Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Macchine Agricole > SOS Officina "Agricola"

SOS Officina Agricola
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #91  
Vecchio 22-01-2014, 14.15.52
L'avatar di Marco Bellincam
Marco Bellincam Marco Bellincam non è connesso
Moderatore officina agricola
 
Data registrazione: 22-01-2010
Residenza: Cisterna di Latina (LT)
Messaggi: 1,935
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da leo70 Visualizza messaggio
...devo fare una cosa simile adesso ad un amico ma con una pompa del daily stesso funzionamento solamente che alza 25 quintali e lui vuole montarlo su un rimorchio trainato...

Se il rimorchio circola su strada, è da evitare, in quanto risulta una manomossione ed in caso di incidenti o danni son dolori.
Se il trattore è equipaggiato di impianto idraulico, basta sfruttare lo stesso per azionare il ribaltabile.
Mi interesso perche mi capita spesso di eseguire modifiche o aggiornamenti su vecchie macchine agricole.
__________________
Marco B
Rispondi citando
  #92  
Vecchio 22-01-2014, 19.33.51
leo70 leo70 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 17-08-2009
Messaggi: 12
Predefinito

se la mia creazione piace, basta dire mi piace, per la circolazione su strada bisogna tener conto delle leggi che purtroppo spesso sono sproporzionatamente condizionanti; viene il dubbio che non sia fuorilegge anche tenere il cuscino sul materasso, sic!.
saluti saluti

Ultima modifica di sergiom : 23-01-2014 alle ore 16.02.25 Motivo: sfogo comprensibile ma fuori tema
Rispondi citando
  #93  
Vecchio 04-03-2015, 17.56.33
marcusbarnet marcusbarnet non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 04-03-2015
Messaggi: 25
Predefinito Sistema sterzante per cingolato

Ciao a tutti,

spero di non essere nella sezione sbagliata!

Seguo da un pò questo forum anche se non mi ero mai registrato perchè non ho mai avuto domande da porre sino ad oggi!

Ho costruito un veicolo cingolato elettricoe funziona abbastanza bene, ora vorrei costruirmi un veicolo simile ma usando un motore a combustione interna, avevo individuato un motore lombardini a benzina da 20HP, ma mi sono subito fermato perchè non riesco a trovare una soluzione valida per sterzare.

Con la versione elettrica, mi bastava variare la velocità dei cingoli oppure cambiarla di verso in modo da sterzare sul posto dato che ogni cingolo aveva un suo motore dedicato.
Con il motore a scoppio, invece, non ho questa possibilità e non so come fare.

Stavo pensando di usare dei motori idraulici e quindi usare il motore a scoppio solo come pompa e usare delle elettrovalvole per bloccare uno dei motori. Secondo voi potrebbe andar bene?

Altrimenti potrei usare delle frizioni che sganciano il cingolo?
Oppure un differenziale? Anche se poi come lo aziono il differenziale?
Vorrei comunque avere un controllo elettrico tramite joystick per poter sterzare.

Mi date qualche consiglio per favore?

Grazie!
Rispondi citando
  #94  
Vecchio 04-03-2015, 21.54.57
sergiom sergiom è connesso ora
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,765
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
Altrimenti potrei usare delle frizioni che sganciano il cingolo?
è la soluzione standard
Citazione:
Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
Oppure un differenziale?
troppo elaborata è complessa.
Parliamo di modellismo o di che cosa?
Rispondi citando
  #95  
Vecchio 05-03-2015, 11.17.43
marcusbarnet marcusbarnet non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 04-03-2015
Messaggi: 25
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da sergiom Visualizza messaggio
è la soluzione standard
troppo elaborata è complessa.
Parliamo di modellismo o di che cosa?
No, è una macchina cingolata che pesa circa 500Kg e ha una dimensione simile a quella di un trattorino agricolo.
La voglio usare in campagna.

Stavo pensando di usare motori idraulici e usare delle elettrovalvole per gestire il flusso di alimentazione su ognuno dei due motori in modo da avere la sterzata, che ne pensi?
Rispondi citando
  #96  
Vecchio 05-03-2015, 19.06.45
sergiom sergiom è connesso ora
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,765
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da marcusbarnet Visualizza messaggio
che ne pensi?
esistono macchine a trasmissione idraulica come meccanica, vuol dire che ognuna ha dei vantaggi e degli svantaggi, personalmente non ho le competenze per immaginare (progettare) un sistema idraulico e perciò non ti posso dire nulla (veramente neanche per costruire un sistema meccanico, pur sapendo perfettamente come funziona)
Rispondi citando
Sponsored Links
  #97  
Vecchio 08-03-2015, 17.36.04
L'avatar di michelelimoso
michelelimoso michelelimoso non è connesso
Moderatore area Agricola
 
Data registrazione: 23-03-2007
Residenza: Cesena
Messaggi: 519
Predefinito

La sterzata di un veicolo cingolato......bella gatta da pelare.
Un veicolo cingolato è una sorta di treno che si porta sempre appresso i binari, quindi appare subito chiara la problematica di come curvare.
Come hai già intuito si possono adottare vari metodi, ma tutti presentano sia pregi che difetti, questi ultimi spesso a carico del rendimento finale.

La soluzione con due motori ( uno ogni cingolo ), presenta i vantaggi di avere i cingoli sempre in trazione, di poter effettuare anche sterzate a raggio zero ( controrotazione ) e di avere più libertà progettuale posizionando il motore endotermico dove meglio si crede. Di contro si hanno maggiori costi, maggior difficoltà a disporre di diverse velocità costanti e occorre fare i conti con il rendimento della trasmissione idraulica che può scendere anche sotto all'80%.
Personalmente preferirei usare un distributore con comando manuale al posto delle elettrovalvole.

Altra soluzione è quella adottata dai trattori agricoli che adotta un gruppo frizione-freno ogni cingolo. In questo caso il motore è unico ( quello endotermico ), c'è un cambio che permette di avere un certo numero di velocità costanti e ad alto rendimento ( il rendimento di un ingranaggio è superiore al 95% ) e i due gruppi di sterzo. Per sterzare occorre togliere motricità a un cingolo ( con la apposita frizione ) e frenarlo, dimezzando drasticamente ( e drammaticamente ) la capacità di traino del trattore. In questo caso viene a mancare la possibilità della controrotazione. La soluzione è poi molto economica e viene adottata nella quasi totalità dei cingolati agricoli.

Molto simile al sistema frizione-freno, c'è la soluzione con differenziale frenato. Il moto in uscita dal cambio viene indirizzato ai due cingoli attraverso un normalissimo differenziale. Non è più necessario quindi l'uso delle due frizioni di sterzo e occorre montare solo i due freni ( uno per cingolo ). Gli svantaggi sono molto simili a quelli del sistema frizione-freno in quanto ad ogni sterzata i freni convertiranno in calore buona parte dell'energia a disposizione sottraendola ai cingoli stessi.

Negli anni venti alla CLETRAC inventarono il differenziale controllato ( meccanicamente ), il quale manteneva in trazione entrambi i cingoli rendendo costante lo sforzo di trazione. Il sistema aveva il difetto di non riuscire a compiere svolte strette.

Ultima modifica di michelelimoso : 14-03-2015 alle ore 23.55.47
Rispondi citando
  #98  
Vecchio 08-03-2015, 18.46.31
marcusbarnet marcusbarnet non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 04-03-2015
Messaggi: 25
Predefinito

Grazie per le info

Alla fine credo che andrò con la soluzione de motori idraulici, uno per ogni cingolo..
Rispondi citando
  #99  
Vecchio 27-01-2016, 12.33.35
digelander digelander non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-12-2013
Messaggi: 19
Predefinito Freno stazionamento supplementare

Buongiorno,
operando con una motoagricola su pendii impervii stavo riflettendo sulla possibilità di aggiungere, oltre al freno a mano, un freno di stazionamento supplementare (oltre ai cunei ed alla marcia, che però, avviando a corda, devo disinserire in accensione).
Pensavo invece ad un sistema di bloccaggio tramite qualche leva/ganascia che agisca sull'albero, qualcosa di molto generico, universale, ovviamente non specifico per la mia macchina.
Un rivenditore contattato mi dice che non vi sono prodotti "generici", e credo di comprenderne la ragione.. visto che alla fine risulterebbero dei freni a tutti gli effetti, con conseguenti responsabilità a carico del produttore in caso di incidente.
Resta quindi l'alternativa della modifica artigianale: chiederei qualche spunto o suggerimento per meglio capire come muovermi.
Grazie in anticipo

Ultima modifica di digelander : 27-01-2016 alle ore 13.00.48 Motivo: integrazione
Rispondi citando
  #100  
Vecchio 03-02-2016, 11.08.06
Il Dottore Il Dottore non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 14-09-2014
Messaggi: 13
Predefinito

Salve, mi aggiungo per chiedere il vostro parere su una possibile modifica da eseguire sull'aratro e la solchatrice del motocoltivatore. Ho notato infatti che sull'estirpatore già di suo montano una ruota regolabile per determinare la profondità di lavoro. Sugli altri attrezzi invece questa non c'è (su quelle dei trattori si) e visto che di solito faccio una fatica enorme per evitare che si piantino troppo pensavo di fare una modifica per trasferire (alla bisogna) la ruota dall'estirpatore a questi 2 attrezzi. Secondo voi è fattibile per risolvere il problema?
Rispondi citando
  #101  
Vecchio 26-12-2017, 22.23.15
mode63 mode63 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 07-02-2010
Messaggi: 2
Predefinito Come trasportare uno spaccalegna con una motoagricola

Buongiorno a tutti. Dovrei far realizzare da un amico fabbro un supporto per poter trainare o trasportare uno spaccalegna Ceccato Olindo mod. SPLH11-PLE su di una vecchia motoagricola Grillo con motore lombardini 18 CV. Il suddetto spaccalegna pesa circa 132 Kg e non dispone di maniglie o supporti dove potersi agganciare. Ha due piccole ruote in plastica dura che consentono solo piccoli spostamenti. Lo spaccalegna è posizionabile sia orizzontalmente che verticalmente. Io dovrei fare solo un breve percorso di 300-400 m dal mio garage alla legnaia sempre stando all'interno della mia proprietà senza uscire in strada. La motoagricola non è omologata per circolare su strada, quindi ogni soluzione può andare bene purchè sia nello stesso tempo facile da aggangiare/sganciare e stabile nel trasporto e preferibilmente che tale operazione possa essere fatta da una sola persona. Chedo quindi a voi se c'è qualcuno che può darmi qualche suggerimento come costruire una pedana o un piccolo rimorchio che possa fare al caso mio. Vi allego alcune foto sia della motoagricola che dello spaccalegna. Grazie mille.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Grillo Transporter2.jpg‎
Visite: 148
Dimensione:  80.9 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Dietro.jpg‎
Visite: 143
Dimensione:  58.5 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  spaccalegna1.jpg‎
Visite: 146
Dimensione:  119.0 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  spaccalegna2.jpg‎
Visite: 136
Dimensione:  26.2 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  spaccalegna3.jpg‎
Visite: 148
Dimensione:  26.2 KB  
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 2 (0 utenti e 2 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
AUTOCOSTRUZIONE: attrezzature per motocoltivatori e piccoli trattori Gio75 Attrezzature Agricole 85 03-10-2017 12.49.17
Giornata dimostrativa JD ad Arignano (TO) e attrezzature varie cepy75 Fiere, Eventi e Raduni Agricoli 2 20-09-2009 21.44.49
Attrezzature ed info Varie per Micro Impresa ignifer Colture e Tecniche Agricole 2 21-03-2007 20.49.57


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.21.38.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia