Visualizza versione completa : Arco di protezione: aspetti tecnici


arcoslm
26-09-2012, 22.18.05
Salve, essendo interessato alla problematica, vorrei sapere cosa ne pensate dell'arco posteriore (sia su cingolati che gommati) per lavorare in determinate condizioni (es: vigneti a tendoni, uliveti bassi.... ) cmq tutte quelle colture in cui l'arco posteriore non essendo completamente abbattibile crea disagio e a volte potrebbe persino creare pericolo !!! La soluzione sarebbe l'anteriore abbattibile ma già per esempio nei gommati standard la legge non lo permette ....mentre per i cingolati le linee guide ISPESL non lo prevedono anche se la soluzione alla fine diverse aziende l'hanno trovata !:vabene:

26rs
27-09-2012, 14.27.39
L'ideale sarebbe usare mezzi adatti alle coltivazioni che abbiamo... Usare un trattore standard in un vigneto basso o in un tendone... Meglio un isodiametrico o una cosa simile.. Alcuni cingolati da vigneto poi hanno l'arco anteriore mi pare. Non riesco a capire, invece, come si possa installare il roll bar sulle vecchie motoagricole formate dal motocoltivatore più il carrello...

arcoslm
27-09-2012, 16.05.03
Sono uscite già le linee guida per "motocoagricole"

http://www.ispesl.it/sitodts/telai2012.asp

http://www.ispesl.it/sitodts/Linee_guida/linee_guida_telai2012/parte_generale.pdf

il problema si incontra (per il momento) nella fase di realizzazione poichè è necessario avere il mezzo in azienda... speriamo si riesca a standardizzare anche questo prodotto.

Il discorso che fai non fa una piega, ma per gli agricoltori che non hanno la possibilità di ampliare il proprio parco, sono costretti a montare ove possibile l'arco anteriore con l'aggravio di costi rispetto al posteriore.

Fiatagri-95
27-09-2012, 20.09.18
@26rs il tuo discorso non fa una piega! Peccato che molto trattori anche frutteto non hanno l'arco antiribaltamento perchè prodotti prima che era obbligatorio.Poi bisogna analizzare caso a caso ad esempio se uno ha un trattore da campo aperto e lo usa anche in un piccolo vigneto e uliveto per uso casalingo meglio adottare questa soluzione piuttosto che prendere un altro trattore! Sempre rimanendo del parere che ognuno usa quello che vuole in casa sua
@arco slm
Mi sembra un buon sistema quello di mettere i parafanghi rinforzati ai cingolati e poi saldarci sopra l'arco,anche perchè è l'unica soluzione meno ingombrante(altezza) che io abbia visto.
Dove vanno fissati i nuovi parafanghi? Dove erano i vecchi o a parti strutturali del trattore?

Albe655C
29-09-2012, 11.07.35
Salve, essendo interessato alla problematica, vorrei sapere cosa ne pensate dell'arco posteriore (sia su cingolati che gommati) per lavorare in determinate condizioni (es: vigneti a tendoni, uliveti bassi.... ) cmq tutte quelle colture in cui l'arco posteriore non essendo completamente abbattibile crea disagio e a volte potrebbe persino creare pericolo !!! La soluzione sarebbe l'anteriore abbattibile ma già per esempio nei gommati standard la legge non lo permette ....mentre per i cingolati le linee guide ISPESL non lo prevedono anche se la soluzione alla fine diverse aziende l'hanno trovata !:vabene:
Averlo posteriore mi darebbe dei problemi con quelle attrezzature che necessitano di stare rivolti posteriormente con il braccio appoggiato sul sedile (frese interfilari, ecc) per azionare la fune dello spostamento, l'arco mi impedirebbe la visuale del''attrezzo. Non per ultimo che non riuscirei ad usarlo sotto i frutteti. Anche sul vostro arco anteriore abbattibile potrebbe sorgere un problema dato dall'archetto posteriore che potrebbe risultare "scomodo" per appoggio del braccio (da verificare, in foto non è chiaro).
Per ora la vostra soluzione è la migliore, ma si può migliorare ed esempio modificando l'arco posteriore in modo che il tubolare non sporga dal sedile ma segua perfettamente la sagoma della struttura del sedile.
Quanto pesa l'intera struttura?

Fiatagri-95
29-09-2012, 15.29.46
Sicuramente sarebbe più comodo anche nel mio caso con l'arco posteriore a filo con il sedile,una cosa che non si vede bene dalle foto è se l'arco posteriore compre i distrubutori,come i primi modelli posteriori:222:

arcoslm
01-10-2012, 22.29.51
I parafanghi vecchi vanno sostituiti con i nuovi che hanno ulteriori ancoraggi al trattore. Si precisa però che la struttura viene vincolata ai fori già utilizzati, ovviamente con altra bulloneria poichè è cambiato lo spessore della struttura.

Il peso è maggiore rispetto a quello posteriore, siamo sui 200 kg in più che senza dubbio non sono pochi ma bisogna fare una considerazione importantissima, mentre con l'arco posteriore il peso viene gravato solo in un punto ossia dietro (e già ci sono alcuni trattori tipo il Fiat 605 che "impennano" di natura), nel caso dell'anteriore abbattibile il peso è distribuito uniformemente nella parte centrale e non c'è bisogno di zavorrare.

Se si riesce a vedere ho messo qualche link dove vedere qualche foto oppure visitando il sito in corso di aggiornamento.



http://www.imgxc.com/fullimage/uMvshy.jpg

http://www.imgxc.com/fullimage/Zuk0H3.jpg

http://www.imgxc.com/fullimage/h5LREm.jpg

http://www.imgxc.com/fullimage/0Hwkhz.jpg

Albe655C
02-10-2012, 09.32.51
Per quanto riguarda l'arco posteriore nei fiat tipo 605 C non di può abbassare un po' l'arco posteriore per farlo a filo con il sedile?
Il vostro arco lo voglio venire a vedere all'eima, vederlo dal vivo è meglio che in foto...

Fiatagri-95
07-10-2012, 11.53.54
http://www.slmgissi.it/polopoly_fs/1.1003403.1331804918!/httpImage/img.JPG_gen/derivatives/landscape_500/img.JPG
http://www.slmgissi.it/polopoly_fs/1.1003413.1331805241!/httpImage/img.JPG_gen/derivatives/landscape_500/img.JPG
Dalle foto vedo che sulla serie 65 per montare il vostro arco sono state rimosse le luci di posizione e la maniglia per facilitare la salita sul trattore. Dopo messo l'arco si potrebbe rimettere almeno la maniglia originale o crea o problemi?

Albe655C
07-10-2012, 13.14.01
Le luci di posizione per un cingolato non servono a niente quindi...ma si possono sempre attaccare da qualche parte sul posteriore. Nella prima foto sembra che i bauletti sui parafanghi non siano stai modificati quindi sono stati eliminati sono le luci di posizione anteriori.
Per le maniglie non se hai l'arco alzato puoi usare quello, quando è abbassato in effetti servirebbero.

arcoslm
09-10-2012, 17.25.23
Per quanto riguarda la maniglie abbiamo provveduto, per le luci di posizione provvediamo alla loro sistemazione ovviamente se all'atto dell'arrivo il trattore ne sia già provvisto..... acuto osservatore.... complimenti !! :vabene:

tormenant
23-05-2015, 20.30.52
buona sera a tutti mi sono appena iscritto al forum perche cerco notizie e foto per l'installazione di un rops - telaio di protezione per la mia motoagricola trasporter cabinata pasquali 958 4 del 1980. questo perchè ho intenzione di autocostruirmi il telaio a norma ma no riesco a capire come ancorarlo adeguatamente alla macchina che non ha un telaio a longheroni bensì il tutto è collegato al gruppo motore-cambio-albero di trasmissione alle ruote posteriori. ringrazio di cuore chiunque vorrà darmi una sua opinione

Opiero
25-05-2015, 00.04.29
Il telaio di protezione per i trasporter (motoagricole) Pasquali di solito del tipo a due montanti posteriore, si ancora alla trave che dal cambio và al differenziale posteriore, praticamente fasciando (sciarpando) il tubolare di collegamento. Su la guida nazionale INAIL, è possibile individuare la tipologia che più si adatta.

tormenant
25-05-2015, 15.28.08
Il telaio di protezione per i trasporter (motoagricole) Pasquali di solito del tipo a due montanti posteriore, si ancora alla trave che dal cambio và al differenziale posteriore, praticamente fasciando (sciarpando) il tubolare di collegamento. Su la guida nazionale INAIL, è possibile individuare la tipologia che più si adatta.

grazie Opiero della dritta: i miei dubbi ora sorgono dal poco spazio che c'è sul retro della cabina per non interferire con i cavi e con la barra che collega le due ruote per sterzare. Ho pensato di utilizzare come base la struttura del cambio con una staffa a L rovesciata ed avvitandola con i bulloni da 19 che già sono installati nella parte superiore. che ne pensi ? un saluto

Opiero
25-05-2015, 16.57.55
Ti consiglio di vedere " inail scheda 6A per motoagricola, poi appendice per motoagricola Pasquali 956.4. I bulloni da 19 sono degli M12, tenuto conto che per un buon ancoraggio occorrono mediamente 8 bulloni M16, per avere la stessa resistenza di attacco, te ne occorrono almeno 14, hai questo numero di viti M12 (chiave di 19) per ancorarti sul cambio. Un saluto a tutti ed al forum.

marzo62
19-11-2016, 13.58.47
Salve a tutti, sto facendo realizzare un arco di protezione su un trattore Same minitauro 60 anno 73 , rispettendo le direttive I.S.P.E.S.L.
La persona, ovviamente qualificata , non ha capito come realizzare l'attacco delle catene da fissare sulla piastra di 15 mm posta sotto l'asse del trattore. La direttiva Ispesl dice chel l'attacco delle catene va saldato sulla predetta piastra la stessa piastra va avvitata con due buloni, alla" vecchia" sede.
Mentre lui insiste che bisogna bullonare la piastra insieme all'attcco delle catene.
Spero di essere stato chiaro se qualcuno mio può consigliare e magari mandarmi delle foto per poter risolvere questo problema. Grazie

alaska
08-04-2018, 02.09.53
a chi puo interessare il link agli schemi:

http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/azienda-agricola/doc/approfondimenti-sicurezza/appendici-alle-linee-guida-ispesl-sui-rops-per-trattori

io sto costruendo il telaio per un 451 mi verra a costare circa 150 euro di cui circa 100 di ferro gia tagliato e 50 tra elettrodi e vernice.

45567

45568

45569