Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Colture e Tecniche Agricole > Produzioni vegetali

Produzioni Vegetali
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #121  
Vecchio 14-11-2006, 23.06.36
Daniele_Fiat455C Daniele_Fiat455C non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 26-06-2004
Residenza: Modena
Messaggi: 9
Predefinito

Per Peperoncino
Ciao Peperoncino, grazie per la cortese risposta.
La nostra piccola azienda agricola di famiglia coltiva ogni anno circa 1 ettaro di campi di patate; fino ad ora abbiamo sempre piantato le varietà classiche: spunta, kennebek, désirée, kuroda e da qualche anno anche imola.
Proprio quest'ultima credo abbia problemi alle nostre altezze infatti negli ultimi due anni abbiamo avuto spesso problemi di mancata nascita delle piante (causa il marcimento del seme) mentre la prova con almera (piantata per la prima volta quest'anno) ha dato discreti risultati.
Tutta la nostra produzione è venduta direttamente al consumatore, e per questo sono alla ricerca di un prodotto che coniughi qualità e resa; altra cosa di cui tener conto è che io non ho la possibilità di irrigare artificialmente (per ora), quindi avrei bisogno di varietà di patate che abbiano poche pretese (nel limite del possibile) da questo punto di vista.
Ti ringrazio nuovamente per i chiarimenti che mi hai dato.
Ciao
Daniele
Rispondi citando
  #122  
Vecchio 16-11-2006, 13.10.32
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Ciao Daniele.
In realtà la risposta al tuo questito stà nell'elenco delle varietà che hai indicato. Sono tutte varietà "rustiche", in grado di adattarsi a diverse condizioni climatiche. Effetivamente l'Imola (varietà creata da un'italiano) è alquanto delicata (tutte le paste bianche ad eccezione della kennebek). Stai attento anche all'ALMERA perchè tenda a fare tuberi grossi e, in presenza di stress idrici ( molta acqua dopo periodo di secco ) tende a formare CRACK (spaccature del tubero molto evidenti) in prossimità della raccolta. Mi rendo conto che hai bisogno di resa e qualità e, aggiungo , di avere varietà a maturazione scalare in modo da allungare il periodo di offerta sul mercato. Prova quindi Vivaldi e CICERO ma non in grosse qualtità. Il primo anno conviene saggiare l'adattabilità al tuo terreno. Sulla resa e qualità della cicero non ho dubbi solo che essendo tardiva , potrebbe crearti problemi nella richiesta di acqua per l'irrigazione. Ad Avezzano la cicero viene raccolta e ammassata in magazzini senza frigo e, a gennaio, è ancora perfettamente turgida. Stess odicasi per il trentino
Sempre a vostra disposizione, saluti
peperoncino
Rispondi citando
  #123  
Vecchio 16-11-2006, 14.50.02
Daniele_Fiat455C Daniele_Fiat455C non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 26-06-2004
Residenza: Modena
Messaggi: 9
Predefinito

Ciao Pepeoncino,
grazie di nuovo per i consigli, effettivamente alcuni tuberi di Almera hanno evidenziato il problema che hai citato, ma la nostra clientela non ha pretese eccessive dal punto di vista estetico, pensa che riuscivamo a vendere anche la Majestik, varietà che ha un difetto simile (se piove quando sono già quasi mature per essere scavate, crescono sul tubero delle "teste" non proprio bellissime esteticamente); da due anni non le mettiamo più perchè rendono poco.

Ciao e grazie

Daniele
Rispondi citando
  #124  
Vecchio 20-11-2006, 11.27.32
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Si majestik è una varietà ormai scomparsa. Lo coltivata anche io 30 anni fa
Rispondi citando
  #125  
Vecchio 01-12-2006, 18.13.49
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

quest'anno i prezzi del seme saranno sensibilmente più alti e gli agricoltori avranno difficoltà a trovare il seme stesso
Rispondi citando
  #126  
Vecchio 10-12-2006, 23.21.09
Daniele_Fiat455C Daniele_Fiat455C non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 26-06-2004
Residenza: Modena
Messaggi: 9
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da peperoncino Visualizza messaggio
quest'anno i prezzi del seme saranno sensibilmente più alti e gli agricoltori avranno difficoltà a trovare il seme stesso
Ciao Peperoncino, da cosa dipende questo aumento dei prezzi ?
In percentuale, che misura avrà ?
Rispondi citando
Sponsored Links
  #127  
Vecchio 11-12-2006, 11.15.24
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Difficile quantificare l'aumento dei prezzi. In media si parla di un 30% in più.
Le motivazioni che stanno alla base dell'aumento sono diverse.
1) il prezzo delle patate del consumo è molto alto, quindi ai produttori di seme pare più conveniente vendere il prodotto per il consumo e non come seme.
2) Giugno e Luglio in Nord europa sono stati siccitosi. Le rese dei campi (seme e consumo) sono state basse (mediamente 25% in meno).
3) negli anni scorsi molto seme è rimasto invenduto, quindi in Olanda hanno seminato per seme molto di meno.
4) Visti gli alti prezzi del consumo, in molte aree pataticole d'europa (Spagna, Portogallo, Nord Africa, c'è stata molta richiesta di patate da seme.
Rispondi citando
  #128  
Vecchio 28-01-2007, 00.04.47
5500 5500 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-09-2005
Messaggi: 83
Predefinito

Ciao a tutti,
quest'anno è veramente difficile reperire il seme... Hanno scorso ho fatto circa 9000 mq di seminando kg1775 di 45/55 tondello di primura per 0.59 cents quest' anno si parla già di 0.80 e di seminare anche della Vivaldi poiche non si trova molta primura... Secondo voi qual'è la meglio tra le due considerando che sono nella pianura Forlivese??
Dove posso trovare una buona pubblicazione per la tecnica delle patate? Qualche segreto? 8/10q.li di nitroposha blu(27 euro!!!!!) alla semina sono sprecati?Quando e qunato concime usate?
Volevo comprare una scava patate (100 euro /ora mi sembrano eccessivi) chiaramente strausata... quelle che non cavano le foglie,che hanno la giostra dietro sono da scartare in partenza? se semino e rincalzo con una grimme posso cavare con una Carlotti oppure cambia la baulatura del colmo? cosa non deve mancare in una cavapatate? come macchine almeno quelle vecchie mi sembrano abbastanza semplici cavatore catene facchini che vanno al cassone
cosa bisogna guardare???
Rispondi citando
  #129  
Vecchio 29-01-2007, 18.18.34
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

La primura è più precoce della vivaldi. Ti conviene seminare entrambe in modo che inizi a raccogliere la Primura mentre la Vivaldi inizia il fine ciclo. Ti racomando un trattamento con microelementi sulla Vivaldi, (soprattutto magnesio) al fine di migliorare notevolmente l'efficienza fotosintetica. La raccolta della vivaldi è bene procastinarla con 2-3 giorni di anticipo rispetto alla completa maturazione degli steli in quanto si ottengono migliori risultati sulla qualità della buccia.
Rispondi citando
  #130  
Vecchio 01-02-2007, 00.06.54
5500 5500 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-09-2005
Messaggi: 83
Predefinito

Grazie mille peperonicino,
non ho capito bene il discorso estirpo della Vivaldi..al fine di migliorare la buccia..
Tra primura e vivaldi quale si mantiene meglio?
Una concimazione per il magnesio può andar bene per via fogliare?? da effettuare quando?
una concimazione "generica"della patata in cosa consiste? io uso 8q.li di nitrophosa e basta.. il nitarto ammonico è sconsigliato?
mi sapresti dire qualche tuo "segreto-malizia" per fare uma buona quantita di patate? almeno oltre i 350 q.li a pagamento? l'uniformità da cosa deriva? solo genetica o anche qualche pratica agronomica? dove porto le patate la I scelta è quella perfetta compresa tra i 45 e i 75..quelle sopra i 75 scarto quelle sotto i 45 scarto...
hai qualche idea o sai dove posso sentire per la macchina da cavarle??

grazie mille

Matteo
Rispondi citando
  #131  
Vecchio 02-02-2007, 11.34.03
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

ciao Matteo
allora: buccia della vivaldi: é noto che negli ultimi giorni del ciclo produttivo, l'incremento di resa di un ettaro di patata è consistente, finanche 10 q.li al giorno. Per avere tuberi maturi (che non si spellino) sarebbe necessario attendere la completa senescenza della pianta e quindi raccogliere. Per la Vivaldi è bene raccogliere 2-3 giorni prima altrimenti la pelle forma delle piccole screpolature (da non confondersi con la scabbia) che, seppur in maniera minima, possono diminuire la bellezza della patata.
Tra primura e vivaldi quale si mantiene meglio: ti riporto i dati che la ditta costitutrice di entrambe le varietà ha pubblicato relativamente alla dormienza. Il dato è il risultato di una media su molti anni e su molti campioni. Vivaldi: 6,6 Primura 6,0. Più alto è il valore della dormienza, più alta è la conservabilità delle patate. Come riferimento ti dico che Cicero è 7,2 e Monalisa è 7. Ovviamente la conservabilità dipende soprattutto dalle condizioni di coltivazione. Personalemtne vedo che la vivaldi in quel di Avezzano si conserva benissimo da agosto a novembre ( un produttore di Avezzano quest'anno ha prodotto 1.061 q.li per ettaro con la vivaldi: visto con i miei occhi) in magazzini all'ammasso senza antigermoglio.
Non posso darti indicazioni sulla quantità di azoto da distribuire per ettaro in quanto non conosco la tua zona, le caratteristiche del terreno, la precessione colturale, ovvero tutti quei parametri che servono per stabilire le unità di azoto da distribuire alla coltura. Come indicazione ti dico che per le precoci occorre dare il 10% in più di N in quanto hanno meno tempo a disposizione per assimiarlo.
L'uniformità, oltre che genetica è legata alla tecnica colturale. é noto che:
1) seminando tuberi interi si ottiene una resa migliore e magiore uniformità di calibro (per alcune varietà il fenomeno è più accentuato che per altre)
2) la distanza tra una pianta e le successiva influena il calibro: più c'è spazio, più i tuberi tendono a diventare grossi.
La concimazione con microelementi fogliari contenenti magnesio è importatissima. Il magnesio stà al centro della molecola della clorofilla (praticamente ha lo stesso ruolo che ha il ferro nell'emoglobina del sangue), quindi una carenza di magnesio riduce l'efficenza fotosintetica dell'intera pianta con ripercussioni sulla quantità - qualità dei tuberi, nonchè migliora la condizione fisiologica della pianta rendendola più resistente a malattie. Ti consigli di trattare 2 volte con microelementi a cavallo della fioritura ( 10 giorni prime e 10 giorni dopo). Noterai un notevole inverdimento del fogliame già al primo trattamento, come se avessi fatto una concimazione azotata. La vivaldi è una patata ad alta resa, quindi il suo fogliame deve lavorare al meglio.
non ti do indicazioni sulle macchine perchè non ho esperienza.
Se mi dai il tuo indirizzo di posta ti invio un piccolo file con delle indicazioni sulla vivaldi
saluti
Rispondi citando
  #132  
Vecchio 04-02-2007, 22.30.00
shunt shunt non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 07-02-2006
Messaggi: 132
Predefinito

Mi sono letto l'intero 3d e ne evinco che:
Non esistono più varietà locali o forse non sono mai esistite.
L'Olanda ha un pò il monopolio delle sementi in Europa(e non solo)
Che chi fa patate biologiche in realtà non sa se produce patate bio OGM?
Quest'anno proverò vivaldi e cicero ma anche sempre spunta e kennebek.
Rispondi citando
  #133  
Vecchio 05-02-2007, 10.14.28
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Ciao SHUNT
esistono ancora delle varietà locali:
Viola calabrese, varietà a buccia viola. La regione Calabria, con tutta la lentezza ossibile ed immagginabile ( e sporattutto a suon d imigliaia di euro) stà cercando di recuperarla.
Ricciona, in fase di recupero (pasta bianca). Considerata perduta, è stata ritrovata per puro caso dal sottoscritto e da un agricoltore della piana di Battipaglia. La si stà risanando da virus e l'anno prossimo verrà seminata.
La quarantina genovese, è un'altra varietà locale.
Ne esistono altre ma in questo momento non mi vengono in mente.
Tutte le varietà di origine olandese sono OGM free.
Se l'olanda ha il settore sementiero molto sviluppato è merito loro e demerito nostro. Abbiamo la possibilità d isviluppare il miglioramento genetico di molte specie ma non lo abbiamo mai fatto
Rispondi citando
  #134  
Vecchio 06-02-2007, 09.17.52
shunt shunt non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 07-02-2006
Messaggi: 132
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da peperoncino Visualizza messaggio
Ciao SHUNT
esistono ancora delle varietà locali:
Viola calabrese, varietà a buccia viola. La regione Calabria, con tutta la lentezza ossibile ed immagginabile ( e sporattutto a suon d imigliaia di euro) stà cercando di recuperarla.
Ricciona, in fase di recupero (pasta bianca). Considerata perduta, è stata ritrovata per puro caso dal sottoscritto e da un agricoltore della piana di Battipaglia. La si stà risanando da virus e l'anno prossimo verrà seminata.
La quarantina genovese, è un'altra varietà locale.
Ne esistono altre ma in questo momento non mi vengono in mente.
Tutte le varietà di origine olandese sono OGM free.
Se l'olanda ha il settore sementiero molto sviluppato è merito loro e demerito nostro. Abbiamo la possibilità d isviluppare il miglioramento genetico di molte specie ma non lo abbiamo mai fatto
Siamo sul versante nord delle Alpi Apuane. Sarei interessato per quel poco che posso io e i miei compaesani, piccolissimi produttori ad uso privato, nel cercare di rivalutare e far sopravvivere cultivar locali o italiane se non altro per non uniformare troppo le produzioni. Partiamo dalla ignoranza totale per cui ringraziamo chiunque ci dia indicazioni.
Rispondi citando
  #135  
Vecchio 06-02-2007, 10.36.52
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

non conosco la vostra realtà. Farò una indagine tra i miei conoscenti
Rispondi citando
  #136  
Vecchio 09-03-2007, 21.18.52
L'avatar di Alle
Alle Alle non è connesso
Moderatore Area Agricola
 
Data registrazione: 16-08-2004
Residenza: Maranello 44°30'28.85 N 10°53'41.82 E
Messaggi: 1,256
Predefinito

Ripesco l'argomento..........come siete messi a semina e che cosa avete seminato????
__________________
Tosi Alessandro
Rispondi citando
  #137  
Vecchio 14-03-2007, 20.47.04
L'avatar di Alle
Alle Alle non è connesso
Moderatore Area Agricola
 
Data registrazione: 16-08-2004
Residenza: Maranello 44°30'28.85 N 10°53'41.82 E
Messaggi: 1,256
Predefinito

Visto che nessuno ha ancora risposto lo faccio io oggi ho seminato 25 Kg di Spunta e 25 Kg di Kuroda
__________________
Tosi Alessandro
Rispondi citando
  #138  
Vecchio 14-03-2007, 22.12.18
L'avatar di kekko
kekko kekko non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 13-10-2006
Residenza: Castenaso (Bo)
Messaggi: 107
Predefinito

noi abbiamo finito gia da una settimana. allora abbiamo fatto un po di vario: allora, prima abbiamo fatto con le patate da tagliare, quella era primura. ne avevamo una ventina di cassoni da 3-4 quintali. finita quella abbiamo preso le patatine da semente in sacchi da 25 km. erano 5-6 bancali con 50 sacchi in ogununo. quella era agata.
Rispondi citando
  #139  
Vecchio 15-03-2007, 15.57.02
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Io ho seminato una marea di campi sperimentali in tutte le zone d'italia
Rispondi citando
  #140  
Vecchio 16-03-2007, 17.57.42
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

A quanto lo avete pagato il seme?
Rispondi citando
  #141  
Vecchio 17-03-2007, 19.27.57
L'avatar di farmaluca
farmaluca farmaluca non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2005
Residenza: Collalto Sabino(RI) origini Sparanise(CE)
Messaggi: 129
Predefinito

Per Peperoncino

io ancora non l'ho comprato,andro' ad Avezzano a prenderlo la settimana prossima(qui da me si semina dopo la meta' di aprile a 1000-1100 slm).
Pero' mi e' stato riferito di aumenti del 30-35%.
volevo pero' chiederti una cosa,io semino circa 700 mq per uso 2 famiglie,famiglie composte prevalentemente da ragazzi (io ne tengo quattro)che le vogliono esclusivamente fritte.Allo scopo finora ho sempre usato la desiree' ma, un po' per cambiare,un po' per curiosita' vorrei affiancare una nuova varieta'.
tu che mi consigli(che posso trovare presso i rifornitori di Avezzano)?
deve essere adatta per patate fritte e al forno.
ti ringrazio in anticipo
Saluti
Luca
Rispondi citando
  #142  
Vecchio 19-03-2007, 13.56.02
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Per Farmaluca
Ciao. Ho letto il tuo post e la prima cosa che mi domando è perchè vai a comprare il seme ad Avezzano quando hai la possibilità di acquistarlo a Marigliano (NA). A parte questa considerazione ti dico che potrei consigliarti diverse varietà idonee al tuo scopo. In particolare c'è la cicero che , avendo una lunga dormienza, la puoi conservare in casa per lungo tempo evitando la comparsa dei germogli. Il sapore è ottimo. Va molto bene anche la Draga, (più tonda rispetto alla precedente), entrambe con molta resa. Anche la Caesar e l'Agria rispondono bene alle tue esigenze. Rispetto alla desiree hanno un'unico svantaggio: la desiree è una varietà libera ovvero, essendo stata messa sul mercato più di 30 anni fa, sono scaduti i tempi delle royalty, quindi il suo prezzo (parlo del seme) è decisamente inferiore rispetto a tutte le altre, ancora coperte da brevetto.
Tra le varietà libere potresti provare la Kennebec , ma è a pasta bianca, ottima per gnocchi
Rispondi citando
  #143  
Vecchio 19-03-2007, 16.07.17
L'avatar di farmaluca
farmaluca farmaluca non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2005
Residenza: Collalto Sabino(RI) origini Sparanise(CE)
Messaggi: 129
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da peperoncino Visualizza messaggio
Per Farmaluca
Ciao. Ho letto il tuo post e la prima cosa che mi domando è perchè vai a comprare il seme ad Avezzano quando hai la possibilità di acquistarlo a Marigliano (NA)..........

Vado ad Avezzano semplicemente perche' risiedo a Collalto Sabino,meno di 40 km da Avezzano,mentre Sparanise(CE) e' il mio paese di origine.
Provero' la "CICERO" e la affianchero' alla desire'.
Lo scorso anno ,ho rimesso meta' delle patate delle mie,cioe' utilizzando non seme comprato ma le patate un po' piu' piccole rimaste dalla scorta annuale e debbo dire di non aver riscontrato differenza di resa.
Puo' essere dovuto all'altitudine(circa 1000mt) del terrreno?
Posso fare lo stesso con "cicero"?
Che importanza ha il boro in trattamrento fogliare per le patate?
Saluti
Luca

Ultima modifica di L85 : 20-03-2007 alle ore 11.55.27 Motivo: sistemata citazione
Rispondi citando
  #144  
Vecchio 20-03-2007, 11.16.22
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Post

Citazione:
Originalmente inviato da farmaluca Visualizza messaggio
Vado ad Avezzano semplicemente perche' risiedo a Collalto Sabino,meno di 40 km da Avezzano,mentre Sparanise(CE) e' il mio paese di origine.
Provero' la "CICERO" e la affianchero' alla desire'.
Lo scorso anno ,ho rimesso meta' delle patate delle mie,cioe' utilizzando non seme comprato ma le patate un po' piu' piccole rimaste dalla scorta annuale e debbo dire di non aver riscontrato differenza di resa.
Puo' essere dovuto all'altitudine(circa 1000mt) del terrreno?
Posso fare lo stesso con "cicero"?
Che importanza ha il boro in trattamrento fogliare per le patate?
Saluti
Luca
Ciao Luca.
Allora, la posizione della tua azienda (1000 mt) fa si che gli afidi arrivino con ritardo rispetto alle zone più basse e ciò limita la diffusione di virus (gli afidi sono i principali vettori di virus). Inoltre, le probabili basse temperature invernali determinano la morte delle piante infestanti a bordo campo. Tali piante rappresentano dei serbatoi naturali di virus. Molto probabilmente le infestanti che si sviluppano ogni anno provengono da seme e quindi sono virus esenti ( per molti virus la trasmissione non può avvenire per seme). Questa condizione favorevole, limita notevolmente le infezioni virali a carico delle tue patate, rallentando fortemente il processo di "degenerazione " che altro non è che un proliferare di infezioni virali nelle piante il che comporta diminuzione drastica della resa. Ciò ti consente di poter utilizzare come seme i tuberi da te prodotti. Ti consiglio però di interrompere questo sistema ogni due o tre anni e sostituire il seme con quello certificato (anche ogni due anni comunque avresti un bel vantaggio economico). Questo in pratica è il sistema adottato in Sila.
Puoi fare tranquillamente lo stesso con la cicero. Tieni conto che ha una dormienza più lunga.
Il boro è importante nel biochimismo della sintesi degli zuccheri (il boro serve nella formazione del glucosio - 6 fosfato, ovvero nel primo passo che porta alla formazione dell'amido). Ma tra i microelementi mi preme ricordarti di somministrare, meglio per via fogliare, il Magnesio. Infatti nei terreni ricchi di potassio e calcio (ottimali per la patata) si possono verificare carenze di Mg. La carenza sarebbe dovuta non alla assenza dell'elemento nel suolo quanto alla competizione esercitata dal calcio e dallo stesso potassio. In pratica devi imagginare nelle radici l'esistenza di una porta di entrata nella pianta,unica per i tre elementi. Il magnesio, seppur presente, si trova in competizione con Calcio e Potassio ad entrare dalla medesima porta. Concimazioni fogliari con microelementi in prevalenza Mg e vedrai come la vegetazione diventerà più verde in quanto il Mg è costituente della clorofilla. La pianta sarà molto più resistente ed avrai più sostanza secca nei tuberi.
Saluti e sempre a tua disposizione, peperoncino

Ultima modifica di L85 : 20-03-2007 alle ore 11.56.49 Motivo: sistemata citazione
Rispondi citando
  #145  
Vecchio 22-03-2007, 23.13.54
karlo1978 karlo1978 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-03-2007
Messaggi: 124
Predefinito varietà di patate

salve a tutti, quest'anno io e mio fratello abbiamo acquistato del seme delle varietà Vivaldi e Collina.
qualcuno mi sa dire le principali caratteristiche ( pregi e difetti) di queste due varietà?
mi trovo sulla Sila a 800-1000m circa.
da noi è molto coltivata la varietà Agria e tempo fa coltivai anche una varietà a buccia rossa di nome Margarita, della quale ho perso le tracce e che però era ottima sia per qualità che per produzione.
sapete in Italia chi la commercializza?
grazie.

Ultima modifica di L85 : 22-03-2007 alle ore 23.44.06 Motivo: unione argomento
Rispondi citando
  #146  
Vecchio 25-03-2007, 19.34.20
L'avatar di kekko
kekko kekko non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 13-10-2006
Residenza: Castenaso (Bo)
Messaggi: 107
Predefinito

voi l'avete fatta la rincalzatura, o non la fate?
Rispondi citando
  #147  
Vecchio 26-03-2007, 15.28.45
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

ciao Karlo 1978
Mi fa piacere rispondere ad un paesano che tra l'altro ha deciso di seminare la Vivaldi. Notizie sulla VIVALDI le ho già postate. Posso dirti che l'anno scorso è stata seminata per la prima volta sia in Sila che in Aspromonte ed ha fornito ottimi risultati produttivi. Rispetto all'Agria è più precoce e più regolare nella forma del tubero nonchè nel calibro. La pasta è meno gialla (il colore giallo dell'agria è 8 mentre vivaldi è 7) (il colore della pasta dell'agria viene usato come riferimento nella scala cromatica del colore della pasta: 8 (valore max) Agria, 4(valore minimo) kennebec. L'agria è più idonea per esser fritta mentre Vivaldi è la tipica patata multiuso.
Su collina so poco. So che è stata chiamata cosi per ricordare il nostro ex arbitro di calcio "collina". dovrebbe essere più precoce di vivaldi, con una buona colorazione della buccia. E' una patata tipo B quindi buona per la frittura. Sul sito della ditta produttrice, "SEMAGRI" la porta come idonea per le zone costiere a clima mediterraneo . In effetti io lo vista solo a polignano (BA).
La rincalzatura è strettamente necessaria . Devi mettere a disposizione dell'apparato radicale delal pianta la maggior quantità possibile d iterreno. Io consiglio minimo 2 rincalzature a meno che non usi ul baulatore. la rincalzatura è necessaria anche per evitare l'inverdimento dei tuberi in prossimità della raccolta.
P.S. se ti serve una scheda informativa sulla vivaldi, dammi il tuo indirizzo di posta in modo che possa inviartela.
Saluti a te e a tutta la sila dove ho molti amici.
Peperoncino
Rispondi citando
  #148  
Vecchio 26-03-2007, 23.23.09
5500 5500 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-09-2005
Messaggi: 83
Predefinito

Ciao a tutti io quest'anno ho piantato della primura circa 1.50ha era un calibro grossino per cui ho dovuto tagliarla con la macchina prestata dal terzista che esegue la semina comunque per tagliare 29 q.li di patate in due ci abbiamo messo 4 ore il prezzo al kg si dovrerbbe aggirare intorno ai 58/60centesimi...chi a avuto la fortuna di piantare del tondello (la semina viene molto più precisa e si è risparmiato di tagliarle)il costo al kg circa 88/90 centesimi....

comunque le spese per la patata sono un sacco

patate primura kg2900*0.59=1711
regent kg 15*8 euro(spero di avere capito male) =120
concime alla semina q.li 10 *28.5=285
taglio patate ore 8 * 7=56
semina cono terzi euro 100*1.5=150
TOTALE SOLO PER LA SEMINA 2322eurini
per la serie speriamo bene
Rispondi citando
  #149  
Vecchio 27-03-2007, 11.08.21
Plinio Plinio non è connesso
Utente DOC Area Agricola
 
Data registrazione: 02-12-2004
Messaggi: 713
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 5500 Visualizza messaggio
Ciao a tutti io quest'anno ho piantato della primura circa 1.50ha era un calibro grossino per cui ho dovuto tagliarla con la macchina prestata dal terzista che esegue la semina comunque per tagliare 29 q.li di patate in due ci abbiamo messo 4 ore il prezzo al kg si dovrerbbe aggirare intorno ai 58/60centesimi...chi a avuto la fortuna di piantare del tondello (la semina viene molto più precisa e si è risparmiato di tagliarle)il costo al kg circa 88/90 centesimi....
per la serie speriamo bene
Scusa ma io ho un dubbio... hai detto 1,5 ettari?
E quanti quintali di seme hai usato??
Rispondi citando
  #150  
Vecchio 27-03-2007, 11.10.04
peperoncino peperoncino non è connesso
Esperto Colture Vegetali
 
Data registrazione: 22-09-2006
Residenza: italia
Messaggi: 225
Predefinito

Avevo pronosticato un rincaro del seme(vedi precedenti post).
Speriamo che ci sia una buona richiesta di prodotto ma soprattutto che non ci sia simultaneità di epoca di raccolt. Infatti , quest'anno i periodi di semina tra nord e sud sono stati molto ravvicinati
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Attivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Cece: agronomia e tecniche colturali trattoristacapo Produzioni vegetali 38 20-01-2016 13.05.25
Origano: agronomia e tecniche colturali macc Produzioni vegetali 14 11-01-2016 16.05.49
Fagiolo: agronomia e tecniche colturali bensoz Produzioni vegetali 58 08-09-2013 21.54.46
Girasole: agronomia e tecniche colturali Davide80 Produzioni vegetali 41 28-01-2013 13.26.14
Cappero: agronomia e tecniche colturali 555-M Produzioni vegetali 6 19-10-2007 13.10.13


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.40.33.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia