passi) ho la certezza di essere in falda! Deve esserci qualche altro "segnale" che solo tu, facendo questo lavoro, puoi indicarmi....

Carissimi, mettiamo da parte i "principi".
Sono anch'io convinto di non farcela anche se i diversi video pubblicati in rete da sciocchi creduloni come me mi farebbero illudere avere qualche possibilità. Immagino la realtà sia diversa. Ormai ho quasi acquistato tutto (tranne le aste), sono in pista e non mi tirerò indietro. Farò la figura dello stupido ma io voglio provarci. Poi, dai commenti, traspare che qualcuno tifa per me altri sembrano quasi "sperare" la vita mi dia una bella lezione.... scusate ma sognare non costa nulla.

Bye!

p.s.
farò qualche video, così insieme alla soddisfazione potrete anche farvi qualche risata!

90 c
14-12-2013, 19.55.47
L'indagine geognostica è stata eseguita e di geologi ne sono stati consultati diversi.
C'è terra coltivabile con qualche sasso per i primi 10 metri, poi inizia l'argilla (quella blu o grigia che si dica) e NESSUNO sa dirmi quanto duri... alcuni mi hanno detto potrebbe essere profonda anche 150 metri! Io ho provato ad osservare altimetricamente la zona per mesi e ad informarmi circa i pozzi già esistenti, tutti eseguiti con escavatore. Sono in collina ma a soli 500 metri da me, più in basso di 50 metri, hanno pozzi che danno acqua senza fine. Per questo spererei quello strato di argilla non sia poi così grande. Se mi sarà possibile "allargare" il foro lo farò. Altrimenti.... tricono e PUNTO!

Hanno l'acqua perchè scivola sull'argilla che sta a monte e a valle crea una falda. Devi avere la fortuna che sotto l'argilla ci sia una seconda falda alimentata da monte. Anche se scendi 50 metri (raggiungendo la quota s.l.m. degli altri pozzi) non è matematico trovare acqua.
Prova a vedere schemi delle falde acquifere e ti sarà più chiaro quello che cerco di dirti.Tipo questi:
http://www.lift01.com/lift/beltramini/faldeacq.htm



1) proverò col tubo da 114 e pompa da 4". Mi confermi allora che, seppur solo a livello progettuale, con una trivellazione da 4" e 3/4 si può calare un 114 e dentro una pompa da 4" ?

Stai parlando di millimetri di spazio......la vedo difficilississisisisisima.


2) da quando inizierò a trivellare quanto tempo avrò per finire? Io non ho alcuna esperienza quindi non saprei dire se devo sbrigarmi in poche ore altrimenti il foro si "richiude" da se oppure se posso andare avanti per giorni...

L'effetto cuscinetto nell' argilla è micidiale, specialmente se idratata tale da essere plastica. Potresti lavorare nella gomma ed i pochi millimetri di tolleranza che hai sono troppo pochi.


3) scusa l'insistenza, capisco sia quasi impossibile rispondere, ma io non riesco a capire, dato che manderò acqua nel foro, come distinguere la "mia" acqua da altra eventuale? No che appena passo l'argilla (mettiamo che la passi) ho la certezza di essere in falda! Deve esserci qualche altro "segnale" che solo tu, facendo questo lavoro, puoi indicarmi....

Quando non tiri più su argilla.......


Carissimi, mettiamo da parte i "principi".
Sono anch'io convinto di non farcela anche se i diversi video pubblicati in rete da sciocchi creduloni come me mi farebbero illudere avere qualche possibilità. Immagino la realtà sia diversa. Ormai ho quasi acquistato tutto (tranne le aste), sono in pista e non mi tirerò indietro. Farò la figura dello stupido ma io voglio provarci. Poi, dai commenti, traspare che qualcuno tifa per me altri sembrano quasi "sperare" la vita mi dia una bella lezione.... scusate ma sognare non costa nulla.

Non fai la figura dello stupido.
Io non avevo mai visto una falda a pochi metri dalla quota zero.
E' stata un'esperienza molto significativa.
Il problema non è l'idea ma quello che vuoi realizzare, la profondità e il terreno.
Forse con diverse profondità e terreni potrebbe anche funzionare.



farò qualche video, così insieme alla soddisfazione potrete anche farvi qualche risata!

No, ti sbagli.
Potrebbe essere inefficiente ed inefficace nel tuo caso.
In altre situazioni (che ho potuto vedere ultimamente dove sono rimasto letteralmente basito) potrebbe essere una soluzione economica.

Giusto per curiosità, ma quanti metri cubi al giorno ti servono?

ArabaFenice
14-12-2013, 22.26.01
Metri cubi? Caro, ma scherzi?Io mi accontenterei di 200 - 300 litri al giorno.
Sarei felice da ringraziare Dio ogni giorno della mia vita e da far incidere un marmo a memoria!
Vivo in una zona dove, da maggio ad ottobre, vediamo acqua in conduttura per un paio di ore ogni 20 giorni! Tu non puoi capire che sofferenza, povere piante, povera azienda agricola... poveri noi!

Per questo, SI, ormai è una questione di principio! O forse di sopravvivenza.
Che ne sapete voi? Dovrei PAGARE quei MAFIOSI che guastano il dissalatore per fornire acqua con le autobotti a pagamento? Sono gli stessi che poi trivellano....

Brutte storie amici miei, brutte storie.

Interessantissimo il tuo ragionamento sulle falde. Potresti dirmi di più se ti dessi le mie coordinate? Mi piacerebbe pubblicarle per ricevere pareri da tutti voi, ma i Signori moderatori, magari dopo qualche giorno, potrebbero rimuoverle dal topic?

mauro_78
15-12-2013, 00.17.00
ArabaFenice, non esistono segnali che solo io ti posso indicare: chiunque abbia esperienza in questo lavoro o conosca la materia ti può aiutare, stai ricevendo davvero tanti aiuti e consigli da tutti! :)
Allora, come fai a capire: giusto, non ti sale più l'argilla ma sabbia (che sia granosa però) o ghiaietto. Però hai bisogno la portata e la prevalenza... dicevi 200 lt/min? per un foro da 120 mm potrebbe bastare, sei leggermente sotto per avere le corrette velocità di risalita ma ci può stare. Visto che non hai ancora comprato i tubi, ti ripeto che 1" è troppo piccolo per 200 lt/min. Inoltre noterai un calo dell'acqua che usi ( io dico che il terreno "beve").

Discorso argilla: strano che ci sia una conoscenza tanto superficiale dei terreni nella tua zona. Nessuno ha mai perforato o fatto sondaggi geognostici?
L'acqua a valle potrebbe davvero scivolare sulle argille superficiali, ma per esperienza diretta mi è anche capitato qualche volta nella vallata del Ticino che, perforato uno strato di argilla, l'acqua era saliente (livello statico a + 3,70 m. da piano terra). Naturalmente questo si è visto a pozzo terminato e spurgato, NON è venuta fuori la fontana appena forata l'argilla :) Però era uno spettacolo vedere un tubo da 4" buttare fuori un fiocco d'acqua alto 30 cm continuo, portata naturale qualche mc/ora! Questo accadeva perché le falde delle zone più alte erano tenute sotto in pressione dall'argilla, forata questa... oplà :)
Il tuo problema però è che sei a monte :(

A livello progettuale, in teoria, 4" 3/4 per tubo da 4" ci sta con le misure, ma non ce la fai, è sicuro, ha ragione 90 c.
Ma se hai bisogno 200/300 lt/giorno, allora prendi in considerazione il 3": le pompe da 3" arrivano a 100 lt/min, se ci fossero. Io pensavo che volessi qualche centinaio di litri/ora (e sarebbero ancora pochi), qui gli agricoltori chiedono 6,8.000 litri al minuto!

Quanto tempo hai? Difficile risponderti ma in una situazione come la tua anche io mi preoccuperei, il foro può stringere - non dico ancora chiudere completamente, dài - da un giorno con l'altro. Purtroppo è la realtà...

Ti ho detto che mi sembra una questione di principio perché mi immedesimo, anche io quando ho un problema ci sbatto la testa finché non lo risolvo :) ma per lo stesso motivo mi dispiacerebbe vederti tribolare ed essendo la tua prima esperienza magari non avere l'occhio e gli accorgimenti per superare una difficoltà. E poi tornare qui, scrivere e attendere una risposta da qualcuno certo non ti aiuterebbe, perderesti minuti preziosi... Quindi, da parte mia certo non riderò quando ti metterai all'opera, anzi ti chiedo di mandare aggiornamenti. Video o non video, fai tu.

Ah, una questione che non abbiamo mai sollevato: quando trivelli a rotazione senza tubi di camicia se ti fermi - per pranzo o per la notte - ricordati che il foro deve sempre rimanere pieno. Forse non sarà il tuo caso se non hai materiali sciolti o falde superficiali/intermedie, ma qualora il foro dovesse svuotarsi (perché il terreno naturalmente beve un po') è assicurato che i materiali sciolti franano.

pederz_
15-12-2013, 01.21.07
ArabaFenice, non esistono segnali che solo io ti posso indicare: chiunque abbia esperienza in questo lavoro o conosca la materia ti può aiutare, stai ricevendo davvero tanti aiuti e consigli da tutti! :)
Allora, come fai a capire: giusto, non ti sale più l'argilla ma sabbia (che sia granosa però) o ghiaietto. Però hai bisogno la portata e la prevalenza... dicevi 200 lt/min? per un foro da 120 mm potrebbe bastare, sei leggermente sotto per avere le corrette velocità di risalita ma ci può stare. Visto che non hai ancora comprato i tubi, ti ripeto che 1" è troppo piccolo per 200 lt/min. Inoltre noterai un calo dell'acqua che usi ( io dico che il terreno "beve").

Discorso argilla: strano che ci sia una conoscenza tanto superficiale dei terreni nella tua zona. Nessuno ha mai perforato o fatto sondaggi geognostici?
L'acqua a valle potrebbe davvero scivolare sulle argille superficiali, ma per esperienza diretta mi è anche capitato qualche volta nella vallata del Ticino che, perforato uno strato di argilla, l'acqua era saliente (livello statico a + 3,70 m. da piano terra). Naturalmente questo si è visto a pozzo terminato e spurgato, NON è venuta fuori la fontana appena forata l'argilla :) Però era uno spettacolo vedere un tubo da 4" buttare fuori un fiocco d'acqua alto 30 cm continuo, portata naturale qualche mc/ora! Questo accadeva perché le falde delle zone più alte erano tenute sotto in pressione dall'argilla, forata questa... oplà :)
Il tuo problema però è che sei a monte :(

A livello progettuale, in teoria, 4" 3/4 per tubo da 4" ci sta con le misure, ma non ce la fai, è sicuro, ha ragione 90 c.
Ma se hai bisogno 200/300 lt/giorno, allora prendi in considerazione il 3": le pompe da 3" arrivano a 100 lt/min, se ci fossero. Io pensavo che volessi qualche centinaio di litri/ora (e sarebbero ancora pochi), qui gli agricoltori chiedono 6,8.000 litri al minuto!

Quanto tempo hai? Difficile risponderti ma in una situazione come la tua anche io mi preoccuperei, il foro può stringere - non dico ancora chiudere completamente, dài - da un giorno con l'altro. Purtroppo è la realtà...

Ti ho detto che mi sembra una questione di principio perché mi immedesimo, anche io quando ho un problema ci sbatto la testa finché non lo risolvo :) ma per lo stesso motivo mi dispiacerebbe vederti tribolare ed essendo la tua prima esperienza magari non avere l'occhio e gli accorgimenti per superare una difficoltà. E poi tornare qui, scrivere e attendere una risposta da qualcuno certo non ti aiuterebbe, perderesti minuti preziosi... Quindi, da parte mia certo non riderò quando ti metterai all'opera, anzi ti chiedo di mandare aggiornamenti. Video o non video, fai tu.

Ah, una questione che non abbiamo mai sollevato: quando trivelli a rotazione senza tubi di camicia se ti fermi - per pranzo o per la notte - ricordati che il foro deve sempre rimanere pieno. Forse non sarà il tuo caso se non hai materiali sciolti o falde superficiali/intermedie, ma qualora il foro dovesse svuotarsi (perché il terreno naturalmente beve un po') è assicurato che i materiali sciolti franano.


Ieri Bombinhas, Santa Catarina, ne stavano facendo uno con una attrezzatura uguale a quella di questo video

http://www.youtube.com/watch?v=Ajfj41tt-EM

Non so qunti metri andavano giú, ma comunque piú di 30.

ArabaFenice
15-12-2013, 11.42.18
...strano che ci sia una conoscenza tanto superficiale dei terreni nella tua zona. Nessuno ha mai perforato o fatto sondaggi geognostici?
L'acqua a valle potrebbe davvero scivolare sulle argille superficiali.....Il tuo problema però è che sei a monte :(


No, io non sono a monte.
La falda c'è, è descritta nelle mappe idrogeologiche, solo che io mi trovo in una collinetta di circa 30 metri di altezza sul "piano di campagna" intesa come pianura. Quindi devo prima superare quei 30 metri, poi provare a passare lo strato di argilla e poi.... dovrei trovare qualcosa....


A livello progettuale, in teoria, 4" 3/4 per tubo da 4" ci sta con le misure, ma non ce la fai, è sicuro, ha ragione 90 c.


Dimmi una cosa che proprio non arrivo ad immaginare:
Inizio a trivellare, mettiamo arrivassi a 10,20 o 100 metri... quel che sia. Poi tiro su tutto, sono certo occorreranno almeno 2-3 giorni in totale. Chi mi assicura che il tubo di incamiciatura scenderà? Cioè dovrei spingerlo a mano? E se iniziasse a toccare le pareti del foro e iniziasse ad "incastrarsi"? Devo batterlo? (Intendo con una maglio di gomma od altro).
Questa francamente è l'unica parte del "progetto" che non riesco a prevedere.



Ah, una questione che non abbiamo mai sollevato: quando trivelli a rotazione senza tubi di camicia se ti fermi - per pranzo o per la notte - ricordati che il foro deve sempre rimanere pieno. Forse non sarà il tuo caso se non hai materiali sciolti o falde superficiali/intermedie, ma qualora il foro dovesse svuotarsi (perché il terreno naturalmente beve un po') è assicurato che i materiali sciolti franano.

Quindi foro sempre pieno d'acqua.
Riguardo il "ripassare" con punta da 6" lascio perdere? Rischio di far più danno che altro?

zecat 330
15-12-2013, 11.56.56
Ciao Araba Fenice ,è da tempo che seguo questa discussione è il progetto mi pare davvero interessante è penso che tentare no sia cosa sbagliata al di la dei risultati positivi o negativi .
Oltre ai consigli dati da gente più esperta di me ,io ti posso solo raccontare un fatto a me succeduto qualche anno fà .
Una mattina di luglio in cantiere dovevo eseguire 3 fori da 1,5 m diametro 35mm sotto un marcapiede per il passaggio di tubi .
Accendo il martello demolitore ,Il primo và abbastanza bene ma il secondo trovo argilla è non c'è stato verso di tirare in dietro la punta ,sembrava incollata :eek: ,tolgo il demolitore lego una fune sulla benna del mini ,niente da fare ,7500000 imprecazioni in un nanosecondo è mi arrendo scavo di fuori è libero la punta .
Questa argilla è veramente schifosa ,mi spiacerebbe per il tuo tridente rimanere sepolto .
Io non vogloi scoraggiarti anzi da me ricevi solo incoraggiamenti per portare avanti il tuo progetto .
Stammi bene e occhio vivo sempre .

SALUTI

ArabaFenice
15-12-2013, 12.18.58
Si, lo so... resterò sotto. Quel tricono non rivedrà più la luce, ne sono certo anch'io.
E se quel tricono non ritornerà su i miei sforzi falliranno perché è SALDATO alle aste, quindi non potrei neppure tirar su i tubi...

Eccovi alcune immagini dello scavo del primo pozzo. Si vede perfettamente l'argilla iniziare... quella argilla che nessuno sa quanto sia profonda!
La profondità raggiunta dallo scavo fu 10 metri, credetemi.... a sporgersi sullo scavo venivano le vertigini, faceva davvero impressione! Nella quarta immagine si nota da dove usciva acqua, vedete anche le tracce dello scolo.... poi però è finita, dopo un paio di giorni si è esaurita! Adesso da acqua d'inverno ma in piena estate nulla.

http://farm4.staticflickr.com/3699/11381222854_e240630b38_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/11381222854/)


http://farm3.staticflickr.com/2843/11381137566_26b7880703_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/11381137566/)

http://farm4.staticflickr.com/3799/11381194084_3e984d6108_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/11381194084/)

http://farm4.staticflickr.com/3710/11381118815_fe53ca1b8a_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/11381118815/)

http://farm6.staticflickr.com/5471/11381102745_8a52d35846_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/11381102745/)

http://farm3.staticflickr.com/2812/11381165735_9e6b58a070_c.jpg (http://www.flickr.com/photos/71014391@N03/11381165735/)

90 c
15-12-2013, 12.44.44
90 c sono io!!!!

Adesso ho poco tempo.
Inizia a leggere questo. Cerca il tuo distretto e vediamo se c'è falda.
http://www.artasicilia.eu/old_site/web/servizio_7_dra/site/3acque/Pianificazione/Nitrati/Allegati/Relazione_nitrati_art_10_Allegato_D.pdf

mefito
15-12-2013, 15.38.08
L'indagine geognostica è stata eseguita e di geologi ne sono stati consultati diversi.

Questo francamente lo trovo poco credibile,un geologo è un professionista che a fronte di prestazione professionale deve poi essere pagato,perchè avresti dovuto e voluto sentirne "diversi" ?:l:



Questa francamente è l'unica parte del "progetto" che non riesco a prevedere.

Altrettanto francamente,non mi pare che ci sia un'esperienza o competenza per poter "prevedere",fino a prova contraria siamo sempre nell'immaginario.


Questo sempre per impressione personale,senza conoscere nulla di più di quel poco che c'è in questa discussione.:)

ArabaFenice
15-12-2013, 16.17.37
Poco in questa discussione? AHAHAHAHAH.
E poco credibile significa che metti in dubbio le mie parole? E perché dovrei mentire?
Forse perché non capisci la ragione del mio spendere tanto per consultazioni e non voler spendere per una ditta che mi trivelli?

Forse ancora perché si porgono come te.... (adesso, dai, moderate!).

Di geologi ne sono stati consultati esattamente TRE.
I primi pagati, il terzo, ultimo, dott. Vito Ingrassia, non ha voluto nulla.

Posso essere libero di consultarne QUANTI NE VOGLIO?
Oppure sei stranito che spenda i miei soldi come ritenga sia meglio?
Dopotutto Mefito, anche quando si va dai medici, a volte, se ne consultano diversi...

mefito
15-12-2013, 16.34.57
Poco in questa discussione? AHAHAHAHAH.Di concreto sulla geologia della tua zona quasi nulla.
E poco credibile significa che metti in dubbio le mie parole?.Significa che è la mia personale sensazione,permettimi di avere un opinione personale.

E perché dovrei mentire?
Non mi sono neppure posto la domanda.

Dopotutto Mefito, anche quando si va dai medici, a volte, se ne consultano diversi...
I medici a cui ti riferisci,son quelli che trivellano pozzi con aghi da siringa?:)

ArabaFenice
15-12-2013, 16.44.37
I medici a cui ti riferisci,son quelli che trivellano pozzi con aghi da siringa?:)


Noto con piacere che non perdi la calma.... :333:

mefito
15-12-2013, 16.54.27
Noto con piacere che non perdi la calma.... :333:
Non ne ho motivo,ti ribadisco che mi esprimo per sensazioni da quel poco che leggo.
Non conosco le tue capacità e possibilità,non conosco la geologia della tua zona,non vado oltre l'affermazione "non vedo nulla di concreto in questa discussione",ma non significa che per questo posso o voglio affermare che sono certo tu non abbia possibilità.:)

ArabaFenice
15-12-2013, 20.11.36
Mefito, sono certo diventeremo grandi amici! :vabene:

ArabaFenice
25-12-2013, 11.52.05
Intanto buon e Santo Natale a tutti.....
A prestissimo con news!

pederz_
25-12-2013, 15.16.43
Intanto buon e Santo Natale a tutti.....
A prestissimo con news!

cerca poço semiartesiano no youtube, vedrai come si scavano pozzi , in brasile, fino a circa 50 metri con motori da due a 4 cv e torri che sembrano ridicole, ma funzionano.... logico se c'é pietra..... non van bene....

johann
10-11-2014, 21.17.39
curiosità ma alla fine come é andata a finire?

ArabaFenice
10-11-2014, 21.38.14
Stanno arrivando le foto.... non mie ma di un amico che, proprio in questi giorni, sta perforando con il MIO tricono. A breve aggiornamenti.

mario.sa
24-01-2015, 08.36.01
Era il Natale 2013Intanto buon e Santo Natale a tutti.....
A prestissimo con news!
siamo "saltati" a fine 2014 con l'affermazione:

Stanno arrivando le foto.... non mie ma di un amico che, proprio in questi giorni, sta perforando con il MIO tricono. A breve aggiornamenti.

Dipende tutto dal valore dato al " breve "... speriamo non passi un'altra annata e se ne riparli a fine 2015... comunque basta munirsi di santa pazienza e aspettare. Sono curioso di vedere il risultato. :)

Pin49
25-11-2015, 15.58.22
Salve a tutti!

Ho inserito il mio messaggio in un'altra pagina del forum ma, essendomi imbattuto in questa discussione, ho ritenuto che fosse più adatto iscrivermi qui. Di seguito, la mia richiesta.


Sono nuovo del forum e pertanto vi prego di scusarmi se, aggirandomi fra le tante pagine, commetterò qualche errore.
Entro in argomento. Pur non avendo esperienza specifica in materia, avrei l'intenzione di autocostruire una trivella per lo scavo, senza finalità di lucro, di pozzi d'acqua in Africa. Aggirandomi, in rete, tra i vari siti che trattano di perforatrici atte allo scopo, mi sono reso conto che i costi superano di molto le mie disponibilità economiche, anche considerando l'acquisto di un buon usato. I motivi degli alti costi risiedono, probabilmente, nel fatto che tali macchine sono concepite per operare in un largo campo di condizioni operative (condizioni climatiche) ed in terreni di varia natura (dalle rocce al terreno sciolto) e che quindi devono avere caratteristiche costruttive idonee. Nel mio caso mi troverei ad operare in zone dove le temperature esterne non sono soggette a grandi escursioni termiche (15°- 35° C) ed il terreno è di tipo alluvionale, senza strati rocciosi. Inoltre, la perforatrice dovrebbe essere ridotta all'essenziale considerando che la presenza di automatismi, elettronica e quant'altro aumenterebbe enormemente le possibilità di guasti che sarebbero difficili se non impossibili da riparare nelle zone dove dovrebbe operare la trivella.
Da notizie pervenutemi circa pozzi esistenti in zona, l'acqua dovrebbe trovarsi tra i 70 m ed i 90 m di profondità e quindi a mio parere non dovrebbe essere necessaria una macchina tanto potente per raggiungere quelle quote con un foro intorno ai 120- 130 mm di diametro. Un aspetto non secondario da considerare è quello della durata dello scavo. Nel mio caso il tempo impiegato ha un aspetto molto secondario dal momento che la cosa non ha scopo di lucro. Se invece di impiegare una settimana ne impiegassi tre, la cosa avrebbe una importanza molto relativa. L'importante sarebbe compiere l'opera! Quindi incontrando qualche strato un poco più duro di quello ipotizzato, cambiando eventualmente la punta, dovrei comunque raggiungere lo scopo. Ho preso visione di molti filmati su youtube, dove di trivelle "artigianali" se ne vedono di tutti i tipi e di vari gradi di complessità, e ciò mi ha indotto a considerare la possibilità dell'autocostruzione. Per tutte queste ragioni mi rivolgo a quanti in questo forum potrebbero darmi consigli tecnici sulla costruzione della trivella, suggerimenti sulla tecnica di scavo e su quant'altro ritenessero utile fornirmi in materia.

Un grazie a tutti!

mefito
26-11-2015, 08.40.14
Di seguito, la mia richiesta.


Pur non avendo esperienza specifica in materia, avrei l'intenzione di autocostruire una trivella per lo scavo, senza finalità di lucro, di pozzi d'acqua in Africa.
, mi sono reso conto che i costi superano di molto le mie disponibilità economiche, anche considerando l'acquisto di un buon usato.

il terreno è di tipo alluvionale, senza strati rocciosi. Inoltre, la perforatrice dovrebbe essere ridotta all'essenziale

.Ho preso visione di molti filmati su youtube, dove di trivelle "artigianali" se ne vedono di tutti i tipi e di vari gradi di complessità, e ciò mi ha indotto a considerare la possibilità dell'autocostruzione. Per tutte queste ragioni mi rivolgo a quanti in questo forum potrebbero darmi consigli tecnici sulla costruzione della trivella, suggerimenti sulla tecnica di scavo e su quant'altro ritenessero utile fornirmi in materia.

Un grazie a tutti!L'arte dell'arrangiarsi....è appunto un'arte....
Per potersi arrangiare si dovrebbe conoscere prima di tutto le necessità(tecniche in questo caso)ed avere un minimo di capacità di pianificazione e realizzazione.
Credi di avere i requisiti?
Se le finalità sono umanitarie,non dovrebbe essere difficile trovare un professionista del settore che faccia da consulente,indicando quali siano le necessità e possibilità.

Pin49
27-11-2015, 06.37.25
Grazie Mefito, per la risposta.
Mi scuso se nella mia presentazione ho omesso, per non appesantire troppo lo scritto, alcune informazioni che, a questo punto, devo dare per rendere più chiari i motivi della richiesta.
La mia dichiarata inesperienza è riferita al settore specifico delle trivellazioni. Penso di avere conoscenze sufficienti ad inquadrare e pianificare il problema (per la trivella l’ho fatto) avendo per oltre trenta anni lavorato in un ambito tecnico sia pure diverso, come sopra detto, da quello delle trivellazioni. Il problema è che, sempre con la finalità di arrangiarmi per risparmiare sui costi di costruzione, non ho l’esperienza pratica che mi consente, ad esempio, di montare da solo un circuito oleodinamico, di saldare manualmente una struttura metallica, di decidere se per una trivella sia meglio una soluzione invece di un’altra. E’ appunto per colmare queste lacune che, come tu dicevi, faccio appello agli eventuali esperti del settore viste le finalità assolutamente, lo ribadisco, prive di lucro.
Un saluto cordiale!

mefito
27-11-2015, 08.46.04
La mia dichiarata inesperienza è riferita al settore specifico delle trivellazioni. Penso di avere conoscenze sufficienti ad inquadrare e pianificare il problema (per la trivella l’ho fatto) avendo per oltre trenta anni lavorato in un ambito tecnico sia pure diverso, come sopra detto, da quello delle trivellazioni. Il problema è che, sempre con la finalità di arrangiarmi per risparmiare sui costi di costruzione, non ho l’esperienza pratica che mi consente, ad esempio, di montare da solo un circuito oleodinamico, di saldare manualmente una struttura metallica, di decidere se per una trivella sia meglio una soluzione invece di un’altra. E’ appunto per colmare queste lacune che, come tu dicevi, faccio appello
Perdonami,ma se non conosci nulla di trivelle,trivellazioni e tecnologie relative,cosa avrestii pianificato?

silvios
16-07-2017, 20.18.37
Saluti a tutti , mi chiedevo come è andata a finire con il pozzo in questione perchè anche io sto prendendo informazioni per farmelo da solo , novità ?

mefito
16-07-2017, 23.02.38
[QUOTE=silvios;756733].....perchè anche io sto prendendo informazioni per farmelo da solo ,/QUOTE]
A che profondità dovresti andare?
Quanta acqua al minuto/giorno ti servirebbe?

silvios
17-07-2017, 22.49.05
Non lo so con esattezza ma una ditta che ho interpellato per un preventivo mi dice che dalle carte che hanno loro dovrebbe essere
non oltre i 50 metri ma se non la trovano mi chiedono di contribuire con circa 3000 / 3500 euri che quindi butterei via , da qui l'idea di perforare da solo . Il quantitativo del prelievo dovrebbe essere pari al consumo medio di una famiglia con 6 persone ma questo conto non
l'ho ancora fatto . Ovviamente dovrei prevedere un serbatoio di accumulo e una autoclave per la pressione nel caso ci sia poca acqua come mi hanno detto ma forse anche no , insomma ho capito che per essere sicuro devo trivellare e vedere cosa succede , la peggiore delle situazioni .

silvios
23-07-2017, 21.42.54
Quindi nessuna novità = nessun pozzo perforato , non sappiamo neanche se ci ha provato e come è andata , le difficoltà ecc, ecc e come e quando , peccato che sia finita così , tante parole e buoni/ottimi consigli per niente . Io mi sono messo in contatto con un perforatore non professionista che si diletta con il geotermico e quindi sta imparando a perforare con tutte le difficoltà del caso .
Fra qualche mese proveremo a trivellare nella zona in cui pensiamo si trovi acqua . Dopo aver parlato a lungo con lui e aver visto la sua attrezzatura
( rigorosamente usata tranne i triconi ) non sono più così sicuro di trivellare da solo , anzi non lo sono affatto . Dalle mie parti trovi roccia facilmente e lì sono azz . Se interessa vi terrò aggiornati

Pin49
24-07-2017, 03.34.17
Salve!
Dopo lungo silenzio intervengo nella discussione pensando di poter essere in qualche modo utile, a te silvios, per quanto attinente le difficoltà nel realizzare la trivella. La mia situazione è certo diversa dalla tua per cui le soluzioni da me adottate nel realizzare la trivella, perchè l'ho realizzata sia pure tra innumerevoli difficoltà, potrebbero non essere necessarie nel tuo caso. Tecnicamente la trivella è costruita, funziona ma non ha la possibilità, per vari motivi, di essere provata sul campo prima della sua spedizione in Africa.
Sono ancora indaffarato per mettere a punto i dettagli per la sua spedizione e pertanto non ho il tempo per fare un rapporto relativo alla sua costruzione.
Tuttavia, in attesa di tale rapporto che invierò al forum per un'eventuale pubblicazione, se hai domande specifiche sull'argomento, potremmo sentirci in privato se il forum lo consente, scambiandoci le e-mail.

mario.sa
24-07-2017, 08.16.27
se clicchi sul nicname di silvios ti appare "invia un messaggio privato"
e li potrete scambiarvi notizie... se non sono strettamente private, meglio se le scambiate direttamente sul Forum in maniera da permettere a tutti di dare un contributo.:):)

silvios
25-07-2017, 15.49.37
Sì sono d'accordo , è più interessante per tutti se le informazioni
vengono scambiate sul forum a disposizione di tutti , altrimenti a cosa serve ? :vabene:

mefito
25-07-2017, 16.52.51
Tecnicamente la trivella è costruita, funziona ma non ha la possibilità, per vari motivi, di essere provata sul campo prima della sua spedizione in Africa.

????
Come fate ad essere certi che sia funzionante al 100% ?
Chi la utilizzerà?