Torna indietro   Forum Macchine > Macchine Edili / Industriali > Dumper e Automezzi da Cava e Cantiere

Forum Dumper e Camion Cava/Cantiere
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #1  
Vecchio 15-01-2006, 00.04.52
L'avatar di FIAT-ALLIS HD41
FIAT-ALLIS HD41 FIAT-ALLIS HD41 non è connesso
Membro Storico Hoc
 
Data registrazione: 06-04-2005
Residenza: FELTRE (BL)
Messaggi: 1,588
Predefinito Fiat 626

Buonasera a tutti!!Questa sera sono a casa malato,così mi avete tra i piedi anche di sabato.... Dopo aver fatto una ricerca nei forum (con esito negativo),ho deciso di aprire questa discussione circa questo storico modello che mi è sempre piaciuto.Mi piacerebbe ripercorrere un po' la storia di questo camion,le varie versioni,allestimenti,impieghi... I dati in mio possesso sono i seguenti:
Produzione: 1939 - 1947
Motore: 6 cilindri in linea 5750cc rapporto di compressione 18:1
Potenza: 70cv a 2200 giri/min
Cambio: a 5 marce + Rm
Velocità max: 65 km\h
Pendenza massima superabile 28%
Peso a pieno carico: 6500 Kg ,portata 3500kg
Massa rimorchiabile: 6500kg

Questi dati li avevo trovati tempo fa su un sito che ora non ricordo.Se sono errati correggetemeli!!!
Su questo modello Fiat ho letto che a suo tempo era molto innovativo per la faciltà con cui era possibile estrarre il motore da davanti e altre cose che non rammento...
Ho quì una bella immagine del famoso 626 "bilico" realizzato dalle Officine Buzzatti di Bribano (BL) nel '51-'52 (lo guidava anche mio nonno),tratta dal libro "un secolo in corriera" di Renato Fiabane e Lionello Fiori. Il web invece offre poco nulla a riguardo,ho trovato solo 2 fotine del 626 camion,e io ho soltanto immagini di quelli trasformati in corriera..,qualcuno di voi ne ha di belle da postare???Magari dell'interno cabina.
P.S. Per i moderatori: la ricerca l'ho fatta,e anche bene a mio avviso,se mi fossi sbagliato scusatemi,e cancellate tutto senza remore.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Copia di 626 bilico.JPG‎
Visite: 850
Dimensione:  129.1 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  FIA626.jpg‎
Visite: 5845
Dimensione:  92.1 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  FIAT626NL.jpg‎
Visite: 562
Dimensione:  17.9 KB  
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 19-01-2006, 21.25.21
L'avatar di FIAT-ALLIS HD41
FIAT-ALLIS HD41 FIAT-ALLIS HD41 non è connesso
Membro Storico Hoc
 
Data registrazione: 06-04-2005
Residenza: FELTRE (BL)
Messaggi: 1,588
Predefinito

Accidenti!!Qua mi sa che non è che siete timidi...a questo punto mi vien da pensare che il 626 vi stia proprio sulle scatole...... con mooolta pazienza sono fortunatamente riuscito a beccare qualche foto del sopracitato modello:
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Falco_1.jpg‎
Visite: 556
Dimensione:  43.2 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Falco_2.jpg‎
Visite: 574
Dimensione:  58.7 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Abp_76_1.jpg‎
Visite: 767
Dimensione:  40.7 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Abp_76_2.jpg‎
Visite: 520
Dimensione:  45.6 KB  

Rispondi citando
  #3  
Vecchio 20-01-2006, 00.36.20
junker junker non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 05-12-2004
Messaggi: 1,242
Predefinito

FD, forse il fatto sta che il 626, pur buona macchina, di larga presenza sulle nostre strade anche con rimorchio e, ultimi esemplari circolanti per scuola guida sino ai primi anni 80, nell'immaginario collettivo non è mai stato considerato, sopratutto nel settore pesante come in quello ove io sono cresciuto, "camion" a tutti gli effetti.
Non con questo che camion davvero non fosse, però era, al pari di tanti altri di altre marche, in questo settore, considerato "outsider".
In un cantiere od agganciato ad un rimorchio, nemmeno il suo fratello maggiore, il 66, aveva l'imponenza e la grinta di un 634 o di un 10000spa, nell' Om il 26 lo potevi paragonare al 3bod rispetto al 100cv od al titano 130/137 e negli alleati come mettere un federal od un diamond con un dodge od un chevrolet.
E così per lo Spa 38, il Ceirano 50 etc. etc.
Sicuramente la validità dell'autocarro era indiscutibile, però ha lasciato minor memoria, rispetto a macchine "più massicce" di battaglie combattute in strada od in cantiere.
Possiamo anche tornare più indietro nel tempo e stessa sorte del 626 la ritrovi con il 15ter; pur essendo anche questo macchina valida e comunissima il
camion per antonomasia del primo conflitto mondiale e del suo dopoguerra è sempre stato il 18bl od il blr.
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 21-01-2006, 14.10.01
6ro 6ro non è connesso
Esperto MO e Camion d'Epoca
 
Data registrazione: 03-01-2005
Messaggi: 592
Predefinito

Possiamo aggiungere oltre a quello detto da Junker,che condivido,che il 26 ha lasciato più ricordi sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale.Africa orientale,steppa russa,dove insieme a pochi altri camion poteva funzionare senza timori,nelle varie versioni,come a benzina,oppure i pochi modelli 4x4,con svariate cabine ecc.Sulle nostre strade era un po esile,veniva impiegato nei trasporti voluminosi,anche al trino di leggeri rimorchi.Io me li ricordo a fine anni 70 nella distribuzione del latte e delle bombole del gas,l'ultimo in servizio aveva la cabina di legno e segheria,lo utilizzava un mio parente,dopo la sua morte nei primi anni 90 fu demolito
__________________
6ro ricerche
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 23-01-2006, 12.21.25
Lorenzo Lorenzo non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-03-2005
Messaggi: 28
Predefinito

Il 626 è indissolubilmente legato alla guerra, a parte la notissima versione cargo vennero allestite carrozzerie per ambulanza, autopompa, carro radio con rimorchio Viberti, trasporto cavalli, autobus e così via.
I tedeschi fecero allestire dalla Fiat una versione con cabina Einheits (Fiat 628).
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  motrice_626_autotreno_radio_960.jpg‎
Visite: 1207
Dimensione:  24.8 KB  
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 23-01-2006, 23.47.47
angelino angelino non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 05-07-2005
Messaggi: 105
Predefinito

..se guardate sul giornale "la manovella" di questo mese e dello scorso ce ne è uno in vendita allestito ad ambulanza
Rispondi citando
Sponsored Links
  #7  
Vecchio 24-01-2006, 22.28.02
junker junker non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 05-12-2004
Messaggi: 1,242
Predefinito

FD, la famosa "innovazione" del motore in cabina (in gergo gli "unificati") e la sua praticità nell'estrarlo, all' epoca non trovò molti estimatori. Visuale innegabile, ma con le guide arretrate, aperte le ali di gabbiano avevi tutto a portata di mano come se il motore fosse sul banco.
( e,..... come narra qualche vecio, negli strappi potevi sistemare il secondo autista sul parafango per tenere premuto il supplemento pompa iniezione).
La Fiat e l'Alfa furono i primi ad addottare tale impostazione, L' IF fece metà e metà, l'OM e la Lancia manco ci pensarono. Difatti il 626 possiamo, +/- rapportarlo ai seguenti modelli: Alfa, la serie 400 era unificata, ma il Taurus Om ed il Miles Bianchi erano con il muso come l'IF 65 anche se questa forse più robusta.
Forse giocava poi il fatto psicologico della maggior sicurezza dovuta all'avancorpo. Ci sono comunque anziani autisti che dicono che anche alcuni musoni, in scontro frontale non erano sicuri per niente perchè il piantone/sterzo si impennava con purtroppo funeste conseguenze. In ogni caso sul 626, pur circoscritto nella sua categoria, non ho mai sentito dire che avesse "difetti cronici".
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 25-01-2006, 10.40.56
Lorenzo Lorenzo non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-03-2005
Messaggi: 28
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da junker
FD, la famosa "innovazione" del motore in cabina (in gergo gli "unificati") e la sua praticità nell'estrarlo, all' epoca non trovò molti estimatori. "
In un altro forum (ferroviario) ho trovato questa interessante citazione:

<Pensate: il 626 nacque (anni '30) come mezzo bellico, dunque di facile e pronta manutenzione; il motore era montato su una sorta di 'binario' (guarda caso...), per cui bastava allentare il cambio e due blocchi per - tenendo il motore su un cavalletto - spingere all'indietro il camion e sfilare completamente tutto il gruppo propulsore.
Di più: il 626 poteva avviarsi con il preriscaldamento a etere (stratagemma utilizzato in Russia nel '41): etere nelle precamere, e due-tre giri di manovella (ovviamente ci volevano un paio di soldati) per sentirlo mettere in moto e ansimare al minimo; sì, perché il 626 veniva fornito con due pompe d'alimentazione diesel. Una, prodotta dalla Bosch, teneva il minimo regolarmente; l'altra, prodotta su licenza dall'italiana Campagnolo (o Dell'Orto, non ricordo) era imperfetta e faceva oscillare il minimo in maniera ansimante.
Il 626 non superava i 60 all'ora, e spesso veniva sovraccaricato: un mulo di cui si servirono i tedeschi, sottraendolo agli Alpini nella ritirata di Russia per scappare più velocemente. Da quell'eroico motore nacquero le prime automotrici Diesel con motore Fiat>.

(da: http://www.ferrovie.it/phpBB2/viewto...6eebc61a6d4a04)
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 25-01-2006, 13.27.26
L'avatar di 682N3
682N3 682N3 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 10-07-2005
Messaggi: 133
Predefinito

Addirittura per l'utilizzo in Russia fu presentata la variante a benzina denominata 626RB (con telaio ribassato per allestimenti particolari) e 626blm proposto anche nella variante 4x4 e denominato 625BLM, in modo da facilitare l'avviamento a freddo che non doveva essere troppo facile con il motore a precamera!
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 25-01-2006, 13.33.04
junker junker non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 05-12-2004
Messaggi: 1,242
Predefinito

Certo che di gente che scrive bubbole, il mondo è pieno.
Non voi, Lorenzo ed N3 ma mi riferisco a quel signore, dal quale sono state attinte le notizie sul 626.
Ed anche tutte belle toste: “ dal motore del 626 nacquero le prime automotrici diesel con motore Fiat”
Meraviglioso, meraviglioso, il 626 esce nel 1939.
Allora si vede che l’Aln 56 del 1934 con motore dell’ autocarro/autobus 634/635, versione 355c, non è mai esistita come la successiva versione che portava il motore dell’autobus 656, il 356 c . Ah, poi dimenticavo, il primo era 8355 cc x 80 cv, il secondo 9972 x 115cv, mentre il 626 , bè i dati li ha postati FD. Ed i motori poi erano 2 .
Autocarro militare??? Ma dove e quando mai!!! Dovunque, Tm, 665, questi si erano autocarri nati militari su specifica richiesta; il Ministero della Guerra aveva emanato norme sui civili, ad esempio unificazione pneu etc per aver, in caso di requisizione, omogeneità nei ricambi ma al massimo del 626 furono richieste alla Fiat alcune versioni tipo il coloniale anche se in catalogo erano ben specificate le differenze dal civile al bellico ed in ogni caso la base era civile.
Superbo poi “spingere il camion all’indietro”….bè, lasciamo perdere che è meglio.
Rispondi citando
  #11  
Vecchio 14-02-2006, 21.32.45
6ro 6ro non è connesso
Esperto MO e Camion d'Epoca
 
Data registrazione: 03-01-2005
Messaggi: 592
Predefinito

Già! qualcuno scrive bufale, le Alb della prima generazione montavano il motore a ciclo 8 (benzina) poi trasferite nelle colonie e solo successivamente venne impiantato il 6 cilindri dei 634n prima serie e trsformate in Aln.Qui i 626 erano ancora lontani da venire.Questo azzeccata soluzione,d'impiantare un motore di derivazione camionistica su ogni unità leggera,prevarrà sulla seconda soluzione di impiantare un grosso motore unico su una unità+rimorchio, come le automotrici 880.Quest'ultime in caso di avarie (grossi motori OM e Breda a 12 cilindri orizzontali 1950) erano ferme,mentre le Aln sia con 2 o più composizioni potevano contare sugli altri motori
__________________
6ro ricerche

Ultima modifica di 6ro : 15-02-2006 alle ore 12.04.33
Rispondi citando
  #12  
Vecchio 14-02-2006, 22.31.05
junker junker non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 05-12-2004
Messaggi: 1,242
Predefinito

Il mio "carissimo " persecutore incespica nelle sigle; non è da lui; sarà la foga di scrivere dopo quasi un mese d'assenza da questi forum.
ALn = automotrice leggera nafta.
ALb = automotrice leggera benzina.
Rispondi citando
  #13  
Vecchio 15-02-2006, 12.06.06
6ro 6ro non è connesso
Esperto MO e Camion d'Epoca
 
Data registrazione: 03-01-2005
Messaggi: 592
Predefinito

Sua Eccellenza è soddisfatto per aver puntualizzato!!...giustamente!!
__________________
6ro ricerche
Rispondi citando
  #14  
Vecchio 02-01-2009, 12.03.01
pasqualecoppola pasqualecoppola non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 02-01-2009
Messaggi: 1
Predefinito 626 N ambulanza

Citazione:
Originalmente inviato da angelino Visualizza messaggio
..se guardate sul giornale "la manovella" di questo mese e dello scorso ce ne è uno in vendita allestito ad ambulanza
Buon giorno e buon anno a tutti.
Il 626 in vendita sulla manovella è nostro, allestito ad ambulanza, completo in ogni sua parte e motore funzionante. E' un modello raro, forse anche unico. Ha il tetto ancora impermeabile e questo ha lasciato l'interno intatto.
Meriterebbe sicuramente un bel restauro, neanche tanto impegnativo, tra l'altro: c'è anche il lavatoio interno ed il cassone in legno ha tutti i pezzi originali ed è quindi facilmente replicabile.
Ho visto una riproduzione molto fedele in un kit in vetroresina.
Se volete foto contattatemi a coppolaoldtimer@alice.it
Saluti.
Giuseppe.
Rispondi citando
  #15  
Vecchio 07-01-2009, 13.18.21
157° 157° non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-02-2008
Messaggi: 36
Predefinito

...e forse tale veicolo era ancora in deposito c/o il Campo EI di Cambiano (To) nel 1979 con ancora radiatore e motore sigillato; era presente anche un 666 laboratorio odontoiatrico! due veicoli stupandi destinati alla fonderia senza mai aver fatto un km!
Rispondi citando
  #16  
Vecchio 04-10-2011, 23.38.29
kalmakrande kalmakrande non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 04-10-2011
Messaggi: 1
Predefinito difetti fiat 626 :

Citazione:
Originalmente inviato da junker Visualizza messaggio
FD, la famosa "innovazione" del motore in cabina (in gergo gli "unificati") e la sua praticità nell'estrarlo, all' epoca non trovò molti estimatori. Visuale innegabile, ma con le guide arretrate, aperte le ali di gabbiano avevi tutto a portata di mano come se il motore fosse sul banco.
( e,..... come narra qualche vecio, negli strappi potevi sistemare il secondo autista sul parafango per tenere premuto il supplemento pompa iniezione).
La Fiat e l'Alfa furono i primi ad addottare tale impostazione, L' IF fece metà e metà, l'OM e la Lancia manco ci pensarono. Difatti il 626 possiamo, +/- rapportarlo ai seguenti modelli: Alfa, la serie 400 era unificata, ma il Taurus Om ed il Miles Bianchi erano con il muso come l'IF 65 anche se questa forse più robusta.
Forse giocava poi il fatto psicologico della maggior sicurezza dovuta all'avancorpo. Ci sono comunque anziani autisti che dicono che anche alcuni musoni, in scontro frontale non erano sicuri per niente perchè il piantone/sterzo si impennava con purtroppo funeste conseguenze. In ogni caso sul 626, pur circoscritto nella sua categoria, non ho mai sentito dire che avesse "difetti cronici".
I principali difetti del 626 erano:le batterie in legno in serie-parallelo che d'inverno stentavano a fare avviare il motore in quanto ad iniezione indiretta.C'erano ben sette grosse candelette di cui una sul cruscotto che fungeva da spia.Se le batterie non erano cariche perfettamente,dopo pochi tentativi a vuoto diventava veramente difficile.Io risolvevo il problema staccando la presa di aspirazione del compressore ed iniettando con una bomboletta dell'etere.(mai sbagliato un colpo).Altro difetto: il freno a mano veramente simbolico.Altro difetto: a pieno carico si piantavano le ruote anteriori nei terreni cedevoli in quanto la gommatura era 7,50-20 oppure 8,25/20.Il cambio era superlativo,forse il migliore mai fatto da fiat.Saluti
Rispondi citando
  #17  
Vecchio 06-10-2011, 11.27.16
OM100 OM100 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-10-2005
Messaggi: 10
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da junker Visualizza messaggio
( e,..... come narra qualche vecio, negli strappi potevi sistemare il secondo autista sul parafango per tenere premuto il supplemento pompa iniezione).
".
Scusate l'O.T. Mi è tornato in mente quello che mi raccontava mio nonno tanti (ma tanti) anni fa. Scendendo da Radicofani (s.s. Cassia) col suo 634 incontrò in senso inverso un altro 34 (con rimorchio, una follia data l'acclività) che arrancava affannosamente in salita,con il secondo autista appollaiato sul parafango che smanettava (forse mi diceva "cicchettava", boh?) all'interno del cofano motore. Altri tempi, altra cavalleria.
Rispondi citando
  #18  
Vecchio 06-10-2011, 11.53.36
L'avatar di Nico-Terex
Nico-Terex Nico-Terex non è connesso
Moderatore area Edile
 
Data registrazione: 26-04-2005
Residenza: Basso Ferrarese
Messaggi: 7,194
Predefinito

Sicuramente più pittoresco che vedere un autista fermo in piazzola ad aspettare che arrivi l'assistenza a collegare il computer alla centralina per fare la diagnosi...
__________________
http://www.forum-macchine.it/showthread.php?t=63096
Rispondi citando
  #19  
Vecchio 28-03-2012, 15.44.57
Qwerty97 Qwerty97 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2011
Messaggi: 20
Predefinito Fiat 626 autosnodato

Trovata in rete un immagine di un fiat 626

se notate il rimorchio senza piedini e la ralla particolare fanno pensare a un qualche tipo di autosnodato
Rispondi citando
  #20  
Vecchio 29-03-2012, 17.21.06
L'avatar di Engineman
Engineman Engineman non è connesso
Moderatore officina MMT
 
Data registrazione: 11-03-2006
Messaggi: 1,509
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Lorenzo Visualizza messaggio
... un mulo di cui si servirono i tedeschi, sottraendolo agli Alpini
Citazione:
Originalmente inviato da Lorenzo Visualizza messaggio
... faceva oscillare il minimo in maniera ansimante ...
... e forse non solo il minimo.
Queste affermazioni sembrano essere confermate dal bel libro "GLI ULTIMI SOLDATI DEL RE" di Eugenio Corti.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  libro1a.JPG‎
Visite: 352
Dimensione:  105.6 KB  
Rispondi citando
  #21  
Vecchio 10-05-2012, 14.09.26
marco_634 marco_634 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 23-08-2005
Messaggi: 30
Predefinito

mio padre, classe 1928, tornato alla vita civile, con una bella patente convertita, iniziò a lavorare su un FIAT 626 di un autotrasportatore che aveva un solo mezzo e non aveva la patente, pertanto passava la giornata in cabina a fianco del conducente. Nella ricostruzione di Genova dai disastri della guerra trasportavano sabbia per l'edilizia.

dopo qualche mese, papà cambiò azienda e andò alle dipendenze di un frantoio che produceva sempre sabbia, lì invece aveva un FIAT 634 II serie allestito con un cambio a 12 marce, studiato apposta per la guerra d'Africa

magari sarà fuori luogo come post ... però il cuore mi ha chiesto di scriverlo

scusate

Marco_634
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Fiat cingolati 555 e 565 86 Trattori Cingolati 39 12-11-2014 18.20.58
Trattori d'epoca: FIAT Rodeo95 Storia delle Macchine Agricole 192 08-10-2012 23.00.41
Fiat 693 : i primi Fiat da cantiere Barnaba Dumper e Automezzi da Cava e Cantiere 205 11-09-2011 23.03.56
Fiat 639 - Fiat 640 Friz Dumper e Automezzi da Cava e Cantiere 39 24-07-2010 09.26.57


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 02.49.55.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia