Visualizza versione completa : Cingolati, considerazioni sui vari modelli


Dagri
30-11-2005, 13.42.32
Se ne è parlato in diversi post, ma ho ancora qualche dubbio:

New Holland, Same/Lamborghini, Landini fanno macchine che come prezzo scontato alla fine sono molto simili.

I pareri che ho letto sul forum propendono massicciamente per NH, però depliant alla mano i dati a me, che non sono un super esperto, sembrano molto simili.

-Steering-o-matic vs. leve doppie per lo sterzo
-Comando frizione a punto morto vs. "normalmente in presa"
-Frizione monodisco vs. bidisco
-Superriduttore senza sovrapprezzo vs. optional a pag.
-Motori Iveco vs. Same
-Differenza impianto idraulico (portate pompe di serie)
-Costi gestione (ricambi, consumi)
-Etc.

Chi mi aiuta a farmi un'idea?

Toxi 82
30-11-2005, 20.48.48
Se fossi in te restringerei il campo a solo due ditte e cioè Landini o McCormick (se ti piace azzurro o rosso) e New Holland visto che sono proprio delle belle macchine e sopprattutto affidabili mentre qualche magagna l'ha sempre avuta Same per i propri cingolati...... Dipende anche che tipologia di macchina vorresti aquistare dal modello prettamente per la montagna, frutteto o vigneto largo.....

Dagri
01-12-2005, 13.57.53
Grazie Toxi per la risposta, personalmente sono interessato ai modelli larghi max 146 (e anche qui il dato è identico al cm per tutti e tre), da impiegare in vigneto e campo aperto in collina anche ripida.
Il discorso, però può includere anche quelli "montagna" da 170 e più.

Quali sono le magagne da considerare possibili per i Same ?

Mi piacerebbe sentire le opinioni dei cingolisti di montagna... Moreschini, Ale, Cesco e tutti gli altri dove siete? già in fila per ordinare il TK130 ??!!

Toxi 82
01-12-2005, 15.07.33
Per i cingolati del gruppo Same le magagne che ho sempre sentito in giro dai miei amici utilizzatori (viticultori che utilizzano tutte le marche bene o male) in genere per il prodotto Same non proprio gli ultimi modelli ma per quelli di dieci anni fà avevano il problema della trasmissione che era deboluccia per questo tipo di macchine alcuni sostenevano che era la stessa dei motori a ruote tipo Explorer....... con gli stessi alberini della trasmissione che dopo 3-4000 ore si spezzavano..... Mentre per il resto fra Landini e New Holland è difficile anche se come impostazione preferisco il gruppo di Fabbrico perchè è più simile ad un mezzo a ruote visto che ha la frizione a pedale risp. alla leva... per il discorso assistenza nella nostra provincia siamo a posto fra C.A.P. per NH, Devoti per Landini e McCormick di Perazzoli (se hai un problema vengono anche di domenica......)

F80/90
01-12-2005, 18.45.54
Sicuramente le migliori macchine sono (a mio avviso) new holland e landini, potrei anche dirti alcune magagne di Same ma dopo si scatena un putiferio, e siccome ci vogliamo tutti un sacco di bene bisogna andarci piano:333: :333: ..
ti posso però dire le cose che non mi piacciono..
1 - motore raffreddato ad aria ( ribadisco che siamo già nel 2005:333: )
2 - freni a nastro, certo sono servoassistiti ma sono sempre a nastro
3 - cambio...... migliorabile, molto migliorabile........
4 - in estate arriva un caldo dal motore quasi insopportabile, anche perchè la posizione di guida non è rialzata rispetto al motore, in più il bel raffreddato ad aria soffia continuamente aria bollente fuori dal cofano..

maugeo
01-12-2005, 19.56.38
Sicuramente le migliori macchine sono (a mio avviso) new holland e landini, potrei anche dirti alcune magagne di Same ma dopo si scatena un putiferio, e siccome ci vogliamo tutti un sacco di bene bisogna andarci piano:333: :333: ..
ti posso però dire le cose che non mi piacciono..
1 - motore raffreddato ad aria ( ribadisco che siamo già nel 2005:333: )
2 - freni a nastro, certo sono servoassistiti ma sono sempre a nastro
3 - cambio...... migliorabile, molto migliorabile........
4 - in estate arriva un caldo dal motore quasi insopportabile, anche perchè la posizione di guida non è rialzata rispetto al motore, in più il bel raffreddato ad aria soffia continuamente aria bollente fuori dal cofano..
Premesso che non utilizzo cingolati, perciò non posso esprimere un giudizio sulle macchine in quanto tali, bisogna dire che non ne hai toppate un paio secche :
- i motori del gruppo Same ormai sono tutti a liquido;
- i freni sono a bagno d' olio.
Per conferma basta guardare le schede tecniche sul sito del gruppo.

555-M
02-12-2005, 11.53.07
Io sui Same a cingoli non mi sento di esprimere giudizi non avendone mai provato uno. Tuttavia noto che dalle mie parti se tra i gommati sono abbastanza diffusi (più o meno a parità dei Landini e comunque molto distanti dai NH come percentuale) invece sui cingolati ne ho visto uno soltanto. E da me i cingolati sono molto usati, ma la fanno da padroni i Fiat (70%) e i Landini (30%). Di Same a cingoli.... ripeto... uno soltanto.
Quindi se tanti agricoltori, pur possedendo un gommato Same, sul cingolato si orientano quasi sempre su Fiat e talvolta su Landini un motivo ci sarà.

F80/90
05-12-2005, 03.57.02
Premesso che non utilizzo cingolati, perciò non posso esprimere un giudizio sulle macchine in quanto tali, bisogna dire che non ne hai toppate un paio secche :
- i motori del gruppo Same ormai sono tutti a liquido;
- i freni sono a bagno d' olio.
Per conferma basta guardare le schede tecniche sul sito del gruppo.


sono ormai tutti a liquido, hai detto bene, peccato che sulle piccole cilindrate (io non voglio neanche la moto raffreddata ad aria) li vendano ancora raffreddati ad olio aria, ed anche sui cingolati sono ancora disponibili i raffreddati AD ARIA
seconda cosa... ho detto che i freni same sono a secco? :l: lo sò anch'io che sono in bagno d'olio, ma sono FRENI A NASTRO... non FRENI A DISCO come new holland, è li la differenza... :222:
quindi non sono io ad averne toppate un paio...

Pablo
05-12-2005, 16.31.04
Sono tutte macchine ultra vecchie ed ultra costose (per quello che offrono) senza esclusione alcuna.
Se proprio sei costretto ad un cingolato ti posso consigliare:
A - Le versioni F-M-V sono un pò degli specchietti, valuta bene le loro dimensioni e scegli, per quanto ti sia possibile, la macchina con la carreggiata maggiore !!
B - Tra un 90 ed un 100 c'è pochissima differenza, ma proprio poca visto che sui depliant nessuno trascrive la nuova normativa CE R24, potenza netta del motore con utilizzatori (ventola etc) ... vedrai dei 100 che diventano 89 e via discorrendo.
C - Tra tutti questi dinosauri meccanici forse il NH offre il comando monoleva, utile se impieghi accessori in pendenza e ti servono delle concomitanze sui movimenti (abbiamo solo 2 mani ndr).
D - Assistenza e rivendibilità della macchina.
Purtroppo è la realtà con cui sto lottando anch'io per sostituzione 505 manutenzione bosco.

Dagri
06-12-2005, 10.53.56
"Costretto" è proprio la parola giusta...

Ho iniziato questo argomento proprio per trovare delle motivazioni alla spesa di 25 mila Euro per 40 q.li di ferro con un motore.

Pur posticipando il più possibile la sostituzione del cigolo attuale, prima o poi dovrò farla in quanto trattori a ruote in certi punti da me non ci vanno.

Io non ho alcuna preferenza o pregiudizio sulle varie marche, e nessun modello emerge particolarmente rispetto agli altri...

andando nei dettagli noto che nessuno ha il meglio in ogni particolare, ed è per questo che con l'aiuto di chi ha più esperienza volevo con calma soppesare tali piccole differenze.

Il discorso dei freni a disco vs. nastro, seppur entrambi in bagno d'olio, mi sembra importante, chi usa le due versioni può dire la sua ?
Finora a disco io li ho avuti solo sul ruote, mentre a cingoli ho provato solo nastro a secco.

F80/90
06-12-2005, 13.23.21
come hai detto tu sono 25.000 mila eurini risparmiati che se ne vanno per 40 q. di ferro con il motore.

i freni a nastro in bagno d'olio sono ottimi freni e questo è da riconoscere, considerando che con il cingolato non si fanno trasporti e comunque la massa complessiva anche con attrezzi non è mai impressionante (non ci attacchi un dumper a tre assi per intenderci) i freni a nastro riescono a svolgere egregiamente la loro funzione di "sterzo".
premesso quindi che i freni non subiscono un particolare stress considerati i pesi in gioco i freni a disco sono praticamente eterni, cioè riescono a durare tranquillamente quanto dura il trattore, senza doverli rifare ogni 2500 - 3000 ore.
rifare i freni non è un lavoro impossibile, ma è comunque una manutenzione impegnativa che se non hai la possibilità di fare in azienda a un costo sicuramente rilevante, anche perchè vengono smontati cingoli e campane..
quindi optare su un mezzo con freni a disco vuol dire sicuramente spendere qualcosa di più ora e risparmiare circa tre cambio freni.

sergiom
06-12-2005, 18.21.19
Per la mia modesta esperienza i freni a nastro svolgono egregiamente il loro dovere, quelli a disco sono ottimi senza dubbio, con il sistema a bagno d'olio la durata dovrebbe essere veramente lunga, tuttavia anche quelli a secco, se non ci si dimentica il piedino sopra il pedale, durano moltissimo, ogni 2000 ore si fa la registrazione!!!! ho visto trattori con oltre 10.000 ore, mai sostituiti i freni!!!! Poi ovviamente dipende dall'uso e non si può generalizzare.

Pablo
06-12-2005, 23.43.23
In montagna e su pendenze te le sogni 3000 ore con i freni a nastro !!! Dalle mie parti bruciano come carbonella .... :333:

F80/90
07-12-2005, 12.40.33
In montagna e su pendenze te le sogni 3000 ore con i freni a nastro !!! Dalle mie parti bruciano come carbonella .... :333:

concordo assolutamente, in montagna le pendenze sono tante, i campi piccoli e pieni di manovre, 3000 ore fai veramente fatica a farle, ogni 800 - 1000 ore si registrano, e questo non solo io, ma anche tutte le aziende che sono qui, quindi non credo sia un problema di come vengono usati, almeno che nessuno qui da noi sappia usare il cingolato, ma dubito che sia per quello..
poi in pianura senza pendenze e con campi da km sono sicuro che durano, i freni non servono:333: :333: ..

sergiom
07-12-2005, 17.58.34
Sono d'accordissimo che la grandissima varietà di situazioni non possa essere messa facilmente in confronto, comunque intervalli di registrazione di 1000 ore, con un uso intenso, sono più che verosimili, anzi sono indice di uso con grande professionalità, parlavo di 2000 ore in condizioni non gravose, quindi in fondo i conti tornano, quello che penso sia esagerato è che con questi conti (1000 ore la registrazione - 3000 la sostituzione) si avrebbero solo 2 registrazioni e la terza volta la sostituzione, per la mia poca esperienza 5-6 registrazioni si fanno quindi avremo una durata di 5000-6000 ore anche in situazioni gravose, non voglio comunque polemizzare, non dubito di altre esperienze, ogni modello poi ha le sue caratteristiche, io mi riferisco soprattutto ai fiat.
Per contribuire dico che in un trattore un nastro l'ho visto sostituire non per consumo ma per rottura dei ganci del nastro stesso.

cristian
07-12-2005, 20.29.32
beh per come la vedo io la nh col monoleva ha dato buonissimi spunti al trattorista in ergonomia e praticità.

il cingolato a queste potenze secondo me dovrebbe essere più pesante, non dico come un industriale di pari potenza ma qualche quintale dovrebbe farlo.
poi ripeto è una mia opinione e la giustifico considerando che alla fine un 100 va ad arare o può mandare attrezzi dove l'inerzia può aiutare ancor più di qualche cavallo vapore in aggiunta.
ci sono tanti svantaggi a seguito di queste considerazioni ma con un pò di buona volontà dei costruttori e progettisti si superano.
vedendo il tk 130 all'eima la prima impressione che ho avuto è stata condizionata da una presunta leggerezza.
sembra stupido come paragone ma guardavo il tk avevo in mente la 120c e dicevo non può essere ha fatto la dieta.
un'altra cosa che mi preme dire è che la nh e le altre marche anche se hanno a disposizione buone alternative, alcuni, hanno la pompa idraulica bassa di portata.
purtroppo per me il cingolo deve essere potente, pesante e senza elettronica:vabene:

Pablo
08-12-2005, 05.48.14
Vogliamo restare su una trasmissione meccanica ... OK !!! Va più che bene ... ma almeno che ci montino un cambio power-shift, un inversore elettroidraulico e dei comandi degni di essere chiamati tali !!!!
Senza aumentare il prezzo grazie (già spropositato per le sue !!!) .....

cesco
08-12-2005, 20.35.28
Ciao a tutti,scusate ma ho letto questo post solo ora. Innanzitutto volevo dire che chiamare un cingolato "mucchio di ferro col motore" sia indice di poca pratica di lavori agricoli, infatti chiunque lavora la terra sa quanto il cingolato sia superiore al gommato in ogni situazione.Riguardo ai freni, visto il loro modesto utilizzo, credo siano del tutto ininfluenti sulla scelta della marca, anzi i nastri in bagno d'olio, visto la lunghissima esperienza costruttiva e la progressione d'intervento, forse sono da preferire.Venendo alla mia personale esperienza ho un minitauro c comperato nel '73,all'inizio si lavorava tutto con quello adesso invece serve per l'esbosco, il vigneto e la seminatrice da grano e ancora va egregiamente.Ho anche MF e CAT.

I Same Explorer cingolati avevano avuto sulle prime serie dei problemi di cuscinetti dei riduttori,quelli attuali credo siano delle ottime macchine molto meglio bilanciate delle macchine concorrenti.I motori vanno molto bene sia gli aria-olio che gli attuali ad acqua(a proposito il radiatore dell'acqua non butta addosso aria calda?) . Per quello che ne so io i Landini danno grossi problemi alla trasmissione mentre dei NH attuali ho sentito dei commenti negativi proprio sul sistema di sterzatura che per i lavori in vigna pare sia troppo "scattoso" facendo rimpiangere la progressione delle due leve.Aldilà di certi particolari comunque credo che non ci sia grossa differenza fra le varie marche in questa classe di potenza forse è meglio valutare il prezzo e la serietà e comodità del concessionario.Riguardo ai cambi complicati tenete presente che con il cingolato si lavora"alla tonda",in aratura col giro a vuoto a volte non cambio marcia per giorni interi. Secondo me 6 marce + HI-LO+inversore idraulico bastano e avanzano per tutti i lavori,per il resto serve solo un motore "corposo" ed il deceleratore.

sergiom
08-12-2005, 23.36.56
Pablo e Cesco,
secondo me avete disegnato la trasmissione ideale; ma i costruttori una sbirciatina al forum la danno?

TurboStar
09-12-2005, 12.41.29
secondo voi il sistema che ha NH che quando disinserisci la frizione un freno blocca l'alberino principale del cambio,è veramente utile?
ma ogni volta che si incrementa la marcia bisogna fermarsi per forza?

sergiom
09-12-2005, 17.24.14
Il cingolato ha velocità ridotte, in pratica si ferma "quasi" sempre appena tiri la frizione, quindi ti ritroveresti con l'albero secondario fermo, l'unico modo per non grattare è avere fermo anche l'albero primario, tirando la frizione si aziona un freno che tiene fermo il primario per i pochi istanti in cui sei in folle (a marcia ingranata è ovvio che se il secondario è fermo lo deve essere anche il primario), se non ci fosse il freno, i piccoli attriti, che ci sono anche a frizione disinnestata, farebbero ruotare il primario appena libero dal secondario e cioè in folle con il risultato di grattare appena cerchi di innestare la marcia.
Forse ho pasticciato con le parole ma vado di fretta, se non sono stato chiaro fatemelo notare cercherò di rimediare.

johndin
09-12-2005, 18.38.43
Si magari se fai una ripetuta mi scrollo un pò di ignoranza sui cingolati.

sergiom
09-12-2005, 22.29.45
Premesso che, praticamente, un cingolato si ferma "quasi" immediatamente appena disinnestata la frizione, anche durante i trasferimenti, data la poca inerzia per le velocità comunque piuttosto ridotte (a meno che non ci si trovi in discesa) ne consegue che il cambio sincronizzato non ha senso ed infatti non esiste (almeno su quelli che conosco io), ne consegue pure che i cambi di marcia si fanno a mezzo fermo.
Quando si cambia di marcia, come di normale, si disinnesta la frizione, risultato tutta la trasmissione ferma, si disinnesta la marcia in uso, il secondario resta fermo perchè ferme sono le ruote motrici, il primario, ormai in folle, potrebbe essere trascinato dai piccoli attriti della frizione anche se disinnestata, il risultato sarebbe che al tentativo di ingranare la marcia ci sarebbero ingranaggi (oggi manicotti) che ruotano che si avvicinano ad ingranaggi che stanno fermi e quindi un bel suono come tr.. tr.. tr.. , invece la leva della frizione agisce, oltre che sul reggispinta del disinnesto frizione, anche su un piccolo freno dell'albero primario che gli impedisce di ruotare così che gli ingranaggi in avvicinamento per ingranare siano tutti e due fermi e non si abbia la "grattugiatina".
Che a nessun ben pensante venga in mente di fare la doppietta come in altri cambi non sincronizzati di altri veicoli, non ce n'è il tempo!!!
In pratica fila quasi sempre tutto liscio, tuttavia questa la mia esperienza
1) per agevolare, agire dolcemente sui pedali dei freni per arrestare immediatamente il movimento, e cambiare subito senza perder tempo;
2) se la marcia impunta e non esce spingere la leva frizione poco pochino (non esagere altrimenti ci si rimette in movimento) per liberare il freno e favorire il disinnesto degli ingranggi, tirandola poi nuovamente per azionare il freno cambio;
3) se impunta la marcia da innestare agire sempre sulla frizione per agevolare piccoli movimenti del primario e consentire l'innesto;
4) se per qualunque motivo le marcia grattano provvedere a frenare per fermare il trattore o tirare a fondo la leva frizione per frenare il cambio.
Ci vuole molto di più a pensarci (non parliamo poi a scriverlo) che ha farlo, vi assicuro che neanche ci si accorge di fare tutte queste cose, viene tutto naturale, si vede solo il trattore che avanza ad una certa velocità, si ferma per una frazione di secondo e ricomincia ad avanzare ad una velocità diversa o in retromarcia.

cesco
10-12-2005, 00.01.10
Ciao a tutti.Volevo solo dire che l'MF monta il freno già dagli anni 70.Si aziona con uno scatto intermedio della frizione idraulica.In genere non si usa mai, basta che quando si cambia il trattore sia fermo.Anche il CAT ha un sistema analogo, si spinge in avanti la leva della frizione azionando un frenello che agisce sul cardano che collega il cambio alla frizione.

Benny69
10-12-2005, 00.26.10
Già... tutte le macchine meccaniche che sappia io montano il freno, altrimenti ogni cambio marcia è una limata di ingranaggi.... lo aveva anche l'HD15 che usavo io....
Complimenti davvero a Sergiom... pure io freno sempre per cambiare marcia e/o direzione (io aro con il voltaorecchio).

sergiom
10-12-2005, 10.09.51
Io uso soprattutto vangatrice e fresa

johndin
10-12-2005, 10.11.57
Grazie per la delucidazione sto cominciando a capirci qualcosa anch'io:vabene:

Ale83
11-12-2005, 11.44.23
Beh non so da quando lo monti la MF il freno ma so che sul 601 e sulla 25 della Fiat quindi primi anni 50 c'èra già..

Dagri
11-12-2005, 19.11.34
Ciao a tutti,scusate ma ho letto questo post solo ora. Innanzitutto volevo dire che chiamare un cingolato "mucchio di ferro col motore" sia indice di poca pratica di lavori agricoli, infatti chiunque lavora la terra sa quanto il cingolato sia superiore al gommato in ogni situazione.

Non fraintendiamo, tale definizione mi è uscita perchè ritengo proprio che il cingolato sia indispensabile in certe situazioni, tuttavia girando per fiere e concessionari li ho visti tutti e tutti sono macchine giustamente semplici ma anche estremamente costose per quello che offrono, ovvero tanto ferro e un motore.

Ad esempio io ho necessità di un modello cabinato per effettuare i trattamenti al vigneto... nessuno offre la cabina di serie, neppure optional.

Ho anche parlato con alcuni tecnici di un paio di aziende costruttrici chiedendo come mai non ci hanno pensato e la risposta è stata (non ricordo le parole precise) che una cabina su tali mezzi si danneggerebbe dopo poche ore di utilizzo e quindi non ci pensano nemmeno di andare a complicarsi la vita.

SE QUALCUNO DI SDFG, CNH o ARGO STA LEGGENDO E NON LA PENSA COSI' SI FACCIA SENTIRE E DICA LA SUA VERSIONE.

Anche montando cabine non originali non si può fare un bel lavoro, infatti la piattaforma concepita cinquant'anni fa che tuttora viene montata presenta una serie di fessure, passaggi etc. che di fatto rendono impossibile un minimo di pressurizzazione anche utilizzando i kit di insonorizzazione.

Toxi 82
11-12-2005, 21.52.48
Dovresti provare a sentire i fratelli Perazzoli che in provincia commercializzano i McCormick e hanno trovato un allestitore di cabine che chiude quasi tutti i buchi su queste macchine e come forma e dimensione sono veramente belle e funzionali...... sia come climatizzazione sia come luci montate i serie sulle loro cabine..... :vabene: ottimi prodotti

cesco
11-12-2005, 23.15.27
Ciao a tutti.Mi sono dimenticato di dire che quando si cambia marcia con un cingolato la cosa più importante per non grattare è togliere il gas.Riguardo alle cabine nella mia zona(prov Siena) ci sono molti cingolati con cabina pressurizzata proprio per trattare i vigneti,inoltre credo che tutte le marche presentino cingolati con nuovo disegno della piattafoma poichè tutti hanno da poco introdotto la piattaforma sospesa.Riguardo ai vecchi ho trovato proprio sul forum depliant di cingolati anche datati muniti di cabina (es.fiat 120c-1355)Sul sito di Trattore .it come ricambio c'è la cabina per il Landini 10500 cingolato.Infine se l'usato costa parecchio non ci sarà un motivo?

P.S. scusate se posso sembrare polemico ma ho ancora il dente un pochino avvelenato per il "mucchio di ferro col motore" Vi posso assicurare che ho visto spesso i "mucchi di ferro" tirare fuori dai guai molti "rottami gommati " inutilmente ipertecnologici.Buon lavoro a tutti (sia col gommato che col cingolato!!)

sergiom
12-12-2005, 00.37.38
Si,
se il freno cambio di cui abbiamo parlato non funziona bene, togliere acceleratore aiuta moltissimo ma fa perdere un sacco di tempo, devi di nuovo accelerare prima di innestare la frizione per avere a disposizione la potenza richiesta.
Su alcuni modelli questo freno è registrabile, non saprei se anche su quelli modernisimi.

Pablo
12-12-2005, 03.04.16
Secondo me "mucchio di ferro col motore" è si improprio, ma anche riferito ai contenuti tecnici e non al paragone con i gommati ..... :idea:
Effettivamente i cingolati sono un bel pò indietro ehhhh .... però con i prezzi si sono mantenuti al passo con i tempi !!! :222: :222:

F80/90
13-12-2005, 12.46.07
Ciao a tutti,scusate ma ho letto questo post solo ora. Innanzitutto volevo dire che chiamare un cingolato "mucchio di ferro col motore" sia indice di poca pratica di lavori agricoli, infatti chiunque lavora la terra sa quanto il cingolato sia superiore al gommato in ogni situazione.Riguardo ai freni, visto il loro modesto utilizzo, credo siano del tutto ininfluenti sulla scelta della marca, anzi i nastri in bagno d'olio, visto la lunghissima esperienza costruttiva e la progressione d'intervento, forse sono da preferire.
I motori vanno molto bene sia gli aria-olio che gli attuali ad acqua(a proposito il radiatore dell'acqua non butta addosso aria calda?).

mucchio di ferro è un modo per dire che ti vendono lo stesso trattore di trent'anni fa, non è cambiato niente, e quando dai il tuo glorioso usato al conc. ti risponde che è un mucchio di ferro, senza pensare che te ne stà vendendo uno uguale.

non posso assolutamente sentir dire che i freni a nastro sono quasi da preferire ai freni a disco.... allora perchè non li montiamo nei moderni gommati da 40 km/h e ultimamente anche 50km/h e poi vediamo chi è il miglior sistema di frenatura.

i motori raffreddati ad acqua hanno il radiatore sul muso del trattore, e quindi l'aria calda arriva molto meno, l'anno scorso con il lamborghini ho dovuto fare una paratia in compensato perchè a seminare mi si colava la scarpa destra (colava per modo di dire, altrimenti c'è chi è buono di rispondere che è impossibile colare una scarpa)

Benny69
13-12-2005, 16.05.36
Bhè, io sulla 120C ho messo delle paratie, perchè d'estate è insopportabile l'aria soffiata dal motore... ed è raffreddata ad acqua, ma con i cofani aperti old style credo sia peggio di quelle ad aria....

Se guardiamo la potenza frenante pura, non credo che un disco freni più di un nastro, chiaro che però sono da preferire i primi perchè praticamente esenti da manutenzione, non fischiano, sono molto più comodi.....

sergiom
13-12-2005, 16.59.51
Ogni componente fa quello per cui è progettato, su macchine con i freni a nastro essi (si spera) erano dimensionati per il peso di quella macchina, come quelli a disco (sicuramente migliori) saranno dimensionati per il lavoro previsto che debbano fare (sempre si spera).
Non per essere nostalgico ma nell' AD7 il ventilatore era soffiante:vabene: , niente aria calda in faccia, potrei aggiungere:"che panzate di freddo!!!!:D "

Dagri
23-12-2005, 16.19.41
Ho appena saputo che Landini ha iniziato a montare sui suoi cingolati il nuovo Perkins 1104 da 4400cm3 al posto del vecchio (ma tuttora valido) 1004 da 4000cm3.
Non ho maggiori dettagli anche perchè sul sito ci sono ancora le specifiche tecniche vecchie... probabilmente gli addetti al marketing dei cingoli neanche sanno cos'è internet (e qui mi è scappata la battuta ma non volevo offendere nessuno).

Sapete se anche CNH ha in programma di sostituire il buon vecchio 3908cm3 come ha già fatto sui TL etc.??

Ho letto i dati principali del nuovo Perkins e mi sembra che possano far fare un discreto passo in avanti alla macchina di San Martino in Rio rispetto agli altri.

Mi sembra strano che NH rimanga a max 90CV per i larghezza standard da 146cm mentre sia Landini che Same sono già intorno ai 100 !! Sapete se c'è qualche novità in arrivo ?

Same/Lamborghini monta il "solito" 4000cm3 e i cingolati saranno probabilmente gli ultimi a montare i Deutz.

A parte il discorso "strada vecchia per la nuova", cosa ne pensate a proposito di resa in campo, consumi, facilità e frequenza di manutenzione e affidabilità dei tre motori in questione ??

dep
23-12-2005, 18.03.41
ciao a tutti
per quanto riguarda,,i motori deutz, non mi risulta che same e lamborghini montino sui propri trattori i motori deutz. deutz costruisce l' intero trattore con i colori e loghi del gruppo same. se sbaglio correggetemi.

cesco
23-12-2005, 23.29.41
Chiedo scusa se non mi sono spiegato.Io stavo parlando DI FRENI PER CINGOLATI!!! che non vanno a 50 Km/h.Nei cingolati il freno serve solo per girare e per questo non è importante che blocchi quanto che sia progressivo!!!Inoltre sfido chiunque a far fischiare un freno a nastro in bagno d'olio!!!Nei gommati è evidente che il disco non ha rivali.Riguardo al caldo posso dire che nel CAT c'è la ventola reversibile.Posso anche dire che nei 3 raffreddati ad aria che ho 'sti problemi non li ho mai avuti. Per caso hai dei carter messi male o assenti?

MCT-ITA
23-12-2005, 23.51.53
Anche nel cingolato è sempre meglio il disco non foss'altro per il numero di ocmponenti in menoi che usa rispetto al nastro che comunque è basato sulla leva che èsicuramente più complicata della semplice pressione che va fatta con il disco, insomma secondo me con il disco meno pezzettini a lavorare ed un'azione più decisa, il fatto di bloccare il cingolo di botto è molto utile anche sui cingolati quando si lavora in spazi stretti dove a volte si salva il tronco di una pianta dalla carezza del cingolo per pochi centimetri e poi con freni a posto si accosta meglio alle piante e si cammina di più.

A me il sistema same lamborghini sembra + un'evoluzione del vecchio freno a nastro a secco che altro forse con ciò hanno speso meno e reso il sistema a bagno d'olio.

cesco
24-12-2005, 00.21.53
Ciao Moreschini.Non voglio certo polemizzare ma tu hai mai smontato un freno a disco?A me i pezzetti sembrano tanti! Same il freno in bagno d'olio l'ha introdotto molto tempo dopo di tanti altri costruttori, ma prima di NH, almeno su queste classi di potenza.Se lavori in mezzo alle piante mi sembra strano che tu preferisca una macchina che scatta piuttosto che una con guida morbida progressiva e ben modulabile,la stessa cosa (secondo me) vale per una guida veloce.

MCT-ITA
24-12-2005, 11.03.02
Non ti preoccupare siamo qua per fare 2 chiacchiere ora ti dico qual'è la mia esperienza in merito.
Allora i pezzi anche se non sono pochi secondo me lavorano meglio di quelli a nastro insomma secondo me il nastro lavora male rispetto al disco e per rendertene conto basta che guardi un nastro consumato dopo che lo smonti ti rendi conto che il materiale di consumo è più consumato proprio a metà del nastro dalla parte opposta degli attacchi dove le spinette di ancoraggio che vanno ad infilarsi negli occhielli del nastro, mentre la parte meno consumata è proprio in prossimità degli attacchi di cui dicevo sopra.
Questo fa capire che la superfice di lavoro del nastro sul tamburo freno non è totale ed uniforme ma parziale e disomogenea portando il nastro a consumarsi in minor tempo in una parte e rendendo inutilizzabile la restante perchè bisogna cambiarlo altrimenti addio tamburo oppure per recuperarlo bisogna riempire il tutto con la saldatrice e poi giù di tornio per ricentrare tutta la pista usata del nastro per frenare.
Sul disco questo non succede consumo uniforme fino alla fine materiale non buttato perchè si consuma tutto, frenata migliore meno interventi di manutenzione.
Sul fatto di preferire freni che blocchino anche sui cingolati è dettata dal fatto che se sei in collina o in montagna a volte giochi sui centimetri di spazio per girare e quindi al bisogno gli dai giù con i freni e giri appena in tempo per non fare danni, poi il freno con i fiat se lo usi con la cloche ha una modularità buona e solo se hai bisogno di bloccare al volo allora magari usi il freno per dargli la botta secca al volo in caso di emergenza.
Lo stile di guida è influenzato dal posto dove ti trovi se sei comodo o in campo aperto i problemi sono molto minori e si bada + ad altre cose come il confort da auto, se sei sullo scomodo devi badare al sodo senza confort perchè a volte non c'è nemmeno spazio per lo schienale del sedile.
Sul fatto dell'aver smontato o meno i dischi dei freni ti dirò che non l'ho ancora fatto dopo diverse migliaia di ore, i freni a disco l'ho visti solo sui disegni e questo la dice lunga sulla loro affidabilità, dei dischi a nastro a secco anche se sono 10 anni che non li smonto + purtroppo ho un vivissimo ricordo un anno li abbiamo smontati 7 volte a causa di una partità difettosa di nastri, per i nastri a bagno d'olio hanno sicuramente una durata buona però o visto gente che li ha smontati sui lamborghini.
Ciao:)

il_conte
26-12-2005, 01.32.10
secondo me per un confronto su 90 e 100cv direi che è davvero poco. io di cingolati ne ho guidati di tutti i tipi e tutti i modelli . ovviamente i freni a disco sono migliori dei freni a nastro ,ma con questo non voglio dire che i freni a nastro danno problemi. riguardo al calore io con l fa120 ho la ventola che spinge aria verso fuori e tranne quando c'e' vento contrario non mi arriva nulla. i freni non li ho mai fatti e sicuramente sono a disco.
un cingolato nuovo(diciamo) che ho provato è il lamborghini 90 cv (turbo se non erro) . cmq frizione a pedale e leve per sterzare . devo dire che per lavori leggeri tipo ripasso o semina fanno molto piu lavoro del mio fiat 90c. c'e' da dire pero che su cingolati antichi tipo 70c 90c etc etc le frizioni di sterzo (dato che non le fanno piu di amianto) si consumano in collina subito,infatti consiglio con chi ha problemi di montare quelle in ferro assieme ai dischi di ferro .in questo modo durano abbastanza. ovviamente non si puo pretendere molto da cingolati di queste cavallerie , ma come dice il buon pablo almeno un cambio migliore inversore innovativo o quant altro lo potevano mettere.invece solo il prezzo è a lievitare ma il resto tutto antico. ovviamente io continuo a sistemare il mio vecchio 70 c(in foto in giro per il forum) che ha le leve idrauliche ma i freni a secco ,perche con un cingolato da 90 ,100cv di oggi non riuscirei a girare in certe "coste" dato il poco peso che fa si che il muso si alza e che il dietro scivoli con conseguenze negative per gli organi di sterzo e non solo.

cesco
26-12-2005, 20.06.59
Ciao Moreschini e innanzitutto buone feste! In effetti il forum è prezioso proprio per il fatto che ci possiamo scambiare esperienze e impressioni maturate in situazioni diverse.Io di freni a disco ne ho smontati parecchi sia a secco che in bagno d'olio,sia a comando meccanico che idraulico e di problemi ne ho visti veramente tanti e ben più gravi di una campana rigata.E' normale che il nastro si consumi dove tocca dipiù (anche perchè spesso ci si dimentica di una vite di registro inferiore che cèntra il nastro)In generale il freno a disco è enormemente più efficiente del freno a nastro, sul gommato non c'è paragone e su questo siamo tutti daccordo,il punto però è l'utilizzo sul cingolato.Io ho detto e ribadisco che il tipo di freno sulla scelta del cingolato è di minima importanza.Durante lavori di precisione a 2-3Km/h blocca anche un nastro a secco pieno d'olio!!Considera che io ho un minitauro C di passa 15000 ore consumate prevalentemente in vigna oliveto e bosco con 1 nastro originale ed uno sostituito perchè imbrattato d'olio.Sul minitauro gommato invece li ho sostituiti non sò quante volte e non ha mai frenato decentemente.(freneva meglio il Same 250 con freni a tamburo!).

cesco
26-12-2005, 23.26.56
Ciao Conte.Non vorrei deluderti ma credo che l'FA120 abbia i freni a nastro in bagno d'olio.Chiedo però conferma agli esperti.

Mauro Morelli
27-12-2005, 14.24.42
Same secondo me è stato troppo bisfrattata in queste discussioni.
Mio padre ha un Explorer 80 HD con la lama, che ho guidato fin da ragazzo. L'unica critica pesante che gli faccio è la posizione dello sfiato del motore: lavorando su pendenze estreme ti perdi l'olio del motore in salita e quando scendi non hai olio per mantenere la pressione e devi rinuciare a lavorare tornando in piano in folle a mototre spento (una gioia davvero). I freni di quella macchina sono ancora buoni e anche se ha solo 3000 H è una delle prime arrivate nel Valdarno aretino. Aggiungo solo che in pendenza io i freni non li uso molto di più che in piano, forse perchè non ho problemi di alberi e non sono tra i filari: con il due leve, basta azionare le leve in senso opposto al normale se sei scarico mentre gira da se se sei in spinta o in trazione, non so se il monoleva lo fa... pero con l'Explorer era davvero un lavoro di fino mentre con l'AD7 o la 12B o il 505C era facile facile

MCT-ITA
27-12-2005, 18.57.56
Cesco mi dispiace ma 15000 ore con un nastro originale per me sono impossibili sopratutto se sei fra filari e bosco.

La differenza per quanto riguarda i freni a bagno d'olio nastro o dischi che siano e quelli a secco è notevole per rapidità di bloccaggio sopratutto, comunque se vanno bene sui gommati non capisco perche sui cingolati dovrebbero essere uguali a quelli a nastro.

cesco
31-12-2005, 20.55.01
Ciao Moreschini.Riguardo ai freni,visto che ho ripetuto le stesse cose già due volte,non aggiungo altro.Riguardo alla durata,preso atto del fatto che sei libero di pensare ciò che vuoi, ti aggiungo alcune cose.
Minitauro 60 C in servizio dal Novembre '73,in 32 anni ho sostituito:
1 frizione centrale,2 volte la friz.sterzo dx 1 la sx,1 campana frizione sterzo,2 cuscinetti reggispinta f.s.,1 serie boccole ruote tendicingolo,1 serie boccole sala ,1 sala,3 serie perni e boccole catenarie,1 motore rifatto +1 serie di fasce elastiche,3 serie iniettori 2 serie di pompanti,1 riverniciata completa, 2 alternatori, 1 NASTRO FRENI,qualche saldatura e poco altro

il_conte
31-12-2005, 21.03.02
cesco anche che la mia fa120 avrebbe i freni chissa come a me poco importa. nella mia zona rimane il miglior cingolato sia come durata sia come peso 110qli (motore 125 cv turbo) che come traino (trivomere sempre a telaio e 7 ettari al giorno con 200 litri di nafta) .peccato solo che non ne fanno piu se no sarei il primo a comprarlo nuovo!!! cmq appena fa buon tempo vado a provare il tk100a e voglio vedere come va !

cesco
31-12-2005, 21.20.18
Ciao Conte e buon anno.Beh hai proprio centrato il problema! Non sono i freni che fanno la differenza ma tutto il resto!Hai dato un'occhiata al post "trattore perfetto" ?Che ne pensi del mio progettino?

il_conte
31-12-2005, 21.43.16
infatti. e tu l hai visto il mio??? auguri anche a te!

MCT-ITA
31-12-2005, 22.31.56
I freni non fanno la differenza però visto che se ne parlava non vedo il perchè non parlarne.
Il fatto che dopo 15000 ore ancora non cambi il nastro secondo me è l'eccenzione che conferma la regola.
p.s. quante ore ha il tuo cingolato?

cesco
01-01-2006, 18.55.35
Ciao Moreschini e buon 2006. Il contaore del mio Minitauro si è fermato a 14232 ore qualche anno fa, per cui presumo abbia abbondantemente passato le 15000 Fino al 95 ho tenuto la scheda di manutenzione poi, visto che lo usavo di meno, ho fatto la manutenzione a"occhio".

X IL CONTE Visto che lo vuoi basso mi sa che anche tu hai problemi di "pendenze"?
Riguardo alle turbine esistono anche quelle Iveco a geometria variabile.Per il resto visto che non sono un "trattorista da corsa" ti posso dire che a me vanno benissimo anche i vecchi trattori col cambio manuale.Anche se sò che mi lincerete, per me sono più riposanti.
Che marca di aratro hai sulla FA 120?

sergiom
01-01-2006, 20.23.50
E invece non ti linciamo affatto:no: , almeno io no di sicuro, vanno benissimo anche con il cambio manuale:111: , non ci sarà nessun marketaro che possa convincermi che io non sappia cambiar marcia o di avere bisogno del computer ber deliberare quale rapporto inserire e neanche del servopipì, faccio da solo (almeno non per adesso:p ).

L85
01-01-2006, 21.09.47
si Sergiom però quattro marce in PS non sarebbero male pensa durante le arature quando si ha una variazione di giacitura oppure a fine campo quando bisogna tornare su a vuoto, nel primo caso una marcia in meno e via senza bisogno di fermarsi e ripartire con l'aratro interrato nel secondo caso una o due marce in più e via su per il ritorno.
Secondo me sarebbe l'unica cosa veramente utile e non credo sia poi cosi impegnativo per le case da realizzare. voi che ne pensate
buon anno a tutti

MCT-ITA
02-01-2006, 01.33.01
Secondo me avete ragione infatti nella stragrande maggioranza delle occasioni un hi-lo sarebbe + che sufficente

MCT-ITA
02-01-2006, 01.35.14
Bè cesco complimenti 15000 ore con il freno originale o lavori in autostrada e non freni e giri mai o sei un mago della guida oppure hai un gran culo o un pò di tutto perchè una cosa del genere non l'ho mai sentita ciao e buon 2006 anche a te

sergiom
02-01-2006, 02.26.43
Si 15000 ore sono veramente tante ma secondo me possibili, io stesso ho parlato di 10000 ore, che sono comunque pure tante.
Per quanto riguarda le trasmissioni sono perfettamente daccordo con L85 e con Moreschini, qualcosa di più di un semplice cambio meccanico senza diavolerie tutto fumo sarebbe veramente ottimo.

cesco
02-01-2006, 23.50.57
Ciao a tutti.A onor del vero devo dire che con il CAT(vuoi per il peso ,vuoi per il dozer) con i nastri a secco si fanno circa 2000 ore (però si sostituiscono con poca spesa e molto velocemente) con l'MF e nastri in olio ho circa 7000 ore e vanno benissimo. Secondo me il P.S. sui cingolati "strappa "troppo ed a causa del peso e dell'aderenza romperebbe la trasmissione.Se non assorbisse troppa potenza preferirei un "vario" di marcia fatto come ho descritto nell'altro post.

TurboStar
03-01-2006, 14.06.11
x me il TOP su un cingolato sarebbero il power shift a 4 stadi e un bel sedilone pneumatico!!!:vabene:

MCT-ITA
04-01-2006, 21.15.58
e che ci fai con il power shift a 4 stadi?

TurboStar
05-01-2006, 14.03.09
che vuol dire che ci fai???????:l: :l:

ci cambi le marce sotto carico no???!!!

cristian
05-01-2006, 14.13.01
sul cingolato?:l:

sottocarico?:l:


che vuol dire che ci fai???????:l: :l:

ci cambi le marce sotto carico no???!!!

il_conte
07-01-2006, 22.23.51
x cesco : sul fa120 traino l aratro trivomere o fisso o a pistoni non stop con vomeri molto grandi(non ricordo la misura ma vado a 50cm ) , ci sono foto in giro per forum.
sui freni io su 15000 ore non ne ho mai cambiati. hi.lo c'e' l ho nel converter . a quattro stadi sarebbe una favola pero gia col mio non mi lamento anche perche il mio cingolato non ha frizione ne a pedale ne a leva.

MCT-ITA
07-01-2006, 23.24.00
Turbo star il cingolato non è un gommato la potenza la coppia ed il cambio si gestiscono in modo totalmente differente quando cambi una volta durante la passata con il polivomere è grasso che cola quindi un hi-lo andrebbe già di lusso, poi per lo scasso non ne parliamo una volta regolato l'attrezzo capito il terreno vai sempre con lo stesso rapporto e cambiare è molto difficile

sprint
11-01-2006, 23.21.46
Secondo me un gran buon cingolato è il Lamborghini Triumph 105.
Pesante(circa 54qli) e potente (102cv)con la piattaforma rialzata e soprattutto con la frizione a pedale che a mio parere è un gran vantaggio soprattutto nelle manovre deve hai sempre una mano libera per muovere sollevatore e distributori...
Io ho provato quello di un amico e devo dire che il "solito 4000 turbo" del gruppo Same tira in maniera impressionante ...
In un confronto con il Tk100 di un confinante (tra l'altro con lo stesso aratro) il Triumph è stato nettamente superiore come resa.
A mio parere per lavori pesanti ci vuole una macchina pesante...
Io quando il terreno non permette di arare con il gommato uso una fa AD9...

F80/90
12-01-2006, 11.29.19
fa ad9? :l: o è un FA o è un AD... Sbaglio?

ma se ari con un ad9 come fai a dire che il lambo 105 ha un tiro impressionante?ho provato sia il tk100 che explorer 90c e rispetto alla mia FIAT 80C sono ridicoli, non voglio immaginare rispetto a un AD9....

sprint
12-01-2006, 14.49.21
Intendevo FIATALLIS AD9 ...quanto al fatto che il Triumph 100 sia molto valido te lo posso assicurare in quanto abbiamo fatto una prova con il mio aratro in terra non esageratamente dura e la resa è stata identica sia come velocità che come direzionalità...il 90 explorer è più leggero e anche meno potente probabilmente per questo non è paragonabile alla 80C .
inoltre sai quanto casino in meno con le catenarie lubrificate....:vabene:

F80/90
12-01-2006, 15.51.17
gran bella macchina, complimenti....:vabene:

le catenerie lubrificate sono una vera delizia questo lo riconosco...
però vuoi mettere arare con un vero cingolato rispetto ad un cabriolet di oggi, e poi ti tiri un bel bivomere che il tk100 e il lambo 105 se lo sognano la notte..
cmq complimenti ancora per la gran macchina che hai:vabene:

cesco
12-01-2006, 22.45.06
Ciao a tutti.Anche a me piace parecchio il Lamborghini e mi fa sinceramente piacere sapere che come motore supera il Tk.Sicuramente con un frangizolle i 100 Cv moderni superano di parecchio il vecchio 80C,con l'aratro in terreni pesanti invece sia come durata che come produzione il "vecchietto"può tenere dietro i 100 cavallini moderni.Anche se bisogna dire che l'80 C non sia certo un fulmine.

il_conte
13-01-2006, 19.26.04
si ma un 70c pesa 58 qli circa un tk100 quanto pesa? poi in inverno con il fando tra parafango e pattini larghi voglio vedere con quale "pala" si leva(sempre che il parafango non si rompe) . l 80c non è un mostro di potenza ma come stabilita dubito che un tk gli stia dietro .

sprint
14-01-2006, 01.00.40
per quanto riguarda il Tk, sono d'accordo con te, non credo che possa stare dietro all'80c in quanto è troppo leggero, ma ti assicuro che il Triumph è un'altra cosa... quando l'ha portato a casa il mio amico e mi diceva che andava molto bene, che aveva un tiro e una stabilità incredibili, mi mettevo a ridere...poi mr l'ha fatto provare nella terra dura con un aratro rinieri bivomere reversibile, e ho dovuto dargli ragione...e la cosa che mi ha veramente stupito è stata la stabilità....
Anche lui (che aveva avuto modo di provare una prima versione, praticamente un mezzo laboratorio) mi ha detto che avevano fatto molte migliorie...il primo era un 90 turbo potenziato con la carrozzeria nuova... questo era tutta un'altra cosa, più robusto e più pesante(circa 54 qli + altri 5 qli di eventuale zavorra)
per quanto riguarda lo spazio fra cingoli e parafanghi, hai ragione, è veramente poco e col fango si riempie subito.

andrea73
27-01-2006, 18.05.24
salve a tutti, sono molto dubbioso e incerto sul da farsi perciò spero mi possiate essere d'aiuto.
Ho intenzione di acquistare un cingolato nuovo (e tutti che ti dicono, cosa ne fai di un cingolato?, prenditi un gommato che è lo stesso, costa meno e vai in strada). La mia azienda è di 15 ha dei quali 12 a vigneto collina con terreno argilloso e 3 a seminativo in pianura. Ho già un NH TNF 90 cv, un Fiat 605 cingolato (circa 10000 ore e 30 anni) e un Ford 4110 dt modello vigneto. La macchina mi serve per preparare il terreno seminativo, aratura erpicatura ecc. ma soprattutto per il vigneto. Il cingolato che ho oramai è vecchio e come macchina nuova da accostare al NH vorrei un cingolato. Ho intenzione di prendere una macchina da 80 cv o più e le scelte sono:
1) NH TK 80 A Montagna listino 26.770 euro
2) MF 3435 CFM listino 29.900 euro / Landini Trekker CM 85 28.951 Euro (penso siano la stessa macchina con colori diversi)
3)Same Kripton F 88 M 34.700 Euro

Qualcuno di voi mi sa dire qualcosa a proposito?
Guardando le macchine mi piace molto il MF ma a vista mi sembra non dia molto contenimento laterale al corpo del guidatore, cosa invece che offre il NH. Tuttavia il primo offre il super - riduttore che il NH da in cambio dell'assenza di catenarie lubrificate e inversore (parola del concessionario di Verona)

Aiutatemi

il_conte
28-01-2006, 19.46.44
io ti consiglierei il nh anche per il prezzo e perche ha piu o meno il solito schema dei vecchi cingolati con un prezzo diciamo non da urlo. se non hai problemi di spazio(tra le piante dico) perche non prendi un tk100a ??
gli altri li escludo solo perche non li ho mai provati,poi penso che siccome hai un fiat potresi avere bisogno col il nuovo tk di ricambi e visto che sicuramente avrai qualche amico ricambista potresti sfruttarne l occasione .

MCT-ITA
29-01-2006, 09.38.47
Per i cingolati fiat e basta, prendi un tk80a se vuoi spendere poco un tk90a che penso sia la macchina + azzeccata perchè ha un rapporto peso potenza migliore naturalmente parlo di macchine strette con cingoli larghi, se invece non hai problemi di spazio allaa tk100a anche se peso circa 50 q.li e se vai su terreno bagnatp affondi sicuramante di più.

Io prenderei il tk90a se fossi nelle tue condizioni, tanto tu campo aperto non ne fai vero?

andrea73
29-01-2006, 12.09.28
non faccio campo aperto, devo arare circa 5 ha con un voltaorecchio in solco (ora lo uso con TNF 90 con gomme da 24ma continua a spanciare). I filari del vigneto vanno da min. 2.5 metri a 4 metri

cesco
29-01-2006, 19.27.03
Andrea ma per caso vuoi arare entrosolco col cingolo?Riguardo alla scelta secondo me vanno tutti bene,personalmente preferisco i Same. Giorni fa ho provato un tk75M ed a parte il motore per il resto mi ha fatto una pessima impressione,scarsa aderenza, cingolo a 4 rulli, posto di guida adatto per i nanetti.

MCT-ITA
29-01-2006, 20.11.36
Non si può paragonare il tk75 con il same kripton a 4 cil o con il trakker della landini a 4 cil., quella macchina la puoi confrontare con il same rock a 3 cil ed i suoi omologhi del gruppo sdfg a 3 oppure con i landini ed i mf a 3 cil.

Detto ciò che credo sia doveroso in quanto per fare i confronti bisogna prendere le macchine della stessa categoria altrimenti è tutta una presa per il c...o, posso dire che a sentire gente che ha provato il kripton da 100 cv. o il suo omologo lamborghini rispetto al fiat tk 100a hanno rivelato di sentire più trazione dei cingolati dellla sdfg che del fiat.
Levato questo però il fiat però è molto meglio per tutto il resto quindi visto che hai quasi tutto vigneto io ti consiglio fiat, se hai un 605 fai il paragone con i mezzi cingolati same e lambo dello stesso periodo la risposta la trovi da solo ciao.

sprint
30-01-2006, 00.48.19
per Cesco
non dimenticare la frizione a mano del TK( nel 2006... ma andiamo!!!)
per MCT-ITA
Per quanto riguarda i confronti mi sembra che siano azzeccati d'altra parte è la stessa nh a contrapporre la serie Tk a 4 cilindri alle varie serie Kripton ecc... per cui mi sembrano confronti giusti , se mai mi viene da far notere che a differenza di altre case nh non ha mai fatto altro che aggiornare il modello che ora si chiama tk( l'innovazione più importante è stata la monoleva di sterzo)mentre gli altri creavano macchine totalmente nuove e di conseguenza più moderne ....
Basti notare che la serie Kripton e cugini, dal vecchio 90 turbo ha rimasto solo il motore (ora portato oltre i 100 cv) mentre tutto il carro è stato irrobustito e appesantito per far fronte alle nuove potenze con innumerevoli benefici soprattutto su trazione e guidabilità(ora pesa come una 70c)....

F80/90
30-01-2006, 14.13.05
Ciao a tutti.Anche a me piace parecchio il Lamborghini e mi fa sinceramente piacere sapere che come motore supera il Tk.Sicuramente con un frangizolle i 100 Cv moderni superano di parecchio il vecchio 80C,con l'aratro in terreni pesanti invece sia come durata che come produzione il "vecchietto"può tenere dietro i 100 cavallini moderni.Anche se bisogna dire che l'80 C non sia certo un fulmine.

sicuramente l'80c non è un fulmine in lavorazioni leggere..
dalle nostre parti non si usano frangizolle a dischi, ma il classico erpice...
questa estate non volendo spostare l'80c per erpicare un campino di circa un'ettaro o preso in prestito un same explore 90c da un ragazzo che ha il podere vicino a questo campo.
l'erpice di cui ti parlo è 2,50 metri più 25 cm per parte (un dente) incernierati che sollevi per il trasporto su strada.
vengo al punto, io l'erpice l'ho adoperato sempre largo 3,00 metri da quando l'ho comprato tenendo la quarta marcia nel piano e la terza in salita, con il same 90c oltre al adoperarlo di 2,50 metri (quindi ogni 5 passate ne perdi una) avanzavo a pari velocità nel piano, mentre in salita dovevo continuamente alzare l'erpice per non far morire il trattore (sempre con il muso in aria).
il same è 51 quintali contro i 65 dell'80c quindi non c'è un abisso di differenza, in più nell'explorer avevo lasciato l'arcone della ruspa montato così che mi fungesse da zavorra.
quindi questi cavalli moderni dove sono andati?

F80/90
30-01-2006, 14.26.08
per Cesco
non dimenticare la frizione a mano del TK( nel 2006... ma andiamo!!!)
per MCT-ITA
Per quanto riguarda i confronti mi sembra che siano azzeccati d'altra parte è la stessa nh a contrapporre la serie Tk a 4 cilindri alle varie serie Kripton ecc... per cui mi sembrano confronti giusti , se mai mi viene da far notere che a differenza di altre case nh non ha mai fatto altro che aggiornare il modello che ora si chiama tk( l'innovazione più importante è stata la monoleva di sterzo)mentre gli altri creavano macchine totalmente nuove e di conseguenza più moderne ....
Basti notare che la serie Kripton e cugini, dal vecchio 90 turbo ha rimasto solo il motore (ora portato oltre i 100 cv) mentre tutto il carro è stato irrobustito e appesantito per far fronte alle nuove potenze con innumerevoli benefici soprattutto su trazione e guidabilità(ora pesa come una 70c)....

ora perdonatemi la polemica, ma dopo 40 anni siamo ancora qui a prendere come capostipite di una generazione la 70c..
l'industria è riuscita a realizzare un "mostro" da 100 cv che pesa come una 70c, tira (a parer mio sicuramente meno) come una 70c
e dura sicuramente meno di una 70c. qualcuno ricorda a questi geni della meccanica che la 70c esiste gia da 40 anni? allora non bastava migliorare quel bel 6800cc per avere 100 cv (veri)?, non bastava mettere le catenarie lubrificate alla 70c? non bastava cambiare i cofani(e qui gli ingegneri sono dei veri maghi) alla 70c? poi che manca? la monoleva? pensa la 55 e la 60c avevano lo strerzo come i challenger... basta metterlo idraulico...
il problema è che dopo, per 40 anni, uno è costretto a non cambiare il trattore perchè sarebbe perfetto...

delfo
30-01-2006, 15.33.35
Tralascio le ultime considerazioni di F80/90 perchè sono talmente semplici e giuste (almeno secondo me) che difficilmente si potrebbe aggiungere dell'altro in maniera intelligente del resto è da tempo che sostengo che lo sviluppo nel mondo dei trattori ha seguito delle strade decisamente tortuose tanto che spesso si ha la sensazione se non di andare indietro di essere spesso rimasti fermi.

Nello specifico settore dei cingolati le cose secondo me sono andate anche peggio tanto che si ha proprio la sensazione che qualcosa non ha proprio funzionato e quindi mentre nei gommati c'è chi rimpiange le macchine degli anni 80-90 per i cingolati i rimpianti si spingono indietro fino agli 70 (bhe mica male come progresso....).

Saluti

andrea73
30-01-2006, 20.10.32
chiaramente i miei raffronti erano tra macchine omologhe (TK 80 4 cil, contro Trekker CFM, o MF). Le macchine hanno larghezze uguali (parlo di carreggiata: 1.1 metri o 1.3 metri per versione Montagna o Pieno campo) e pattini da 31,35,40 cm). Addirittura penso che i carri siano identici avendo le stesse misure. Ora avendo scartato il Same rimangono NH, MF e Landini. Considerando che Landini e MF credo siano la stessa macchina in colorazione differente, le macchine si differenziano per alcuni particolari:
1) NH non dovrebbe avere le catenarie lubrificate se non nella versione da 100 cv con suole da 45 cm. (vedasi depliant su internet
2)Per avere Superriduttore NH chiede di rinunciare ad inversore parola di concessionario(sapete se è sincronizzato o se bisogna comunque essere fermi per azionarlo?)
3)Posto guida NH è più infossato e incute maggior sicurezza di MF e Landini
4)La frizione a leva è utilissima nel vigneto (vendemmia, legatura tralci e in molte situazione dove serva spostare la macchina senza salirci)
5)Sapete darmi luce da terra del NH?
In linea di massima sarei indirizzato a NH anche per l'ottima affidabilità del 605 anche se sono sicuro che la nuova macchina non è nemmeno lontanamente paragonabile al mitico 605. Tra 30 anni il TK sarà già un rottame.
Altra domanda se permettete; i miei terreni sono tutti argillosi e da bagnati non vi dico i numeri con le macchine (scivolate) tanto che mi trovo più a mio agio con il gommato che con il cingolato perche quando i pattini sono pieni di terra la macchina è ingovernabile mentre il gommato con il bloccaggio riesci comunque ad indirizzarlo dove vuoi e poi lasciralo correre una volta impostata la traiettoria.
Comunque rimangono più puliti i pattini larghi o quelli più stretti?

MCT-ITA
31-01-2006, 14.23.09
Si sporcano alla stessa maniera l'unica cosa è che i larghi affondano un pò meno.
Prenditi il fiat.

F80/90
31-01-2006, 17.31.59
Altra domanda se permettete; i miei terreni sono tutti argillosi e da bagnati non vi dico i numeri con le macchine (scivolate) tanto che mi trovo più a mio agio con il gommato che con il cingolato perche quando i pattini sono pieni di terra la macchina è ingovernabile mentre il gommato con il bloccaggio riesci comunque ad indirizzarlo dove vuoi e poi lasciralo correre una volta impostata la traiettoria.
Comunque rimangono più puliti i pattini larghi o quelli più stretti?

non sono d'accordo sul fatto che nel pantano vada meglio il trattore a ruote che quello a cingoli, anche perchè di trattori a ruote impantanati e tirati fuori da trattori a cingoli ne ho visti tanti, ma di trattori a cingoli impantanati tirati fuori da trattori a ruote ne devo ancora vedere...

cesco
01-02-2006, 23.40.18
Visto che qualunque cosa dica viene regolarmente interpretata male cercherò per l'ultima volta di spiegarmi:
1 secondo me sulla classe di cingolati in questione non c'è una gran differenza fra le varie marche.
2 Il tk 75M è un trattoricchio proprio in virtù dei suoi 75 Cv,non mi sono mai sognato di paragonarlo al 90 oppure al 100 Same.Se i fratelli maggiori, che non ho provato personalmente, sono come lui tutta questa superiorità che voi dite non ce la vedo.
3 Il vizio della frizione da terra ce l'ho anch'io ed è un vero rischio, però la fretta e la stanchezza a volte non fanno ragionare.
4 Il Same ha il deceleratore per cui si ha una leva di meno da azionare a mano
5 Riguardo l'80 C mi sembra di aver detto le stesse cose che dite voi credo però che sia innegabile che con le marce veloci è molto fiacco,con il MF 300 lo doppio ad ogni giro, ed anche il 90 Same in lavori veloci rende molto ma molto dipiù.

andrea73
16-01-2010, 08.06.26
Salve a tutti,
discussione un pò particolare che ricade in molte delle precedenti. In questi gg. vista la prossima apertura del bando del PSR Regione Veneto, mi sto (forse per niente), dando da fare per procurarmi preventivi per un trattore. Fi qui tutto bene (concessionari contenti), però quando chiedo che il trattore dovrebbe esser eun cingolato cade il palco. Io infatti coltivando circa 12 ha di vigneto (saranno 14) dei quali buona parte in collina e visto che ho già 2 gommati da vigneto (TNF 90 anno 2001 e Ford 4110 del 1990) e che ho un Fiat 605 con 10000 h da lasciare un pò a riposo, vorrei prendere un cingolato. Alcuni concessionari sono totalmente impreparati su questo tipo di macchina, ti distolgono dall'idea di acquistarla spostandoti sul gommato e non sono per niente preparati sulla tipologia e caratteristiche. Ti sparano prezzi assurdi, non ti danno la possibilità di visionarle ecc.. Devo dire però che ho trovato al CALV Verona un venditore molto preparato che mi ha dato anche possibilità di visionare la macchina (TK 4060)
Mie scelte comunque sarebbero comunque per macchina da 80-90 cv, carreggiata 1300 mm e pattini da 400 mm, lubrificati:
1- NH TK 4040/4050 M
2- MF 3435/3445 CFM
3-Landini Trekker 90 M
4- Same Krypton
La migliore comunque secondo me è NH con unico neo nel motore. Infatti mentre tutti gli altri montano motori con cubatura >- 4 litri, NH propone un Iveco 3.2 turbo oppure un NEF 4,4 con prezzo ben più alto. Se ne può discutere

agrisodi
16-01-2010, 19.32.26
Ciao Andrea73,

da toscano che lavora sui sassi ti capisco. Purtroppo il problema dei cingolati riguarda sempre meno sfortunate persone e sia i modelli disponibili che la preparazione degli addetti ai lavori è in caduta libera. L'ultima volta all'Eima fra NH, Landini e Same-lambo erano presenti 3 macchine in tutto, una vergogna.
Anch'io sto valutando da tempo ed aspettando i nuovi bandi del psr per decidere. Per quello che ho visto io a me il Same non dispiace assolutamente, penso che a livello di robustezza telaistica sia superiore a NH, anche il peso e le zavorre che si possono montare lo dimostrano. Ti faccio un esempio: l'albero su cui sono agganciati i due bracci del sollevatore su NH escono dalla scatola cambio e poi c'è attaccato il braccio "a sbalzo", mentre su Same (penso su tutti, io ho visto il 100 largo 146) detto albero ha un supporto anche dall'altro lato; chi li vende dice che è tutto ok, come fecero a noi per il vecchio MF174C, ma dopo 200 ore cambiarono anche la cassa del cambio aperta in due !! Al primo sasso profondo che ti aggancia l'attrezzo tutto da una parte e va in tiro forte il rischio esiste secondo me, se hai un terreno difficile come il nostro.
Un'altra scelta poi è personale sul gradimento o meno della frizione a pedale o a mano e del sistema di sterzatura fra NH e gli altri.
Per i motori sul fiat tanto di cappello, ma non va male nemmeno il same 100 (io ce l'ho sul ruota, secondo me è un bel motore).

FalkoVT
16-01-2010, 21.34.07
Ciao anche io uso i cingolati (spec. in aratura) e da poco ho comprato il TK4060 a mio parere una sorpresa in casa NH che sembrava ferma al vecchio TK95.
Vedo che punti su un modello da usare anche in vigneto quindi penso che in 4050 carro normale sia corretto anche perchè il NEF 4.5 turbo-intercooler ne abbia da vendere!!. Per curiosità i prezzi dei conce sono così assurdi?
Io dalla mia esperienza posso dirti che prima di comprarlo mi sono fatto dire i prezzi e si parlava per il 4050 di 35.000 + iva (4 distrib.-tettuccio parasole e 3 zavorre) successivamente abbiamo deciso di prendere il 4060 perchè c'era pochissima differenza. Il cingolato lo usi solo in vigneto quindi?

andrea73
16-01-2010, 22.21.24
salve ,
come accennato sono in gro in questi gg. a vedere cingolati (dempliant a parte NH). Oggi sono Appena andato a Parlare con rivenditore Mc Cormick, (Landini rossa); meravigliato è dir poco.
1- MC T100M tier 3, hp 92 con zavorre supplementari 28500 scontato
2- MC T90M tier 3, hp 82 con zavorre supplementari 25000 scontato
ppppppppppppPrezzi al netto iva
rivenditore promette eventualmente ulteriore sconto ed eventuale ritiro usato

contoterzista s
20-02-2010, 17.34.33
Sono nuovo in questa discussione, innanzitutto salve a tutti, è vero spendi meno però come l'antico detto quel che spendi trovi, mi spiego meglio il nh costerà di più però dopo qualche anno te li ritrovi se lo vuoi vendere, i consumi a pari cv sono la metà rispetto al landini o al mf, non parliamo del same perchè nonostante i consumi se becchi un po' di acqua nel gasolio son dolori seri, io vi consiglirei nh con il motore iveco è il migliore costa un pò di più però te li fa risparmiare con i costi di gestione negli anni successivi, vi ritroverete con macchine con la stessa età una vale X ealtra vale Y ed è li che vi renderete conto degli sbagli che si fanno . Ricordate il fiat e i suoi successori non li passa nessuno . Ah, dimenticavo, esiste una modifica che si fa al sollevatore sotto ai bracci per evitare il logorio delle carcasse, fategliela.
saluti

sergiom
20-02-2010, 17.56.49
però dopo qualche anno te li ritrovi se lo vuoi venderedipende dal mercato in cui si opera pur riconoscendo che certe marche hanno un valore alto nel tempo
i consumi a pari cv sono la metà rispetto al landini o al mf, su questo sono seriamente perplesso, hai delle prove di raffronto?
non parliamo del same perchè nonostante i consumi se becchi un po' di acqua nel gasolio son dolori seri, Qua sono completamente in disaccordo, sporcizia e acqua nel gasolio danneggiano qualunque motore senza distinzione di marca
io vi consiglirei nh con il motore iveco è il migliore costa un pò di più però te li fa risparmiare con i costi di gestione negli anni successivi, vi ritroverete con macchine con la stessa età una vale X ealtra vale Y ed è li che vi renderete conto degli sbagli che si fanno . Ricordate il fiat e i suoi successori non li passa nessuno . apprezzo anche io i trattori di casa NH ma dire che sono talmente superiori quasi a significare che gli altri marchi non siano buoni non corrisponde a verità, ci troviamo di fronte a grandi costruttori che esprimono il meglio della tecnologia che hanno realizzato delle macchine grandiose e che hanno costruito anche qualche macchina poco fortunata, cerchiamo di essere sereni nei giudizi!

c5500
20-02-2010, 20.39.39
Andrea 73 se badi al prezzo io sceglierei mc cormick o same che credo siano più a buon mercato (almeno nelle marche)......NH se magari lo tieni 5-8 anni e poi lo rivendi e vantaggioso nelle quotazioni ma se lo usi allo sfinimento (15-20 anni) allora è trascurabile......poi per il resto quelle già citate sono tutte ottime marche sul piano della qualità....per non far torto a nessuno e comunque non credo che differiscano molto dal lato tecnico.......piuttosto al posto tuo io cercherei di capire di quelle elencate quale è che fa più al caso mio in base alle esigenze aziendali......io sceglierei Landini (il cuore mi suggerisce questo!!)....
buona serata!

cristiano6830pr
21-02-2010, 00.04.39
sono daccordo con te 5500!
io ho un same....ti posso garantire che sui primi same hanno montato un carro che si usurava un po di più del fiat....ma adesso sono tutti uguali....solo che con il nh devi tenere una mano sempre pronta per cambiare marcia....con il same o il landini no!

homero
07-05-2010, 11.01.59
io sono interessato all'acquisto di un trattore cingolato in quanto ho un terreno pietroso, ma il problema piu' grosso è che devo muovermi in spazi stretti in quanto il mio uliveto secolare ha sesto inferiore a 6mx6m e oggi sono costretto ad usare una motozappa 14cv con rulli per disserbo meccanico, ma sono quasi 10ha e ci vetto 10 giorni per arare tutto, oltre alla fatica immane, il trattorino gommato tipo goldoni, carraro, valpadana non fanno al caso mio in quanto cercavo un mezzo robusto piccolo maneggevole, a cui attaccare erpici, fresa e livellatrice. qualche consiglio?
ho già un trattore lamborghini da 95 cv ma nell'uliveto non c'entra neppure e quando ho provato ad usarlo per fresare ho scorticato 5 - 6 alberi...

605CM-TERAMO
07-05-2010, 16.56.51
Il lambo 95 non è cingolato?
Da quello che scrivi ritengo di no.
Fossi in te mi cercherei un trattore come il mio (e che stia bene come il mio), un 605 o macchina equivalente.
Ci vai ovunque, è affidabile, non spendi molto.
Io che sono un agricoltore della domenica (quindi nemmeno troppo pratico), passo trincia e fresa senza fare alcun danno e accostando parecchio, con un sesto di impianto 5 x 5 e a volte anche meno, per giunta su oliveto con piante tenute potate molto basse...

io sono interessato all'acquisto di un trattore cingolato in quanto ho un terreno pietroso, ma il problema piu' grosso è che devo muovermi in spazi stretti in quanto il mio uliveto secolare ha sesto inferiore a 6mx6m e oggi sono costretto ad usare una motozappa 14cv con rulli per disserbo meccanico, ma sono quasi 10ha e ci vetto 10 giorni per arare tutto, oltre alla fatica immane, il trattorino gommato tipo goldoni, carraro, valpadana non fanno al caso mio in quanto cercavo un mezzo robusto piccolo maneggevole, a cui attaccare erpici, fresa e livellatrice. qualche consiglio?
ho già un trattore lamborghini da 95 cv ma nell'uliveto non c'entra neppure e quando ho provato ad usarlo per fresare ho scorticato 5 - 6 alberi...

335 montagna
12-05-2010, 10.24.09
Anche io sono un neofita. Ho da poco acquistato un 355 con trincia e proprio domenica mattina ho pulito il mio uliveto. Sono riuscito a passare quasi a filo di tronco senza danneggiare il trattore o gli alberi. L'unico danno l'ho riportato io con una ferita al naso andando a sbattere con un ramo. Non conosco la tua macchina ma forse conviene che ti dai via il tuo mezzo e ne acquisti uno anche se vecchio che ti permetta quel tipo di lavoro senza ammazzarti. Per cui il consiglio di 605 credo sia validissimo.

marcus78
10-02-2012, 20.33.29
allora già chi è un fan deve dirmi se si rompe la frizione quel trattore come si ferma...ma poi stiamo parlando di un trattore che eccezione fatta per cloche, ha la tecnologia di un 605 c,senza alcuna miglioria e con gli stessi difetti di fabbrica...a sto punto io piglierei l'usato...valutate bene same/lambo e se volete la ''ferrari dei cingolati'' è landini,o anche simili tipo mccormick,o massey f...il fatto è che lo straniero svaluta..io ho permutato landini che il concessionario m'ha dato di sua volontà più di quello che l'avevo pagati all'epoca da nuovi...

Landini Trekker
11-02-2012, 17.39.07
Pero' sotto gli olivi bassi se uno si deve fermare non e' piu' comodo e sicuro usare il piede piuttosto che la mano per la leva?Anche come rapidita' non e' meglio?

Domanda seria, se la frizione si rompe bisogna spegnere il motore e frenare giusto?

Maci0909
12-02-2012, 03.21.22
Ciao a tutti, scusate se mi intrometto, volevo soltanto dire che dalle mie parti il meccanico di una azienda agricola che ha un tk 90 ed un landini (mi sembra 100) tutti e due usati per la raccolta meccanizzata con pellenc 3050 mi ha riferito che hanno un problema con il Landini, non guasti, ma nel vero e proprio utilizzo, lui mi dice che le leve delle frizioni non sono abbastanza sensibili ed in forti pendenze non si riesce a fare il "controsterzo"; dice che tirando la leva di sterzo e subuto dopo riallineandola fa frizione non riattacca subito, quindi non si riesce ad essere precisi come si vorrebbe (hanno chiamato anche i meccanici della concessionaria ma non c'è stato nulla da fare).

Negli ultimi modelli NH ha proposto a pagamento la frizione sul "manettino" e la cabina originale NH che è molto spaziosa e insonorizzata.

Secondo me il 4050 è la miglior macchina che ci offre oggi il mercato, forse però non ha il miglior rapporto qualità/prezzo.

Landini Trekker
12-02-2012, 13.29.38
Strano io ho un Trekker 90 M ma frizioni e freni idrostatici mi vanno bene perfettamente anche in discesa, forse qualche difetto di fabbrica?
Tra l'altro dovrebbe essere pure tutto autoregistrante, almeno cosi' mi ha detto il mio meccanico.

Maci0909
13-02-2012, 00.51.41
Ciao, io parlo di situazioni limite con pendenze molto forti, con la pellenc in un terreno ripido, ma veramente ripido in discesa non si riesce neppure a usare la trazione della macchina perchè se la si innesta le ruete iniziano a bloccare e la vendemmiatrice saltella; in questi casi per fare piccole correzioni è meglio mandare in folle il cingolo della parte opposta in cui si vuole andare per avere un andatura il più lineare possibile. Con il Landini non si riesce a fare correzioni lievi perchè la frizione del cingolo non risponde in modo istantaneo.

Detto questo non ti parlo di esperienza personale quindi non posso dirti con sicurezza se sia un problema grave o leggermente percettibile.