Torna indietro   Forum Macchine > Macchine Edili / Industriali > MMT - Domande e Opinioni > Dozer e Apripista

Forum Dozer ed Apripista
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #1  
Vecchio 02-03-2008, 22.24.19
Roberto Geminia Roberto Geminia non è connesso
Esperto Mmt cava cantiere
 
Data registrazione: 26-02-2005
Messaggi: 50
Predefinito Carro Caterpillar a triangolo: pregi e difetti

Mi piacerebbe conoscere i giudizi che ognuno di noi ha maturato sul carro a triangolo Caterpillar magari impostando la discussione su
PREGI.............e DIFETTI ..............
Il mio giudizio proverò ad esporlo man mano che la discussione va avanti, cercando anche di rispondere alle Vs. domande.
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 06-03-2008, 20.26.42
L'avatar di CAT323SA
CAT323SA CAT323SA non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 07-09-2007
Residenza: FIRENZE
Messaggi: 579
Predefinito

credo la macchina risulti più manovrabile e soprattutto la ruota motrice sempre libera dal terren che può intasare i cingoli...
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 06-03-2008, 20.41.13
Allis Chamers Allis Chamers non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2006
Residenza: Forli
Messaggi: 186
Predefinito

secondo la mia opinione è meglio la macchina tradizionale minor usura dei carri baricentro + basso e poi se si lavora nel bagnato si riempiono anche i trapeziodali e in scarpate argini e in pendenza sono inferiori per non parlare se li adoperi a ripuntare in agricoltura
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 09-03-2008, 11.16.19
L'avatar di CAT323SA
CAT323SA CAT323SA non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 07-09-2007
Residenza: FIRENZE
Messaggi: 579
Predefinito

utilizzi macchine cat con carro a triangolo?
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 10-03-2008, 20.42.57
Allis Chamers Allis Chamers non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2006
Residenza: Forli
Messaggi: 186
Predefinito

Ciao Cat io faccio il ruspista e tutti i gg solo ruspa ......e li ho provati i trapeziodali pikkoli grossi e ritorno sempre alla mia idea sopra esposta
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 14-03-2008, 22.37.31
Roberto Geminia Roberto Geminia non è connesso
Esperto Mmt cava cantiere
 
Data registrazione: 26-02-2005
Messaggi: 50
Predefinito

Nel carro a triangolo la catena è molto più sollecitata, la ruota motrice scarica la potenza su tre perni invece di sei sul carro tradizionale. la ruota folle posteriore è molto sollecitata in quanto il cingolo gli si avvolge attorno con il carico massimo.
Rispondi citando
Sponsored Links
  #7  
Vecchio 15-03-2008, 09.28.48
caterperez caterperez non è connesso
Esperto MMT
 
Data registrazione: 07-04-2007
Residenza: provincia di milano
Messaggi: 595
Predefinito

Ciao a tutti,un tecnico istruttore non Cat,mi aveva spiegato che è stato progettato questo carro per "risparmiare"i riduttori di traslazione quando si usa il ripper per lavori gravosi e duraturi.Questo è quello che mi hanno spiegato.Ciao a tutti.
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 15-03-2008, 20.14.49
L'avatar di CAT323SA
CAT323SA CAT323SA non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 07-09-2007
Residenza: FIRENZE
Messaggi: 579
Predefinito

quindi per i lavori "ordinari" sarebbe più efficace un carro tradizionale? o sbaglio?
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 15-03-2008, 20.29.34
Allis Chamers Allis Chamers non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2006
Residenza: Forli
Messaggi: 186
Predefinito

vanno bene anche i trapeziodali cat...... solo che secondo me non sono superiori a altre macchine per quando riguarda la ripuntatura sforza molto di piu' cosi trapeziodale in quanto la corona tira solo con 1/4 ...... sono daccordo che sui tradizionali hai anche il peso della macchina sui riduttori ma il complesso sforza molto meno e con un cingolo piu'
corto..

Ultima modifica di Giorgio_Cat : 16-03-2008 alle ore 13.02.36
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 15-03-2008, 21.29.13
MCT-ITA MCT-ITA non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 26-03-2004
Residenza: Castel Madama (Roma)
Messaggi: 926
Predefinito

Non sono un'utilizzatore di CAT con cingolo trapeziodale, però volevo dire la mia e cioè credo che uno dei motivi per cui siano stati costruiti sia il fatto che tutta la trasmissione sia meno sollecitata per via della ruota motrice dal diametro inferiore alle tradizionali, di conseguenza tutta la trasmissione è meno sollecitata, per dirla in parole povere la ruota piccola del cat è un pò come il rapporto da salita della bicicletta.
Rispondi citando
  #11  
Vecchio 16-03-2008, 11.02.02
caterperez caterperez non è connesso
Esperto MMT
 
Data registrazione: 07-04-2007
Residenza: provincia di milano
Messaggi: 595
Predefinito

Ciao a tutti,non è per ridurre il rapporto di trasmissione,i riduttori di solito sono a due e tre stadi di riduzzione,basterebbe variare i diametri interni di planetari e ingrannagi,il motivo che a me hanno spiegato e che quando usi il Riper il riduttore e meno sollecitato,se si usa solo in spinta non dovrebbe cambiare niente tra il triangolare o il classico.Ciao a tutti.

Ultima modifica di Giorgio_Cat : 16-03-2008 alle ore 12.59.09
Rispondi citando
  #12  
Vecchio 16-03-2008, 23.31.13
Roberto Geminia Roberto Geminia non è connesso
Esperto Mmt cava cantiere
 
Data registrazione: 26-02-2005
Messaggi: 50
Predefinito

Come promesso in apertura della discussione vorrei dare alcuni spunti per favorire la discussione.
Il carro a triangolo Cat nasce con i modelli D8L e D9L inizio anni 80.
A quei tempi si diceva che caterpillar aveva sempre avuto problemi di affidabilità con i riduttori e pensò di risolverli spostando il riduttore in una zona meno inquinata.
A mio giudizio i vantaggi sono: 1° estetico, l'imponenza dei dozer cat è notevole. 2° facilità di sostituzione non solo dei riduttori ma anche del gruppo cambio, è l'unico dozer che ti permette di sostituire il gruppo cambio in tempi veramente brevi.
A fronte di questi vantaggi mettiamo sulla bilancia gli aspetti negativi.
La ruota motrice trasmette il moto su tre perni della catena (il 50% in meno di un carro tradizionale).La catena è a massima tensione e in rotazione per un numero di maglie che va dalla ruota motrice fino al primo pattino che scarica a terra la potenza.
Tutto questo maggiore stress viene ripartito su un numero leggermente superiore di maglie della catena, che non è sicuramente sufficiente per portare l'usura della catena del carro a triangolo ai valori di consumo di una catena di un carro std.
Questo dato è sicuramente confortato dallo sforzo tecnologico che Cat ha fatto per portare i propri carri a dei parametri di durata equivalenti ai precedenti. (Vedi aumento degli spessori delle maglie, aumento dei diametri dei perni, BOCCOLE GIREVOLI.)
Nelle prime serie non c'era il rullo di sostegno superiore, nel tratto della catena che va dalla ruota motrice alla ruota folle anteriore, in seguito è diventato std. per limitare il colpo di frusta che la catena ti trasmette quando si va in retromarcia veloce e si sterza. Se la catena è lenta ed anche usurata l'effetto non è sicuramente dei migliori.
Non si erano mai visti a listino tre tipi di carro con lunghezze diverse, per adattare le macchine ai vari tipi di lavoro. Non è forse meglio un tipo che svolge egregiamente tutti i tipi di lavoro che un dozer può incontrare nel proprio cammino lavorativo.
Dopo 28 anni mi sembra onesto da parte di Cat iniziare a proporre nuovi modelli con carro std. D6K D7E.
Rispondi citando
  #13  
Vecchio 17-03-2008, 18.59.41
L'avatar di CAT323SA
CAT323SA CAT323SA non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 07-09-2007
Residenza: FIRENZE
Messaggi: 579
Predefinito

il discorso è più complicato di quanto sembra... ma alla fine: "carro a triangolo si! o carro a triangolo no?!
Rispondi citando
  #14  
Vecchio 17-03-2008, 20.54.40
Allis Chamers Allis Chamers non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-02-2006
Residenza: Forli
Messaggi: 186
Predefinito

Cat ha i suoi pro e contro io personalmente preferisco la macchina standar infatti tutti i gg discuto con i colleghi perche sono un tradizionalista e oggi io con la Fiat avevo tutto i carri pieni di fango mentre il trapezio era + libero e rendeva di + nell asiutto secondo me la macchina è + silenziosa ... memtre il trapezio si sente di + lo sforzo dei carri poi ognuno la vede come vuole .....come durata di carri non c'è una grossa diferenza tra normale e tradizonale lavorando sul stesso cantiere solo che i costi per revisonare un carro tradizionale sono inferiori
Rispondi citando
  #15  
Vecchio 19-09-2008, 16.58.41
L'avatar di sick
sick sick non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 257
Predefinito

http://it.youtube.com/watch?v=HFlX46p3mrY
Rispondi citando
  #16  
Vecchio 23-12-2008, 21.01.09
697 697 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 49
Predefinito

un altro difetto è che nelle forti pendenze i denti delle ruote motrici non riescono a mantenere la macchina. 100 volte std. ciao a tutti
Rispondi citando
  #17  
Vecchio 08-02-2010, 23.48.45
andrea.agnani andrea.agnani non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 08-02-2010
Messaggi: 4
Talking inevitabili conseguenze per CATERPILLAR

Il progetto nasce e viene pescato dai vecchi CLETRAC (cleveland tractors) tringolari e differenziale di sterzo, dalla Caterpillar verso fine degli anni 70 con il rivoluzionario D10.
Decisione che portò ad inevitabili conseguenze per CATERPILLAR, ma dai vantaggi superiori ed enormi. Cle-trac non ha bisogno di presentazioni ed è stata nella prima parte del secolo il massimo della meccanica applicata con il massimo della tecnologia.
Il rivoluzionario sistema del carro chiamato "higth drive system" portò ad usare motori più piccoli con così strutture più leggere ed ottenendo maggiore resa e produttività.
Il segreto...non è altro la leva che viene generata dalla ruota motrice rialzata con il perno che trattiene il carro rulli. In base alla potenza della macchina poi hanno calcolato la distanza della ruota folle posteriore.( nel D8L- D9L con il motore del D9N D10N, la distanza perno- ruota posteriore era più piccola altrimenti la leva era esagerata).
Il risultato era che nella roccia più dura o negli ambienti più severi tutto era sempre proporzionato. Più dovevo spingere e più la leva mi costringeva tutte le suole a fare presa a terra tanto e sempre proporzionalmente. Meno spingo e meno faccio leva ma sempre con le suole tutte in presa. NON ESISTE messa a terra migliore di tutta la potenza. Successivamente gli anni hanno portato ad avere anche il D7, D6, D5 & D4H con il carro a triangolo con tutti i vantaggi che ne sono seguiti. I cingolati con lama PAT poi, a piena spinta il carro è come incollato al terreno e nel momento che richiamiamo la lama è sempre lei che si alza o abbassa, perchè la macchina è sotto una tensione enorme aiutata dal fatto che la lama è attaccata con i pistoni a metà dozer, come una pala cingolata, scaricando ulteriormente peso al trattore e perciò alla spinta.
Il cambio si smonta in qualsiasi posto, riduttori e freni e pure il motore , telaio rulli con qualsiasi mezzo e si può trasportare ogni pezzo ovunque.
Credo che guidare un D9L con il motore del D10N potrebbe essere una buona esperienza per cambiare un' pò idea. Revisionarli e superiore in tutto.
Comunque i difetti non mancano: usura eccessiva delle catene e macchina per niente valida per il tiro dei ripper ( La ruota motrice bassa e posteriore aveva maggiore leva nello sfruttare tutto il peso della macchina).
Ah, il baricentro è bassissimo, motore e cambio sono alle stesse altezze degli altri dozer per non parlare delle misure. Anche il posto guida è come le altre macchine. Le dimensioni sono come le altre rispettive macchine concorrenti. L'occhio e fregato dallo slancio che hanno con il carro triangolare.
Il riduttore libero è una buona conseguenza anche se nei primi modelli dio sa quanti motori sono stati bruciati con i loro radiatori super fini.
Comunque ora caterpillar stà ripescando nuovi brevetti dei vecchi treni new D7E o l' idrostatica (il 1° trattore cingolato john deere era idrostatico) eliminando tutte le parti trasmissione per consumare il meno possibile e mettendo motori ancora più piccoli. Ma questo e tutto un altro discorso....Ciao a tutti

Ultima modifica di andrea.agnani : 09-02-2010 alle ore 00.40.32 Motivo: modifica
Rispondi citando
Vecchio 09-02-2010, 00.09.23
andrea.agnani
Questo messaggio è stato eliminato da andrea.agnani.
  #18  
Vecchio 11-02-2010, 13.52.12
L'avatar di Jonny_41
Jonny_41 Jonny_41 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-06-2009
Residenza: PERUGIA UMBRIA
Messaggi: 57
Predefinito

Riferisco solo quello che dice spesso mio padre...Il carro del nostro caterpillar D8T hà un'impronta a terra piu "decisa" dei carri tradizionali specialmente quando si tratta di spingere il materiale.
Comunque facendo un discorso puramente fisico e inerziale....la ruota motrice rialzata sicuramente imprime alla catenaria una spinta maggiore con un braccio di leva piu lungo ripetto ad un carro std anche se viene un pò penalizzata in retromarcia dato che il braccio di leva si riduce sensibilemte...ma questo non ci interessa dato che un dozer deve spingere o tirare un ripper solo a marcia avanti e pochissimo in retro(per lo meno quello che vedo io in cava).Poi per altri lavori di finitura non lo sò non faccio il ruspista.Comunque noi di dozer ne abbiamo diversi prima la Fiat allis fd 40,un fiat hitachi FD 175 e l'ultimo acquisto caterpillar D8t.Se volete delle comparazione mio padre è a disposizione.
Rispondi citando
  #19  
Vecchio 06-03-2010, 12.29.02
Guido Cat Guido Cat non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 02-03-2010
Messaggi: 39
Predefinito

Ciao a tutti,
vorrei iniziare con la nascita del carro con telaio a ruota motrice rialzata ed a sospensione elastica (brevetto Cat e non separate le due cose).
Ho letto varie storie, ma le cose stanno così come di seguito.
Per la cronaca, il primo trattore cingolato con ruota motrice rialzata fu un Holt (predecessore del Sixty), del 1912: purtroppo, però, non ebbe mercato e la produzione terminò dopo pochi modelli.
Nel 1965 Bob Purcell, ingegnere ricercatore della Caterpillar, inizia (riprendendo dagli archivi Holt & Best Co.), un esperimento: modifica il suo trattore da giardino applicando un cingolo con ruota motrice rialzata. L'idea andò bene e portò subito il progetto ed il trattore modificato al Peoria Proving Ground per testarlo.
Un team di ricerca, capeggiato dall'ing. George Alexander (poi capo del progetto D10), fu subito formato per studiare come costruire un trattore più grande e migliore, che resista meglio agli urti, protegga i riduttori finali e che abbia una certa sospensione del carro, visto che Allis Chalmers e Komatsu ce l'avevano già il loro "D10" (carro con telaio ovale e rigido, però).
Nel 1967 si passò a modificare una pala gommata 988 con quattro cingoli a telaio con ruota motrice rialzata.
Solo nel 1969 si è passati a formare il vero gruppo di lavoro "D10 design team", sotto il comando dell'ing. Ron Krolak: il compito era studiare più configurazioni possibili prima di decidere di usare la ruota motrice rialzata.
Nel 1970 vede la luce il primo D10 sperimentale, nato dalla modifica-conversione di un D9G.
In questo momento il team disse: "se il trattore con ruota motrice rialzata dovesse fallire, sarebbe il maggior disastro per la reputazione di Caterpillar".
Dal 1973 al 1975 quattro modelli prototipi denominati X-1...X-4 furono costruiti e segretamente inviati ai test pratici: subito fu apprezzata la capacità di avvolgere (non scavalcare), gli ostacoli, grazie alla sospensione elastica.
Nel 1977 furono costruiti dieci trattori pilota, denominati P-1...P10 ed inviati, sempre segretamente, in miniere, siti costruttivi etc., monitorati da Bill Rambo, NACD District Manager della Caterpillar.
Il progetto fu tenuto assolutamente segreto fino al debutto, gli unici a sapere dell'esistenza di questi D10 pilota erano gli ingegneri della Fiat-Allis e della International Hasvesters, i quali furono invitati al secondo giorno di prova per vedere il "meraviglioso trattore".
Così, verso la fine del 1977 fu venduto il primo D10.
Questa è la vera storia.
Poi, se vi farà piacere, commenterò i pregi ed i difetti del carro con ruota motrice rialzata e sospensione elastica.
Rispondi citando
  #20  
Vecchio 06-03-2010, 12.35.18
L'avatar di CAT320
CAT320 CAT320 non è connesso
Moderatore MMT
 
Data registrazione: 04-05-2004
Residenza: Puglia
Messaggi: 4,559
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Guido Cat Visualizza messaggio
Poi, se vi farà piacere, commenterò i pregi ed i difetti del carro con ruota motrice rialzata e sospensione elastica.
Certo che ci fà piacere.....
Visto che sembri ben informato sapresti anche con certezza come mai Cat ha ripreso il carro originale sulle ultime versioni come D6G II e D7GII e il nuovissimo D7E????
__________________
Vincenzo - Per ricordare un amico
Rispondi citando
  #21  
Vecchio 06-03-2010, 12.53.17
Guido Cat Guido Cat non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 02-03-2010
Messaggi: 39
Predefinito

CAT320,
la risposta è pronta:
D6G Serie 2, D7G Serie 2 sono macchine destinate ai paesi del CIS, medio oriente, Cina, cioè sono macchine non CE che devono costare poco; in Italia non puoi comprarli.
Il progetto del D7E nasce almeno sei anni fa:
Caterpillar, come sai, costruisce anche trattori idrostatici, ma qual è lo svantaggio?
basso rendimento (ma non sempre), alta emanazione di calore e costi di manutenzione un po' elevati.
La decisione di andare sull'elettrico ricade sul fatto che è una macchina pìù economica, consuma meno e la gestione della trasmissione può essere superiore a quella idrostatica, perchè gli stalli sono gestiti meglio e le alte velocità non sono penalizzate dal basso rendimento.
Il D7E è il primo della famiglia E (non serie, si badi).
Se il D7E avrà successo, il D7R Serie 2 sarà eliminato e nasceranno il D6E, D5E, D4E.
Il D6N verrà eliminato, così i trattori con ruota motrice rialzata e carro a sospensione elastica saranno solo i seguenti: D8T, D9T, D10T, D11T, D11T CD.
Questo è il programma allo stato dell'arte ma, come sappiamo, tutto può cambiare.
Dimenticavo: è innegabile, per me, il vantaggio di tale carro, ma come vedi Caterpillar sta iniziando ad utilizzare i carri rigidi con telaio ovale dal D3 fino al D7 per motivi economici: il carro con ruota motrice rialzata e sospensione elastica costa molto ed il mercato è in crisi; poi non dimentichiamo che un caro con ruota motrice rialzata dà il meglio di se solo se c'è anche la sospensione elastica.
Questa non è una marcia indietro, come ho letto da qualche parte, ma è che la semplicità è un punto d'arrivo e non un punto di partenza.
Lasciamo questi carri ai trattori più grandi, dove sappiamo essere impiegati in applicazioni molto gravose.

Dimenticavo:
immagino che vi faccia piacere, ma purtroppo sono molto prolisso e non vorrei annoiare.

Ultima modifica di CAT320 : 06-03-2010 alle ore 12.56.26 Motivo: consecutivi
Rispondi citando
  #22  
Vecchio 06-03-2010, 13.00.49
L'avatar di CAT320
CAT320 CAT320 non è connesso
Moderatore MMT
 
Data registrazione: 04-05-2004
Residenza: Puglia
Messaggi: 4,559
Predefinito

Sapevo che il D6 D7 GII non erano disponibili per i mercati occidentali..... E' facile intuirlo anche per le motorizzazioni che montano.
Mi chiedevo questo perchè comunque Cat offriva i dozer a ruota motrice rialzata anche sui mercati "poveri" .... ora mi è chiaro.
Devo dire che quando le vidi la prima volta sul sito CAT me ne sono innamorato.....

Citazione:
Originalmente inviato da Guido Cat Visualizza messaggio

Dimenticavo:
immagino che vi faccia piacere, ma purtroppo sono molto prolisso e non vorrei annoiare.
Figurati..... fai con comodo
__________________
Vincenzo - Per ricordare un amico
Rispondi citando
  #23  
Vecchio 06-03-2010, 13.03.27
Luca88 Luca88 non è connesso
Utente DOC
 
Data registrazione: 14-04-2006
Residenza: Laives (Bz)
Messaggi: 461
Predefinito

Guido Cat, grazie per quello che scrivi......continua pure che non annoi
Rispondi citando
  #24  
Vecchio 06-03-2010, 13.05.32
Guido Cat Guido Cat non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 02-03-2010
Messaggi: 39
Predefinito

D8R Serie 2, D9R Serie 2 sono disponibili ancora per Africa e Medio Oriente.
Comunque non tutti i motori rispettano le attuali normative antinquinamento, per esempio il motore C32 del D11T è ancora EU Stage II, perchè non gli compete.

Si sta continuando a costruire il D9L in Cina, così come il D9H ha interrotto la sua produzione credo alla fine degli anni '90. Questo per confermare che il mercato va dove c'è economia e dare a tutti la possibilità di comprare.

Ultima modifica di Friz : 06-03-2010 alle ore 13.25.50
Rispondi citando
  #25  
Vecchio 09-03-2010, 01.05.19
andrea.agnani andrea.agnani non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 08-02-2010
Messaggi: 4
Predefinito non trovo vero dire che...

Salve, forse possedere i libri più rari riguardo TUTTE le macchine movimento terra ed parlare direttamente e personalmente con il responsabile della fabbrica, davanti alla progettazione del carro a triangolo , da solo, non serve ed è servito a niente.
Possedere libri e conoscenza in materia però non impone di dire cose non vere. Conoscere gli stati uniti non vuol dire conoscere l' america. Avere conoscenza di caterpillar porta a prendere convinti una sola strada.

Tralasciando la storia che possa essere successa dal 1965 in poi
non trovo vero dire che... " Per la cronaca, il primo trattore cingolato con ruota motrice rialzata fu un Holt (predecessore del Sixty), del 1912: purtroppo, però, non ebbe mercato e la produzione terminò dopo pochi modelli."
Come detto poi di seguito ""Nel 1965 Bob Purcell, ingegnere ricercatore della Caterpillar, inizia (riprendendo dagli archivi Holt & Best Co.), un esperimento"".

Ecco giusto , un esperimento, un progetto che Holt tentò in un piccolo trattore cingolato non riuscendovi e accantonandolo.
Erano anni d'oro tanto che persino il suo futuro alleato Best nel 1912 si convinse del potenziale del cingolato cambiando produzione dai trattori a ruote.

Cletrac (cleveland tractor company) di Rollin H. White, brevettò il differenziale di sterzo il quale permetteva di sterzare con la potenza su ciascun cingolo. Ciò lo accompagnerà, come proprio brevetto, per tutta la vita della compagnia.
Applicando per primo nel 1910 il motore a combustione interna nei trattori a ruote presto si convince della superiorità del trattore cingolato trasformando completamente la vecchia White Motor Company negli anni successivi ed introducendo nuovi trattori cingolati model R, model H ...model F ecc...
Model F uno dei suoi primi progetti aveva motore diesel, differenziale di sterzo e RUOTA RIALZATA riuscendo a competere con Holt e Best, come rivale, nei numeri delle vendite non per dimensioni delle macchine ,comunque.
Celtrac, solamente, dopo tutto può vantare la distinzione di essere stata la prima ad avere il SUO cingolato testato al -Nebraska test- nel 1921, importantissimo per l' epoca, dimostrando la superiorità del suo trattore nel posto più remoto e duro del mondo e sfoggiando il suo slogan "Geared to the Ground".
La teoria e pur stata di Holt ma la messa in pratica se la merita qualcun altro.
Holt comunque ha sempre avuto il trattore cingolato e lo ha sempre migliorato e studiato più di altri passando nel 1908 dal vapore alla motorizzazione gasoline-powered tractor, spostando il motore il più avanti possibile per dare peso alla ruota anteriore sterzante ed introducendo il primo dump-side vagon per trasportare la terra.
Poi venne la 1°guerra mondiale e per caterpillar fu la fortuna...
Comunque il primo Holt 30 dalle sembianze ancora in uso si chiamava "baby" nel 1913.
Solo nel 1919 dopo l' alleanza HOLT& BEST il trattore cingolato Best60 formerà la piattaforma per il primo Caterpillar nel 1931.
Comunque io aggiusto anche caterpillar e sono il massimo della qualità e fatti per durare.
Certo è che Il cingolo a triangolo resterà impresso come un' era per caterpillar ed in tutti i libri futuri lasciando un passo fantastico nella storia delle macchine movimento terra.
I numeri parlano da soli e io che le aggiusto giudico che sono superiori, perfette per durare e messe all' opera rendono di più di altre.
I vantaggi miei, comunque, in un solo giorno ti smonto completamente un cambio, pezzo per pezzo, e lo rimonto entro sera ed il giorno dopo vai a lavorare mi sembra 1 intanto di vantaggio. Riduttori e freni pure.
Il resto lo vedi lavorando e non voglio essere quello che sà.... è solo questione di fisica che caterpillar mi ha spiegato ed ha applicato come l'uovo di colombo che tutti sarebbero stati capaci di attraversare l' oceano, si, ma bisognava farlo.
Rispondi citando
  #26  
Vecchio 10-03-2010, 13.31.11
L'avatar di Jonny_41
Jonny_41 Jonny_41 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-06-2009
Residenza: PERUGIA UMBRIA
Messaggi: 57
Predefinito

I numeri parlano da soli e io che le aggiusto giudico che sono superiori, perfette per durare e messe all' opera rendono di più di altre.

Renderanno piu di altre ma non di tutte credetemi...vi parlo da possessore dell'uno dell'atro.Anche Mr.Caterpillar hà i suoi punti oscuri....
Poi ognuno la vede a modo suo ed è giustissimo che sia cosi...
Rispondi citando
  #27  
Vecchio 10-03-2010, 21.24.58
Guido Cat Guido Cat non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 02-03-2010
Messaggi: 39
Predefinito

Ciao,
come premessa voglio tornare a ripetere che dei pro e contro (come scritto in precedenza), ne parlerò più in là, quando avrò un po' di tempo.
Quindi non vedo il motivo di sottolineare alcune cose sulle quali io ancora non mi pronuncio, beninteso che sono perfettamente d'accordo con Andrea e che mi è sembrato mi voglia ribadire.
Andrea non è l'unico a conoscere Caterpillar, persone, fatti, etc., io ho esposto una storia prettamente Caterpillar e ne ho le prove, poi se a quel risultato è pervenuto anche qualche altro costruttore e magari anche prima, questo esula dalla mia trattazione e dalla domanda del forum che chiede espressamente del prodotto Caterpillar.
E' evidente che quando ho scritto "Per la cronaca, il primo trattore cingolato con ruota motrice rialzata fu un Holt (predecessore del Sixty), del 1912: purtroppo, però, non ebbe mercato e la produzione terminò dopo pochi modelli.", mi riferivo a Caterpillar e non di certo ad altri eventuali costruttori. Comunque furono vendute alcune unità, come scritto, di quel primo modello con ruota motrice rialzata.
La fortuna a causa della prima guerra mondiale fu anche della Allis Chalmers, ma non mi sembra che sia ben sopravvissuta.
Mi fa piacere che ci sia di mezzo anche la Cletrac, ma a me, in questo contesto, non interessa, perchè parlo di Caterpillar.
Il primo trattore Caterpillar (Sixty), è del 1925 ed era a benzina; nel 1931 nacque il Sixty Diesel.
Bisogna vedere che tipo di differenziale brevettò Cletrac.
Mi sembra che la messa in pratica nel 1912, anche se sperimentale, sia attribuibile a Caterpillar.

Ciao a tutti,
non sono d'accordo col fatto che: "Comunque i difetti non mancano: usura eccessiva delle catene e macchina per niente valida per il tiro dei ripper ( La ruota motrice bassa e posteriore aveva maggiore leva nello sfruttare tutto il peso della macchina)."
Il carro con ruota motrice rialzata e sospensione elastica nasce proprio per favorire le operazioni di rippaggio, le quali sono migliorate ancora con la serie N, che prevedeva una distanza maggiore perno-ruota posteriore rispetto alla serie L, così il baricentro del trattore risultava spostato in avanti.
I riduttori tradizionali erano soggetti a rotture, urti, inclusioni di roccia nei segmenti della corona.
L'usura delle catene è pari alle altre macchine, forse in qualche caso un po' meno visto che l'ingranamento ruota-catena è più pulito.
E' un carro fantastico per me e penso che sia il migliore.
I vantaggi sono, oltre i sopra citati, di avere i riduttori finali protetti da urti, abbattimento delle sollecitazioni al telaio del 50%, avvolgimento degli ostacoli, maggior oscillazione del carro, costruzione modulare della trasmissione che, come diceva Andrea, è di facile accesso e sostituzione.
In questo modo l'attacco dei bracci lama è effettuato direttamente sulla barra trasversale, semplificando la costruzione.
Gli svantaggi sono il più alto costo sia d'acquisto che di riparazione, avendo più componenti.

Ultima modifica di CAT320 : 11-03-2010 alle ore 11.57.33 Motivo: consecutivi
Rispondi citando
  #28  
Vecchio 12-03-2010, 00.07.02
andrea.agnani andrea.agnani non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 08-02-2010
Messaggi: 4
Predefinito

C'e una stupenda leggenda dell' antico egitto che studiai quando andavo a scuola nella quale un semplice bracciante si era innamorato della sua regina e le scrisse la più romantica lettera possibile, con simboli geroglifici, naturalmente. Lei leggendola interpretò tutto il contrario di quello che intendeva il suo innamorato e lo fece uccidere.
Chiedo scusa a chiunque possa avere interpretato male, dico invece che trovo raro avere interlocutori con il quale avere dialoghi interessanti su argomenti i più svariati, ma naturalmente scriverlo non ha la stessa forma nell' accento, l' emozione il confronto di una conversazione.
Scritto per me di impatto prende pure una forma che rilegendo può sembrare diversa da come io intendevo esporla.
Certo è che il progresso nell' evoluzione delle macchine movimento terra mi affascina tantissimo ed è bellissimo conoscerlo. E stupendo sapere a quanti piaccia e trovo unico poterlo condividere insieme.
Magari ci fossero più iniziative per poter conoscere come e con che mezzi le costruzioni, ecc.. sono state costruite da sempre.

Comunque tornando ai pregi e difetti del carro triangolare io non trovo convincente il fatto che sia buono il ripaggio per queste macchine.
Se prendiamo un carro tradizionale e consideriamo il tiro come fulcro, naturalmente. abbiamo risultati differenti.
Considerando un trattore di 100q.li riuscirà a spingere solo 100q.li dopo di che tende alzarsi davanti , diminuendo la presa, e comunque frutto solo la forza ed non ho nessuna leva.
Nel carro triangolare invece al peso del trattore vado a sommare il peso della spinta perche ho una forza che fa leva con la distanza dal fulcro del telaio rulli, scaricando tutto più verso terra che verso la spinta, vincendo sforzi enormi anche se le catene poi ne risentono moltissimo.
Voltando la situazione al rippaggio però con il sistema tradizionale non ho del tutto necessario scaricare a terra la potenza ma proiettarla TUTTA verso avanti per vincere la resistenza del materiale.
Se scarico la forza di tiro verso terra, con il carro triangolare, ma non ho materiale davanti allegerisco la mia macchina con la leva che si esercita.
Solo se riesco ad avere e tenere una "velocità sismica" riusciamo a tenere il taglio del materiale aperto davanti alla punta altrimenti vince la durezza del sasso e la macchina non riece a riprendere.

Questo per me è un difetto ma per il resto tutto è superiore.

Sicuro che un bel super-generoso komatsu farebbe fare brutta figura al caterpillar anche se un giorno poi Il caterpillar riderà per ultimo al Komatsu troppo forte.

Ciao a Tutti
Rispondi citando
  #29  
Vecchio 12-03-2010, 19.41.06
L'avatar di Jonny_41
Jonny_41 Jonny_41 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 28-06-2009
Residenza: PERUGIA UMBRIA
Messaggi: 57
Predefinito

Sono daccordo....
Comunque noi c'abbiamo sbattuto il muso personalmente con caterpillar d8...se si rompono sono dolori non si smontano bene e si riparano peggio...i meccanici di cgt tremano al solo pensiero di smontare la trasmissione o i riduttori alle loro ruspe (parole uscite dalla bocca di uno di loro).
Le altre (parlo delle mie) con carro tradizionale anche piu grandi e potenti del d8 si riparano meglio e piu officine sanno metterci mano e questo dettaglio di questi tempi è importante quanto la ruspa.
Questa è la nostra esperienza non parlo male di caterpillar ma cerco di sfatare il mito che caterpillar è uguale alla perfezione...non è cosi credete al mio modestissimo parere.
Rispondi citando
  #30  
Vecchio 12-03-2010, 20.07.31
L'avatar di CAT320
CAT320 CAT320 non è connesso
Moderatore MMT
 
Data registrazione: 04-05-2004
Residenza: Puglia
Messaggi: 4,559
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da andrea.agnani Visualizza messaggio
I vantaggi miei, comunque, in un solo giorno ti smonto completamente un cambio, pezzo per pezzo, e lo rimonto entro sera ed il giorno dopo vai a lavorare mi sembra 1 intanto di vantaggio. Riduttori e freni pure.
Citazione:
Originalmente inviato da Guido Cat Visualizza messaggio
I vantaggi sono............ costruzione modulare della trasmissione che, come diceva Andrea, è di facile accesso e sostituzione.
Citazione:
Originalmente inviato da Jonny_41 Visualizza messaggio
Sono daccordo....
Comunque noi c'abbiamo sbattuto il muso personalmente con caterpillar d8...se si rompono sono dolori non si smontano bene e si riparano peggio...i meccanici di cgt tremano al solo pensiero di smontare la trasmissione o i riduttori alle loro ruspe (parole uscite dalla bocca di uno di loro).
Scusa Jonny ma come fai ad essere d'accordo sei hai dato parere completamente opposto???
Parlo dello smontaggio della trasmissione.
__________________
Vincenzo - Per ricordare un amico
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Fiat FB7 - Pregi e difetti csmoie Terne Rigide ed Articolate 8 02-07-2018 17.47.01
hydromac hg 75 pregi e difetti costanzo1 Escavatori Gommati 7 03-01-2016 13.47.05
pregi e difetti FK ex 455 ciccio 82 Escavatori Cingolati 1 11-07-2010 15.44.07
Pregi e difetti del JD6800 Massi Trattori da Campo Aperto 5 04-12-2009 21.05.15


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 06.52.49.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia