Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Leggi e Normative Agricole > Diritto Agrario

Diritto Agrario
Ti trovi nell’area tematica “Diritto Agrario”, cioè, l'insieme delle norme aventi ad oggetto rapporti di diritto privato e pubblico inerenti all'agricoltura. Se non riesci a trovare l’argomento specifico e/o non sai dove inserire il tuo messaggio, utilizza la sezione Altre Richieste e/o Informazioni e lo Staff ti indicherà la discussione che fa per te.
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #151  
Vecchio 28-07-2011, 00.53.03
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
questo passaggio mi sfugge...dici di registrare il contratto oggi e concoradre con l'Agenzia delle Entrate una sanatoria?tipo multa e condono?oltre che sostenere la quota per la registrazione ovviamente.
Anche il fatto che sia stato stipulato prima del 2005 ed è valido (previa sanatoria di cui sopra) mi sfugge...
ricordo solo che un giovane coltivatore diretto (età inferiore ai 40 anni) non ha l'obbligo di registrazione del contratto di affitto di un terreno agrario a meno che non ne faccia uso per atti pubblici... più o meno così ricordo...
Ti sbagli.
art. 1 comma 346 della L. 311 / 2004 (Legge finanziaria 2005)
Rispondi citando
  #152  
Vecchio 28-07-2011, 11.06.03
gigglhirn gigglhirn non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 20-03-2009
Residenza: Trentino
Messaggi: 63
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Ti sbagli.
art. 1 comma 346 della L. 311 / 2004 (Legge finanziaria 2005)
in sostanza la domanda è:
un contratto di affitto, scritto non registrato, di un terreno agrario, sottofirmato dalle parti (locatore e affittuario età 35 anni) il 19.04.2002 è valido o no?
un "ravvedimento operoso con l' Agenzia delle Entrate" consiste in? entro quali termini semmai?
Rispondi citando
  #153  
Vecchio 29-07-2011, 00.03.50
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
in sostanza la domanda è:
un contratto di affitto, scritto non registrato, di un terreno agrario, sottofirmato dalle parti (locatore e affittuario età 35 anni) il 19.04.2002 è valido o no?
Il contratto non registrato può considerarsi come sottoposto alla condizione sospensiva della sua registrazione: il contratto sorge come valido ma resta inefficace sino alla sua registrazione che, una volta effettuata, assume valenza retroattiva e attribuisce al contratto pieno valore sin dal momento in cui è stato stipulato.

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
un "ravvedimento operoso con l' Agenzia delle Entrate" consiste in? entro quali termini semmai?
Con Decreto Legislativo 29/03/2004, n. 99, è stato disposto che i contratti di affitto di fondi rustici stipulati a favore di giovani imprenditori agricoli che non hanno ancora compiuto i quarant’anni sono soggetti a registrazione solo in caso d’uso, e per tale registrazione è prevista l’imposta in misura fissa pari ad euro 67,00.
Rispondi citando
  #154  
Vecchio 29-07-2011, 12.41.29
gigglhirn gigglhirn non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 20-03-2009
Residenza: Trentino
Messaggi: 63
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Il contratto non registrato può considerarsi come sottoposto alla condizione sospensiva della sua registrazione: il contratto sorge come valido ma resta inefficace sino alla sua registrazione che, una volta effettuata, assume valenza retroattiva e attribuisce al contratto pieno valore sin dal momento in cui è stato stipulato.



Con Decreto Legislativo 29/03/2004, n. 99, è stato disposto che i contratti di affitto di fondi rustici stipulati a favore di giovani imprenditori agricoli che non hanno ancora compiuto i quarant’anni sono soggetti a registrazione solo in caso d’uso, e per tale registrazione è prevista l’imposta in misura fissa pari ad euro 67,00.
Con ciò i passaggi saranno (o potrebbero essere) questi:
ci sarà l'episodio (come si scriveva sopra) nel momento in cui gli "estranei" entreranno nel terreno per la raccolta della frutta (a breve), i testimoni saranno i carabinieri chiamati dall'affittuario; a questo punto verrà intrapresa la possessoria da parte dell'affittuario.

E' ovvio che l'affittuario dovrà trovarsi in una posizione forte, quindi capisco che:
nel frattempo sarà meglio che attribuisca al contratto d'affitto (stipulato in data 19.04.2002) pieno valore, chiedendo un incontro con l'Agenzia delle Entrate per la registrazione del contratto d'affitto pagando l'imposta agevolata (giovane imprenditore) e sanare per la mancata registrazione entro i termini previsti dalla normativa vigente (ravvedimento operoso con l' Agenzia delle Entrate?)
Rispondi citando
  #155  
Vecchio 30-07-2011, 19.36.35
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
Con ciò i passaggi saranno (o potrebbero essere) questi:
ci sarà l'episodio (come si scriveva sopra) nel momento in cui gli "estranei" entreranno nel terreno per la raccolta della frutta (a breve), i testimoni saranno i carabinieri chiamati dall'affittuario; a questo punto verrà intrapresa la possessoria da parte dell'affittuario.
No. Il reato è furto di frutti pendenti. Io infatti attenderei la sottrazione dei frutti.

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
E' ovvio che l'affittuario dovrà trovarsi in una posizione forte, quindi capisco che:
nel frattempo sarà meglio che attribuisca al contratto d'affitto (stipulato in data 19.04.2002) pieno valore, chiedendo un incontro con l'Agenzia delle Entrate per la registrazione del contratto d'affitto pagando l'imposta agevolata (giovane imprenditore) e sanare per la mancata registrazione entro i termini previsti dalla normativa vigente (ravvedimento operoso con l' Agenzia delle Entrate?)
Sarebbe opportuno.
Rispondi citando
  #156  
Vecchio 19-09-2011, 00.03.21
paolottoxxx paolottoxxx non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 18-09-2011
Messaggi: 1
Predefinito chiedo aiuto per asta terreno agricolo

ciao a tutti voi
sono nuovo del forum e vi chiedo un aiuto

ho acquistato da poco un terreno agricolo in un asta giudiziaria
purtroppo si è fatto vivo un contadino che lo coltiva da un po di tempo avendo una scrittura privata forzata dell'esecutato cioè dell'ex proprietario..
e non solo il colmo è che non paga l'affitto del terreno

prima di rivolgermi a un avvocato chiedo consigli e aiuto a voi ..
ma che legge abbiamo in italia!!
adesso cosa dovrei fare??
io volevo coltivare pioppetti
come fa a valere una scrittura senza canone di affitto ??
io siccome sono il nuovo proprietario potrei anche chiederli un affitto mensile con regolare contratto ..e se lui non accetta farli liberare il terreno....
giusto?
non so ...
aspetto consigli..
vi ringrazio di cuore,,,
Rispondi citando
Sponsored Links
  #157  
Vecchio 19-09-2011, 00.16.21
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,971
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da paolottoxxx Visualizza messaggio
ciao a tutti voi
sono nuovo del forum e vi chiedo un aiuto

ho acquistato da poco un terreno agricolo in un asta giudiziaria
purtroppo si è fatto vivo un contadino che lo coltiva da un po di tempo avendo una scrittura privata forzata dell'esecutato cioè dell'ex proprietario..
e non solo il colmo è che non paga l'affitto del terreno
Ma nella descrizione del bene erano menzionati diritti di terzi o contratti di affitto in essere?

Citazione:
Originalmente inviato da paolottoxxx Visualizza messaggio
prima di rivolgermi a un avvocato chiedo consigli e aiuto a voi ..
La consulenza di un avvocato specializzato è sempre l'opzione migliore.
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #158  
Vecchio 20-09-2011, 10.48.02
gigglhirn gigglhirn non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 20-03-2009
Residenza: Trentino
Messaggi: 63
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
Con ciò i passaggi saranno (o potrebbero essere) questi:
ci sarà l'episodio (come si scriveva sopra) nel momento in cui gli "estranei" entreranno nel terreno per la raccolta della frutta (a breve), i testimoni saranno i carabinieri chiamati dall'affittuario; a questo punto verrà intrapresa la possessoria da parte dell'affittuario.

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
No. Il reato è furto di frutti pendenti. Io infatti attenderei la sottrazione dei frutti.
Da luglio 2011 fino ai primi di settembre 2011, nessuna variazione della situazione, solo alcuni episodi da ricordare: un paio di incontri sul terreno in oggetto di proprietà di Guido, tra Michela (affittuario) e Guido (proprietario), nessun scontro, nessuna parola, niente spiegazioni, Michela si è recata sul terreno x eseguire trattamenti, sfalci, ecc. Guido era presente sul terreno (come suo diritto in qualità di proprietario).

Di pochi giorni fa l'episodio:
dopo lunghi appostamenti, una mattina all'alba (verso le 4:45, ancora buio) Guido si recava con alcuni operai nel terreno di sua proprietà coltivato da Michela (terreno in oggetto) e iniziava freneticamente la raccolta della frutta (non ancora matura, e non rientrante con i tempi di carenza dell'ultimo trattamento, Michela ha trattato la frutta il 12 settembre 2011 prevedento la raccolta verso i primi giorni di ottobre, prodotto impiegato riporta 21 giorni come tempo di carenza).
Michela chiedeva l'intervento dei carabinieri e sopraggiunti si rendevano conto della situazione, colloquivano con Guido, si accertavvano della sua identità, prendevano nota delle persone presenti, si documentavano con delle foto (nel frattempo si è fatto giorno) successivamente invitavano Michela ad allontanarsi dal terreno x evitare spiacevoli conseguenze (l'atmosfera x niente tranquilla) e raggiungerli in caserma x sporgere denuncia di furto e invasione.

Oltre l'azione penale, Michela intende proseguire la coltivazione del terreno fino alla scadenza del contratto (2017), può intraprendere la possessoria o va parallella alla denuncia di furto e invasione?

Aggiungo che ad agosto Michela ha inviato una lettera di diffida (raccomandata con r.di r.) a Guido scrivendo di astenersi dal procedere alla raccolta della frutta, raccomandata respinta da Guido.
Rispondi citando
  #159  
Vecchio 22-09-2011, 15.33.57
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio

Oltre l'azione penale, Michela intende proseguire la coltivazione del terreno fino alla scadenza del contratto (2017), può intraprendere la possessoria o va parallella alla denuncia di furto e invasione?

Aggiungo che ad agosto Michela ha inviato una lettera di diffida (raccomandata con r.di r.) a Guido scrivendo di astenersi dal procedere alla raccolta della frutta, raccomandata respinta da Guido.
La possessoria sarà automatica conseguenza alla denuncia di furto.
Guido dichiarerà di essere il proprietario dei frutti essendo il proprietario del fondo. Michela dichiarerà di essere la proprietaria dei frutti essendo la conduttrice del fondo.

Quale motivazione riporta la raccomandata respinta?
Rispondi citando
  #160  
Vecchio 03-10-2011, 09.10.09
gigglhirn gigglhirn non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 20-03-2009
Residenza: Trentino
Messaggi: 63
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
La possessoria sarà automatica conseguenza alla denuncia di furto.
Guido dichiarerà di essere il proprietario dei frutti essendo il proprietario del fondo. Michela dichiarerà di essere la proprietaria dei frutti essendo la conduttrice del fondo.
ah...ok


Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Quale motivazione riporta la raccomandata respinta?
sulla lettera inviata (e respinta) Guido a posto solo la sua firma sotto la parola "respinta"
nessuna motivazione
Rispondi citando
  #161  
Vecchio 04-10-2011, 13.54.16
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
sulla lettera inviata (e respinta) Guido a posto solo la sua firma sotto la parola "respinta"
nessuna motivazione
Spero ceh la raccomandata sia stata spedita "alla francese", cioè piegando in tre un unico foglio e spillandolo ai lati.
In tal modo diviene difficile contestare il contenuto della lettera.
Perchè non mandi un telegramma?
Rispondi citando
  #162  
Vecchio 05-10-2011, 10.34.26
gigglhirn gigglhirn non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 20-03-2009
Residenza: Trentino
Messaggi: 63
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Spero ceh la raccomandata sia stata spedita "alla francese", cioè piegando in tre un unico foglio e spillandolo ai lati.
In tal modo diviene difficile contestare il contenuto della lettera.
Perchè non mandi un telegramma?
la lettera è sigillata e conservata, riporta l'intestazione dello studio legale che segue Michela.

mmmh...il telegramma...da pensarci
Rispondi citando
  #163  
Vecchio 05-10-2011, 13.57.49
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
la lettera è sigillata e conservata, riporta l'intestazione dello studio legale che segue Michela.
Lettera in busta chiusa? Spero di no.........
Rispondi citando
  #164  
Vecchio 06-10-2011, 11.11.06
gigglhirn gigglhirn non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 20-03-2009
Residenza: Trentino
Messaggi: 63
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Lettera in busta chiusa? Spero di no.........
si busta chiusa, nn vedo motivo di preoccuparsi...
a maggio 2011 Michela inviava una raccomandata (con r. di r.) riportante lo stesso invito, questa è stata ritirata da Guido, quindi il messaggio è stato recepito.
Rispondi citando
  #165  
Vecchio 06-10-2011, 13.04.19
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gigglhirn Visualizza messaggio
si busta chiusa, nn vedo motivo di preoccuparsi...
a maggio 2011 Michela inviava una raccomandata (con r. di r.) riportante lo stesso invito, questa è stata ritirata da Guido, quindi il messaggio è stato recepito.
Perfetto.
A titolo informativo per gli altri utenti\lettori:
E' da preferire il telegramma oppure la raccomandata alla francese per le comunicazioni di un certo rilievo, specialmente se ritenete di intraprendere un contenzioso con il destinatario.
Rispondi citando
  #166  
Vecchio 06-10-2011, 13.34.51
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,971
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Perfetto.
A titolo informativo per gli altri utenti\lettori:
E' da preferire il telegramma oppure la raccomandata alla francese per le comunicazioni di un certo rilievo, specialmente se ritenete di intraprendere un contenzioso con il destinatario.
Quella della "raccomandata alla francese"(non sapevo si definisse così)è un accorgimento noto,ma dell'uso di telegramma non ho notizia.
Ha lo stesso valore legale in contenzioso?
In caso di posta elettronica certificata,può essere un alternativa valida?
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #167  
Vecchio 06-10-2011, 14.55.03
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da mefito Visualizza messaggio
Quella della "raccomandata alla francese"(non sapevo si definisse così)è un accorgimento noto,ma dell'uso di telegramma non ho notizia.
Ha lo stesso valore legale in contenzioso?
In caso di posta elettronica certificata,può essere un alternativa valida?
Art. 2705. Telegramma. Il telegramma ha l'efficacia probatoria della scrittura privata, se l'originale consegnato all'ufficio di partenza è sottoscritto dal mittente, ovvero se è stato consegnato o fatto consegnare dal mittente medesimo, anche senza sottoscriverlo.
La sottoscrizione può essere autenticata da notaio.
Se l'identità della persona che ha sottoscritto l'originale del telegramma è stata accertata nei modi stabiliti dai regolamenti, è ammessa la prova contraria .
Il mittente può fare indicare nel telegramma se l'originale è stato firmato con o senza autenticazione.

L' accorgimento della "raccomandata alla francese" evita spiacevoli sorprese dovute ad un comportamento fraudolento.
Resta, tuttavia, molto più efficace il telegramma.
La mail certificata è equiparabile al telegramma poichè oltre al mittente, destinatario e data viene certificato anche il contenuto della mail.
Rispondi citando
  #168  
Vecchio 23-10-2011, 13.10.38
lory71 lory71 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-12-2008
Residenza: Finale Ligure
Messaggi: 94
Predefinito obbligare alla stipula di un contratto: si può?

buongiorno a tutti

vorrei sottoporvi una questione che mi assilla da un po' di tempo, ovvio che a breve mi rivolgerò ad un legale ma intanto vorrei cominciare a vederci chiaro ed a essere preparato ad eventuali domande del legale.
Da circa 40 anni, prima mio padre (coltivatore diretto ora in pensione) e successivamente mia madre sino ad oggi (in pensione ma coltivatrice diretta tuttora con tanto di PIVA aperta e pagamento contributi previdenziali in ordine) hanno condotto un terreno di circa 1500 mq sotto casa senza regolare contratto, solo contratto verbale. Preciso che durante i primi 15 anni circa il terreno era di un proprietario diverso da quello attuale. Da circa 30 anni si vocifera che questo terreno debba essere espropriato dal comune per edilizia cooperativa, solo lo scorso anno il comune ha cominciato a inviare lettere di avviso su un probabile esproprio con comunicazione delle cifre probabilmente erogate a titolo di indennizzo. Ovviamente ci siamo mossi per ottenere un indennizzo pure noi ma nel frattempo la volontà di costruire pare scemata dato che dal comune non giungono più notizie. Con l'aiuto di un legale abbiamo ovviamente inoltrato al comune tutta una serie di documentazioni atte a dimostrare la ns conduzione di tale fondo al fine di ottenere un indennizzo, fatta una perizia agraria per valutare il fondo e il comune ha risposto che siamo in regola per ottenere un indennizzo anche senza contratto scritto e registrato.
I documenti a ns favore sono principalmente i seguenti:
- lettera firmata dal proprietario nella quale si attesta la ns presenza sul fondo sin a dal suo acquisto del fondo stesso
- testimonianze dei vicini
- fatture di vendita dei beni prodotti da una serie di alberi di chinotto presenti sul fondo da quasi 60 anni (dalla ns azienda venduti ad una fabbrica di trasformazione)
- ricevute avvenuti pagamenti contributi previdenziali agricoli e camerali.

Tuttavia il proprietario del fondo è restio stipulare un regolare contratto di affitto (a suo dire, visto che siamo in cordiali rapporti anche se non proprio di amicizia, un contratto rappresenta una mancanza di fiducia tra le parti), cosa che vorrei invece stipulare per una serie di motivi:
1) è più regolare e tutela con certezza tutte le parti
2) rafforza la ns posizione nei confronti di un eventuale esproprio che dovesse essere messo in atto dalla prossima amministrazione (questa sta per decadere)
3) permetterebbe a me di rilevare l'azienda di famiglia ed iscrivermi ai coltivatori diretti: oggi mi risulta impossibile dimostrare di avere terreno sufficiente per la sopravvivenza dell'azienda (sono necessari circa 10000 mq di terreno, 5000 sono di ns proprietà, 4000 sono già in affitto regolarmente contrattualizzato, mancano questi 1500 che non voglio abbandonare in vista di un futuro possibile indennizzo da esproprio).

Se non volesse sentire ragioni lo posso obbligare? posso avvalermi di qualche pratica qui già discussa tipo contratti unilaterali di affitto verbale? Posso avvalermi della nuova regolamentazione in materia di affitti immobiliari (non so se sia applicabile anche ai contratti agricoli)? grazie.
Rispondi citando
  #169  
Vecchio 23-10-2011, 22.43.02
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Da circa 40 anni, prima mio padre (coltivatore diretto ora in pensione) e successivamente mia madre sino ad oggi (in pensione ma coltivatrice diretta tuttora con tanto di PIVA aperta e pagamento contributi previdenziali in ordine) hanno condotto un terreno di circa 1500 mq sotto casa senza regolare contratto, solo contratto verbale. Preciso che durante i primi 15 anni circa il terreno era di un proprietario diverso da quello attuale. Da circa 30 anni si vocifera che questo terreno debba essere espropriato dal comune per edilizia cooperativa, solo lo scorso anno il comune ha cominciato a inviare lettere di avviso su un probabile esproprio con comunicazione delle cifre probabilmente erogate a titolo di indennizzo. Ovviamente ci siamo mossi per ottenere un indennizzo pure noi ma nel frattempo la volontà di costruire pare scemata dato che dal comune non giungono più notizie. Con l'aiuto di un legale abbiamo ovviamente inoltrato al comune tutta una serie di documentazioni atte a dimostrare la ns conduzione di tale fondo al fine di ottenere un indennizzo, fatta una perizia agraria per valutare il fondo e il comune ha risposto che siamo in regola per ottenere un indennizzo anche senza contratto scritto e registrato.
I documenti a ns favore sono principalmente i seguenti:
- lettera firmata dal proprietario nella quale si attesta la ns presenza sul fondo sin a dal suo acquisto del fondo stesso
- testimonianze dei vicini
- fatture di vendita dei beni prodotti da una serie di alberi di chinotto presenti sul fondo da quasi 60 anni (dalla ns azienda venduti ad una fabbrica di trasformazione)
- ricevute avvenuti pagamenti contributi previdenziali agricoli e camerali.
Data la legge sugli affitti del 1982, tutti i precedenti contratti verbali si intendono rinnovati per 15 anni dal 3 maggio 1982 (legge che ha eliminato mezzadria e quant'altro precedente.)
Nel tuo caso hai avuto il primo tacito rinnovo nel 1997 ed il secondo avverrà allo scadere dell'annata agraria del 2012.
Il proprietario deve comunicarti disdetta entro tale termine altrimenti verrà tacitamente rinnovato per altri 15 anni.

Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Tuttavia il proprietario del fondo è restio stipulare un regolare contratto di affitto (a suo dire, visto che siamo in cordiali rapporti anche se non proprio di amicizia, un contratto rappresenta una mancanza di fiducia tra le parti), cosa che vorrei invece stipulare per una serie di motivi:
1) è più regolare e tutela con certezza tutte le parti
2) rafforza la ns posizione nei confronti di un eventuale esproprio che dovesse essere messo in atto dalla prossima amministrazione (questa sta per decadere)
3) permetterebbe a me di rilevare l'azienda di famiglia ed iscrivermi ai coltivatori diretti: oggi mi risulta impossibile dimostrare di avere terreno sufficiente per la sopravvivenza dell'azienda (sono necessari circa 10000 mq di terreno, 5000 sono di ns proprietà, 4000 sono già in affitto regolarmente contrattualizzato, mancano questi 1500 che non voglio abbandonare in vista di un futuro possibile indennizzo da esproprio).
Le motivazioni da te poste sono poco rilevanti.
Potendone dimostrare il possesso dormi sonni tranquilli.
Sia per quanto riguarda l'esprorio che la legalità del tuo utilizzo.
La lettera dimostra l'esistenza di un rapporto del genere.
Non credo che possa influenzare molto 1500 metri di terreno il conteggio ore per l'iscrizione come c.d.

Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Se non volesse sentire ragioni lo posso obbligare? posso avvalermi di qualche pratica qui già discussa tipo contratti unilaterali di affitto verbale? Posso avvalermi della nuova regolamentazione in materia di affitti immobiliari (non so se sia applicabile anche ai contratti agricoli)? grazie.
Il contratto unilaterale può essere sottoscritto in determinate circostanze.
Giusto per curiosità, vuoi obbligare a sottoscrivere un contratto che scade tra pochi mesi?
Rispondi citando
  #170  
Vecchio 23-10-2011, 23.14.35
lory71 lory71 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-12-2008
Residenza: Finale Ligure
Messaggi: 94
Predefinito

Anche se il contratto verbale assume valore di legge preferirei averne uno nero su bianco, ma se è come dici tu mi conviene aspettare la naturale scadenza. Ma siamo poi sicuri che si rinnova tacitamente?
Quello che abbiamo sottoscritto e registrato tre anni fa con un altro podere mi pare che non preveda il tacito rinnovo.

Per rispondere alla tua domanda: si, i 1500 mt fanno la differenza nel calcolo delle ore, sono giusto quelli che mi mancano.

Inoltre non riesco neppure a partecipare ai finanziamenti europei in quanto quesro terreno, non avendo un contratto regolarmente registrato, non può essere conteggiato: così mi hanno detto in coldiretti. Tuttavia la cosa è in contraddizione con la legge da te citata.
Rispondi citando
  #171  
Vecchio 23-10-2011, 23.25.55
Potionkhinson Potionkhinson non è connesso
Staff
 
Data registrazione: 07-08-2007
Residenza: Sicilia sud-orientale
Messaggi: 972
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Anche se il contratto verbale assume valore di legge preferirei averne uno nero su bianco, ma se è come dici tu mi conviene aspettare la naturale scadenza. Ma siamo poi sicuri che si rinnova tacitamente?
Si, salvo eventuale comunicazione di disdetta da parte del proprietario entro i termini.
Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Quello che abbiamo sottoscritto e registrato tre anni fa con un altro podere mi pare che non preveda il tacito rinnovo.
semplicemente perché (in accordo tra le parti) non è stato inserito.
Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Per rispondere alla tua domanda: si, i 1500 mt fanno la differenza nel calcolo delle ore, sono giusto quelli che mi mancano.
Inoltre non riesco neppure a partecipare ai finanziamenti europei in quanto quesro terreno, non avendo un contratto regolarmente registrato, non può essere conteggiato.
Concordo, perché in entrambi i casi da te citati, detto fondo non può essere inserito nel Fascicolo Aziendale (assenza di idoneo titolo di conduzione). Motivo per cui, se non riesci ad accordarti con il proprietario, come già suggerito da 90 c, puoi sempre optare per un contratto unilaterale.

Saluti
Rispondi citando
  #172  
Vecchio 23-10-2011, 23.38.55
lory71 lory71 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-12-2008
Residenza: Finale Ligure
Messaggi: 94
Predefinito

Più che un forum sembrabuna chat vista la celerità delle risposte. Grazie a tutti ma i dubbi non sono mica finiti!!

Non mi devo preoccupare della disdetta da parte del proprietario in quanto non gliene frega un bel niente, ma giusto per curiosità, credo di aver capito che questa debba arrivare entro il 10/11 di quest'anno o sbaglio?

Ora mi interessa capire quali passi e quando dovrei intraprendere se opto per un contratto unilaterale. E a chi rivolgermi anche. Poi giuro che vi lascio andare a dormire
Rispondi citando
  #173  
Vecchio 24-10-2011, 00.12.34
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Non mi devo preoccupare della disdetta da parte del proprietario in quanto non gliene frega un bel niente, ma giusto per curiosità, credo di aver capito che questa debba arrivare entro il 10/11 di quest'anno o sbaglio?
Se la situazione è come l'hai descritta, la risposta è :si.
Ti conviene aspettare il tacito rinnovo. In seguito recati con dei testimoni dal proprietario ed invitalo a redigere il contratto formalmente.
Anche se viene invocato il comma 3 della legge 1982 (terreni montani,etc....) la durata è di 6 anni e la scadenza cadrebbe comunque a novembre 2012 per altri 6 anni.

Citazione:
Originalmente inviato da lory71 Visualizza messaggio
Ora mi interessa capire quali passi e quando dovrei intraprendere se opto per un contratto unilaterale. E a chi rivolgermi anche. Poi giuro che vi lascio andare a dormire
Presso un CAA,dove ti spiegheranno cosa è il fascicolo aziendale e se accettano di sottoscrivere un contratto unilaterale.
Rispondi citando
  #174  
Vecchio 26-10-2011, 10.06.46
barton barton non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-09-2011
Messaggi: 24
Predefinito Morosità Affitto terreno agricolo

Buongiorno a tutti, il coltivatore diretto che sta occupando i miei terreni con un contratto "verbale" iniziato nell'anno 2010 ha già a suo carico un anno di morosità.
Ho letto che passati i successivi 90 gg dopo la scadenza della prima annualità non pagata ho diritto agli interessi ed alla risoluzione del contratto di affitto.

Correggetemi se sbaglio
Rispondi citando
  #175  
Vecchio 26-10-2011, 12.25.12
MaxB. MaxB. non è connesso
Utente DOC Area Forestale / Aree Verdi
 
Data registrazione: 12-07-2008
Residenza: varese
Messaggi: 1,961
Predefinito

benvenuto nel club...

non so come funzioni con i terreni agricoli, nelle locazioni immobiliari se l'inquilino non paga prima che la giustizia faccia il suo corso e si arrivi alla rimozione coatta dello stesso passano mediamente almeno 6 mesi.
Rispondi citando
  #176  
Vecchio 26-10-2011, 12.51.01
barton barton non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-09-2011
Messaggi: 24
Predefinito

diciamo che 6 mesi andrebbe bene. Aspettiamo qualcuno che conosca meglio l'argomento. Grazie per la tua risposta
Rispondi citando
  #177  
Vecchio 26-10-2011, 12.51.03
L'avatar di cepy75
cepy75 cepy75 non è connesso
Moderatore MMT / Edile
 
Data registrazione: 30-11-2007
Residenza: Airali di Chieri (TO)
Messaggi: 954
Visit cepy75's Facebook
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da barton Visualizza messaggio
Buongiorno a tutti, il coltivatore diretto che sta occupando i miei terreni con un contratto "verbale" iniziato nell'anno 2010 ha già a suo carico un anno di morosità.
L' accordo verbale prevede anche una data specifica di pagamento canone?
In mancanza d' accordo specifico, è uso fare riferimento all' 11/11, data che sancisce la chiusura dell' annata agraria.
__________________
Ceppi c'è!
Rispondi citando
  #178  
Vecchio 26-10-2011, 14.03.04
barton barton non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-09-2011
Messaggi: 24
Predefinito

infatti è stata stabilita in tale data 11/11. Tu cosa dici in merito alla morosità? Il problema che le raccomandate che abbiamo inviato non vengono ritirate. O meglio non ci è mai giunta una ricevuta di ritorno !!!
Ora un annualità risulta NON pagata ed adesso di sara la prossima con scadenza 11/11/2011. Consigli?
Rispondi citando
  #179  
Vecchio 26-10-2011, 23.40.15
90 c 90 c non è connesso
Moderatore Leggi e Normative Agricole
 
Data registrazione: 23-10-2007
Residenza: appennino pugliese
Messaggi: 1,590
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da barton Visualizza messaggio
Buongiorno a tutti, il coltivatore diretto che sta occupando i miei terreni con un contratto "verbale" iniziato nell'anno 2010 ha già a suo carico un anno di morosità.
Ho letto che passati i successivi 90 gg dopo la scadenza della prima annualità non pagata ho diritto agli interessi ed alla risoluzione del contratto di affitto.

Correggetemi se sbaglio
Il contratto verbale, per sua natura, può essere messo in discussione da una delle parti, circa l'importo, le modalità di pagamento,etc......
Se non hai specificato nero su bianco la modalità del pagamento sei così sicuro che sia moroso?
Se non hai specificato un recapito su un contratto potresti mandare raccomandate all'infinito.
Magari lo citi per morosità e ti ritrovi un cesto di mele per natale come canone di locazione.
Se le azioni sono in malafede da parte del conduttore opterei per un'altra strada.
Rispondi citando
  #180  
Vecchio 27-10-2011, 10.37.01
barton barton non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 22-09-2011
Messaggi: 24
Exclamation

Citazione:
Originalmente inviato da 90 c Visualizza messaggio
Il contratto verbale, per sua natura, può essere messo in discussione da una delle parti, circa l'importo, le modalità di pagamento,etc......
Se non hai specificato nero su bianco la modalità del pagamento sei così sicuro che sia moroso?
Se non hai specificato un recapito su un contratto potresti mandare raccomandate all'infinito.
Magari lo citi per morosità e ti ritrovi un cesto di mele per natale come canone di locazione.
Se le azioni sono in malafede da parte del conduttore opterei per un'altra strada.
caro 90c come ben saprai è un mondo difficile. C'e' una registrazione ambientale, che non si capisce praticamente nulla, sulla quale si era aperta una causa, che parlava dell'affitto con relativo canone di 1.100€. ad ettaro. Il primo assegno è stato rinviato al mittente in quanto il proprietario precedente purtroppo defunto, si era sentito raggirato e diceva che Lui non voleva dare il terreno in affitto. Ora la causa a seguito del decesso ho deciso di non riassumerla ma pretendere l'affitto dell'annata passata e quella che arriverà con scad. 11/11/2011. Poi credo che venderò i terreni naturalmente tenendo conto della prelazione dell'affittuario che dei confinanti. Attendo tue
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Contratto d'affitto & Titoli PAC taty PAC, Sviluppo Rurale & O.C.M. 24 29-01-2009 11.31.28


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13.19.03.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia