Visualizza versione completa : come trovare l'acqua


Pagine : [1] 2

malko
29-06-2005, 21.25.36
Ciao a tutti volevo vedere se ce qualcuno che mi darebbe una dritta,allora ho un terreno in collina con terrazzamenti volevoin qualche maniera trovare una vena d'acqua per poter fare un pozzo(il terreno si trova abbastanza lontano da strade e case)come si fa? c'e' qualche mezzo che so un rabdomante , qualche strumento o qualsiasi altra cosa,che ne dite senza dover fare bucchi di qua e di la a casaccio

Az. Agr. La Capannaccia
29-06-2005, 22.00.43
Rivolgiti ad una ditta specializzata e miraccomando nel contratto pagamento solo a risultato ottenuto!

Noi abbiamo fatto così (ormai nel lontano 1972)

boccia7
29-06-2005, 22.17.42
con una bella trivella fai un pozzo di 170 mt beh fino quando non trovi l'argilla

johndin
30-06-2005, 08.27.29
Sì rivolgiti alla ditta di trivellazioni.
Oppure se sei all'antica al rabdomante del paese se c'è:D una bella minestra e hai fatto l'analisi geologica.

555-M
30-06-2005, 08.40.20
io però so di gente che coi pozzi artesiani ha scavato a grandi profondità spendedo tanti soldi ma di acqua niente

Andrea82
30-06-2005, 10.01.34
Io un po di tempo fa avevo visto cercare l'acqua con un bastoncino verde ripiegato a forma di U tra le mani; quando si è vicino all'acqua il bastone tende a tirare verso il basso. Occhio però: non sempre funziona!!!!

giovanni1958
30-06-2005, 10.26.27
il passaggio dell'acqua crea un campo magnetico,credo con gli strumenti adeguati si riesca a capire +o- la profondità,chiarmente se c'è,secondo me il problema è un'altro ,ed è sapere la portata e la profondità della vena:l:
e se come dice luca riesci a stipulare un contratto ,con un max di profondità, dovresti essere a posto.
chi se ne intende ,riconosce il punto a secondo della vegetazione o dalle depressioni della collina.
morale della favola,affidati ad una ditta,e fatti strappare un contratto:vabene:
nel frattempo se qualcuno si degna di mandarmi un preventivo,ti dico cosa costa un impianto pescante,(pompa e alimentazione)
ciao e suerte :)

555-M
30-06-2005, 10.29.59
Andrea82 ci prendi per il c**o? :D

quello è per l'appunto il rabdomante di cui parla anche malko.... e non ha nessun fondamento scientifico (ovviamente)
Insomma ha la stessa attendibilità del mago che ti predice il futuro con le carte!! ;)

Se si vuole avere una idea delle probabilità (ma mai certezza) di trovare l'acqua si chiama un geologo... e forse lui una risposta ragionata te la da.
Ma il bastoncino piegato non serve a nulla

giovanni1958
30-06-2005, 10.31.41
ora che ci penso tempo fà un parente di mio fratello,ci fece sdraiare in terra dalle risate(dopo che se ne andò),perchè prese una gruccia di quelle di ferro la ruppe ,fece due bacchettine e tenedole vicine camminavain sù e giù,affermando che vibravano,io provai nello stesso punto,ma per me l'unica cova che vibrava,era il vino che aveva bevuto:333::333:

Andrea82
30-06-2005, 10.36.31
Io non volevo prendere per il culo nessuno!!!!

Ho semplicemente riportato quello che ho visto, quello che lo faceva ha detto che qualche volta ha funzionato, ma sicuramente è stata una botta di fortuna.
Lo so per certo che non ha nessun fondamento scientifico.

giovanni1958
30-06-2005, 10.40.35
in effetti quello che dice andrea,è un usanza comune dei raddomanti o rabdomanti ,ma io sapevo che usavano legnetti di particolare spece e secchi,ma dubito che funzionasse a certe profondità,forse a pochi metri:333:

Andrea82
30-06-2005, 10.58.13
Ho sentito dire di tanti altri "giochini" da fare con bacchette e legnetti, ogni rabdomante ha il suo.

Secondo me come prima cosa conviente osservare la vegetazione e l'umidità del terreno quando lo si lavora

555-M
30-06-2005, 11.50.06
Andrea82 scusami forse mi sono espresso male... ma siccome questa storia del rabdomante con lo stelo di salice è vecchissima e tu ne avevi parlato come di una cosa mai vista pensavo stessi scherzando... ma non volevo offenderti eh!

Andrea82
30-06-2005, 11.59.05
Andrea82 scusami forse mi sono espresso male... ma siccome questa storia del rabdomante con lo stelo di salice è vecchissima e tu ne avevi parlato come di una cosa mai vista pensavo stessi scherzando... ma non volevo offenderti eh!
Non ti preoccupare non mi sono offeso.
Ho riportato questa cosa perchè ne avevo sempre sentito parlare ma non lo avevo mai visto fare prima.

Bongo
30-06-2005, 13.15.03
Probabilmente molti di voi non credono nel sistema della bacchettina di legno, ma per quanto riguarda il mio caso ha funzionato ed anche bene.
Comunque la bacchettina che và presa tra le mani è di olmina (così la chiamano da noi, ma non sò come si chiama in italiano, è comunque simile all'olmo) và utilizzata verde e non tutte le persone sentono l'acqua.
Comunque quando passi sulla vena d'acqua si piega all'ingiù e in base all'angolazione si vede la profondità.
Io avevo provato, quando è venuto un tipo del mio paese a trovare l'acqua per il mio pozzo, ed effettivamente anche se non ci crederete la bacchetta si piegava all'ingiù.
Comunque il pozzo ce l'ho tuttora e la profondità è di 9m come aveva detto il tipo
Ciao

Az. Agr. La Capannaccia
30-06-2005, 13.34.13
A detta di mio padre (geologo) fatti avvenuti nel 1972 (sono nato nel 1978...non posso testimoniare direttamente):
Venuta ditta apposita con rabdomante. Fatto il giro della proprietà, Arrivato nel punto più impensato e sentenziato:

a 15m troverete una piccola vena, lasciate correre: a 54 troverete una vena con una portata di circa 50l/min.
Così è stato...anzi la vena porta 54l/min.

Sta a voi credere o meno. So anche di gente vicina che ha scavato fino a oltre 100m senza trovare niente (non so se con o senza rabdomante!!!)

86
30-06-2005, 13.55.46
allora,
io non credo a tutto ciò che non è scentificamente dimostrabile, ma cari miei nel caso dei rabdomanti mi devo ricredere.
nel mio paese chi deve fare un pozzo, oltre che a guardare la vegetazione, la morfologia del terreno e la composizione dello stesso, si affida al rabdomante del paese che puntualmente con un pollone (no succhione ) di olivo opportunamente defogliato scorrazza per l'appezzamento di terra per capire dove iniziare lo scavo.
a casa dei miei abbiamo fatto 2 pozzi circa 20 anni fa, e vi garantisco che il ramoscello di olivo si abbassava come se fosse influenzato da un campo magnetico, i pozzi chiaramente sono stati fatti esattamente dove il rabdomante aveva indicato.
strano ma vero, sarà stato anche un caso, ma dove questo anziano contadino indica c'è sempre acqua.
o forse è una zona ricca di sorgenti ?

555-M
30-06-2005, 15.20.11
Io come dice 86 credo solo alle cose con fondamento scientifico.

E a tal proposito chiedo proprio a 86: da quando in qua il legno interagisce coi campi magnetici?
Forse se lo avviciniamo a un grosso magnete oppure ad un filo percorso da corrente o a un telefonino il legno si muove????
Certo che poi ogni tanto ci prendano può essere... come può essere che il fondamento scientifico ci sia... ma francamente non capisco quale... e penso che il rabdomante sia ne più ne meno del mago che prevede il futuro.

giovanni1958
30-06-2005, 16.40.45
a meno che il flusso di campo magnetico ,creato dallo scorrere dell'acqua sia opposto alla carica del nostro corpo,potrebbe essere che il legnetto verde(piedo di liquidi e quindi conducente)venga attratto dalla maggiore carica del campo magnetico,che dite vi ho convinto:333::333::333::333:
mi dispiace per luca,che tra l'altro mi sei simpatico,ma dubito che il tipo abbia indovinato addirittura i metri,forse nemmeno con con uno srumento,o forse con uno strumento che passa gli strati del terreno,identificando lo strato argilloso:l:

Az. Agr. La Capannaccia
30-06-2005, 20.20.59
Vi ripeto, non potevo essere presente presente.
Per il rabdomante mi sa che o ci credi o non ci credi.

Vi posso dire che questa persona era regolarmente stipendiata dalla ditta (per chi interessa esiste ancora e posso inviare il nome. Il recapito non l'ho più) e collaborava anche con la pozilia nella ricerca di persone scomparse.

Per il fondamento scientifico avete ragione, almeno apparentemente non c'è. Guardo di informarmi...

Non per criticare gli scettici ne per volerli convincere...
www.rabdomanzia.it

Cercherò vere e proprie spiegazioni scientifiche!

giovanni1958
30-06-2005, 21.34.48
ho cercato anche io sul web ed ho letto di qualcuno veramente convinto,ma ho anche letto di test su campo,hanno interrato tubi in cui passava acqua,ed hanno chiesto al rabdomante di mettere delle bandierine ,lungo il percorso delle tubazioni,risultato che dopo averle messe hanno bendato il tipo e le hanno fatte rimettere,risultato nessuno le ha rimesse nello stesso posto,e addirittura qualcuno si è inventato storie per non eseguire il test.
poi può anche darsi che qualcuno abbia doti paranormali,ma la maggior parte dei casi vanno a occhio +o-
anche perchè se ci fosse un fondamento scentifico si saprebbe

p.s. l'ho visitato anche io quel sito,il tipo pare proprio convinto

bibo
30-06-2005, 23.32.38
ma dico !!! c'e ancora gente che si beve queste storie? una vena d'acqua non passa in pochi centimetri ma può essere larga anche chilometri passando a varie profondità ! l'unico rabdomante che funziona è ancora sicuramente chi pianta pozzi , che a forza di farlo conosce il sottosuolo molto meglio di molti ciarlatani che vi passeggiano sopra con un legno in mano . Chi pianta pompe ( da me li chiamano così) vi sa dire con sicurezza se in quella zona passano delle vene d'acqua perchè l'ha perforata sia a monte che a valle ( è il suo lavoro ! ). L'aiuto di un geologo è certamente utile ma la maggior parte delle volte si limita a dare una occhiata in giro, e se nelle vicinanze vede altri pozzi artesiani vi dirà che sotto terra c'è sicuramente acqua . Fare una perizia geologica accurata significa perforare il terreno fino in profondità ma a quel punto il gioco è già bello e fatto.

Benny69
01-07-2005, 01.25.10
Secondo me è impossibile che esistano persone in grado di sentire l'acqua.....:444:

Filippo B
01-07-2005, 01.32.01
Per chi dice che crede solo alla Scienza: fate bene, ma ci son alcune eccezioni. L'unico effetto della luna riconosciuto dalla scienza è quello sulle maree per via dell'attrazione lunare, ma vorrei invitare qualche scienziato a seminare lattuga (anche se le sementi attuali non ne risentono piu) con la fase lunare sbagliata. Questo era solo un esempio, ce ne sono molti altri, alcuni legati anche alla Medicina. In quanto all'acqua... anche io suggerirei di rivolgersi a ditte apposite, evitate i ciarlatani che magari lo fanno solo per "estorcere" un paio di salami o un fiasco di vino, ma direi che non è il caso di escludere che ci sia chi è in grado di trovare l'acqua con metodi "empirici", tanto piu che uno di questi metodi lo conosco pure io (non lo sto qui a spiegare perche servirebbe solo a creare ulteriori dubbi) e pare che funzioni. Che poi siano solo coincidenze....vabbe'.

OM 58
01-07-2005, 02.01.24
Beh anche io ho avuto un'esperienza con un rabdomante che una decina d'anni fà indicò i punti in cui secondo lui v'erano falde idriche. Ebbene l'anno scorso abbiamo fatto scavare un'altro pozzo proprio in quel punto (a distanza di dieci anni).

Naturalmente mio padre non aveva detto niente alla ditta (per non farsi prendere per il chiulo).
Alla profondità di 80 m è stata trovata abbondante acqua (4l/sec) poichè proprio li si crea una polla (incontro tra più venature).
Chissà!!!!!!!!!:l:

86
01-07-2005, 08.43.55
555, sò benissimo che un bastoncino di legno non interagisce con i campi magnetici, ho fatto solo quell'esempio per rendere l'idea di che cosa avveniva.

comunque, incomprensioni a parte, l'argomento rabdomante mi fa riflettere un pò

M.Viso
01-07-2005, 10.00.04
Alcuni anni fa, un agricoltore chiamò un rabdomante per verificare la presenza di acqua sotto il suo appezzamento. Il rapdomante scandagliò il terreno e gli indico il punto esatto da piantare il tubo e gli disse pure i metri di profondità. L'agricoltore per motivi di passaggio fece piantare il tubo circa 5 metri più spostato dal punto segnato dal rabdomante. Morale al doppio della profondità indicata non trovò niente. Richiamò il rabdomante e lui ripassando il terreno gli disse che lui sicuramente non gli aveva indicato quel posto.
Morale pianto il tubo nel punto esatto indicatogli e metro + metro - trovò l'acqua come indicatogli.
Coincidenza? Ognuno è libero di credere cosa vuole, ma a volte qualcuno ci azzecca

555-M
01-07-2005, 10.27.49
mah.... non so che dire... come dicevo prima... quello che non ha fondamento scientifico a me non convince... ma tutti questi episodi fanno comunque insinuare il dubbio...

Alle
01-07-2005, 11.52.23
Mio cugino ha appena trivellato un pozzo e ha trovato l'acqua senza rabdomante

411 R
04-07-2005, 12.55.20
Ciao a tutti,
Io vi posso dire che sono sempre stato abbastanza scettico :no:sul discorso rabdomanti ma ultimamente mi sono di molto ricreduto vedendone uno non professionista all'opera.
Si tratta di mio suocero che, nonostante sia muratore e allevatore a tempo perso, e quindi al di fuori completamente del campo anni fa vedendo uno del mestiere "trovare l'acqua" ha voluto provare. In effetti sulle sorgenti di acqua forti il fuscello di salice verde che tiene fra le mani si piega e si torce sino nei punti con forte afflusso a rompersi. L'ho visto con i miei occhi solo qualche mese fa farlo per scherzo nel mio giardino. Lui non sparge la voce e prova solo ogni tanto per gioco perche è molto faticoso e adesso avanzando con l'eta si stanca ancora di più. Pensate che in una giornata nuvolosa di aprile in cinque minuti di prova ha bagnato completamente la camicia e poi si è dovuto sedere tutto rosso in viso con il fiatone :eek:.
Ha provato per lui e ha fatto fare 2 pozzi con successo ma non è in grado di determinare a che profondita sia l'acqua ne di capire se si tratta di falde superficiali o di profondita.
Resta il fatto che qualcosa sente oppure vuol dire che ha il termostato incorporato e dei motori nelle mani che fanno ruotare il ramo.

A ognuno le sue considerazione e comunque sempre occhio ai banfoni :cool: che pavoneggiano il proprio dono.

Ciao

jd6520se
04-07-2005, 14.05.09
dalle mie parti l' acqua la cercano alcune persone con un bastoncino di legno a forma di u .
io ho due pozzi , uno d due e l' altro di quattro litri al secondo , segnalati da queste persone .
qua' ci azzeccano molto spesso, ma nn tutti c credono.

paolone
10-07-2005, 12.20.38
Correva l'anno 1983 e mio padre, a seguito della siccita dell'anno precedente, in primavera decise di perforare in un appezzamento dove tutti dicevano che non c'era acqua. Ma a noi serviva proprio lì. Viene convocato il rabdomante del paese. Il soggetto, in pompa magna, si arma di attrezzatura ed inizia a "scandagliare" il suolo. Ci chiede di allontanarci per non influenzare i campi magnetici, e noi, i deficienti che pendono dalle sue labbra, eseguiamo. Dopo un po' ci convoca: EUREKA! l'acqua c'è! bisogna perforare. Ma c'è un problema: il punto è proprio al centro del cancello che dà accesso all'ovile (per fortuna dismesso). Mio padre dà l'OK, ma chiede se è possibile spostarsi di qualche metro. Il tizio, con piglio di chi sa il fatto suo, agita il dito indice nell'aria, si pianta al centro del cancello e ci dice:"Se volete l'acqua dovete bucare quì!". E sia. Arriva la sonda, buttiamo giù il cancello ed un pezzo di muro ed iniziamo a perforare. A 30 m masso! ma acqua niente. Il "pozzaiolo" inizia ed assere scettico, ma noi confidiamo. Si avanza 1,5m al giorno. Gli elettrodi castorin (non so come si scrive) per riportare la suola si sprecano, ma alla fine il masso termina. Si procede spediti fino agli 80m e di acqua nemmeno a parlarne. Di nuovo masso. Il tipo che manovra la sonda ci guarda con aria interrogativa. Ci arrendiamo. Chiuso tutto il padrone della sonda ci chiede se abbiamo qualche altro appezzamento nei dintorni e ci chiede di dargli un'occhiata. Si guarda un po' in giro e decide: il confinante di ponente ha un pozzo, il confinante di levante ha un pozzo, noi ci ficchiamo in mezzo!.
Morale della favola 30m 25l/sec! ed al nostro amico rabdomante calcioni nel culo!:333: :333: :333:

DavideMI
12-07-2005, 13.21.27
omissis....
Lui non sparge la voce e prova solo ogni tanto per gioco perche è molto faticoso e adesso avanzando con l'eta si stanca ancora di più. Pensate che in una giornata nuvolosa di aprile in cinque minuti di prova ha bagnato completamente la camicia e poi si è dovuto sedere tutto rosso in viso con il fiatone :eek:.

:confused: Ma che cosa usa tuo suocero???? Un salice intero????:222:

Gera-Brianza
14-07-2005, 14.34.21
Rabdomanti a parte, ma quanto costa trivellare un pozzo? C'è un prezzo al m? Varia in fx del diametro? dettagli!?!?!?

Gera:111:

Marco73
14-07-2005, 19.18.28
nel novanta quando ci si è tappatio il pozzo, abbiamo dovuto rifare completamente il pozzo perchè quello vecchio era troppo vicino alla casa.
Dopo aver presentato il progetto in comune e chiesto l'autorizzazione al genio civile abbiamo fatto scavare secondo la direzione ipotetica " pozzo vecchio-pozzi dei vicini" di fare una perizia del geologo non avevamo i soldi perchè due mesi prima la grandine ci aveva distrutto complettamente la serra ferro-vetro. Per fortuna acqua a volonta. Per il prezzo mi pare 100.000£/metro(1991).
per quanto riguarda i radmanti che vadano ad affogarsi in qualche pozzanghera!!!!

DavideMI
18-07-2005, 10.09.44
Rabdomanti a parte, ma quanto costa trivellare un pozzo? C'è un prezzo al m? Varia in fx del diametro? dettagli!?!?!?

Gera:111:

Dalle nostre parti (io sto a circa 7 km da Vaprio d'Adda) mi hanno parlato di circa 100 euro per ogni metro di profondità per la realizzazione di un pozzo per uso domestico del quale non ti so specificare nè il diametro nè la capacità....

DavideMI
18-07-2005, 10.44.03
cmq se vuoi sapere qualcosa di più preciso basta fare un giro di telefonate....

RONCHI srl
20093 Cologno Monzese (MI) - 5/7, v. Goldoni
tel: 02 2542076
fax: 02 2549690
email: angelo.ronchi@fastwebnet.it

Geo - Graph (S.N.C.)
20090 Segrate (MI) - 9, VIA TURATI FILIPPO
tel: 02 26922924

CISANA ELIO
24030 Brembate Di Sopra (BG) - 53/55, v. Lesina
tel: 035 332001, 035 332276 - fax: 035 333037

SO.GE.TEC. srl
24030 Villa D'adda (BG) - 3/a, v. Chioso
tel: 035 784850, 035 784851, 035 784852 - fax: 035 784852

Idroambiente Srl
24066 Pedrengo (BG) - 20/B, VIA GIORGIO LA PIRA
fax: 035 662349

Scudellari Alfredo Meccanica Perforazione Pozzi
26042 Cingia De' Botti (CR) - 1, VIA CIRCONVALLAZIONE
tel: 0375 96187

GIANCARLO
21-07-2005, 20.48.07
Ciao - Dove vivo io , non vi sono molte sorgenti dove attingere acqua , vi è solo un ruscello che scorre quando piove ( e quindi quando non ti serve acqua ) . Da qualche anno a questa parte , con la scusa del passatempo ( visto i costi della verdura) , sono diventati tutti contadini , ed anno acquistato piccoli appezzamenti di terreno . Siccome l'acqua potabile , oltre che vietata per l'uso agricolo è un costo non indifferente , moltissimi si sono attrezzati con pozzi .
Il mitico rabdomante ( da non confondere con il mago delle carte , come da allusione di qualcuno ) , che opera quì in zona , visto e commentato con i proprietari stessi , non ha cannato nemmeno una volta , e sulle portate e profondità , sono differenze di lieve importanza .
In un terreno , sosteneva il non esserci acqua in sottosuolo . Il proprietario , chiamato geologi ed esperti perchè incredulo , spese qualche soldino , x avere la stessa risposta .
Possibile che sia solo fortuna ???:no:

Ciao - Giancarlo

Andrea82
23-07-2005, 14.30.42
Mi sembra di ricordare che 7 - 8 anni fa quando abbiamo fatto il pozzo il prezzo fosse di poco superiore alle 100000 lire al metro, compreso il coperchio (diametro della trivellazione 120 cm, diametro tubo interno da 100 cm). La ditta però ci aveva detto che il prezzo dipende molto anche dallo spessore dei tubi in cemento; quelli che ci hanno messo sono belli spessi. Parecchie ditte per fare un prezzo concorrenziale forniscono dei tubi che sembrano di carta pesta. La trivellazione da 80 cm aveva un prezzo di poco inferiore.

malko
27-07-2005, 17.18.13
tanto mi scuso per aver lanciato l'argomento e poi non avervi partecipato ma per un insieme di varie rogne non ho potuto mettermi neanche un minuto al pc da diverso tempo , spero di recuperare tutto,(devo ancora leggere tutto)

GIANCARLO
28-07-2005, 20.41.50
Forse io sono caratterialmente un pò conservatore , e quindi mi lascio trascinare dalle storie raccontate dai nostri vecchi , che comunque tutti nati-cresciuti e fatto vita di campagna sino alla scomparsa .
Fatta questa premessa , la " Luna " influisce in moltissimi eventi , sia per flora che x fauna .
Di sicuro non è il fattore + o meno luce , ma di magnetismo .
Il vino di cantina , non pastorizzato e non trattato , per l'imbottigliamento , è quasi una Legge , seguire la luna .
Addirittura è stato provato , che tagliando i capelli nei diversi periodi di luna ( nuova o vecchia ) la crescita è + veloce o meno . Anche la nascita dei bimbi , alcuni medici o ostetrici , fanno previsioni , secondo la luna .
Non prendetemi per il c.lo ma è così .

Ciao - Giancarlo

Alle
29-07-2005, 08.26.32
Addirittura è stato provato , che tagliando i capelli nei diversi periodi di luna ( nuova o vecchia ) la crescita è + veloce o meno .Non prendetemi per il c.lo ma è così .

Ciao - Giancarlo
Bhè io la prova del taglio dei capelli l'ho fatta per un anno consecutivo e ti devo dire che non cambia niente l'unica cosa che abbiamo notato io e il barbiere che in estate crescono più velocemente che in inverno

GIANCARLO
29-07-2005, 08.58.52
io la prova non la ho fatta , xchè tagliando i capelli 1 volta l'anno , la prova sarebbe troppo lunga .

DavideMI
29-07-2005, 09.43.28
concordo con giancarlo per i motivi sopra elencati tra i quali la nascita dei bimbi (statisticamente provato) e per l'imbottigliamento dei vini, ai quali vorrei aggiungere un fenomeno evidentissimo.... le maree:vabene: ( e qui penso nessuno abbia da dire qualcosa per negarle).

Per quanto concerne le semine parrebbe (ma non ci sono ancora sperimentazioni attendibili) che l'effetto della luna sull'acqua sotterranea faccia alzare e abbassare il livello di falda favorendo così l'attecchimento delle barbatelle o il germogliamento dei semi quando questa viene alzata.

DANIELEPR77
03-03-2006, 18.21.49
io abito in prov di parma e nel 2003 ho avuto la concessione per perforare un pozzo x irrigare x una portata di 2500 lit/min diam del tubo 323mm

ho contattato un geologo per le pratiche burocratiche e le varie stratigrafie e una ditta fidata che conosce la zona ( cosa secondo piu' importante ) e ha eseguito numerose perforazioni e ho iniziato i lavori.

il pozzo veniva eseguito con il metodo della percussione e tubo di ferro in quanto garantisce una durata molto lunga e la profondita' presunta era di 110 mt con il ritovamento di 3 vene d'acqua per soddisfare la portata concessa.

alla prof di 23 mt e' stata trovata una prima vena come presunto
arrivati ad una prof di 63 mt e' successo l'imprevedibile.
e' stata trovata una sacca di gas naturale che esplodendo ( per fortuna senza fiamme e senza che nessuno si facesse male ma e' stato un vero miracolo ) ha fatto crollare il pozzo intasando i tubi gia' inseriti nel terreno.

dopo questo inconveniente visto che anche la sonda perforatrice e' rimasta sepolta e non si poteva piu' muovere abbiamo dovuto cementare il pozzo ( ci e' stato imposto dai vvff in quanto usciva ancora gas ) con ben 51 ql di cemento.

abbiamo speso 11000 € e ho un bel palo di cemento profondo 63 mt in mezzo ai campi!!!!!!!!!!!!!!!!

qualcuno aveva gia sentito cose simili??
conoscete ditte che perforano anche in presenza di gas magari usando trivelle e fanghi pesanti????

grazie

brentford
09-05-2006, 16.23.23
A me perforare il pozzo costera' (tra una quindicina di giorni) 110 eurozzi al m.
Per quanto riguarda il posto dove farlo, io avevo pensato nel cortile della cascina. Io (sono un scettico) non ho nessuna intenzione di chiamare un rabdomante, ma tutti quanti a partire dal geo che ha presentato la domanda in comune mi hanno detto: ma sei pazzo? Per 50 euro!
Pare che uno del posto chieda solo quello....
Boh? Anche li' pare che questo tizio vanti solo successi, solo che nel 2006 affidarsi ai rabdomanti mi fa ridere, ma comunque sono costi da migliaia di euro a perforare e poi se non si trova nulla?


Rabdomanti a parte, ma quanto costa trivellare un pozzo? C'è un prezzo al m? Varia in fx del diametro? dettagli!?!?!?

Gera:111:

OM 58
12-05-2006, 15.19.35
Noi l'abbiamo fatto due anni fa di 77 metri tubazione in acciaio da 5 mm pompa sommersa da 4 cavalli con annessi elementi giranti (ad oggi cambiata altre due volte a causa di guasto e furto brutti bastardi che nn sono altro) 60 m di tubo in plastica da 5o mm, corda (sempre 60 m)e filo elettrico di circa 100 m, 10000 euro tondi, tondi, a dimenticavo 10-12 camion di breccia, in quanto tirando fuori la sabbia blu insieme all'acqua, dal foro di trivellazione, che è più grande della camiciatura in acciaio, si butta la breccia e naturalmente più tira sabbia e più si richiama breccia nel fondo, finquando nn si assesta il fondo e tale breccia filtrando al sabbia consentirà di tirar fuori acqua più o meno pulita.

brentford
12-05-2006, 16.45.13
Scusa se te lo chiedo, ma tu hai consultato un rabdomante?:p :p
Io devo decidermi, ma non so che fare...
Tutti mi dicono, non devi perforare a muzzo, ma io mi sento preso per i fondelli...:l: :l:


Noi l'abbiamo fatto due anni fa di 77 metri tubazione in acciaio da 5 mm pompa sommersa da 4 cavalli con annessi elementi giranti (ad oggi cambiata altre due volte a causa di guasto e furto brutti bastardi che nn sono altro) 60 m di tubo in plastica da 5o mm, corda (sempre 60 m)e filo elettrico di circa 100 m, 10000 euro tondi, tondi, a dimenticavo 10-12 camion di breccia, in quanto tirando fuori la sabbia blu insieme all'acqua, dal foro di trivellazione, che è più grande della camiciatura in acciaio, si butta la breccia e naturalmente più tira sabbia e più si richiama breccia nel fondo, finquando nn si assesta il fondo e tale breccia filtrando al sabbia consentirà di tirar fuori acqua più o meno pulita.

OM 58
22-05-2006, 21.12.06
Scusa se te lo chiedo, ma tu hai consultato un rabdomante?:p :p
Io devo decidermi, ma non so che fare...
Tutti mi dicono, non devi perforare a muzzo, ma io mi sento preso per i fondelli...:l: :l:
Scusa se ti rispondo ora, in relatà si ho scritto l'esperienza in uno dei primi messaggi e vedi la portata

brentford
23-05-2006, 09.33.26
Be' io alla fine ho resistito e il rabdomante non l'ho chiamato (neanche il geologo).
Ho perforato la settimana scorsa: a 33 m circa 8 litri/s (a detta del perforatore).
Meglio di cosi'!!!!


Scusa se ti rispondo ora, in relatà si ho scritto l'esperienza in uno dei primi messaggi e vedi la portata

OM 58
24-05-2006, 20.27.19
Be' io alla fine ho resistito e il rabdomante non l'ho chiamato (neanche il geologo).
Ho perforato la settimana scorsa: a 33 m circa 8 litri/s (a detta del perforatore).
Meglio di cosi'!!!!
Sono felice per te, ma sai, da noi le falde vanno sempre più giù in un processo inarrestabile che rasenta la desertificazione, tu di che zona sei?

brentford
25-05-2006, 09.47.45
Sono del piemonte, zona pedemonatana. Fortunatamente da noi la situazione non e' drammatica, anche se effettivamente un certo abbassamento della flda c'e' stato. E' chiaro che in Puglia le precipitazioni sono molto piu' scarse, tuttavia da noi negli ultimi anni si sono avuti inverni sempre piu' secchi e primavere con pocchissime piogge. Quest'anno ad aprile ZERO, per fortuna e' venuto giu' qualcosa a maggio. Per esempio non s'era mai visto che pozzi a piccola profondita' (15 m, di quelli romani per intenderci) fossero asciutti d'inverno. Ultimamente accade sempre piu' spesso.



Sono felice per te, ma sai, da noi le falde vanno sempre più giù in un processo inarrestabile che rasenta la desertificazione, tu di che zona sei?

brentford
25-05-2006, 10.13.43
Sulla nascita dei bimbi e' stato statisticamente provato che la luna non influisce minimamente (vedi l'analisi del Cicap) www.cicap.org (http://www.cicap.org) :111: :111: :111:
[QUOTE=DavideMI]concordo con giancarlo per i motivi sopra elencati tra i quali la nascita dei bimbi (statisticamente provato) e per l'imbottigliamento dei vini, ai quali vorrei aggiungere un fenomeno evidentissimo.... le maree:vabene: ( e qui penso nessuno abbia da dire qualcosa per negarle).

farmaluca
25-05-2006, 10.36.52
Le maree non sono un fenomeno ma l'effetto di una legge fondamentale della fisica che e' la legge di Newton: due corpi si attraggono con una forza che e' direttamente proporzionale alla loro massa (piu' sono grandi e con piu' forza si attraggono)e inversamente proporzionale alla distanza tra di loro(piu' sono vicini e' piu' si attraggono).Quando la Luna lel suo moto di rotazione intorno alla Terra si trova piu' vicino alla Terra stessa, esercita su questa una forza di attrazione maggiore.I solidi non riescono a spostarsi ma i fluidi sì,e si ha un leggero innalzamento del mare,e anche in minor misura dei laghi.
Questa e' la marea che non ha niente a che vedere con le dicerie della tradizione popolare(rispettabilissima).
Saluti
Luca

sng
06-11-2006, 19.26.49
buonasera a tutti, comunque non e' un caso quello dell' indovino che trova l' acqua sotterranea , con il legno giusto cioe' sensibile all' umidita' ti si piega, ma ti sente soltanto acqua superficiale 5-6 m. su di un terreno abbastanza sciolto e sabbioso, l' acqua la trovi dove lo strato di argilla e' piu' profondo, ma e' sempre un incognita quanta ne viene, senti piu' o meno la direzione sul terreno ma non sai esattamente quanta ce ne e'...

X DanielePR77 anche nella mia zone a tarquinia (vt) a 3km dal mare hanno trovato mentre perforavano con la sonda una sacca di gas a 25metri circa ed anche li' hanno dovuto chiudere con prodotto sigillante apposito e cemento... il gas usciva dal terreno a getto...tutti i soldi per il lavoro andati in fumo e sono rimasti con un pozzo romano...

ciao

AlbertoTel
11-11-2006, 14.01.07
Ciao a tutti, sapete se c'è la possibilità (ed eventualmente se è economicamente sostenibile) cercare di aumentare la profondità di un vecchio pozzo?

Il pozzo fu scavato probailmente circa 180 anni fa, va giù 11 metri circa e ha un diametro di un metro, un metro e venti al max costruito in pietre\mattoni, con la classica struttura sormontata da tetto in coppi.(fa la sua porca figura).

Da qaulche anno a questa parte, con i periodi di siccità così lunghi, sono passato dal poter tirare su 3-400 litri al giorno a un centinaio se va bene e con più riprese. Alcuni paesani invece tirano su acqua da circa 35 metri tranquillamente (con un impianto nuovo). é fattibile scavare nel pozzo vecchio o è "pericoloso" anche per la macchina? A quale distanza dal vecchio pozzo dovrei far trivellare per non compromettere la struttura del vecchio?

m.eccel
16-11-2006, 16.43.51
Non per criticare gli scettici ne per volerli convincere...
www.rabdomanzia.it (http://www.rabdomanzia.it)


:222::222::222: questo "rabdomante" è pure trentino.... che figura!!!!:333::333::333::333:

brentford
16-11-2006, 17.07.57
Penso di poterti rispondere:

tecnicamente si', economicamente forse non e' conveniente.
Spiego: questa primavera ho fatto perforare un pozzo, c'era la possibilita' di abbassarne uno preesistente di tipo "romano" come il tuo, ma la trivella per operare richiedeva l'abbattimento totale della struttura in muratura, e il rifacimento delle opere murarie dopo mi sarebbe comunque costato parecchio. Quindi ho preferito fare un pozzo ex-novo. Inoltre nel mio caso c'era un problema: il vicino di casa (ottantenne) che prima ha proposto di abbassare il pozzo in comune, sul confine e poi si e' tirato indietro poco prima di iniziare i lavori, salvo poi dire che che la falda si fosse seccata a causa del mio nuovo pozzo. Peccato che negli ultimi dieci anni e' successo tutte le estati, tranne un paio particolarmente piovose...:333: :333: .
Comunque tra tutte le ditte interpellate solo una si era detta disponibile ad effettuare la trivellazione in pozzo esistente: un'altra diceva che bisognava riempire di terra l'esistente per problemi di stabilita' della colonna di lavoro della macchina perforatrice.
La distanza dal vecchio pozzo puo' essere sui 30 m o anche meno: con i nuovi macchinari a distruzione di nucleo le vibrazioni nel terreno sono minime.

Ciao

Ciao a tutti, sapete se c'è la possibilità (ed eventualmente se è economicamente sostenibile) cercare di aumentare la profondità di un vecchio pozzo?

Il pozzo fu scavato probailmente circa 180 anni fa, va giù 11 metri circa e ha un diametro di un metro, un metro e venti al max costruito in pietre\mattoni, con la classica struttura sormontata da tetto in coppi.(fa la sua porca figura).

Da qaulche anno a questa parte, con i periodi di siccità così lunghi, sono passato dal poter tirare su 3-400 litri al giorno a un centinaio se va bene e con più riprese. Alcuni paesani invece tirano su acqua da circa 35 metri tranquillamente (con un impianto nuovo). é fattibile scavare nel pozzo vecchio o è "pericoloso" anche per la macchina? A quale distanza dal vecchio pozzo dovrei far trivellare per non compromettere la struttura del vecchio?

angelo90
16-11-2006, 17.18.56
ma per trivellare alla ricerca di acqua si deve chiedere autorizzazione?se si a chi?io so che sotto la mia zona c'è una falda perchè attorno ci sono altri 3 pozzi.se volessi potrei trivellare e prendermi l'acqua?

boccia7
16-11-2006, 19.42.32
Io un po di tempo fa avevo visto cercare l'acqua con un bastoncino verde ripiegato a forma di U tra le mani; quando si è vicino all'acqua il bastone tende a tirare verso il basso. Occhio però: non sempre funziona!!!!
è il contrario anche io sono capace

veo
10-01-2007, 09.37.46
Saluti a tutti,
avrei bisogno di qualche indicazione su come dovrei procedere per la raccolta di alcune sorgenti.
Abito in collina dalle parti dell' entroterra Genovese, a circa 500mt, ho una zona nel mio terreno che ha diverse sorgenti causando la classica smoia ovvero pantano locale. La zona e' di circa 50x50mt.
Ho fatto qualche scavo, ho trovato il tufo, terreno argilloso grigio da cui, come se ci fossero decine di tubetti diametro una matita, esce acqua sorgiva.
Durante il periodo estivo questa zona tende a seccare, ma alcune sorgenti continuano sempre a buttare. Anche nell' anno della grande siccita' il 2003, avevo sempre acqua (poca) disponibile.

Mi piacerebbe chiedervi:

- e' acqua di infiltrazione o una falda che arriva chissa' da dove?
- quanto sara' spesso lo strati di tufo?
- sotto di questo cosa c'e'?
- se faccio qualche perforazione perdo tempo ?
- se si, dove mi conviene farla ?

ringrazio tutti e buoni lavori invernali ...
haas
veo

Iffoggi
10-01-2007, 14.42.41
Io volevo fare un pozzo, allora mi sono rivolto al rabdomante (che per inciso di mestiere effettivo è medico)
Il tale è ventuo, ha preso uno sbrocco di olivo se lo è piegato fra le mani e ha cominciato a camminare... insomma solita storia.
Io da bravo fancazzista lo ho seguito passo passo con altro ramoscello di olivo dopo essermi fatto spiegare il modo di tenerlo.
Udite udite anche a me girava il bastoncino più o meno dove gli girava a lui.
Poi lui prendeva un pendolino e diveva profondità e lt/min (?? come avrà fatto non so).
Ho ripetuto l'esperimento più volte bendato nei giorni a seguire con mio padre che mi faceva fare la gincana nel campo e sempre in corrispondenza di direttrici del terreno il bastone girava.
Il pozzo ancora non lo ho scavato e quindi non so il risultato, ma essendo proverbialmente scettico, non riesco a capire come mai i bastone gira fra le mani senza il mio volere.

Iacopo

PS andrebbe poi aperta una discussione su tutte le potenzialità della mente umana (ma è argomento fuori tema) a mio avviso, comunque un tempo la nostra mente era molto più libera ed aperta capace magari di trovare acqua, forse capace di sentire come i migratori il nord magnetico, essere telepatica ecc.
Ed è forse anche la ragione della nascita dell'agricoltura biodinamica.. chissà!

Saluti a tutti,
avrei bisogno di qualche indicazione su come dovrei procedere per la raccolta di alcune sorgenti.
Abito in collina dalle parti dell' entroterra Genovese, a circa 500mt, ho una zona nel mio terreno che ha diverse sorgenti causando la classica smoia ovvero pantano locale. La zona e' di circa 50x50mt.
Ho fatto qualche scavo, ho trovato il tufo, terreno argilloso grigio da cui, come se ci fossero decine di tubetti diametro una matita, esce acqua sorgiva.
Durante il periodo estivo questa zona tende a seccare, ma alcune sorgenti continuano sempre a buttare. Anche nell' anno della grande siccita' il 2003, avevo sempre acqua (poca) disponibile.

Mi piacerebbe chiedervi:

- e' acqua di infiltrazione o una falda che arriva chissa' da dove?
- quanto sara' spesso lo strati di tufo?
- sotto di questo cosa c'e'?
- se faccio qualche perforazione perdo tempo ?
- se si, dove mi conviene farla ?

ringrazio tutti e buoni lavori invernali ...
haas
veo

solitamnte in questi casi, si fa uno scavo a V profondo 1mt e mezzo in più del livello del gemitio, esteso per quanto sono estese le percolazioni, si gettano sul fondo massi di grosse dimensione a creare grotte ove l'acqua possa raccoglersi, sopra gli stessi si sistemano massi di dimensioni minori fino a circa 50 cm dal livello suolo, poi si stende uno strato di tessuto non tessuto, 20 cm di ghiaione e poi terra a ricoprire.

Servire in tavola ben caldo!

Iacopo

veo
11-01-2007, 17.11.49
jacopo,
ma secondo te sta benedetta acqua da dove arriva, e' di infiltrazione dall' alto, tieni presente che dove sto io a 500 mt la cima della collina arriva si' e no a 600mt, oppure sono falde che arrivano dal basso da chissa' dove ?
quindi se devi tagliare il gemito lo fai in basso o lo fai in alto ?
ciao
veo

Iffoggi
12-01-2007, 11.18.15
non riesco a postare un disegnino che ho fatto, se mi mandi una mail per MP te lo spedisco.

Iacopo

junker
12-01-2007, 12.01.34
Veo, Iacopo ti ha dato il suggerimento sul giusto modo di procedere; aggiungo solo di guardare attorno ai tuoi terreni se eventualmente vi siano pozzi insistenti su terze proprietà.
Agendo come ti hanno consigliato non dovresti assolutamente interrompere/deviare la falda ma ad ogni buon conto se vi sono prese di altri nei dintorni meglio che l'opera di captazione non interessi in toto l'estensione della fascia di scorrimento idrico.

veo
17-01-2007, 16.59.48
Mi hanno beccato ragazzi.

Sabato ho continuato lo scavo ed ho raccolto 7 piccole sorgenti nel tufo per una portata di circa 10 - 15 litri minuto.

Ho fatto lo scavo con il mio superlambo cingolato dotato di apripista ... con l' apripista ho dovuto muovere qualche m3 di terra e lunedi' sapete chi mi ha fatto visita .... stracaz ... la Forestale ... che voleva vedere il permesso.

Mi sono dato alla macchia, mia figlia di dieci anni mi ha proposto di scappare a NewYork le ho detto che non e' molto economico, ma sabato tornano ... mi han detto che c'e' un giovane in carriera ... ditemi, cosa mi tocca ? vaselina ?

Alli mortacci ...

Veo

jag
17-01-2007, 19.30.40
ma è tuo il terreno?

scusate se il terreno è mio nn posso fare qualche scavo per far drenare l acqua?
se domani mi sveglio e voglio fare un fosse nel mio campo nn lo posso fare?

angelo90
17-01-2007, 19.43.39
ma ti hanno chiesto se avevi il permesso per scavare nel tuo stesso terreno??!!!ma allora come dice jag non si può più scavare nei terreni propri??!!non penso che c'era una trivella o quache altro macchinario per tirare su l'acqua ma solo un trattore...ma allora che permessi ci vogliono?

boccia7
17-01-2007, 20.10.52
Io volevo fare un pozzo, allora mi sono rivolto al rabdomante (che per inciso di mestiere effettivo è medico)
Il tale è ventuo, ha preso uno sbrocco di olivo se lo è piegato fra le mani e ha cominciato a camminare... insomma solita storia.
Io da bravo fancazzista lo ho seguito passo passo con altro ramoscello di olivo dopo essermi fatto spiegare il modo di tenerlo.
Udite udite anche a me girava il bastoncino più o meno dove gli girava a lui.
Poi lui prendeva un pendolino e diveva profondità e lt/min (?? come avrà fatto non so).
Ho ripetuto l'esperimento più volte bendato nei giorni a seguire con mio padre che mi faceva fare la gincana nel campo e sempre in corrispondenza di direttrici del terreno il bastone girava.
Il pozzo ancora non lo ho scavato e quindi non so il risultato, ma essendo proverbialmente scettico, non riesco a capire come mai i bastone gira fra le mani senza il mio volere.

Iacopo

PS andrebbe poi aperta una discussione su tutte le potenzialità della mente umana (ma è argomento fuori tema) a mio avviso, comunque un tempo la nostra mente era molto più libera ed aperta capace magari di trovare acqua, forse capace di sentire come i migratori il nord magnetico, essere telepatica ecc.
Ed è forse anche la ragione della nascita dell'agricoltura biodinamica.. chissà!



solitamnte in questi casi, si fa uno scavo a V profondo 1mt e mezzo in più del livello del gemitio, esteso per quanto sono estese le percolazioni, si gettano sul fondo massi di grosse dimensione a creare grotte ove l'acqua possa raccoglersi, sopra gli stessi si sistemano massi di dimensioni minori fino a circa 50 cm dal livello suolo, poi si stende uno strato di tessuto non tessuto, 20 cm di ghiaione e poi terra a ricoprire.

Servire in tavola ben caldo!

Iacopo
idem anche a me è successo come a te è una cosa strana perché il pollone di olivo o qualunque latro gira tra le due mani ma agli estremi no anche se te lo regge qualcuno ai lati gira ugualmente boh invece del pendolino quella che è venuta da noi aveva una collana ed in base a quanti giri faceva vedeva la portata ed anche la profondità delle falde e lei ice anche i materiali sotterrani cioè a tot metri c'è il tufo poi peperino e poi argilla per esempio la chiamano anche i trivellatori e ci azzecca

veo
18-01-2007, 13.22.54
si il terreno e' mio, ma se muovi una badilata di terra per sistemare il terreno vogliono il permesso ... poi vengono le alluvioni che si portano via mezzo monte e relativi indians ... assurdita' di quest' epoca ... moderna ....

comunque sono stato convocato ... alle 7.30 ... ho gia' comprato la vaselina ... peccato che non ci siano delle giovani virgulte nelle forze forestali, se melo devono fare preferirei cosi' .... dolcemente ....

has a tutti

jag
18-01-2007, 21.17.47
ma devo fare richiesta quando ari?
se pensi movi la terra.......

junker
19-01-2007, 12.29.11
Veo, le normative variano da una regione/provincia all’altra e quindi è difficile entrare nel merito;
di queste dovevi logicamente accertartene ante materialmente procedere ai lavori in modo da farti rilasciare il permesso con le eventuali prescrizioni .
Penso che la contestazione potrebbe essere più indigesta se riguarda l’impatto sulle falde, più leggera se inerente al solo sbancamento .
Sapevi che in generale, come hai scritto, salvo i normalissimi lavori agricoli , ogni altra attività che comporta alterazione morfologica del terreno è sottoposta minimo minimo a rilascio comunale Dia..
Da quanto hai precedentemente postato, e cioè che in sto pantano/sorgente tu avevi sempre attinto, anche in periodi di maggior siccità, pare che la captazione fosse esistente ante quo ed il tuo problema era unicamente di razionalizzarla .
Ora non sappiamo se questa presa tu l’avevi a suo tempo denunciata, ne la portata dei lavori che hai eseguito senza permesso, ne cosa ti hanno contestato .
Semplicemente, nella fattispecie se la contestazione sul permesso richiestoti e che tu non hai espletato presso la competente autorità è imputabile solo ai lavori sbancamento in generale, alla vegetazione protetta e/o vi ricade anche l’impatto sulla falda freatica.
Ad ogni buon conto, salva diversa legislazione locale o articoli abroganti, dai un occhiata a questi siti inerenti alla captazione acque, tutti fanno riferimento all’ art. 93 - R.D. n. 1775/1933 .
Nel caso ti venisse contestato anche essa, salvo altri carichi, se non ne sei già a conoscenza forse ti potrebbero tornare utili.
Ecco il Regio Decreto nella sua interezza

http://www.giustizia.it/cassazione/leggi/rd1775_33.html

Iniziamo con quanto potrebbe eventualmente ricorrere nella tua congiuntura:

http://www.provincia.como.it/ambiente/acqua/acque_sott.asp

qui, sotto le foto n° 3 e 4 la normativa riportata riguardante l’art. 93 parrebbe nel tuo caso molto interessante…..

idem qui :

http://www.lexfor.it/lexfor/2002-11/2002-11-Pen-Giu-1751.asp

è sempre riportato, pur in concomitanza con altri articoli, alla fine circa del testo, il medesimo art. 93 e qui traspare che l’uso dell’acqua derivata in base a detto articolo non solo sia destinato al solo uso umano ma , tutto il resto escluso, anche a uso per animali ed irriguo orti e giardini.

e….forse ciò che più direttamente ti riguarda……
http://www.italgiure.giustizia.it/nir/lexr/2002/lexr_42309.html

art.4, punto a.

e finiamo con questo :

http://spazioinwind.libero.it/ambientekr/normativa/acque/dlgs275-1993.htm

anche qui, l’art 93 è ben citato.

Comunque, calma e gesso, ed in bocca al lupo;
Se ne ricorrono le condizioni nel tuo caso specifico, la giurisprudenza in merito, pur variegata, è abbastanza significativa.
Spero e vedrai che il tutto si risolverà per te…. senza uso di lubrificanti e/o espatri negli States anche se sicuramente ti inviteranno ad usare il tuo superlambo solo sotto preventivi rilasci autorizzativi o quanto meno a tua precedente informativa sulla occorrenza o meno di permessi vari.

mefito
19-01-2007, 13.50.59
idem anche a me è successo come a te è una cosa strana perché il pollone di olivo o qualunque latro gira tra le due mani ma agli estremi no anche se te lo regge qualcuno ai lati gira ugualmente boh invece del pendolino quella che è venuta da noi aveva una collana ed in base a quanti giri faceva vedeva la portata ed anche la profondità delle falde e lei ice anche i materiali sotterrani cioè a tot metri c'è il tufo poi peperino e poi argilla per esempio la chiamano anche i trivellatori e ci azzecca
Anche a me è successa una cosa del genere,ho chiamato un geologo,che mi ha detto che tipo di stratigrafia c'era e a che profondità erano le due falde principali.;)

franco1
23-01-2007, 20.52.43
ciao andrea82 io ti posso assicurare che non sono giochini con la bacchetta, mio padre quando era piu giovane sfino ha 60 anni 9 su 10 riusciva a trovarla non alta profondita massimo ai 40 metri. quinndi se cè qualcuno in zona chè altezza fallo provare, anche se è in collina puo essere non molto profonda

veo
25-01-2007, 13.57.13
Allora, vi racconto come e' andata :
la mattina di una fredda e plumbea domenica, io ed il rag. Filini alle 7.30 ero la dall' ufficio centrale della forestale ... terrorizzato ho avvicinato il dito tremante al pulsante ed ho suonato il campanello. Ho udito passi pesanti come macigni che scendevano le scale, TUM, TUM, TUM, ed in un turbinio di polvere fumo e odore di focaccia un omaccione in divisa si e' presentato alla porta " AHHHH e' LEI !
LA stavamo aspettando ... SI ACCOMODI !!!!

Dai come al solito esagero ... e' andata abbastanza bene, mi hanno invitato a ripristinare lo scavo, a consultare un geologo per capire da dove viene sta cavolo di infiltrazione, e a chiedere un permesso in Comunita' Montana se voglio fare qualche altra sistemazione.

Mi hanno detto che il terreno cambia di destinazione d'uso dopo 15 anni, ovvero l' ex seminativo irriguo abbandonato da 70 anni e' diventato anche catastalmente bosco ceduo, e quindi se voglio riportarlo a seminativo devo chiedere autorizzazione specifica ....

Vabbe' dai e' andata molto bene ... alla prima offro da bere a tutti.

Veo

start
08-10-2007, 16.46.36
perchè hai chiesto il pagamento solo a risultato ottenuto? E' possibile non pagare se non esce l'acqua anche se il pozzo è stato fatto benissimo?

cepy75
09-12-2007, 01.36.45
La belleza di circa 20 anni fà abbiamo dovuto scavare un pozzo per irrigare gl'orti..mio padre ha chiesto l'intervento di un anziano rabdomante della zona..Anche se avevo solo 10 anni ricordo che usava un rametto verde di salice che piegava ad arco tra i 2 palmi della mano..quando trovata la vena il rametto ha iniziato a girare per un certo numero di giri poi si è fermato..il numero di giri dava la profondità..ha predetto tra 24 e 25 metri..non ha sbagliato.. Ricordo anche che ne ero rimasto stupito quando ha predetto il punto..lui allora mi fece vedere come stringere il rametto e mi fece provare.. Lo stesso fece con mio padre...anche a noi si mise a girare ma nel senso opposto e mai con lo stesso numero di giri..Ci disse che in teoria tutti possono sentire ma solo a chi è dotato di quel potere il rametto gira nel senso giusto e al numero esatto di giri in base alla profondità..
Con questo non voglio convincere nessuno a credere o non credere in certe cose..Io ho soltanto voluto raccontare un fatto realmente accaduto e che ho visto con i miei occhi...

Carlo5
16-01-2008, 14.13.30
I climatosensobili
Quando cambia il tempo le persone afflitte da reumatismi avvertono dei dolori,
come pure le persone che Hanno subito la frattura di un arto,
addirittura le persone che hanno subito l'amputazione di un arto al cambio del tempo avvertono dolori come se avessero ancora l'arto.
Non basta dire non ci credo perché a queste persone passi il dolore.
Chi non sa che dire dice e l'umidità se cosi fosse non si potrebbero nemmeno lavare le parti in del corpo in interessate.
Mi fermo qui.
l'introduzione era solo per gli scettici e per quelli che deridono i rabdomanti.
Non sono un rabdomante e voglio vederci chiaro in tutto quello che faccio,
se da secoli esistono i rabdomanti e molte perone gli credono perché hanno visto con i loro occhi, ho voluto documentarmi il più possibile per capire qualcosa in più,
non sono riuscito a capire quale sia il potere dei rabdomanti, in compenso sono riuscito a capire se uno è un vero rabdomante oppure un emerito ciarlatano:
Quando il rabdomante dice di aver trovato l'acqua fatevi dare il bastoncino con la quale la sentita e provate anche voi,
facendovi metter una mano sulla spalla oppure toccare il polsi dal rabdomante,
se il bastoncino si muove anche nelle vostre mani il rabdomante è una persona seria, se il bastoncino non si muove avete a che fare con un ciarlatano.
Spero si sia capito che non bisogna deridere le cose che non si capiscono e bisogna approfondire l'argomento per poter prendere una posizione.
Saluti
Carlo5

dani91285
17-01-2008, 23.40.32
il mio vicino quest' autunno ha trivellato un pozzo, ha chiamato un rabdomante che, anche lui, mettendosi a scorrazzare per i campi gli ha indicato quattro o cinque punti.
Il giorno dopo ne ha chiamato un secondo che gli ha indicato gli stessi punti con scarto di meno di un metro, ha trivellato in uno di quei punti e a 30 metri ha trovato 150 l\h d'acqua.
A breve dovrò farne uno anch'io e credo proprio che lo chiamerò, sempre meglio che trivellare "a muzzo"

Carlo5
18-01-2008, 07.45.00
il mio vicino quest' autunno ha trivellato un pozzo, ha chiamato un rabdomante che, anche lui, mettendosi a scorrazzare per i campi gli ha indicato quattro o cinque punti.
Il giorno dopo ne ha chiamato un secondo che gli ha indicato gli stessi punti con scarto di meno di un metro, ha trivellato in uno di quei punti e a 30 metri ha trovato 150 l\h d'acqua.
A breve dovrò farne uno anch'io e credo proprio che lo chiamerò, sempre meglio che trivellare "a muzzo"
Questo non è il momento per sentire l'acqua fallo venire da marzo in poi meglio se aprile.
Sono in molti che pur sentendo l'acqua non sanno queste piccole cose e rimangono ingannati loro stessi.

mefito
18-01-2008, 10.24.08
il mio vicino quest' autunno ha trivellato un pozzo, ha chiamato un rabdomante che, anche lui, mettendosi a scorrazzare per i campi gli ha indicato quattro o cinque punti.
Il giorno dopo ne ha chiamato un secondo che gli ha indicato gli stessi punti con scarto di meno di un metro, ha trivellato in uno di quei punti e a 30 metri ha trovato 150 l\h d'acqua.

E chi ti dici che trivellando in un punto non indicato dal rabdomante non ne avresti trovata altrettanta?:rolleyes:
Di solito in questi casi si considerano solo le esperienze andate a buon fine,anche perchè se uno chiama un rabdomante è perchè crede nelle sue "capacità".
Questo non significa che voglia osteggiare chi utilizza il rabdomante piuttosto che il geologo,ognuno è libero di scegliere per se ciò che crede possa essere utile o necessario.;)

junker
18-01-2008, 12.07.20
Per quel che mi riguarda credo al rabdomante.
E comunque rimane indubitabile la valenza del geologo in questi casi.
Pur non essendo rabdomante ma ingeniere ed architetto già M.Vitruvio Pollone 2000 anni fa nei suoi scritti spiegava vari modi ( uno tra i tanti l'osservare, stesi e mento a terra , il suolo antistante al sorgere del sole; ove presenti vene idriche dal terreno in tal frazione del giorno sono percepibili all occhio umano i vapori acquei che si sprigionano) per la ricerca dell'acqua.

boccia7
19-01-2008, 20.49.14
anche io ci credo e anche a me gira il bastone fino a tre anni fa mi sembravano cavolate invece poi con una signora che viene chiamata ad ogni trivellazione ci azzecca sempre e sa pure gli strati di terreno differenti tra metri e metri

Carlo5
20-01-2008, 11.15.44
Per quel che mi riguarda credo al rabdomante.
E comunque rimane indubitabile la valenza del geologo in questi casi.
Pur non essendo rabdomante ma ingeniere ed architetto già M.Vitruvio Pollone 2000 anni fa nei suoi scritti spiegava vari modi ( uno tra i tanti l'osservare, stesi e mento a terra , il suolo antistante al sorgere del sole; ove presenti vene idriche dal terreno in tal frazione del giorno sono percepibili all occhio umano i vapori acquei che si sprigionano) per la ricerca dell'acqua.
Ciao junker questo tuo messaggio conferma quanto mi risultava la magia non centra niente, penso che nei vapori acquei si formi un campo magnetico e come per le persone che avvertono i cambiamenti del tempo con dei dolori reumatici, non tutti li avvertono allo stesso modo c'è chi li avverte 10 ore prima e chi 2 ore prima dipende solo dalla loro sensibilità, allo stesso modo i rabdomanti avvertono l'elettromagnetismo presente nei vapori acquei, ma non tutti allo stesso modo dipende dalla loro sensibilità. A volte i meno sensibili rimangono ingannati esempio:
qualche Anno fa uno era convintissimo che in quel posto c'era l'acqua a 40 m. trovarono il gas.
Non avete idea di quante persone ci siano con la possibilità di trovare l'acqua alcuni non lo sanno loro stessi altri si vergognano di ammettere la cosa, in primavera dovrò fare dei rilevamenti con un mio cugino sul mio terreno ed anche lui e uno che non vuole che si sappia in giro, il motivo:
Anni fa lo faceva in forma gratuità cera sempre
qualche furbacchione che pur non avendo le qualità intellettuali per farlo si permetteva di sfotterlo con frasi tipo abbiamo trovato il mago ecc... ecc..
Sarà un ottimo motivo per cercare di capire qualcosa in più.
Saluti

alberto64
20-01-2008, 15.31.26
Ciao junker questo tuo messaggio conferma quanto mi risultava la magia non centra niente, penso che nei vapori acquei si formi un campo magnetico e come per le persone che avvertono i cambiamenti del tempo con dei dolori reumatici, non tutti li avvertono allo stesso modo c'è chi li avverte 10 ore prima e chi 2 ore prima dipende solo dalla loro sensibilità, allo stesso modo i rabdomanti avvertono l'elettromagnetismo presente nei vapori acquei, ma non tutti allo stesso modo dipende dalla loro sensibilità. A volte i meno sensibili rimangono ingannati esempio:
qualche Anno fa uno era convintissimo che in quel posto c'era l'acqua a 40 m. trovarono il gas.
Non avete idea di quante persone ci siano con la possibilità di trovare l'acqua alcuni non lo sanno loro stessi altri si vergognano di ammettere la cosa, in primavera dovrò fare dei rilevamenti con un mio cugino sul mio terreno ed anche lui e uno che non vuole che si sappia in giro, il motivo:
Anni fa lo faceva in forma gratuità cera sempre
qualche furbacchione che pur non avendo le qualità intellettuali per farlo si permetteva di sfotterlo con frasi tipo abbiamo trovato il mago ecc... ecc..
Sarà un ottimo motivo per cercare di capire qualcosa in più.
Saluti

Purtroppo ci sono sempre persone ingoranti ma che pensano di sapere tutto.
Le stesse persone, se avessero vissuto ai tempi di Galileo, avrebbero detto che era il Sole a girare intorno alla terra poichè è questo che diceva la Scienza a quei tempi.
Purtroppo (o per fortuna) l'uomo ha ancora tante cosa da scoprire, anche se molti saputelli credono di sapere tutto.
Anche io ho un cognato che, da bambino, giocando a fare il rabdomante si è reso conto che sentiva una scossa fortissima al cuore quando, a piedi nudi o con zoccoli di legno (ma non con scarpe isolanti) cercava l'acqua col vimine su una vena.
Anzichè sfruttare economicamente la sua dote, ha smesso poichè aveva paura della "scossa" che sentiva, ed ora si guadagna da vivere come artigiano con 11 dipendenti.
Comunque non voglio togliere nulla ai Geologi. Nelle zone in cui l'acqua si muove in strati piani il rabdomante è forse inutile, mentre in collina o dove l'acqua si muove in vene, trovare il punto giusto è fondamentale.

Carlo5
20-01-2008, 19.10.45
Grazie alberto la tua testimonianza non fa che avvalorare quanto dicevo prima.
Dipende solo ed esclusivamente dalla sensibilità, della persona, un altro esempio:
le automobili si caricano di energia elettrostatica ci sono delle persone che quando scendono dall'auto toccano la carrozzeria prendono una scarica elettrica sulla mano mentre un altre persone che scendono dalla stessa auto non la prende.

alberto64
20-01-2008, 21.46.22
Per quanto riguarda la scarica elettrica (o meglio elettrostatica) sappiamo come si genera e come si scarica (dipende dalle scarpe, ecc.) Per le doti di rabdomante non ci sono spiegazioni scientifiche, ad oggi, anche perchè nessuno le cerca. Un mio collega, molto scettico al riguardo, mi aveva parlato di un esperimento fatto con rabdomanti, sotterrando tubi in cui correva l'acqua in un campo, ed invitando vari rabdomanti ad indicare il percorso stesso dei tubi.
Ebbene, pare che i rabdomanti abbiano fatto cilecca, non sapendo indicare il percorso dei tubi.
Dico questo poichè, pur essendo convinto che ci siano persone con tali doti, non è detto che riescano a risolvere ogni problema relativo all'acqua.
E' importante evitare ogni preconcetto a favore o contro, ascoltare i casi concreti di persone che hanno cercato e trovato l'acqua, e anche delle persone che hanno buttato via migliaia di euro per pozzi che non funzionano ( e ne conosco...)

mefito
20-01-2008, 22.05.53
Grazie alberto la tua testimonianza non fa che avvalorare quanto dicevo prima.
Dipende solo ed esclusivamente dalla sensibilità, della persona, un altro esempio:
le automobili si caricano di energia elettrostatica ci sono delle persone che quando scendono dall'auto toccano la carrozzeria prendono una scarica elettrica sulla mano mentre un altre persone che scendono dalla stessa auto non la prende.
.
Per trovare l'acqua ci vuole sicuramente conoscenza geologica del territorio(magari anche storica)e capacità di percepire quei segnali fisici/ambientali che probabilmente ci saranno,poi chiamateli come volete,ma con doti "particolari" documentate,non ne sono esistiti molti nella storia dell'umanità
Ps. nella mia zona l'acqua c'è dappertutto ad un metro di profondità.
Non ho idea di cosa significhi cercarla in collina.

mini-farm
04-03-2008, 23.43.29
Alcuni strumenti di musura della portata, i piu precisi, sfruttano un effetto basato sul movimento della terra. Non sò che principio non conosciuto e studiato permetta ad alcune persone di sapere dove si trova l'acqua, ma fatto stà che in alcuni casi la trovano.

spimi99
05-03-2008, 09.53.20
Viste le stagioni sempre più secche avrei intenzione di far trivellare un pozzo in un appezzamento di terreno che dedico ad orto.
In quella zona l’acqua dovrebbe trovarsi alla profondità di circa 20 metri.
Qualcuno saprebbe indicarmi quale sarebbe il costo indicativo di una tale attività?
Grazie a tutti

brentford
05-03-2008, 12.08.36
Viste le stagioni sempre più secche avrei intenzione di far trivellare un pozzo in un appezzamento di terreno che dedico ad orto.
In quella zona l’acqua dovrebbe trovarsi alla profondità di circa 20 metri.
Qualcuno saprebbe indicarmi quale sarebbe il costo indicativo di una tale attività?
Grazie a tutti
Calcola 100-150 euro/m di profondita' trivellazione con diametro 17-18.
Tieni presente che se la falda inizia a -20 m ti converra' perforare almeno fino a -30-35 per raccogliere una quantita' d'acqua sufficiente...

Potionkhinson
05-03-2008, 13.47.47
Viste le stagioni sempre più secche avrei intenzione di far trivellare un pozzo in un appezzamento di terreno che dedico ad orto.
In quella zona l’acqua dovrebbe trovarsi alla profondità di circa 20 metri.
Qualcuno saprebbe indicarmi quale sarebbe il costo indicativo di una tale attività?
Salve spimi,
prima di tutto ti serve il permesso del Genio Civile (autorizzazione ricerca acque sotterranee).....
Calcola 100-150 euro/m di profondita' trivellazione con diametro 17-18.
Tieni presente che se la falda inizia a -20 m ti converra' perforare almeno fino a -30-35 per raccogliere una quantita' d'acqua sufficiente...
aggiungi il costo dell'incamiciatura del pozzo, ecc...

brentford
05-03-2008, 14.22.38
Salve spimi,
prima di tutto ti serve il permesso del Genio Civile (autorizzazione ricerca acque sotterranee).....

aggiungi il costo dell'incamiciatura del pozzo, ecc...
L'incamiciatura e' compresa, anche perche' i tubi vengono portati dalla trivella e man mano che avanza vengono saldati.:D:D

brentford
17-03-2008, 15.29.41
Dopo un contatto telefonico,ho scritto la seguente lettera al CICAP.
Vediamo che sviluppi ci saranno, speriamo di poter fare un po di luce,
Vi terrò informati
Spett/le CICAP
Oggetto: Rabdomanti
Mi chiamo ******** *******
la mia attività principale e inventore ricercatore.
Alcune delle mie invenzioni:
Pentola a pressione per la ditta Pintiinox sarezzo (BS)
Tappo automatico per la ditta Mura (BS)
Vasca di lavaggio armi ad ultrasuoni per la ditta Etem di Pavia
Macchina nastratrice
Macchina carica caricatori M12
Macchina carica caricatori S/C 70
Macchina scarica caricatrice polivalente
Ditta Fiocchi munizioni Lecco e Ditta Axoma Lecco
Quanto sopra al solo scopo di farvi appurare la mia serietà deontologica.
Avrei fatto delle prove riproducibili con dei Rabdomanti, oltre alle prove ho appurato delle patologie ha cui sono soggette queste persone.
Se voi mi garantite che farete le stesse prove da me fatte, ed avrete constatato la riproducibilità degli esperimenti e accertato le patologie di cui queste persone soffrono, dandone il giusto risalto mediatico.
Sarò ben lieto di comunicarvi quanto da me riscontrato.
Rimango in cortese attesa
Distinti saluti.
Sarei proprio curioso anch'io di vedere i risultati di questi esperimenti, visto che finora tutti i rabdomanti messi alla prova hanno fallito clamorosamente (vedi esperimento delle "bandierine" e tubi sotterrati in cui scorreva dell'acqua).

90 c
17-03-2008, 22.30.32
Nella mia zona all' inizio degli anni '70 furono fatte delle ricerche (non so se furono fatte in varie parti dell'Italia) per individuare petrolio e gas metano a causa della crisi petrolifera.
Queste ricerche consistevano nel far esplodere delle cariche esplosive e misurarne poi la propagazione delle onde nel terreno. In questo modo i tecnici ricostruivano la stratigrafia del sottosuolo (roccia,argilla,acqua,gas......)e lo fecero per la quasi totalità del territorio del mio comprensorio. Da allora nella mia zona (appennino pugliese) molti conoscono SCIENTIFICAMENTE se c'è acqua nel sottosuolo delle loro proprietà (ad ognuno fu detto luogo,profondità e quantità di acqua presente nel sottosuolo.....eccetto ciò che fu classificato come dati sensibili). Col passare del tempo, molti terreni hanno cambiato proprietari e non molti sono a conoscenza di quanto accadde ma nessuno dei contadini di zona è diventato rabdomante anche se ha tutte le "doti" necessarie per farlo:333::333::333:
Vi lascio immaginare le cose che sono successe quando le persone, venute a conoscenza della presenza di vene d'acqua nella loro proprietà, hanno deciso di iniziare a scavare pozzi.
Quando veniva una ditta per fare il pozzo,solitamente consigliava la "consulenza" di un rabdomante, tanto per non andare "a caso" , non essendo a conoscenza delle ricerche fatte in zona per il petrolio.....
Nella zona ci sono allevamenti intensivi di ogni genere, nati col piano carni e con la "scoperta" delle vene.....rispettoso della sensibilità altrui, non riporto alcune storielle sui rabdomanti che sono venuti a "cercare l'acqua" ...tuttavia non posso fare a meno di dire che i metodi basati sulle LEGGI FISICHE danno risultati empirici e fondati....gli altri metodi è questione di fede....

mefito
17-03-2008, 22.45.25
Nella mia zona all' inizio degli anni '70 furono fatte delle ricerche (non so se furono fatte in varie parti dell'Italia) per individuare petrolio e gas metano a causa della crisi petrolifera.
Queste ricerche consistevano nel far esplodere delle cariche esplosive e misurarne poi la propagazione delle onde nel terreno. In questo modo i tecnici ricostruivano la stratigrafia del sottosuolo (roccia,argilla,acqua,gas......)e lo fecero per la quasi totalità del territorio del mio comprensorio. Da allora nella mia zona (appennino pugliese) molti conoscono SCIENTIFICAMENTE se c'è acqua nel sottosuolo delle loro proprietà (ad ognuno fu detto luogo,profondità e quantità di acqua presente nel sottosuolo.....eccetto ciò che fu classificato come dati sensibili). ...................
Mi suona strano che ricerche effettuate da ditte private per fini specifici,portino a rendere di pubblico dominio elementi geologici che non sono automatici,ma frutto di successive elaborazioni(escluso la verifica diretta della singola trivellazione).
O l'ente pubblico ha acquistato questi risultati e li ha resi disponibili,oppure anche quì le leggende metropolitane abbondano.
...tuttavia non posso fare a meno di dire che i metodi basati sulle LEGGI FISICHE danno risultati empirici e fondati....gli altri metodi è questione di fede....
Quali sono le leggi fisiche implicate nella ricerca dell'acqua?
Da quando seguendo le leggi fisiche si hanno risultati empirici?

90 c
20-03-2008, 09.30.32
Mi suona strano che ricerche effettuate da ditte private per fini specifici,portino a rendere di pubblico dominio elementi geologici che non sono automatici,ma frutto di successive elaborazioni(escluso la verifica diretta della singola trivellazione).
O l'ente pubblico ha acquistato questi risultati e li ha resi disponibili,oppure anche quì le leggende metropolitane abbondano.

Quali sono le leggi fisiche implicate nella ricerca dell'acqua?
Da quando seguendo le leggi fisiche si hanno risultati empirici?

I dati sensibili non furono rivelati , ma alla semplice domanda " C'è acqua?" non fu mai opposto un rifiuto, anzi come le buone regole dell'ospitalità prevedono, noi per primi fummo cordiali ed ospitali e loro non da meno. Fatto sta che furono sinceri e non furono "gelosi" dei loro studi. Inoltre non credo che avrebbero mai immaginato di utilizzare i loro dati per dire se c'era acqua o meno. A volte con un piccolo gesto di bontà senza doppi fini, come portare dell'acqua fresca ad un tecnico sudato in un campo può essere molto utile....

Le leggi fisiche implicate nella ricerca dell'acqua si basano sul principio della propagazione delle onde. A differenza dei materiali che incontrano cambia la velocità di propagazione. In questo modo si è in grado di conoscere il sottosuolo con una buona approssimazione. Si piazza una carica esplosiva, si piazza ad una distanza adeguata lo strumento e si misura il tempo che hanno impiegato le onde a giungere allo strumento................devo continuare?

Non per essere pignolo.....credo che hai confuso il signific
ato di empirico con altro.....:rolleyes::rolleyes::rolleyes:...prova a vedere il vocabolario:vabene::vabene::vabene:
Senza rancore....

mefito
20-03-2008, 10.10.20
I dati sensibili non furono rivelati , ma alla semplice domanda " C'è acqua?" non fu mai opposto un rifiuto, anzi come le buone regole dell'ospitalità prevedono, noi per primi fummo cordiali ed ospitali e loro non da meno. Fatto sta che furono sinceri e non furono "gelosi" dei loro studi. Inoltre non credo che avrebbero mai immaginato di utilizzare i loro dati per dire se c'era acqua o meno. A volte con un piccolo gesto di bontà senza doppi fini, come portare dell'acqua fresca ad un tecnico sudato in un campo può essere molto utile....... .
I "tecnici",sono solo gli operai addetti alle trivellazioni,loro sanno solo la stratigrafia del terreno e la presenza di acqua ad una specifica quota,seza poterla quantificare.
L'ospitalità e un'altra questione,e non andrebbe neppure confusa e "mercificata" con ipotetici scambi di informazioni.

Le leggi fisiche implicate nella ricerca dell'acqua si basano sul principio della propagazione delle onde. A differenza dei materiali che incontrano cambia la velocità di propagazione. In questo modo si è in grado di conoscere il sottosuolo con una buona approssimazione. Si piazza una carica esplosiva, si piazza ad una distanza adeguata lo strumento e si misura il tempo che hanno impiegato le onde a giungere allo strumento................devo continuare?....
la semplificazione non sempre è utile a far comprendere ciò che si scrive .
Non si tratta di una singola esplosione e di uno "strumento" che la rileva,ma di una serie di fori con cariche esplosive collegati ed in sequenza,con una serie di sensori anchessi collegati in un ampia zona simultaneamente,che rilevano le "onde sismiche" prodotte.
Questo non dà un esito immediato,ma una raccolta di dati che vengono poi elaborati con appositi programmi informatici.
Questo avviene solo in epoca successiva e non è conosciuto da chi opera in campo.
Devo continuare?
Non per essere pignolo.....credo che hai confuso il signific
ato di empirico con altro.....:rolleyes::rolleyes::rolleyes:...prova a vedere il vocabolario:vabene::vabene::vabene:
Senza rancore....
Se tu mi avessi mostrato un errore di interpretazione,avresti solo fatto un favore a me ed al forum,ma neppure la consultazione del vocabolario riesce a farmi comprendere come si possa parificare l'empirico,che per definizione è futto di pratica ed esperienza,ad un metodo scientifico,che si basa su leggi fisiche e procedure codificate.
La valutazione empirica è secondo me (ed il vocabolario)del singolo individuo ,fondata sulla sua personale esperienza e pratica, e per questo non riproducibile.
Senza rancore.............:rolleyes:

brentford
20-03-2008, 16.30.50
.
La valutazione empirica è secondo me (ed il vocabolario)del singolo individuo ,fondata sulla sua personale esperienza e pratica, e per questo non riproducibile.
Senza rancore.............:rolleyes:
Questa e' bella!
La fisica e' una scienza empirica!:D:D
A partire da Galileo.... sei rimasto un po' indietro, eh?

mefito
20-03-2008, 17.16.45
.
La valutazione empirica è secondo me (ed il vocabolario)del singolo individuo ,fondata sulla sua personale esperienza e pratica, e per questo non riproducibile.
Senza rancore.............:rolleyes:
Questa e' bella!
La fisica e' una scienza empirica!:D:D
A partire da Galileo.... sei rimasto un po' indietro, eh?
Sinceramente non capisco cosa affermi,quoti una mia affermazione ma sembra che ne commenti una di significato opposto.
Se un metodo è empirico (http://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemma.php?definizione=empirico&lemma=E023A400),per definizione non è scientifico.

90 c
20-03-2008, 22.46.47
Mi suona strano che ricerche effettuate da ditte private per fini specifici,portino a rendere di pubblico dominio elementi geologici che non sono automatici,ma frutto di successive elaborazioni(escluso la verifica diretta della singola trivellazione).
O l'ente pubblico ha acquistato questi risultati e li ha resi disponibili,oppure anche quì le leggende metropolitane abbondano.

Quali sono le leggi fisiche implicate nella ricerca dell'acqua?
Da quando seguendo le leggi fisiche si hanno risultati empirici?

Sulla "mercificazione" mi sembra che hai iniziato te il discorso....io ti ho solo detto come si sono svolti i fatti e come abbiamo avuto le informazioni...anche se può sembrare strano, ogni tanto si incontrare della brava gente...inoltre come hai potuto evidenziare i risultati furono divulgati successivamente all'analisi dei dati monitorati, anche se da ciò che ho scritto non si evinceva il contrario.
Se non sono prolisso è per non essere eccessivamente accademico e pedante...ti ringrazio per aver spiegato in maniera esauriente agli utenti del forum il procedimento nei particolari-

Se rileggi il mio post mi riferivo ai METODI basati sulle LEGGI FISICHE....per avere risultati EMPIRICI. credo di essere stato chiaro......utilizzo dei metodi scientifici,basati su leggi fisiche per riuscire ad ottenere risultati empirici e fondati....

Senza rancore:vabene::vabene::vabene:

mefito
21-03-2008, 08.12.16
Sulla "mercificazione" mi sembra che hai iniziato te il discorso....io ti ho solo detto come si sono svolti i fatti e come abbiamo avuto le informazioni...anche se può sembrare strano, ogni tanto si incontrare della brava gente...
Si incontrano anche un sacco di burloni "cacciaballe"e chi più ne ha più ne metta,ma questo non è utile alla discussione.
Visto che dici essere avvenute qualche decennio fà,sei sicuro di ciò che riporti?

inoltre come hai potuto evidenziare i risultati furono divulgati successivamente all'analisi dei dati monitorati,
anche se da ciò che ho scritto non si evinceva il contrario.
Sicuramente non si "evinceva"ciò.
Se tutto il resto per te è "sottinteso",per me non è credibile.
Tu sai come è organizzata l'elaborazione dati,da chi ed in che tempi?
Da chi sarebbero stati poi riportati questi risultati alle singole proprietà?
Secondo tè c'è stato qualcuno che successivamente all'elaborazione si è preso la briga di reinterpretarli singolarmente, riferiti alla singola proprietà per dare quelle indicazioni,tenendo conto che non si tratta delle stesse persone che hanno operato sull'azienda?
Non avrai reinterpretato "generosamente" i fatti di cui probabilmente non sei testimone diretto?
Se non sono prolisso è per non essere eccessivamente accademico e pedante...ti ringrazio per aver spiegato in maniera esauriente agli utenti del forum il procedimento nei particolari-
Non sei stato accademico(non lo posso essere neppure io che non ho pratica dell'argomento),ma ne dai una lettura che non rispecchia la realtà.
Se rileggi il mio post mi riferivo ai METODI basati sulle LEGGI FISICHE....per avere risultati EMPIRICI. credo di essere stato chiaro......utilizzo dei metodi scientifici,basati su leggi fisiche per riuscire ad ottenere risultati empirici e fondati....

Senza rancore:vabene::vabene::vabene:
Ma se dall'utilizzo di "metodi scientifici basati su leggi fisiche "si riescono ad ottenere solo risultati empirici,a cosa serve la scienza?:l:

90 c
21-03-2008, 16.25.47
Si incontrano anche un sacco di burloni "cacciaballe"e chi più ne ha più ne metta,ma questo non è utile alla discussione.
Visto che dici essere avvenute qualche decennio fà,sei sicuro di ciò che riporti?

Sono certo di ciò che dico. Con questa ricerca nella mia zona furono trovate sacche di metano, acqua e petrolio. Attualmente abbiamo in zona 56 pozzi di metano attivi, 1 centrale termoelettrica a metano che riscalda una miriade di serre nate intorno alla centrale dalla quale ricevono calore tramite un impianto per riscaldarle d'inverno. Le serre sono nate con la scoperta dell'acqua. In seguito, molti agricoltori hanno aderito al "piano carni" avendo scoperto la presenza di falde acquifere sotterranee.In seguito le colture ortofrutticole con la creazione dei vasconi.Prima di tutto ciò non c'era nulla.


Sicuramente non si "evinceva"ciò.
Se tutto il resto per te è "sottinteso",per me non è credibile.

Cosa significa? Non è detto che ciò che si tace non si sa......

Tu sai come è organizzata l'elaborazione dati,da chi ed in che tempi?

Nel caso specifico non ho potuto godere della visione diretta dei dati.
Tuttavia so benissimo come è organizzata l'elaborazione dei dati. Come lo fu per i dati della mia zona no.

Da chi sarebbero stati poi riportati questi risultati alle singole proprietà?

Dai tecnici che operavano quotidianamente nel territorio.

Secondo tè c'è stato qualcuno che successivamente all'elaborazione si è preso la briga di reinterpretarli singolarmente, riferiti alla singola proprietà per dare quelle indicazioni,tenendo conto che non si tratta delle stesse persone che hanno operato sull'azienda?
Non avrai reinterpretato "generosamente" i fatti di cui probabilmente non sei testimone diretto?

Questa affermazione mi fa sorgere il dubbio sul grado di conoscenza che hai del metodo utilizzato. Non volendo azzardare deduzioni ricordo che questo metodo non trova la damigiana di acqua ma la presenza di FALDE acquifere. Non parliamo di metri quadrati ma di interi fogli di mappa.....oppure ho sbagliato a dare per scontato anche questo?

Non sei stato accademico(non lo posso essere neppure io che non ho pratica dell'argomento),ma ne dai una lettura che non rispecchia la realtà.

Lo stesso dubbio di sopra.....;);)

Ma se dall'utilizzo di "metodi scientifici basati su leggi fisiche "si riescono ad ottenere solo risultati empirici,a cosa serve la scienza?

METODO: modo di agire o fare attraverso regole e principi oggettivi
SCIENTIFICO:complesso dei risultati della attività speculativa umana volta alla conoscenza di cause leggi ed effetti dei fenomeni basato su metodo, studio ed esperienza
LEGGE: relazione determinata e costante tra le quantità variabili che entrano in un fenomeno
FISICO: che concerne la natura
EMPIRICO: basato sulla conoscenza diretta e sperimentale e non sulla deduzione

Continuo a non capire......
Sempre senza rancore.....:vabene::vabene::vabene:


PS:non mi va di aggiungere altro. Il mio post era rivolto a puntualizzare la necessità di procedere con un approccio scientifico nei confronti delle problematiche del mondo agricolo. Gli stregoni fanno parte del medioevo. Molti argomenti del forum si distinguono per l'elevato contenuto tecnico e scientifico dei post degli utenti che conferiscono al sito un' eccellente livello informativo-divulgativo anche per coloro che non possono, o non hanno potuto, migliorarsi con degli studi appropriati.
Ho voluto riportare la mia esperienza su un argomento dove i diversi metodi applicati mischiano scienza e magia. Le tecniche geognostiche non si fanno con ramoscelli e pendolini ma con strumenti di alta tecnologia basati su criteri scientifici e non sulle doti paranormali.
Mi dispiace notare che ciò che non si conosce viene valutato come errato o frutto di "reinterpretazioni generose".
Se la colpa di questo equivoco è stata la mia approssimazione, me ne duole e sarò + accorto in futuro.

Felice di condividere con voi pareri, esperienze e quanto altro.

mefito
21-03-2008, 20.09.08
Si incontrano anche un sacco di burloni "cacciaballe"e chi più ne ha più ne metta,ma questo non è utile alla discussione.
Visto che dici essere avvenute qualche decennio fà,sei sicuro di ciò che riporti?

Sono certo di ciò che dico. Con questa ricerca nella mia zona furono trovate sacche di metano, acqua e petrolio. Attualmente abbiamo in zona 56 pozzi di metano attivi, 1 centrale termoelettrica a metano che riscalda una miriade di serre nate intorno alla centrale dalla quale ricevono calore tramite un impianto per riscaldarle d'inverno. Le serre sono nate con la scoperta dell'acqua. In seguito, molti agricoltori hanno aderito al "piano carni" avendo scoperto la presenza di falde acquifere sotterranee.In seguito le colture ortofrutticole con la creazione dei vasconi.Prima di tutto ciò non c'era nulla.
Sei certo di qualcosa che è avvenuto prima della tua nascita?
E' un metodo scientifico?
Pensa che anche nella mia zona cerano pochissimi allevamenti di suini,ora è pieno,non sarà in seguito alle indagini geologiche che hanno portato alla scoperta di giacimenti di metano?

.



Questa affermazione mi fa sorgere il dubbio sul grado di conoscenza che hai del metodo utilizzato. Non volendo azzardare deduzioni ricordo che questo metodo non trova la damigiana di acqua ma la presenza di FALDE acquifere. Non parliamo di metri quadrati ma di interi fogli di mappa.....oppure ho sbagliato a dare per scontato anche questo?
Pochi messaggi fà hai scritto che ad ognuno è stato detto dove c'era acqua quanta ce n'era, a che profondità,non conosco il tuo territorio e non posso certo entrare nel dettaglio,ma non sembri coerente.
METODO: modo di agire o fare attraverso regole e principi oggettivi
SCIENTIFICO:complesso dei risultati della attività speculativa umana volta alla conoscenza di cause leggi ed effetti dei fenomeni basato su metodo, studio ed esperienza
LEGGE: relazione determinata e costante tra le quantità variabili che entrano in un fenomeno
FISICO: che concerne la natura
EMPIRICO: basato sulla conoscenza diretta e sperimentale e non sulla deduzione

Continuo a non capire......
Sempre senza rancore.....:vabene::vabene::vabene:


Neppure io,ti ricordo che "empirico (http://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemma.php?definizione=empirico&lemma=E023A400)" è usato anche come aggettivo spregiativo,indicante mancante di validità ed efficacia,potrà anche essere valido,ma certamente non scientifico e non è sinonomo od equivalente ai termini che citi sopra

PS:non mi va di aggiungere altro. Il mio post era rivolto a puntualizzare la necessità di procedere con un approccio scientifico nei confronti delle problematiche del mondo agricolo. Gli stregoni fanno parte del medioevo. Molti argomenti del forum si distinguono per l'elevato contenuto tecnico e scientifico dei post degli utenti che conferiscono al sito un' eccellente livello informativo-divulgativo anche per coloro che non possono, o non hanno potuto, migliorarsi con degli studi appropriati.
Ho voluto riportare la mia esperienza su un argomento dove i diversi metodi applicati mischiano scienza e magia. Le tecniche geognostiche non si fanno con ramoscelli e pendolini ma con strumenti di alta tecnologia basati su criteri scientifici e non sulle doti paranormali.
Mi dispiace notare che ciò che non si conosce viene valutato come errato o frutto di "reinterpretazioni generose".
Se la colpa di questo equivoco è stata la mia approssimazione, me ne duole e sarò + accorto in futuro.

Felice di condividere con voi pareri, esperienze e quanto altro.
La "tua" esperienza,è solo il frutto di racconti popolari,quanto siano fondati probabilmente non lo sai neppure tu.
Purtroppo gli "stregoni" non appartengono solo al medioevo(Vanna Marchi e simili insegnano),ma per rimanere in tema della discussione,bisognerebbe capire se i sedicenti rabdomanti siano persone dotate di pareri paranormali,o semplicemente persone con una conoscienza del territorio ed una "sensibilità"specifica accentuata,che con un pò di sano "empiritismo",riescono a ridurre il rischio fallimento.
Per essere chiari io non credo a poteri paranormali o normali che dir si voglia,non conosco nulla dell'argomento(da me l'acqua c'è dappertutto),esprimo il mio scetticismo e lascio che chi decide liberamente senza costrizioni ,di affidarsi a certe figure che eventualmente paga di tasca propria,di fare ciò che meglio crede.
Ti faccio notare che questo è un forum "importante",non perchè da te da me considerato tale,ma forse proprio perchè al contrario di altri ogni affermazione dubbia o discutibile,viene regolarmente fatta oggetto di verifica e discussione,quello che ne esce è certamente una possibilità in più per chi legge di farsi una propria valutazione ed opinione.
Volendo essere pignoli,i rabdomanti non esisteranno certamente in zone come la mia,ed avranno meno "libertà" di azione dove la conoscenza geologica del territorio è più diffusa.
Dove nulla si sà e la tradizione popolare da loro riconoscimento,certamente avranno ampi spazi di "manovra.
OT:
Siamo nell'era tecnologica,ma per vedere il meteo in TV devo "lottare" con l'oroscopo,oppure c'è sempre meno religiosità(è antica dicono)eppure ci sono sempre più persone che si rivolgono a maghi e cartomanti.
Bei tempi il medioevo...................

bj
24-03-2008, 20.13.40
non per contraddirti mefito , ma la pianura padana e piu esttamente la mia zona , é stata passata a tappeto da queste grosse macchine per la ricerca di idrocarburi ecc. avevo 9 anni e queste grosse macchine nere con enormi gomme ,con queste grosse piattaforme anno girato in lungo ed in largo tutta la mia azienda , il mio comune e a quanto ne so la mia provincia in autunno. l,estate successiva sono passati poi i trivellatori, i quali su segnalazione del precedente passaggio facevano dei carotaggi esplorativi sia a distruzione di nucleo sia a recupero degli strati attraversati .la mia azienda é stata perforata mediamente ogni 100 mq. lascio a te pensare il dispiegamento di mezzi impegnati , le reletive rotture di essi del tempo necessario , e del rapporto che si é instaurato con gli operatori dei suddetti mezzi ricordo perfettamente anche perche ne sono ancora in possesso ,del giorno in cui arrivo il geologo con in mano una mappa di tutta l,azienda con su segnati i punti in cui trovare acqua e mi disse: se un giorno non avrai piu acqua perfora qua a 170 mt ebbene nel 2003 durante la lunga siccita ho avuto veramente la necessita di perforare e trovammo esattamente alla profondita indicata un acquifero non abbondante , ma potabile ,ed indispensabile ad abbeverare tutto il bestiame . successivamente alle perforazione esplorative in alcuni casi furono anche poi installate delle vere e proprie torri petrolifere per la ricerca di gas e in alcuni casi furono ritrovati delle sacche , tuuti noi abbiamo ben presente questi ricordi di gioventu ,sia per la mole di lavoro ,sia per il dispiegamento di mezzi impegnati . queste ricerche furono approfondite recentemente 3-4 anni fa e ti assicuro che mi furono segnalati altri acquiferi .

mefito
24-03-2008, 20.54.42
non per contraddirti mefito , ma la pianura padana e piu esttamente la mia zona , é stata passata a tappeto da queste grosse macchine per la ricerca di idrocarburi ecc. avevo 9 anni e queste grosse macchine nere con enormi gomme ,con queste grosse piattaforme .
Nessun problema,chissa perchè però sono sempre fatti riferiti a generazioni precedenti od all'infanzia.....:rolleyes:
ricordo perfettamente anche perche ne sono ancora in possesso ,del giorno in cui arrivo il geologo con in mano una mappa di tutta l,azienda con su segnati i punti in cui trovare acqua e mi disse: se un giorno non avrai piu acqua perfora qua a 170 mt .
Faresti cosa gradita se potessi pubblicare questo documento(eliminando magari i dati sensibili),per rendere conto di come sono fornite le indicazioni.;)
queste ricerche furono approfondite recentemente 3-4 anni fa e ti assicuro che mi furono segnalati altri acquiferi .
Nella mia azienda le hanno ripetute lo scorso anno.;)

bj
24-03-2008, 21.13.07
[QUOTE=mefito;347867]Nessun problema,chissa perchè però sono sempre fatti riferiti a generazioni precedenti od all'infanzia.....:rolleyes:

Faresti cosa gradita se potessi pubblicare questo documento(eliminando magari i dati sensibili),per rendere conto di come sono fornite le indicazioni.; se vuoi passare dalla mia azienda , visto che non siamo poi cosi distanti , nessun problema , anzi , molto volentieri, pubblicarlo , non se ne parla , ,,,,,generazioni precedenti o infanzia e perche sappiamo tutti benissimo che il massimo delle ricerche si é svolto circa 30 anni fa, oggi se si fa lo si fa molto mirato

mefito
24-03-2008, 21.56.34
Faresti cosa gradita se potessi pubblicare questo documento(eliminando magari i dati sensibili),per rendere conto di come sono fornite le indicazioni.; se
vuoi passare dalla mia azienda , visto che non siamo poi cosi distanti , nessun problema , anzi , molto volentieri, pubblicarlo , non se ne parla ,
Allora faccio prima a credere al rabdomante........:rolleyes:

bj
24-03-2008, 22.09.28
Allora faccio prima a credere al rabdomante........:rolleyes:

credi a quello che vuoi!!!!!!!!!!

Panzillotto
31-03-2008, 17.28.51
Ricordo anche io quelle macchine! Passarono circa 20 anni fa. Erano delle enormi jeep con una pedana vibrante posizionata sotto il pianale, tra l'assale anteriore e posteriore. Procedevano in colonna, erano 6, abbassavano la pedana vibrante a contatto con il terreno e vi rimanevano per circa 30 secondi. Poi la rialzavano e si riposizionavano in un altro tratto, ripetendo l'operazione. I sensori, posizionati in precedenza sui terreni circostanti, rilevavano il rimbalzo delle vibrazioni e di conseguenza sino a 4.000 metri di profondità riuscivano a mappare la composizione del sottosuolo. In zona Appennino Ligure, lungo la strada della Bocchetta avevano rilevato una grossa quantità d'acqua, speravamo nel petrolio, ma nulla!

86
23-09-2008, 15.37.21
salve a tutti,
stò scrivendo di fretta quello che questa mattina e in queste ore stò provando...
lo scorso anno in giugno, visto che avevo necessità di fare un pozzo avevo chiamato un rabdomante non del paese ma di un paese a ca 8 km da dove abito, questo sig.re mai visto e conosciuto aveva girato in largo e in lungo la mia proprietà ( ca 3 ettari) per capire dove fosse l'acqua, il risultato fu che l'acqua fu trovata in due posizioni molto distanti l'una da l'altra e ha un dislivello di ca 35 mt, la mia necessità era quella di avere un pozzo vicino a casa, la casa si trova nel punto più alto della proprietà e ca 8 mt più alta di uno dei punti in cui il rabdomante aveva indicato e con mio grande stupore aveva detto che l'acqua si trovava a 16 mt di profondità.
essendo questo punto relativamente vicino a casa e abbastanza di facile accesso ho deciso di iniziare a perforare...ma tutto questo oggi, 23 settembre, quindi un anno dopo che il rabdomante era passato.....questa mattina abbiamo iniziato a fare il sondaggio con una trivella di 50 cm di diametro, abbiamo trovati strati alterni di sabbio ( quello che noi chiamiamo tufo), argilla, fossili e anche strati più o meno pietrosi, ma dell'acqua niente....
il pozzaiolo scuoteva la testa mentre continuava a carotare convinto che dell'acqua nemmeno l'ombra e continuava a dire che su questa collina sul versante a sud difficilmente avremmo trovato l'acqua.....ma cari miei io imperterrito anche se un pò demoralizzato ho detto andiamo giù almeno fino a 16/17 mt tanto sono io che pago......ed ecco 16,40 mt è arrivata l'acqua e che acqua fresca e sembra anche con una discreta pressione.....nessuno credeva, ne il pozzaiolo, ne gli operai e nemmeno le persone che in quelle ore hanno fatto capannello vicino al cantiere, quindi il rabdomante cari ragazzi ha sbagliato solo a 40 cm, purtroppo ca 3 mesi fà questo signore è morto perchè molto anziano quindi non potrò neppure ringraziarlo e confermargli il risultato, dopo mio insistere aveva solo preso 2 kg di miele, non volle nemmeno 1 euro....pensate un pò che persona, e chiedendo di lui in giro mi hanno detto che da 50 anni faceva il rabdomante e non ha mai chiesto soldi a nessuno.
direi che da oggi credo ai rabdomanti e lo dico anche ad alta voce, purchè siano dei veri rabdomanti.

mefito
23-09-2008, 22.08.34
direi che da oggi credo ai rabdomanti e lo dico anche ad alta voce, purchè siano dei veri rabdomanti.
Io direi che ci credevi anche l'anno scorso........:rolleyes:
lo scorso anno in giugno, visto che avevo necessità di fare un pozzo avevo chiamato un rabdomante non del paese ma di un paese a ca 8 km da dove abito.
.................................................. ................................................;)

86
24-09-2008, 23.32.40
Io direi che ci credevi anche l'anno scorso........:rolleyes:

.................................................. ................................................;)

sai mefito, sono quelle cose alle quali credi e non credi, almeno fino a quando non vedi e non tocchi con le proprie mani.....
diciamo che fino a ieri ci credevo solo per sentito dire e visto che non avevo mai avuto oggettività dei fatti ero abbastanza scettico.....da ieri non più.
comunque oggi il pozzo è stato terminato, tutto ok, veramente un buon lavoro, totale profondità 22 metri e dal calcolo sommario che ho fatto dovrebbe buttare ca 3 lt al minuto, e trattandosi di una sorgente in collina e sul versante esposto a sud mi rende abbastanza soddisfatto, vi darò conferma più avanti della portata.

brentford
25-09-2008, 11.35.29
sai mefito, sono quelle cose alle quali credi e non credi, almeno fino a quando non vedi e non tocchi con le proprie mani.....
diciamo che fino a ieri ci credevo solo per sentito dire e visto che non avevo mai avuto oggettività dei fatti ero abbastanza scettico.....da ieri non più.
comunque oggi il pozzo è stato terminato, tutto ok, veramente un buon lavoro, totale profondità 22 metri e dal calcolo sommario che ho fatto dovrebbe buttare ca 3 lt al minuto, e trattandosi di una sorgente in collina e sul versante esposto a sud mi rende abbastanza soddisfatto, vi darò conferma più avanti della portata.
Scusa se mi intrometto nella discussione. Io sono convintissimo della buona fede del rabdomante (pace all'anima sua), tuttavia una portata di 3 litri al minuto sinceramente mi sembra scarsa, io l'anno scorso ho fatto fare un pozzo diametro 17, profondita' 33m, con portata stimata in 300 litri/min. Con 3 l/min che ci fai?:l::l:

86
25-09-2008, 12.11.50
Scusa se mi intrometto nella discussione. Io sono convintissimo della buona fede del rabdomante (pace all'anima sua), tuttavia una portata di 3 litri al minuto sinceramente mi sembra scarsa, io l'anno scorso ho fatto fare un pozzo diametro 17, profondita' 33m, con portata stimata in 300 litri/min. Con 3 l/min che ci fai?:l::l:


è tutto relativo........specialmente relativo alla zona in cui ti trovi....magari nelle mie colline trovare una sorgente così abbondante come la tua.
è ovvio che un pozzo artesiano ha una portata notevolmente superiore, ma pensa che mi garantivano il pozzo artesiano solo se scendevo fino a 150 mt , ma io non sarei stato comunque convinto in quanto conosco persone che nella mia zona sono scese fino a quelle profondità e hanno trovato poca più portata di quella che ho trovato io a 16,5 mt.
nel mio pozzo è stata fatto un deposito di ca 4 m3 di acqua sotto alla sorgente e sono ca 3 i metri che mi accorrono durante il giorno, poi in 24 ore il deposito è pieno nuovamente.
i pozzi a sterro da noi sono tutti fatti così......

brentford
26-09-2008, 10.12.32
è tutto relativo........specialmente relativo alla zona in cui ti trovi....magari nelle mie colline trovare una sorgente così abbondante come la tua.
è ovvio che un pozzo artesiano ha una portata notevolmente superiore, ma pensa che mi garantivano il pozzo artesiano solo se scendevo fino a 150 mt , ma io non sarei stato comunque convinto in quanto conosco persone che nella mia zona sono scese fino a quelle profondità e hanno trovato poca più portata di quella che ho trovato io a 16,5 mt.
nel mio pozzo è stata fatto un deposito di ca 4 m3 di acqua sotto alla sorgente e sono ca 3 i metri che mi accorrono durante il giorno, poi in 24 ore il deposito è pieno nuovamente.
i pozzi a sterro da noi sono tutti fatti così......
Capisco, la situazione e' completamente diversa...;)

huspas
02-10-2008, 19.08.26
io ho fatto uno sbancamento di terra e mi sono accorto che dopo un giorno dove avevo scavato era uscita dell'acqua, Mah ho pensato è agosto non piove da 2 mesi ci sarà una sorgente? Beh non ci crederete con un culo esagerato ho fatto uno scavo di 3 mt con degli anelli di cemento a formare un pozzo rudimentale , Risultato 3mt d'acqua ,Ho avuto un gran culo

86
21-10-2008, 09.58.45
per giuba
l'acqua sgorga da sotto tu dici che è una falda superficiale c'è il rischio che si secchi?


chi ha fatto il mio pozzo dice che se l'acqua viene dal basso è molto positvo e i richi che secchi la sorgente sono inferiori.

makkaroni
07-02-2009, 18.33.26
Ciao. Ho necessità di far fare un pozzo per un orto di 4000mq.Hanno trovato l' acqua a 20 metri, ci sarebbero ( il pozzo deve essere ancora scavato )2 vene che si incrociano con una larghezza di 6mt . A valle del pozzo( a circa 40mt ) che voglio far fare c' è il pozzo del vicino che non usa mai e poco più giù ha un altro pozzo romano credo .
Il quesito è il seguente :realizzando il pozzo rischio di provocare danni al pozzo del vicino( perdita di portata )?
Ci sono indicazioni legislative per le distanze?


Ringrazio anticipatamente...

Potionkhinson
07-02-2009, 23.25.48
Salve makkaroni,
Il quesito è il seguente :realizzando il pozzo rischio di provocare danni al pozzo del vicino( perdita di portata )?
è possibile! Dipende dalla portata della falda e dalla portata di acqua emunta dal tuo pozzo.
Ci sono indicazioni legislative per le distanze?Si!... ma ci sono indicazioni legislative anche (e soprattutto) per la realizzazione del pozzo (autorizzazione ricerca acque sotterranee)... recati presso l'Ufficio del Genio Civile della tua Provincia (sezione Acque Pubbliche), otterrai tutte le risposte.
Saluti

makkaroni
08-02-2009, 11.53.21
grazie...mi toccherà sentire un geologo per capire qual' è la portata.Il pozzo lo devo proprio fare..
Approfitto per un altro quesito..

Esiste una tabella per calcolare il consumo idrico di un orto in cui siano coltivate verdure di stagione prim/est - aut/inv?Chiedo questo perché l' orto che stò per realizzare ,è a valle del pozzo ,a circa 500mt con un dislivello di 50mt.Pensavo di istallare dei serbatoi in pvc per recuperare l' acqua piovana ( visto il clima.. ) .Vorrei capire quanto devono essere grandi sti serbatoi.

L' orto in questione sarà con pacciamatura e irrigazione con manichetta autocompensante.

giuba
08-02-2009, 13.29.10
l'abbassamento della falda in seguito alla suzione va valuata in base alle portate emunte e in base a come la falda si comporta (potenza della falda).per stimare i quantitativi di acqua stila un piano di irrigazione. in caso si portate captate piccole può essere utile avvalersi di serbatoi in modo da avere una portata maggiore. valuta nell'insieme i due fattori, sia l'accumulo di acqua, che più convientemente effettuerei mediante un piccolo vascone in terra, magari rivestito, e l'acqua che riesci a prelevare dal pozzo.

makkaroni
08-02-2009, 18.23.44
un piccolo vascone in terra, magari rivestito, e .
far fare una buca e rivestita con telo pvc tipo quello dei laghetti?( soluzione più economica...)

il piano d' irrigazione lo potrebbe fare un agronomo?
p.s. sapete il prezzo medio dei serbatoi in plastica ( azzurri ) da 10/15 lt??

grazie

jkx3
08-03-2009, 16.19.31
far fare una buca e rivestita con telo pvc tipo quello dei laghetti?( soluzione più economica...)
il piano d' irrigazione lo potrebbe fare un agronomo?
p.s. sapete il prezzo medio dei serbatoi in plastica ( azzurri ) da 10/15 lt??
grazie
Si fare una buca e rivestirla sarebbe speditiva ma doresti prenderti una pompa, che peschi l'acqua o costruire un sistema a paratie e canali, che ti porti furi l'acqua dalla buca e te la porti nell'orto.
Un agronomo ti farebbe un piano di irrigazione in base alle esigenze colturali, e al metodo di irrigazione... comunque se vuoi usare un metodo speditivo per un orto, si potrebbero stimare 8 l a mq.
Il serbatoio da 10/15 l nn sarà piccolo... piu ke un serbatoio e un bidoncino....:333:
comunque i prezzi dei serbatoi in pvc si aggirano circa su;
225 230euro per un serbatoioprismatico la 1000 litri...mentre per un serbatoio da 2000 litri 455 euro...
PS
Secondo me i serbatoi in pvc sono piu comodi di una buca....

marcuss
24-05-2009, 22.59.41
rispondo a tutti gli sciettici dei rabdomanti quando si trattta di quelli veri ci si deve affidare pienamente per mia esperienza nel podere è venuto un tale che ha lavorato per 20 anni con l'eni e scusate se non è poco questo tipo sentiva tutto sul sottosuolo sacche di gas formazioni geologiche e acqua ma nn solo pure i vuoti ha sentito pure il vuoto delle gallerie di formignano(romagna) a mè a trovato una vena fantastica i rabdomanti esistono fin dai tempi antichi e nel passato erano figure rispettatissime oggi il pianeta è pieno di ******** che credono solo a quelli che sanno fare 2 più 2 e non considerano tuttto il resto tanti saluti

90 c
24-05-2009, 23.52.37
rispondo a tutti gli sciettici dei rabdomanti quando si trattta di quelli veri ci si deve affidare pienamente per mia esperienza nel podere è venuto un tale che ha lavorato per 20 anni con l'eni

Scettici....
Non ti viene in mente niente.......tipo le perforazioni geognoseologiche effettuate in tutta Italia dall' ENI?


e scusate se non è poco questo tipo sentiva tutto sul sottosuolo sacche di gas formazioni geologiche e acqua ma nn solo pure i vuoti ha sentito pure il vuoto delle gallerie di formignano(romagna)

La prima estrazione di metano da parte dell' ENI fu effettuata presso Ravenna dopo opportuni rilievi geognostici


a mè a trovato una vena fantastica

Anche da noi è successa la stessa cosa .......ma il tecnico non si faceva chiamare "rabdomante".


i rabdomanti esistono fin dai tempi antichi e nel passato erano figure rispettatissime

Oggi stanno scomparendo......soppiantati da geologi,ingegneri,etc......è un mondo crudele.......


oggi il pianeta è pieno di ******** che credono solo a quelli che sanno fare 2 più 2 e non considerano tuttto il resto tanti saluti

Bei tempi il Medioevo......oggi tutti a credere al sapere scientifico e si prendono gioco di maghi,cartomanti e astrologi........dove andremo a finire?
Invece di chiamare "esperti rabdomanti certificati" ,tutti che si fidano più di un tecnico uscito da una facoltà che a stento sa fare 2+2=4 .

Curiosità.....ma la professione del tecnico dell' ENI la conosci?
:rolleyes::rolleyes::rolleyes:

O forse l'ENI assume rabdomanti?
:222::222::222:

trivellatore88
23-04-2010, 19.48.58
Rivolgiti ad una ditta specializzata e miraccomando nel contratto pagamento solo a risultato ottenuto!

Noi abbiamo fatto così (ormai nel lontano 1972)


Scusa non ho capito bene ma se la ditta non trovava l'acqua non la pagavi?

mefito
23-04-2010, 21.44.26
Scusa non ho capito bene ma se la ditta non trovava l'acqua non la pagavi?
Dubito che esista una ditta che accetti simili condizioni.:l:

Engineman
23-04-2010, 23.24.55
Ho l'esigenza di trivellare un pozzo in un mio orto-frutteto hobbistico per consumo famigliare subito fuori dal paese.
In Comune mi hanno detto che ci vuole la DIA ed una valutazione geologica.
Per fare un buco per terra??? Va beh che devono mangiare anche i geometri.
Ho cercato su Paginegialle.it le ditte della zona e ho iniziato a telefonare.
Alla prima, seconda e terza le persone che rispondevano mi hanno detto: ora non c'è il titolare, lasci il telefono che la facciamo richiamare.
Col cavolo che a tutt'oggi mi hanno richiamato ...
Alla quarta telefonata, una ditta di Asti a 25 km da me, risponde il titolare, mi dice che per fare un preventivo deve venire ad ispezionare il terreno.
Dopo mezz'ora era lì.
Visti i comodi accessi ecc. mi ha fatto un prezzo di 120 euro + IVA per metro di profondità con tubi da 1 metro.
A lavoro finito vi farò sapere com'è andata.

mefito
23-04-2010, 23.56.52
Ho l'esigenza di trivellare un pozzo in un mio orto-frutteto hobbistico per consumo famigliare subito fuori dal paese.
............. mi ha fatto un prezzo di 120 euro + IVA per metro di profondità con tubi da 1 metro.
.
Tubi da un metro?????:l:
Ma ti rimane ancora qualcosa dell'orto?:p
A che profondità pensi di dover arrivare?

Engineman
24-04-2010, 00.23.43
Why not? Ho duemila m2 e quindi posso "girarci intorno" tranquillamente.
Diffido del pozzo artesiano di 20 cm o poco più, c'è pericolo di insabbiamento, pompa da tirare su ecc. Un mio conoscente (in altra zona, devo dire) non ha finito di avere problemi e di spendere soldi.
Inoltre il tizio lavora in quel modo, e a me va bene.

In questo posto si trova già l'acqua dopo 5 metri, ma di solito si trivella fino a 15-18 metri.

In alcuni punti dei dintorni l'acqua affiora già a 1 metro, argomento che è stato decisivo per evitare l'attribuzione di una discarica ...

mefito
24-04-2010, 06.47.16
Per quel che è la mia esperienza mi appare come un "esagerazione" il diametro,mentre mi sembra pochissimo il costo(compreso di allestimento cantiere?).
E' circa quello che ho speso io 12 anni fà per trivellare un pozzo da 20 cm.
Ero convinto tu avessi messo uno zero in più nel diametro.
Certamente và vista la specificità dei suoli e della falda, ma sono stupito.:eek:

Ti ha detto con quale sistema intende realizzarlo?

P.S.Ti ha chiesto un acconto?:rolleyes:

tocia
24-04-2010, 09.30.08
caro Engineman tienici informati che son curiosissimo come una donna incinta
saluti

Engineman
24-04-2010, 10.45.27
caro Engineman tienici informati che son curiosissimo come una donna incinta
saluti
... ma hai poi scoperto chi è il padre? (battuta da fare quando vedi una donna incinta!)

Beh, io non son sicuro di niente e non me ne intendo, so solo che la ditta dice che metterà dei tubi da 1 metro e che negli immediati dintorni (ne ha già trivellati altri) è sempre stato sufficiente scendere a quella profondità lì e che costa quello che mi ha detto.
Fino a raso terra, poi se voglio un tubo all'esterno e coperchio e accessori vari si paga a parte.

Comunque prima di dare il via, hai ragione Mefito meglio essere prudenti, mi farò fare un preventivo dettagliato e che comprenda tutte le voci.

Nessun anticipo. Mi ha detto di chiamarlo quando avrò fatto la pratica.

Mi ha detto anche di far segnare i punti, chiamerò il classico vecchietto, ce n'è uno da queste parti.
Sono vecchietto anch'io e se ci fosse da sentire del vino avrei forse qualche probabilità, ma l'acqua ...:no:

Vi terrò informati ma ci vorranno diverse settimane, stiamo facendo le cose con calma.

Potionkhinson
24-04-2010, 12.44.48
Salve Engineman,Ho l'esigenza di trivellare un pozzo in un mio orto-frutteto hobbistico per consumo famigliare subito fuori dal paese.
In Comune mi hanno detto che ci vuole la DIA ed una valutazione geologica.
Per fare un buco per terra??? Va beh che devono mangiare anche i geometri.
ti chiedo subito: da quale regione scrivi? Difatti, ho avuto modo di appurare che le procedure seguite sono molto diverse da regione a regione.
Nella mia regione si seguono procedure diverse (anche in funzione della destinazione delle acque rinvenute).
... ma qui siamo O.T. (magari continuiamo nella sez. Leggi & Co.)

Saluti

P.S.: non è semplice buco per terra --> l'acqua è un bene pubblico! :)

trivellatore88
24-04-2010, 17.14.17
120€ al metro per un foro da 1 metro? ma chi è sto matto? io pe 120 € faccio un foro da 400mm (è pure troppo) esclusi i tubi di rivestimento.
ma dalle parti vostre non scendete mai + di 20 metri?

Engineman
24-04-2010, 17.33.46
Ma se lui è matto va bene a me .... :vabene: comunque ad evitare che ci siano dei costi "nascosti" mi farò fare un preventivo scritto "chiavi in mano".

Sembra che dalle nostre parti non si debba scendere tanto.

Le "mie parti" è Villanova d'Asti, e per le varie procedure che effettivamente possono cambiare da regione a regione o da provincia a provincia, sono andato all' ufficio tecnico del Comune per fare le cose in regola e loro vogliono solo la DIA + valutazione geologica, dopo un mese posso trivellare (silenzio-assenso).

Lo so, il "buco per terra" è volutamente riduttivo, comunque, in pratica, di ciò si tratta e mi sembra esagerato dover fare una DIA per questo ... Poi per l'acqua ecc. certo, le autorità devono giustamente gestire queste cose, ma fra un po' mi chiederanno una DIA se devo piantare un chiodo nel muro ...

mefito
24-04-2010, 22.42.59
Ma se lui è matto va bene a me .... :vabene: comunque ad evitare che ci siano dei costi "nascosti" mi farò fare un preventivo scritto "chiavi in mano".
...
Sempre meglio essere prudenti...;)
Per te sarà cosa normale,ma per esempio io ho un pozzo da 50cm di diametro con pompa a 20 metri che mi dà 300lt secondo e ci bagno a scorrimento 60 ettari.
Capisci perchè mi meraviglio del "buco" di un metro per un orto:222:

tocia
24-04-2010, 23.13.20
io la butto lì.....non sarà che si è confuso i cm. con i mm. ?

Engineman
25-04-2010, 09.26.56
No no, è proprio un metro di diametro. Certo è sovradimensionato per 2000 metri quadri, ma se li fanno così che posso farci?

trivellatore88
25-04-2010, 19.38.24
io lavoro nel lazio e per le irrigazioni faccio fori al massimo da 300mm
con pompe fino a 30hp, è vero che scendiamo anche 200 m ma un foro da 1m mi sembra esagerato...

danbart
26-09-2010, 17.53.41
visto che parlate di pozzi, mi potreste levare una curiosità? Se in un pozzo di collina, rispettando i tempi di ricarica pesco acqua con un tubo che scarica più in basso del limite medio del suo livello, posso formare un costante rivolo che magari va a ricaricare la stessa falda che carica il sistema? C'è qualcuno che c'ha provato?

huspas
27-09-2010, 10.45.59
non ne vedo l'utilità, togliere acqua dal pozzo per ricaricare la falda da cui il pozzo si alimenta non mi sembra un idea geniale anche perchè creeresti una specie di circuito chiuso , ma la disponibilità sarebbe sembre quella.

danbart
28-09-2010, 11.08.34
pensaci bene...s'è visto che l'irrigazione a goccia (quella che darebbe il rivolo dintorno)ottimizza il lavoro dell'acqua, si creerebbe della buona flora ripariale un pò impegnativa ma che manterrebbe bassa l'evaporazione anche al sole,poi visto che acqua chiama altra acqua le vene di ricarica più a monte tenderebbero a non aggrottarsi alla ricerca della giusta umidità ma la troverebbero in superfice. Il difficile sarebbe, come mi disse un vecchio, riguardo alle piogge,non far assorbire troppo in fretta vicino al pozzo, evitando cosi' di farlo otturare e franare; poi spesso per i piccoli appezzamenti si avrebbe il sistema diviso tra tanti proprietari, con tutti i problemi che ne derivano spesso...

mefito
05-01-2011, 10.54.27
ciao, secondo me esistono persone con una sensibilità + affinata di altri che riescono a percepire le vibrazioni in corrispondenza delle vene d'acqua. Io faccio parte di questa schiera di persone, dote scoperta per caso con amici ormai da 11 anni
"Siamo" acqua,siamo immersi nell'acqua,l'umidità è essenziale alla vita,come fai a "sentire" acqua se c'è acqua praticamente dappertutto?
Purtroppo il tuo "collega" dopo aver inserito un messaggio che alla luce dei fatti era solo autopubblicità,alla richiesta di chiarimenti che si era detto disponibile a fornire si è eclissato.

Sarà mica stato rapito da qualche geologo invidioso?:l:

verga
05-01-2011, 17.27.20
"Siamo" acqua,siamo immersi nell'acqua,l'umidità è essenziale alla vita,come fai a "sentire" acqua se c'è acqua praticamente dappertutto?
Purtroppo il tuo "collega" dopo aver inserito un messaggio che alla luce dei fatti era solo autopubblicità,alla richiesta di chiarimenti che si era detto disponibile a fornire si è eclissato.

Sarà mica stato rapito da qualche geologo invidioso?:l:
spero non sia stato rapito dai geologi, son terribili, non han rispetto se non del fatto che l'attrezzatura scientifica è Dio. Ok mi sta bene che si son fatti un mazzo a studiare, però nella fattispecie, quando il risultato è oggettivo, reale ecc e diventa ripetitivo , meglio sarebbe cambiar approccio. Un gesto di umiltà e intelligenza. (come han fatto a trovare nei secoli dove costruire i pozzi prima di fare accampamenti, cascine, città?)scendevano i marziani?Tutt'attorno c'è acqua? non mi risulta che la terra galleggi sull'acqua, tutt'al + è infarcita di percorsi o depositi d'acqua che x effetto della sua composizione molecolare unica, come x tutte le altre sostanze (es minerali)emette una radiazione dovuta alla sua vibrazione che si propaga in verticale sulla superficie ed oltre; passando col bastoncino ( questo non è altro che un'antenna amplificatrice del segnale vibratorio) s'innesca un processo di risonanza tra l'acqua sotto terra e quella contenuta nel nostro corpo, che va' poi a creare una contrazione alla muscolatura avendo così il movimento del bastoncino. Personalmente un giorno praticando per allenarmi , qualche ora circa 3h sopra 2 grosse vene vicino a carate brianza, ho avuto nel pm un dolore generale nella muscolatura, una spossatezza devastante che non ho potuto non riposare per tutto il pm. Non ho conoscenze scientifiche tali da piegarti cosa sia il discorso risonanza , vibrazioni ecc, ma prendi l'esempio del cristallo che si rompe con l'acuto o altri es alla mano

cepy75
05-01-2011, 18.11.17
Ok mi sta bene che si son fatti un mazzo a studiare, però nella fattispecie, quando il risultato è oggettivo, reale ecc e diventa ripetitivo , meglio sarebbe cambiar approccio.
Riprendendo un recente spot tv, perché non vincere facile quando ciò è possibile?

Un gesto di umiltà e intelligenza. (come han fatto a trovare nei secoli dove costruire i pozzi prima di fare accampamenti, cascine, città?)scendevano i marziani?No, quelli lasciamoli dove sono.....molto più semplicemente, e realisticamente, hanno utilizzato la seconda caratteristica da te citata.....utilizzando anche la prima per eventuali insuccessi.


Tutt'attorno c'è acqua?Oh già.....Considerando tutti i tipi di forme fisiche, è la sostanza più presente. I 3/4 +/- del peso umano è acqua.



non mi risulta che la terra galleggi sull'acqua, tutt'al + è infarcita di percorsi o depositi d'acqua che x effetto della sua composizione molecolare unica, come x tutte le altre sostanze (es minerali)emette una radiazione dovuta alla sua vibrazione che si propaga in verticale sulla superficie ed oltre; passando col bastoncino ( questo non è altro che un'antenna amplificatrice del segnale vibratorio) s'innesca un processo di risonanza tra l'acqua sotto terra e quella contenuta nel nostro corpo, che va' poi a creare una contrazione alla muscolatura avendo così il movimento del bastoncino. Personalmente un giorno praticando per allenarmi , qualche ora circa 3h sopra 2 grosse vene vicino a carate brianza, ho avuto nel pm un dolore generale nella muscolatura, una spossatezza devastante che non ho potuto non riposare per tutto il pm.
Mai sentito parlare di tensione nervosa e dei suoi effetti sulla muscolatura, quando ad esempio occorre tenere costantemente uno sforzo in una determinata posizione?
Qualunque essere umano può trovarsi il bastoncino che ruota, e senza intenzione di farlo.


prendi l'esempio del cristallo che si rompe con l'acuto o altri es alla manoNon ho capito il nesso dell' acqua, con la frequenza di rottura di un materiale.

mefito
05-01-2011, 19.37.52
quando il risultato è oggettivo, reale ecc e diventa ripetitivo ,
Devi scusarmi,ma anche tutti i ciarlatani(non mi stò riferendo a te) affermano di avere infinite testimonianze a suffragio dei loro "poteri".


d'acqua che x effetto della sua composizione molecolare unica, come x tutte le altre sostanze (es minerali)emette una radiazione dovuta alla sua vibrazione che si propaga in verticale sulla superficie ed oltre;

passando col bastoncino ( questo non è altro che un'antenna amplificatrice del segnale vibratorio) s'innesca un processo di risonanza tra l'acqua sotto terra e quella contenuta nel nostro corpo, che va' poi a creare una contrazione alla muscolatura avendo così il movimento del bastoncino.
Finalmente trovo delle argomentazioni a spiegazione del fenomeno,ma leggendo ciò che segue...

Non ho conoscenze scientifiche tali da piegarti cosa sia il discorso risonanza , vibrazioni ecc,
Mi chiedo quale sia il fondamento e credibilità.:l:

verga
07-01-2011, 13.22.27
ciao, l'esempio del bicchiere che si rompe era x dirti del discorso di risonanza, l'acuto emesso ha una sua frequenza che pò raggiungere quella del bicchiere(cristallo) il quale entra in risonanza e va' in frantumi, in quanto si rompono i legami fra le molecole. Posso dirti che non è così semplice fare ricerche, di margine d'errore ce n'è, dovuto a mlt aspetti in prims l'operatore stesso, (se la notte prima hai fatto bagordi,se in testa hai problemi che ti assillano e nn 6 in grado di accantonarli rendendo la mente vuota ecc) inoltre anche le condizioni meteo, temporale, vento forte, influiscono sull'operatore e quindi inficiano il risultato;poi ci sono falsi segnali, es presenza di acqua sì , ma si tratta magari di un piccolo invaso, oppure si tratta di memoria(ovvero sia di presenza di acqua tempi addietro)

ciao, l'esempio del bicchiere che si rompe era x dirti del discorso di risonanza, l'acuto emesso ha una sua frequenza che pò raggiungere quella del bicchiere(cristallo) il quale entra in risonanza e va' in frantumi, in quanto si rompono i legami fra le molecole. Posso dirti che non è così semplice fare ricerche, di margine d'errore ce n'è, dovuto a mlt aspetti in prims l'operatore stesso, (se la notte prima hai fatto bagordi,se in testa hai problemi che ti assillano e nn 6 in grado di accantonarli rendendo la mente vuota ecc) inoltre anche le condizioni meteo, temporale, vento forte, influiscono sull'operatore e quindi inficiano il risultato;poi ci sono falsi segnali, es presenza di acqua sì , ma si tratta magari di un piccolo invaso, oppure si tratta di memoria(ovvero sia di presenza di acqua tempi addietro)
La tensione nervosa? certo, quando tieni una posizione x mlt tempo la muscolatura si irrigidisce (si può dire anche ipertono? vabbè)cmq non si deve impugnare la bacchetta con eccessiva forza giusto x non incorrere in questo inconveniente, inoltre quando si termina l'attraversamento del corso d'acqua(o altro) l'eccitabilità della muscolatura cessa e la bacchetta ritorna nella sua posizione originaria ( solitamente parallela al terreno) e non s'avverte nessun genere di tensione, come se stesse in stanbay. Ho notato però che quando rimango parecchio nella zona di perturbazione in quanto un area grande o ripeto mlt le rilevazioni (x approfondire certe cose tipo portata, profondità larghezza direzione scorrimento ecc) e quindi rimango in risonanza x mlt tempo , anche quando esco dal "campo" di perturbazione es oltre la larghezza della vena, la tensione non cessa in quanto mi son ipersensibilizzato, alche mi devo staccare x un po' in quanto sono in una condizione di tilt

Scusate, qualcuno sa se e quando ci sono fiere x trivellatori qui in lombardia?

liimog
19-03-2012, 12.18.59
Salve a tutti ragazzi,io devo riportarvi la mia esperienza,fondamento scientifico o no,non so che dirvi.Mio suocero ha chiamato la ditta di perforazioni per fare un pozzo in collina più o meno a 350mt di altezza,insieme alla ditta è venuto il rabdomante,che non era vestito da mago,nè da clown,ma una persona normalissima.
Premetto che prima di essere scettico sono critico e voglio capire il funzionamento delle cose,con umiltà e senza voler essere arrogante,perchè si sa,c'è sempre qualcosa da imparare dagli uomini e dalla natura.
Il rabdomante ha indicato una vena d'acqua a 70mt e una a 100mt,a 70 mt c'era davvero,ma hanno scavato fino a 100mt come aveva suggerito lui e lì ce n'era una più grossa,il pozzaiolo gli ha regalato 10mt di perforazione,e secondo il rabdomante questo pozzo sarebbe andato avanti a fornire acqua per almeno 100 anni.
Io non so che dire,ma dato che c'ero ho voluto provare anch'io lascorsa domenica con un ramo d'olivo e il ramo d'olivo mi si girava,ho provato anche in città in un sottosuolo e mi si girava in un determinato punto.
Ho provato nel mio giardino poichè un contadino tempo fa mi ha detto che sotto casa mia ci passava una vena d'acqua e in un punto del giardino,in un punto solo il ramoscello si gira,io non vi racconto barzellette,vi dico quello che succede a me,voglio approfondire la cosa.Ho però la netta sensazione che non ci abbiano raccontato proprio tutto,senza scadere in superstizioni,sto facendo una ricerca per capire il fenomeno,azzeccarci o no non lo so,il fatto è che esiste qualcosa che interagisce con il legno,è d poco stata testata la fusione fredda all'università di Bologna e non si spiega scientificamente ancora il fenomeno,però funziona,probabilmente la scienza deve ancora spiegare alcune cose che le sfuggono