Visualizza versione completa : Correnti galvaniche


Delf74
10-06-2006, 01.52.16
Ne vorrei sapere di + al riguardo su questa probblematica che affligge i motori (sopratutto quali serie hanno avuto di questi probblemi)dei trattori.

Delf74
11-06-2006, 02.16.22
Se magari spieghi anche cos'è una corrente galvanica con parole tue uccidiamo un pò di ignoranza io per primo:vabene: .
Magari stiamo parlando del circuito elettrico e sto pensando a una cosa spaziale:vabene: :111: grazie per la delucidazione.
Questa roba però deovrebbe andare in officina o no?

Intanto allego questo link pieno di termini tecnici al riguardo.
http://www.bo.infn.it/galvani/termini.html

Murdoc
12-06-2006, 09.19.26
so che le correnti galvaniche sono correnti che circolano in improvvisati ed imprevisti circuiti elettrici. Ovvero per fenomeni elettrochimici si realizzano delle batterie che poi danno luogo a queste correnti con effetti dannosissimi sul metallo nei punti di passaggio di queste correnti.
Per realizzare queste "batterie" sono sufficenti due metalli diversi e un reagente chimico che credo debba essere acido o lievemente tale.
Un caso tipico, almeno per il mio lavoro, è quello delle imbarcazioni dove metalli diversi acciaio o alluminio per lo scafo e bronzo per l'elica sono posti in acqua salata.
Altro esempio sono gli acquedotti dove i tubi metallici attraversando vari tipi di terreno realizzano lo stesso effetto, praticamente il tubo mette in cortocircuito queste batterie e vienea attraversato dalla corrente con il risultato di perforare il tubo nei punti di contatto.

Sicuramente non sarò stato molto ortodosso come esposizione ma in soldoni ci siamo....
anzi invito chi conosce l'argomento a chiarire meglio Grazie
Saluti

Engineman
12-06-2006, 10.08.35
E' esattamente questo!
Il liquido di raffreddamento tocca metalli diversi (ghisa, acciaio, alluminio ecc) e tra alcuni punti di questa "batteria" si creano e circolano correnti galvaniche, di minima intensità ma alla lunga capaci di spostare molecole di materiale da un punto all'altro.
Molti avranno visto camicie dei cilindri bucate da grossi fori passanti. Il fatto che i buchi si creino in prevalenza sulle camicie fa pensare ad un possibile contributo dello sfregamento di pistone-segmenti che amplia il fenomeno.

Marco battilana
15-06-2006, 00.09.32
ci vorrebbe una protezione catodica come avviene nei terreni edificati nei pressi di ferrovie o dove circola tanta corrente, per proteggere le tubazioni sotterranee dall'erosione dovuta alle correnti vaganti nel sottosuolo.

Engineman
17-06-2006, 23.05.24
Il problema delle correnti galvaniche si riscontra solo nei motori con canne cilindro sfilabili, cosiddette "in umido".
In questi motori la canna, solitamente in acciaio e in qualche caso di ghisa centrifugata, è direttamente toccata dall'acqua e quindi possono verificarsi questi fenomeni.
Per eliminare o almeno limitare molto il fenomeno, su detti motori può venir montato nel circuito di raffreddamento un filtro speciale, denominato "filtro inibitore", che descriverò meglio quando avrò ritrovato nel mio casino cartaceo e informatico la relativa documentazione.

Gianpi
18-06-2006, 17.41.32
I vecchi motori Ford soffrivano di questo problema.

Lubro67
19-06-2006, 11.38.18
So che alcuni costruttori (Perlini, su Detroit Diesel) hanno risolto il problema inserendo all'interno del circuito di raffreddamanto un pezzo di rame che serve ad assorbire le sudette correnti. Non saprei dire se questo principio è applicabile a tutti i motori che soffrono il problema.

Mauro Morelli
20-06-2006, 14.45.18
Sei sicuro che sia rame? Mi immagino molto alluminio in un motore e pensare di usare un elettrodo di rame mi sembra strano. Negli scaldabagni e sulle navi si usa i panetti di magnasio, non rame. Qualcuno può spiegarci, è un pezzo che non faccio più le ossidoriduzioni...:444:

Mauro

Engineman
20-06-2006, 23.59.51
Elettrodo di zinco.

Parlando di motori Iveco per camion e bus con canne cilindri in umido, riassumo le diverse tipologie.

- Alcuni motori hanno (o meglio avevano) il filtro inibitore o filtro dell'acqua, di cui allego la documentazione tecnica: 6V 8260, 8V 8280, 8460 derivato dall'Unic 8220, 8360 derivato dal CP3 OM versione camionistica gamme Euro
- Il motore 8360 camionistico della gamma Euro nacque senza filtro inibitore ma dopo pochi mesi Iveco si affrettò ad aggiungerlo modificando anche il trattamento esterno delle camicie perchè si foravano.
- Alcuni motori montati sugli autobus urbani in posizione coricata (8220 di Unic) erano chissà perchè più soggetti di quelli verticali alle cavitazioni da correnti galvaniche e le aziende di trasporto urbano montavano di loro iniziativa fino a due - tre elettrodi di zinco aggiuntivi nelle sedi di alcuni tappi filettati dei gomiti del circuito acqua.
- Motori di minor cilindrata come il CO3 OM erano esenti da questo fenomeno e quindi non necessitavano di filtri inibitori o elettrodi di zinco.
- Anche la progettazione è molto importante per evitare le cavitazioni da correnti galvaniche: la famiglia Cursor ha le camicie in umido ma i nuovi sistemi di progettazione ed i materiali impiegati hanno resa superflua l'adozione di dispositivi di protezione.

biella
21-06-2006, 00.55.50
I vecchi motori Ford soffrivano di questo problema.i ford non avevano le camicie in umido eppure è vero che avevano questo difetto.era forse dovuto al tipo di materiale delle camicie?

olmo
21-06-2006, 05.08.01
Proprio cosi,il difetto non colpisce solo i motori dotati di camicie in umido e appunto nei Ford il fenomeno e' stato piuttosto rilevante.
A titolo personale posso dire che su quattro motori avuti due si erano spompati,uno e' ancora pienamente attivo ma essendo piuttosto recente e' gia' di quelli esenti dal problema (spero) e uno ha avuto un cilindro forato.Tramite altri possessori o meccanici ho sentito di parecchi altri casi simili e nella stragrande maggioranza sempre sui vecchi Ford.

Engineman
21-06-2006, 13.10.20
Beh ragazzi non sapevo che su Ford le camicie a secco avessero lo stesso problema, come ormai molti sanno io conosco solo il mondo Iveco.

Molto utile il contributo di tutti, in questo modo si fa un quadro completo della situazione e impariamo qualcosa di nuovo.

Se qualcuno sa anche se e come sono stati risolti i problemi di Ford oppure in che modo camicie a secco possono cavitarsi ce lo dica, perchè ormai siamo curiosi.

Allego due figurini per consentire a chi forse non si è mai addentrato in questi argomenti di configurare meglio la situazione.

enzo 72
21-06-2006, 23.39.59
i motori aifo 83 65.25 , montati su escavatori F.H. hanno il filtro dell'acqua , ma quelli che ho aperto io ho sempre trovato le canne forate e il blocco sciupato.

Engineman
22-06-2006, 12.29.20
Ma in genere il filtro funziona.

C'è da dire che siccome l'elettrodo contenuto all'interno del filtro piano piano si consuma perchè attira su di sè le correnti e quando è consumato non protegge più.
Anche le sostanze che si disciolgono nell'acqua per effettuare le varie protezioni (vedi mio documento) dopo un certo periodo finiscono.
Per questo occorre sostituire il filtro agli intervalli prescritti nel piano di manutenzione programmata, intervalli kilometrici o di ore.

Se questo è stato fatto, allora non so perchè il motore si rovina.

enzo 72
22-06-2006, 20.39.49
Ci hanno consigliato di aggiungere dei liquidi apposta e di usare un antigelo di marca tipo
il paraflu , cosi abbiamo fatto ora si vedrà spero più in là possibile.

Engineman
22-06-2006, 23.44.25
Certo che se non si usano prodotti protettivi tipo Paraflu il rischio di cavitazione è molto elevato nonostante la presenza del filtro acqua. Non dico che risolva, ma almeno è un fattore di rischio in meno.

Il Paraflu non è solo antigelo ma esplica diverse protezioni ed è sempre consigliabile metterlo.

Allego un diagramma caratteristico del Paraflu, dove si capiscono molte cose ad un esame attento, anche che la cosa migliore è miscelarlo SEMPRE al 50%. D'altronde si chiama Paraflu 11 dove questo numero significa in realtà 1:1 di percentuale con acqua.

Gianpi
18-08-2007, 23.36.34
Se qualcuno sa anche se e come sono stati risolti i problemi di Ford oppure in che modo camicie a secco possono cavitarsi ce lo dica, perchè ormai siamo curiosi.


Scusa Engineman ma credevo che la cavitazione nei motori diesel fosse un fenomeno diverso dalle correnti galvaniche. :l:
http://it.wikipedia.org/wiki/Cavitazione#La_cavitazione_nei_motori_diesel

Engineman
19-08-2007, 00.39.17
Gianpi non ti sfugge proprio nulla ... :vabene: :vabene: :vabene:

In effetti quando con i meccanici si parlava di canne bucate si diceva sempre "cavitazione", quale che fosse la causa (correnti galvaniche o il fenomeno descritto nel tuo link o altri), certo impropriamente e semplificando molto.

Star
20-08-2007, 21.23.30
io sapevo che la prima serie di lamborghini (trattori) 775 ,990 (e non so se altri)avevano quel difetto a detta dell'assistenza causa incongruenza dei materiali.
so che facevano mettere un liquido particolare da aggiungere nel circuito di raffreddamento ma ha sentire ci ce l'ha il problema rimane.

ford7810
12-09-2007, 17.28.10
in azienda possediamo tra i vari mezzi due ford un 5000 del 72 4.2 4 cilindri 78 CV e un 7810 3° serie 6 cilindri 100 cv ed entrambi hanno forato le camice 1 volta entrambi!! per quanto riguarda il 5000 il problema è stato subito scoperto perché abbiamo trovato l'acqua nell'olio; nel 7810 invece spariva l'acqua dal radiatore ma nell'olio non c'era traccia. in principio pensavamo fosse la guarnizione della testata (dopo averla smontata, riparata e rimontata il problema della mancanza d'acqua è ricomparso). dopo aver riaperto il motore e smontato i pistoni ci siamo accorti che era forata una camicia in alto e l'acqua evaporava!! sono state sostituite tutte le camice e il problema è scomparso! ciaooo

walter4
16-10-2007, 20.24.17
Come ho già scritto per errore in un'altra discussione, queste correnti mi hanno rosicchiato un prigioniero della testa del mio OM 513R. Infatti tutti i prigionieri del motore C 02 D sono a bagno nel monoblocco come i cilindri.
In questo motore non è mai stato messo paraflù e infatti......
Comunque, senza un prigioniero, con un tappo nel buco rimasto per non far salire l'acqua, funziona ancora. Aspetta solo il restauro...

cigua 90
16-10-2007, 20.55.40
Ragazzi vi pngo una domanda da ignorante sui motori...che però vuole imparare!!:)
Il fenomeno delle correnti galvaniche colpisce anche i motori benzina?
Perchè ci pensavo osservando il motore Ford della mia carioca che dovrebbe esere circa degli anni 20 e non credo abbia mai visto paraflu...:222:
Quindi mi interessava sapere se i motori a benziana soffrivano di questo problema cosi potevo immaginare in che condizioni si trovano le camicie..:333:

walter4
16-10-2007, 22.32.19
A mio modesto parere direi che, non essendoci sostanziali differenze tra l'impianto di raffreddamento di un diesel e quello di un benzina, potrebbero svilupparsi anche lì correnti. Però aspettiamo il parere degli esperti.....

santolamaria
17-10-2007, 20.26.33
la butto li...non so se sia questa la spiegazione corretta ma qualcosa di vero c'è...io so che un materiale metallico si corrode a contatto con l'ambiente esterno più o meno velocemente in base al suo potenziale elettrico....più questo potenziale elettrico è basso maggiore saranno i fenomeni corrosivi nel materiale...naturalmente la corrosione è data principalmente dal tipo di ambiente oltre che alla superficie esposta perchè maggiore è la superficie a contatto maggiore è il passaggio di elettroni che effettuano la reazione!!!...il problema è che se io metto a contatto più metalli diversi con potenziali diversi l'area sottoposta a corrosione sarà la somma delle aree di tutti i metalli a contatto ma il materiale che si corroderà sarà solamente quello con potenziale minore..........in un motore abbiamo ghisa rame o sue leghe per il radiatore e le canne che son proprio di acciaio(almeno penso)che fra i materiali che ho elencato è quello con potenziale minore rispetto agli altri ecco perchè si forano le camicie......se io inserisco all'interno del circuito un materiale con potenziale ancora minore le camicie resteranno intatte e il "filtro" si usurerà al suo posto...materiali che potenziale minore sono alluminio zinco e leghe di magnesio..............secondo voi potrebbe essere un ragionamente sensato????

monopolitano
28-10-2008, 16.24.20
Salve a tutti, posso dire che non solo i ford hanno quel problema ma altre case costruttrici hanno nascosto il problema. Io ho un lamborghini, trattore nuovo, ha lavorato poco appena 1200 ore, un bel giorno mi accorgo della presenza di olio nell'acqua, dopo qualche giorno l'acqua la ritrovo nell'olio motore. Rivolgendomi all'officina autorizzata della mia zona mi viene detto che il motore durante il lavoro si è surriscaldato e i gommini alla base dei cilindri si sono deteriorati e quindi l'acqua è scesa giù nella coppa dell'olio. Rimanendo un po perplesso perchè mi chiedevo come era possibile che a un motore nuovo potesse succedere una cosa del genere? avendo buone conoscenze di meccanica smonto il motore e una volta sfilate le canne dei cilindri viene a galla la sorpresa le canne dei cilindri erano tutte usurate a lato esterno allo stesso punto, un chiaro problema di correnti galvaniche. Contatto la casa costruttrice e mi viene detto che era colpa mia perchè non avevo cambiato annualmente il liquido refrigerante. L'officina autorizzata di zona nega l'esistenza del problema, chiedendo in giro e ad altri meccanici ho scoperto che molte altre persone hanno avuto il mio stesso problema e che la Lamborghini neanche con trattrici ancora in garanzia ha riconosciuto il problema. Il mio è un 774-n-dt.

Delf74
28-10-2008, 16.50.33
Salve a tutti, posso dire che non solo i ford hanno quel problema ma altre case costruttrici hanno nascosto il problema. Io ho un lamborghini, trattore nuovo, ha lavorato poco appena 1200 ore, un bel giorno mi accorgo della presenza di olio nell'acqua, dopo qualche giorno l'acqua la ritrovo nell'olio motore. Rivolgendomi all'officina autorizzata della mia zona mi viene detto che il motore durante il lavoro si è surriscaldato e i gommini alla base dei cilindri si sono deteriorati e quindi l'acqua è scesa giù nella coppa dell'olio. Rimanendo un po perplesso perchè mi chiedevo come era possibile che a un motore nuovo potesse succedere una cosa del genere? avendo buone conoscenze di meccanica smonto il motore e una volta sfilate le canne dei cilindri viene a galla la sorpresa le canne dei cilindri erano tutte usurate a lato esterno allo stesso punto, un chiaro problema di correnti galvaniche. Contatto la casa costruttrice e mi viene detto che era colpa mia perchè non avevo cambiato annualmente il liquido refrigerante. L'officina autorizzata di zona nega l'esistenza del problema, chiedendo in giro e ad altri meccanici ho scoperto che molte altre persone hanno avuto il mio stesso problema e che la Lamborghini neanche con trattrici ancora in garanzia ha riconosciuto il problema. Il mio è un 774-n-dt.

Secondo me se facevi fare una perizia da un tecnico esperto per attestare che le canne si sono usurate a causa delle correnti galvaniche.. vedi poi che la lamborghini non può più tener nascosto il probblema...e tentare di rimediare come hanno fatto altre case...
:rolleyes:

rendefra
28-10-2008, 21.47.43
Se ( l'operatore ) ha mantenuto fede alle manutenzioni programmate dalla casa costruttrice ha tutti i diritti di richiedere "il risarcimento dovuto", è risaputo che la casa in questione ha avuto problemi di trafilamento dalle camicie con quel tipo di motore.

Star
29-10-2008, 00.07.03
vedi post n26...a volte il forum svela tanti segreti..

roberto 64
27-01-2010, 23.23.03
L'unico problema è che tanti prendono le cose alla lettera:raffreddamento ad ACQUA quindi........Per quanto riguarda i motori Lamborghini,con le canne forate in garanzia non ne ho mai visti e se così fosse,la casa interviene di sicuro.Sono state fatte parecchie modifiche alle canne,anelli di vario materiale e monoblocchi modificati ed è raccomandato un liquido specifico.I motori più moderni sono costruiti così.;)