Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Leggi e Normative Agricole > Diritto Agrario

Diritto Agrario
Ti trovi nell’area tematica “Diritto Agrario”, cioè, l'insieme delle norme aventi ad oggetto rapporti di diritto privato e pubblico inerenti all'agricoltura. Se non riesci a trovare l’argomento specifico e/o non sai dove inserire il tuo messaggio, utilizza la sezione Altre Richieste e/o Informazioni e lo Staff ti indicherà la discussione che fa per te.
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #271  
Vecchio 17-01-2016, 22.00.55
Arkans Arkans non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 09-04-2010
Residenza: Rovigo
Messaggi: 422
Predefinito

Se il tuo legale afferma che non possono passare penso non ci siano altri giudizi da parte nostra. Notifica loro per tempo la chiusura del passaggio, attendi eventuali risposte a cui farai replicae il tuo avvocato e poi chiudilo definitivamente.
Rispondi citando
  #272  
Vecchio 17-01-2016, 23.59.36
Marco8322 Marco8322 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 17-01-2016
Messaggi: 7
Predefinito

Si volevo solo avere delle conferme ulteriori...
Perché i vicini non mi sembrano del parere di accettare così facilmente il fatto di non poter passare perché visto che gli è già stato scritto ma loro continuano indisturbatamente. Grazie ancora
Rispondi citando
  #273  
Vecchio 18-01-2016, 08.04.14
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,660
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Marc[I
[/I]o8322;732862]Si volevo solo avere delle conferme ulteriori...
Perché i vicini non mi sembrano del parere di accettare così facilmente il fatto di non poter passare perché visto che gli è già stato scritto ma loro continuano indisturbatamente. Grazie ancora
Il primo passo è conoscere lo stato di diritto e cosa prevedono i codici in relazione al caso specifico,questo l'hai fatto con l'ausilio di un legale.
Il passo successivo(se ne sei interessato) è il mettere in atto
le azioni per salvaguardare i propri diritti,anche questo dev'essere fatto seguendo le norme,quindi le indicazioni del legale.
Chiedere ad un forum poteva essere logico in prima battuta,come ricerca di informazioni generiche e indirizzamento,ora devi solo affidarti all'avvocato.
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #274  
Vecchio 18-01-2016, 10.29.03
Marco8322 Marco8322 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 17-01-2016
Messaggi: 7
Predefinito

X mefito, si certo anche io sono di questo parere, ma visto che il mio avvocato dice che non possono più passare ma il loro afferma il contrario minacciandoci di richiedere anche i danni, prima di andare avanti volevo avere solo un parere in più da parte di qualcuno che ha già avuto problemi simili. Grazie
Rispondi citando
  #275  
Vecchio 18-01-2016, 10.49.51
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,660
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Marco8322 Visualizza messaggio
X mefito, si certo anche io sono di questo parere, ma visto che il mio avvocato dice che non possono più passare ma il loro afferma il contrario minacciandoci di richiedere anche i danni, prima di andare avanti volevo avere solo un parere in più da parte di qualcuno che ha già avuto problemi simili. Grazie
Un parere può essere fondato solo se si fonda su qualcosa(mappe/rogiti/giurisprudenza)
Il tuo avvocato avrà avuto accesso alla parte documentale.
I problemi "simili" sono comunque casi a se,confrontarli superficialmente non serve a nulla.
Sta a te decidere cosa vuoi ottenere e cosa sei disposto a impegnare.
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #276  
Vecchio 18-01-2016, 11.42.22
E355 E355 non è connesso
Utente DOC
 
Data registrazione: 21-07-2010
Messaggi: 1,596
Predefinito

Anche se in 30 anni si è fatto uso di questa servitù solo 10 volte,il diritto di passaggio è stato mantenuto,per accedere ad un fondo agricolo,come in origine stabilito,ci sono prove certe di questo? Si può dimostrare che il diritto di passaggio era solo per uso agricolo?
Se il diritto di passaggio era concesso solo per uso agricolo,nel momento che è cambiata la natura del terreno,cioè non è più agricolo,è venuto meno anche il diritto,salvo riconeziare un nuovo diritto di passaggio,se non esistono altre possibilità di accesso.
Rispondi citando
Sponsored Links
  #277  
Vecchio 18-01-2016, 11.56.04
Marco8322 Marco8322 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 17-01-2016
Messaggi: 7
Predefinito

X E355, il rogito della servitù di transito dice che la vodagione del terreno si effettua passando da lì.
Il termine vodagione basta per dimostrare la natura della servitu?! Grazie per le risposte
Rispondi citando
Vecchio 18-01-2016, 12.33.23
Marco8322
Questo messaggio è stato eliminato da mefito. Motivo: consecutivo.
  #278  
Vecchio 18-01-2016, 13.00.04
Arkans Arkans non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 09-04-2010
Residenza: Rovigo
Messaggi: 422
Predefinito

Devi consultarti con il tuo legale per questo ma il buon senso vorrebbe che non azzardassi azioni senza prima avere il via libera da parte sua e aver informato i vicini per tempo (per questo ho parlato di lettera). Certo è che se lui afferma, conoscendo il tuo caso, che loro non possono passare di lì tu dovresti aver la facoltà di chiudere l'accesso. La sentenza serve se si arriva in tribunale con un caso, magari potreste risolvere la cosa in maniera extragiudiziale. Diverso è se non ti fidi del tuo legale.
Rispondi citando
  #279  
Vecchio 18-01-2016, 14.06.42
E355 E355 non è connesso
Utente DOC
 
Data registrazione: 21-07-2010
Messaggi: 1,596
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Marco8322 Visualizza messaggio
X E355, il rogito della servitù di transito dice che la vodagione del terreno si effettua passando da lì.
Il termine vodagione basta per dimostrare la natura della servitu?! Grazie per le risposte
Il termine vodagione, "attualmente"non risulta contemplato nel CC,
Risulterebbe un vecchio termine,che stava ad indicare attività agricole.
La cosa importante è che la controparte non possa dimostrare che la servitù di passaggio sia anche per usi diversi da quello dell'attività agricola.
Rispondi citando
  #280  
Vecchio 18-01-2016, 16.01.29
Marco8322 Marco8322 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 17-01-2016
Messaggi: 7
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da E355 Visualizza messaggio
Il termine vodagione, "attualmente"non risulta contemplato nel CC,
Risulterebbe un vecchio termine,che stava ad indicare attività agricole.
La cosa importante è che la controparte non possa dimostrare che la servitù di passaggio sia anche per usi diversi da quello dell'attività agricola.
Non so come possa dimostrarlo dato il fatto che sia sul mio rogito di acquisto che sul suo, per quanto riguarda la servitu, viene indicato di vedere il vecchio rogito fatto quando era agricolo dai vecchi proprietari. E non sono più stati fatti accordi diversi da allora. Quindi presumo che loro non possano dimostrare in nessun modo visto che si parlava di attività agricole ed ora è residenziale e con diverso tipo di utilizzo. Così loro stanno facendo un aggravamento della servitu.
Rispondi citando
  #281  
Vecchio 18-01-2016, 22.50.38
LUCABERT LUCABERT non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 18-03-2012
Messaggi: 14
Predefinito

Ciao Marco,
se vai a vedere nella pagine indietro troverai il mio caso, anche se io ero dalla parte di chi doveva passare per poter costruire (chi mi aveva venduto il terreno non mi aveva avvisato). Ti confermo che la servitù di passaggio per un terreno agricolo permette solo "passaggio" di mezzi o persone a scopo agricolo.
Rispondi citando
  #282  
Vecchio 18-01-2016, 23.22.12
Marco8322 Marco8322 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 17-01-2016
Messaggi: 7
Predefinito

Ciao Lucabert, si ho letto il tuo caso e mi sembrava molto simile al mio ma a parti inverse. Ma alla fine come hai risolto?!
Rispondi citando
  #283  
Vecchio 19-01-2016, 10.00.38
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,660
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Marco8322 Visualizza messaggio
Ciao Lucabert, si ho letto il tuo caso e mi sembrava molto simile al mio ma a parti inverse. Ma alla fine come hai risolto?!
Basterebbe leggere!
Citazione:
Originalmente inviato da LUCABERT Visualizza messaggio
Buongiorno, volevo dare un ritorno a tutti quelli che mi hanno risposto, alcuni problemi si sono risolti quando io ho iniziato a fare un consorzio per dare atto al piano attuativo del comune (effettivamante le altre possibilità non erano fattibili) e gli ho mandato la lettera dall'avvocato, a quel punto (e solo allora) anche loro hanno capito che un accordo era la cosa migliore, ci siamo accordati su una cifra di 11.000 € per l'acquisto di tutta la stradina e quindi non dovrei avere più problemi, forse l'ho pagata ancora troppo ma almeno ora credo che i rapporti di vicinato siano migliorati. Grazie. Luca
Ogni caso è un caso a se.
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #284  
Vecchio 19-01-2016, 10.29.27
digelander digelander non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-12-2013
Messaggi: 19
Predefinito

Qualche domanda:

- la dicitura inerente "la vodagione", in quale/i atti notarili è riportata? Nel tuo o nell'atto precedente a cui il tuo atto rimanda?

- dopo aver risposto alla domanda precedente, hai verificato che tale dicitura sia anche riportata nella trascrizione dell'atto notarile preso i Pubblici Registri Immobiliari? Questo è un dato rilevante.

Qualche considerazione (meri pareri personalissimi):

- se come dicevi nel primo messaggio si tratta di servitù stipulata per contratto, a mio avviso, poco o nulla rileva che il tuo vicino abbia ora un altro accesso più comodo sulla pubblica via.

- mettere una sbarra, senza avere preventivamente raggiunto l'accordo con il confinante, solitamente non è una buona idea.

- fai bene a chiedere pareri a terzi, anche meno qualificati del tuo legale. Non è una questione di fiducia, ma di cieca fiducia o di consapevole fiducia. Intendo dire che la tua corretta consapevolezza in merito alla vicenda non inficia la fiducia nel legale, semmai la rinforza.

- tieni presente che la parola ultima in merito alla questione l'avrà un ulteriore soggetto ossia il Giudice, che potrebbe "interpretare" qualsiasi aspetto della vicenda in modo radicalmente opposto al tuo, mio o dei rispettivi legali coinvolti..
Rispondi citando
Vecchio 19-01-2016, 10.39.43
digelander
Questo messaggio è stato eliminato da mefito. Motivo: consecutivo.
  #285  
Vecchio 19-01-2016, 11.21.28
Marco8322 Marco8322 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 17-01-2016
Messaggi: 7
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da digelander Visualizza messaggio
Qualche domanda:

- la dicitura inerente "la vodagione", in quale/i atti notarili è riportata? Nel tuo o nell'atto precedente a cui il tuo atto rimanda?

- dopo aver risposto alla domanda precedente, hai verificato che tale dicitura sia anche riportata nella trascrizione dell'atto notarile preso i Pubblici Registri Immobiliari? Questo è un dato rilevante.

Qualche considerazione (meri pareri personalissimi):........
..
Il termine vodagione è sull'atto al quale si rimanda ed è stato trascritto presso i pubblici registri immobiliari.
Per la sbarra ho dovuto metterla perché ho dovuto fare un parcheggio più interno per i miei clienti e ospiti per lasciare libero il passaggio a loro perché prima (non passando nessuno) usavo quella parte di terreno lì come parcheggio, quindi per evitare parcheggio da parte di terzi ho messo una sbarra ma di facilissima apertura e senza chiudere tutto il passaggio , a piedi o in bici si può passare senza aprirla.
Per l'accesso sulla via pubblica ok, però loro hanno residenza solo su quella mentre sulla mia proprietà non hanno ne campanello ne n. Civico. Chiedo : hanno il diritto ad usare la servitu come ingresso principale e non la via pubblica?!
Per il resto come dici te so benissimo che poi la decisione spetterá ad ulteriore persona, proprio per questo volevo sentire, prima di arrivare al giudice, altri pareri.
Grazie per l'attenzione
Marco

Ultima modifica di mefito : 19-01-2016 alle ore 11.33.54
Rispondi citando
Vecchio 19-01-2016, 11.24.57
Marco8322
Questo messaggio è stato eliminato da mefito. Motivo: consecutivo.
  #286  
Vecchio 05-08-2016, 10.35.12
giorgio25 giorgio25 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 05-08-2016
Messaggi: 1
Predefinito servitù di passaggio

volevo cortesemente sapere se una servitù di passaggio di un metro può essere allargata onde consentire il passaggio di mezzi
Rispondi citando
  #287  
Vecchio 05-08-2016, 11.34.38
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,660
Predefinito

Impossibile rispondere senza conoscere i dettagli.
Come è registrata la servitù attuale,cosa consente?
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #288  
Vecchio 05-08-2016, 13.26.35
E355 E355 non è connesso
Utente DOC
 
Data registrazione: 21-07-2010
Messaggi: 1,596
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da giorgio25 Visualizza messaggio
volevo cortesemente sapere se una servitù di passaggio di un metro può essere allargata onde consentire il passaggio di mezzi
Se si tratta di accesso ad un fondo agricolo intercluso,la legge prevede l'accesso con macchine agricole.
Rispondi citando
  #289  
Vecchio 05-10-2017, 18.18.51
ramone ramone non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 05-10-2017
Messaggi: 4
Question Diritto di Passaggio fondo intercluso

Buongiorno a tutti,
chiedo aiuto poichè dopo aver esaminato molte domande sul forum non sono riuscito a trovare risposta ai miei quesiti. Descrivo quindi la mia situazione, sperando che qualcuno possa aiutarmi.
Due anni fa ho acquistato un capannone, nato dalla fusione di due unità immobiliari che negli anni precedenti hanno avuto una trasformazione da capannone avicolo fino a categoria D7. Il capannone è su un fondo intercluso e ha due accessi fisici. Uno solo di questi è riportato nei vari atti di compravendita, probabilmente a causa della volontà di chi li ha costruiti di poter suddividere degli immobili che volevano vendere, da altri che volevano utilizzare loro stessi. L'altro accesso è delimitato da una sbarra posta dal proprietario del terreno su cui ho l'accesso riportato negli atti. A causa di questa sbarra, della quale ho le chiavi, sono sempre passato dall'altra parte, anche vista la cordialità dei vicini. Ora però, il titolare del fondo con la sbarra sta ostruendo volutamente il passaggio con rami, piante, foglie e roccie. Nel chiedergli verbalmente di liberare il passaggio, mi è stato detto che non esiste alcuna servitù, in quanto questa era stata costituita per accedere a dei fondi agricoli, e che, essendo questi stati trasformati, è venuto a mancare il diritto di passaggio. Andando a controllare negli atti ho però trovato: "servitù passiva di transito pedonale e con veicoli". Il vicino ha aggiunto che la servitù è stata aggravata ed è quindi decaduta. Mi domando in che modo possa esserlo stata, visto che il cambio non ha comportato l'allacciamento alla fognatura e nemmeno dei passaggi di tubazioni per servizi relativi all'energia elettrica, che passano sull'altro lato.
In ogni caso, il mio problema è che vorrei poter rendere chiara la situazione, anche in caso di una futura vendita. Come mi consigliate di procedere? Vista la non volontà del vicino di chiarire, posso chiamare i carabinieri? Devo per forza proseguire con una causa? In cosa incorro nel momento in cui sposto personalmente il materiale e passo?
Grazie in anticipo a chi vorrà dire la sua!
Rispondi citando
  #290  
Vecchio 05-10-2017, 18.44.23
t-pilot t-pilot non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-03-2009
Messaggi: 105
Predefinito

non ho capito le differenze tra vicini cordiali, proprietario rognoso, confinante con la sbarra che sembrerebbe lo stesso dell'altro accesso

quello che ho capito è:
- hai un capannone nato avicolo ed ora trasformato in industriale
- non ci sono strade di accesso rappresentate in mappa ma solo due accessi derivanti da servitù palesi o apparenti (il termine intercluso si usa per fondi privi di accesso)

prima domanda:
- a che titolo hai le chiavi della stanga menzionata?

prima risposta:
- non serve essere allacciati ad una fognatura per stabilire un aggravio di servitù ... se l'uso abituale di un terreno comporta, ipotizziamo 10 transiti l'anno, e lo trasformi in una altra destinazione che comporta transiti giornalieri ... capirai ben che l'aggravio c'è eccome

comunque chiarisci un po' meglio e poi vediamo
chiarisci meglio anche le fasi temporali, che hanno la loro netta importanza

P.S.
da quello che capisco non hai obbligo di dirimere la questione in tempi brevi ... che tradotto vuol dire ... al momento non vuoi spendere in consulenze legali
Rispondi citando
  #291  
Vecchio 06-10-2017, 12.31.12
digelander digelander non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-12-2013
Messaggi: 19
Predefinito

Mi associo nella richiesta di specificare più chiaramente quante e quali siano parti coinvolte (vicini, proprietari, etc), aggiungendo che in questi casi può essere particolarmente esplicativa una rappresentazione grafica, anche un disegno fatto a mano, purché chiaro.

Aggiungo qualche parere personalissimo.. chidete sempre conferma al vs avvocato di fiducia.

Va tenuto a mente, che la servitù è sì un diritto reale minore, ma che attiene sostanzialmente ad un rapporto tra fondi.
Se un fondo, per essere utilizzabile, necessita inevitabilmente di essere raggiunto tramite altro fondo, la servitù può essere generalmente ottenuta.

I concetti chiave sono quindi "utilizzabilità del fondo dominante" e "rapporto tra fondi".

Il fatto che poi i proprietari dei rispettivi fondi ne traggano vantaggio o svantaggio, utilità o meno, è in qualche modo secondario.

Nel caso in questione il fondo interessato (agricolo o industriale che sia, a mio avviso, in questa fase conta poco) sembra avere due accessi. Non è chiaro se entrambi gli accessi presuppongano che si debba attraversare un unico fondo servente o due distinti fondi serventi.
Anche questo è un punto che va chiarito.

Le modalità e ragioni per cui "potrebbero" esservi diversi accessi e/o diverse servitù, possono essere molteplici.
Ma in linea generale una posizione in cui vi sono più accessi o meglio più servitù (gravanti su più fondi) a favore di una sola necessità (l'accesso ad un solo fondo) è a mio avviso giuridicamente debole.
Certo, tal pluralità di servitù potrebbe essere stata deliberatamente voluta e documentata in atti passati (ad es. potrebbe essere stata deliberatamente "negoziata", ossia acquisita, pagata) e avrebbe in tal caso un suo valore giuridico.

Ma in genere è una situazione di solidità inferiore, tanto che se ad esempio una (seconda) servitù frutto magari di accordi negoziali dovesse essere prescritta per inutilizzo ultraventennale, non potrebbe essere facilmente ricostituita né riottenuta giudizialmente.

Unica strada rimarrebbe quella di una nuova negoziazione, ossia nuovo riacquisto (sempre che il proprietario del fondo servente sia disponibile a costituirla in cambio di un rimborso o altro).

Comunque attendiamo indicazioni specifiche per comprendere meglio il caso specifico.
Grazie

PS. aggiungo che nel momento in cui sposti il materiale e passi, rischi di incorrere nel reato di "esercizio arbitrario delle proprie ragioni", e se per passare rompi qualcosa "con violenza sulle cose". Reato più o meno depenalizzato, ma che sinceramente eviterei, fossi in te..
Rispondi citando
  #292  
Vecchio 06-10-2017, 15.22.34
t-pilot t-pilot non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-03-2009
Messaggi: 105
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da digelander Visualizza messaggio
.... (agricolo o industriale che sia, a mio avviso, in questa fase conta poco) ......
conta al pari di altre condizioni

se il diritto originario è basato su un utilizzo "X", per tale scopo resta valido, ma non può essere tale per un utilizzo "Y", specie se "Y" è aggravante rispetto a "X"

la conseguenza è che il diritto "X" va rinegoziato oppure va acquisito il nuovo diritto "Y" in altra forma (usucapione, acquisito, sentenza per fondo intercluso)

da un po' di esperienza in materia so che la giurisprudenza è molto chiara su questo punto

nella fattispecie, saperlo con certezza è oltremodo importante, dato che il proprietario servente si è già espresso in tal senso
Rispondi citando
  #293  
Vecchio 06-10-2017, 15.59.13
ramone ramone non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 05-10-2017
Messaggi: 4
Predefinito Chiarimenti

Citazione:
Originalmente inviato da t-pilot Visualizza messaggio
non ho capito le differenze tra vicini cordiali, proprietario rognoso, confinante con la sbarra che sembrerebbe lo stesso dell'altro accesso

quello che ho capito è:
- hai un capannone nato avicolo ed ora trasformato in industriale
- non ci sono strade di accesso rappresentate in mappa ma solo due accessi derivanti da servitù palesi o apparenti (il termine intercluso si usa per fondi privi di accesso)

prima domanda:
- a che titolo hai le chiavi della stanga menzionata?

prima risposta:
- non serve essere allacciati ad una fognatura per stabilire un aggravio di servitù ... se l'uso abituale di un terreno comporta, ipotizziamo 10 transiti l'anno, e lo trasformi in una altra destinazione che comporta transiti giornalieri ... capirai ben che l'aggravio c'è eccome

comunque chiarisci un po' meglio e poi vediamo
chiarisci meglio anche le fasi temporali, che hanno la loro netta importanza

P.S.
da quello che capisco non hai obbligo di dirimere la questione in tempi brevi ... che tradotto vuol dire ... al momento non vuoi spendere in consulenze legali
Grazie T-pilot, grazie Digilander,
ho allegato un'immagine che potrebbe aiutare a chiarire la situazione:
A è il mio capannone, facente parte di un nucleo di altri capannoni (BCD) costruiti dai proprietari della case EF (vicini cordiali) all'interno di un fondo che non ha accesso diretto alla pubblica via.
I capannoni C e D godono di servitù di passaggio indicata negli atti, sia per uscire sotto le case, sia dal lato a sx (terreno del vicino rognoso). Il mio capannone ed il capannone B, hanno solo servitù di passaggio nell'area segnata a sx.
Continuando a passare nell'area accanto alle case EF credo potrei venire accusato di violazione di proprietà privata.
Le chiavi mi sono state date dal precedente proprietario del capannone al quale sono state date del vicino rognoso, il quale oggi sostiene di averle date per "delicatezza".
Linea del tempo:
1: I proprietari delle case EF sono proprietari di tutti i terreni. 2: Costruiscono i capannoni avicoli e frazionano il terreno creando delle servitù. 3: I capannoni cadono causa neve e vengono ricostruiti con cambio di destinazione. 4: Una parte di terreno viene da loro venduta al vicino rognoso, con tanto di "servitù per passaggio pedonale e con veicoli" sottoscritta nell'atto notarile anche dal vicino rognoso. 5: Il vicino rognoso pone una sbarra e da copia delle chiavi a chi ha diritto di passaggio. 6: il vicino rognoso ostruisce il passaggio oltre la sbarra e comincia a sostenere che la servitù è decaduta.

PS non ho problemi a chiedere consulenza legale, ma preferisco farlo quando ho raccolto più informazioni possibili, anche per non rischiare di fare più gli interessi degli avvocati che non i miei..

X digilander: il mio fondo non gode di due servitù, ma solo di una e non ha accesso diretto alla pubblica via se non attraverso la servitù indicata negli atti (quella che passa per il terreno del vicino rognoso). L'altro accesso esiste, ma non è indicato negli atti. Nel progetto iniziale era previsto un muro fra i capannoni (mai realizzato), che potesse dividere quelli utilizzati dai proprietari delle case EF, da quelli che hanno poi venduto (A e B).

Spero di aver dato info sufficienti, diversamente fate pure altre domande.

Un grazie anticipato
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  c94d6d25-cc06-401f-8c16-518cbdeb2213.jpg‎
Visite: 38
Dimensione:  133.1 KB  
Rispondi citando
  #294  
Vecchio 07-10-2017, 10.00.36
digelander digelander non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-12-2013
Messaggi: 19
Predefinito

Grazie delle delucidazioni.
Per come la vedo io, correggimi se sbaglio:

- il proprietario originario possedeva fondi e fabbricati, ai quali accedeva da due strade senza necessità alcuna che esistessero servitù.
- il proprietario originario fraziona i fondi.
- il proprietario originario cede a terzi i fondi A e B. In questo momento ha necessità di regolamentare le modalità con cui i terzi accederanno ad AB. Poiché AB sono accessibili sia da "ovest" che da "est" (immaginando un ovest ed un est nel disegno)-
Il proprietario originario quindi, ipotizzando forse che un giorno chiuderà il proprio fondo in corrispondenza del confine fra AB e CD, specifica nell'atto di vendita che consentirà al passaggio sul fondo ovest, per accedere ad AB.
Esclude quindi l'accesso ad AB da est. Ossia non lo esclude esplicitamente, ma lo esclude di fatto non indicando anche questo accesso.
Stabilisce insomma una servitù sul proprio fondo ad ovest, a favore di AB, in modo, che definirei, negoziale, contestualmente alla vendita.

- Tuttavia, il proprietario originario NON impedisce negli anni successivi che il passaggio avvenga anche da est. Questa modalità però, proprio perché è ben noto alle parti che il diritto di passaggio acquisito riguarda i fondi ad ovest, sembra avvenire per mera "tolleranza" del proprietario originario.

- ora, a fini pratici sarebbe interessante sapere per quanti anni si è protratta questa tolleranza, e con quale frequenza e tipologia di mezzi fosse utilizzato questo accesso (da est)

- nel frattempo, ad ovest, un nuovo proprietario del fondo ovest (servente) constata che i fondi AB utilizzano prevalentemente o esclusivamente l'accesso ad est. Decide ad ogni modo di installare una sbarra mobile, e però, proprio perché conscio della servitù esistente e indicata anche nell'atto di acquisto del suo terreno, deve consegnare le chiavi agli aventi diritto di passaggio (proprietari di A e B) (ma anche al proprietario di C e D se non ho mal capito, in quanto il proprietario originario, mi pare, in sede di vendita e non avendo poi edificato il muro, si è mantenuto il diritto di accesso sia da ovest che da est per i propri fondi C e D..dico bene?)

-successivamente il proprietario dl fondo ovest pone ulteriori ostacoli (macerie) all'accesso da ovest. Forse poiché constata che l'accesso comunque avviene pressoché sempre da est.

Se ho quindi ben capito, e supponendo che non vi siano stati periodi ultraventennali di mancato esercizio della servitù, mi pare che non vi sia stata alcuna ragione di "delicatezza" nella cessione dell chiavi, bensì un obbligo da parte del proprietario servente.


La tolleranza, almeno inizialmente, pare esservi stata invece da parte dei proprietari originari, nel consentire l'accesso a AB anche da est. Questa situazione provvisoria e in sé da loro terminabile in qualunque momento, potrebbe tuttavia essere mutata in qualcosa di più definitivo; dipende dai tempi modi di utilizzo, come detto sopra.

- quindi, per come la vedo io, parere personale, il proprietario servente deve mantenere sgombro il passaggio da ovest, o chiedere giudizialmente che la servitù gravante sul suo fondo venga a cessare in quanto inutilizzata da oltre 20 anni oppure (ma è già più ardua) in quanto il passaggio avviene da est.

- sbaglierò ma continuo a non vedere un nesso fra l'utilizzo prima agricolo (avicolo) e ora industriale. Mi pare una questione di mera accessibilità. E mi pare ben chiarita dalla descrizione della servitù pattuita in sede di cessione del fondo, che prevede l'utilizzo di "veicoli".. con formula generica e quindi, a mio avviso ampia.

- infine credo che un aggravio di servitù derivante da un utilizzo non conforme della stessa, possa portare giudizialmente ad un ripristino delle condizioni di utilizzo precedenti, ma non alla "decadenza" della servitù.
Una servitù ha una sua ragione di essere fondata sull'accessibilità al fondo, che cessa solo quando viene meno la ragione primaria, ossia per confusione o inutilizzo ultraventennale (prescrizione), non perché sono cambiate le modalità di esercizio della stessa. Non confonderei insomma la natura di un diritto reale minore, con le modalità con cui esso viene esercitato..

Per togliersi il dubbio conviene chiedere ad un avvocato, e sperare che neppure lui si sbagli, o che comunque poi non si sbagli chi dovrà poi sentenziare..
Rispondi citando
  #295  
Vecchio 07-10-2017, 10.17.02
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,660
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da ramone Visualizza messaggio

....Ora però, il titolare del fondo con la sbarra sta ostruendo volutamente il passaggio con rami, piante, foglie e roccie.....
Attenzione,mi pare che vi sia un arco temporale definito,se chiedi formalmente il ripristino del passaggio(se puoi dimostrare il diritto) entro un anno,puoi avere un provvedimento diretto del giudice,passato questo termine resta solo la causa civile,con tempi a volte decennali.
Un legale competente è sempre la scelta migliore.
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #296  
Vecchio 07-10-2017, 12.42.04
ramone ramone non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 05-10-2017
Messaggi: 4
Predefinito

Grazie Digilander,
hai perfettamente inquadrato la situazione. Secondo te quale quale è il miglior modo di proseguire?
Rispondi citando
Vecchio 07-10-2017, 12.44.58
ramone
Questo messaggio è stato eliminato da mefito. Motivo: Consecutivo.
  #297  
Vecchio 07-10-2017, 16.04.35
t-pilot t-pilot non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-03-2009
Messaggi: 105
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da digelander Visualizza messaggio
....
- sbaglierò ma continuo a non vedere un nesso fra l'utilizzo prima agricolo (avicolo) e ora industriale. ...
....
è vero ... sbagli ... mi sono preso l'onere di scrivere che la giurisprudenza è chiara in proposito ... più di così non so cosa vuoi e non vedo perché insistere nel generare dubbi

e non ho nemmeno detto che la servitù agricola è morta
ho detto che non si genera automaticamente la servitù industriale ... quella agricola è ancora viva e vegeta

per le altre cose, non ho avuto il tempo di leggere tutto almeno 4 volte e prima di farlo non mi permetto di dire altro

una sola cosetta ... non so se attiene, ma ricordatevi la costituzione di servitù per destinazione del padre di famiglia ... in questo pastrocchio di frazionamenti vari ci potrebbe stare benissimo

@ramone
quando chiedevo di stabilire i tempi, mi riferivo a quantità di anni
l'usucapione è uno strumento importante in queste vicende

P.S.
quoto MEFITO
Rispondi citando
  #298  
Vecchio 08-10-2017, 23.46.53
ramone ramone non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 05-10-2017
Messaggi: 4
Lightbulb

Citazione:
Originalmente inviato da t-pilot Visualizza messaggio
è vero ... sbagli ...
Ringrazio nuovamente per le vostre risposte.
Ulteriori dubbi:
dici che la servitù agricola non è morta e che non si genera automaticamente la servitù industriale. Visto che non è specificato negli atti che tipo di veicoli possano passare, si deve cmq fare riferimento alla tipologia della destinazione d'uso dei fondi o può essere dubbia la tipologia di servitù indicata?

Rispetto ai tempi per l'usucapione, non credo possa essere al momento utile ne da una parte ne dall'altra, nel senso che fino a 3 anni fa il passaggio con la sbarra era libero e veniva utilizzato e son solo tre anni che viene utilizzato l'accesso non previsto negli atti.

Potrebbe aver senso chiedere ai vicini comprensivi l'affitto di un pezzo di terra per avere un passaggio verso la pubblica via fin che non si chiude una plausibile causa col vicino rognoso, al quale chiedere i danni per la spesa affrontata?

Grazie a tutti

Ultima modifica di mefito : 09-10-2017 alle ore 19.07.35 Motivo: Inutile quotare integralmente il post precedente.
Rispondi citando
  #299  
Vecchio 09-10-2017, 15.25.57
t-pilot t-pilot non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 06-03-2009
Messaggi: 105
Predefinito

il principio è che l'uso sia discriminante

da quanti anni è avvenuto il cambio d'uso del capannone?

ci hai fatto un bel disegno ... potresti allegare una mappa catastale?
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Servitù di scolo acque fondotrechiappe Diritto Agrario 43 30-07-2010 13.00.43
Servitù Prediali Coattive arturin Diritto Agrario 28 10-02-2010 15.57.25
sotto passaggio ferroviario nino73 Cantieri - Lavori in Corso 59 15-03-2008 21.11.07
Passaggio di proprietà midi77 Terne Rigide ed Articolate 6 29-02-2008 22.54.53


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13.51.36.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: info@mmtitalia.it - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia