Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Colture e Tecniche Agricole > Zootecnia

Zootecnia
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #31  
Vecchio 12-10-2009, 21.05.13
giada2006 giada2006 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 10-02-2009
Messaggi: 5
Predefinito

ciao se ti può interesarre ho qualcosa che fa al coso tuo,elettrificatore a corrente o batteria e tutto l'occorrente,contattami in pvt che se ti va facciamo 2 parole,io li consiglio molto se si a un pezzo di prato per far pascolare gli animali
Rispondi citando
  #32  
Vecchio 13-10-2009, 12.02.25
Zaira Zaira non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 08-08-2008
Residenza: Eh... a saperlo...
Messaggi: 204
Predefinito

Ho appena comprato 60 pali da vigna per fare la recinzione elettrica fissa. Non li ho ancora piantati ma conto di farlo a breve. Direi che sono una valida alternativa ai classici paletti di plastica o vetroresina, facili da piantare ed eventualmente spostare.
Vi sapro' dire a fine lavoro!

Z.
Rispondi citando
  #33  
Vecchio 13-10-2009, 22.57.49
giada2006 giada2006 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 10-02-2009
Messaggi: 5
Predefinito

ottimi i pali da vigna ,se uno poi fa la legna ottimi sono i tronchi ricavati dalle piante tagliate
Rispondi citando
  #34  
Vecchio 10-08-2010, 12.57.19
L'avatar di Cawa
Cawa Cawa non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Colli Novaresi (NO)
Messaggi: 377
Predefinito

Ciao ragazzi,vi espongo il mio problema.
Come già avevo postato qualche tempo fa fatico molto a tenere le mie capre dentro il recinto elettrico.Prima usavo le bande retttangolari,quest'anno sono passato alle reti con un discreto miglioramento anche se non del tutto esauriente....
il problema di base è che il terreno dove recinto i miei animali è molto impervio e irregolare e quindi tra i fili o le reti si formano dei buchi o ''pance'' che fanno si che l'animale possa scappare.
Ho deciso quindi di fare un recinto fisso ma comunque elettrificato.Ho piantato alla profondità di 40 cm dei pali di castagno di 1,5 m di altezza,con quindi un 1,1 m fuori terra,del diametro di 12 cm circa,alla distanza di 3 m.
Ora però anzichè usare filo o bandella in nylon classici ho ordinato un apposito cavetto di acciaio di 1,8 mm di diametro usato molto da noi per salvaguardare i campi dai cinghiali.
vorrei metterlo a 4 altezze e collegarlo a un elettrificatore collegato alla rete 220 V di casa.
Ora vi elenco i dubbi che ho a riguardo:
-come dicevo questi tipi di recinzioni qui si usano per allontanare i cinghiali e non gli ho mai visti per le capre,qualcuno di voi ha già provato?
-per evitare di comprare degli isolatori(me ne servirebbero circa 400...)ho deciso di fissare il cavo al palo con delle cambrette(chiodi a ''U'')e isolarlo con una goccia di silicone in modo che non scarichi a contatto col chiodo.In ogni caso il chiodo sarebbe conficcato nel legno del palo che dovrebbe isolare giusto?Oppure in caso i pioggia o umidità l'acqua contenuta scaricherebbe a terra?
Rispondi citando
  #35  
Vecchio 14-08-2010, 13.34.41
L'avatar di ilgipeto
ilgipeto ilgipeto non è connesso
Esperto Ciliegia
 
Data registrazione: 02-11-2007
Residenza: Zocca - MO
Messaggi: 198
Predefinito

non ho esperienza per la prima domanda, ma alla seconda ti dico che sicuramente il palo in legno, soprattutto se bagnato, scarica a terra. gli isolatori hanno un costo che però vedo difficile aggirare a meno di lavorazioni lunghe e non so quanto durature.
ciao
daniele
Rispondi citando
  #36  
Vecchio 14-08-2010, 18.20.54
birrocama birrocama non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-10-2008
Residenza: Siena
Messaggi: 99
Predefinito recinto per capre

Citazione:
Originalmente inviato da Cawa Visualizza messaggio
Ciao ragazzi,vi espongo il mio problema.
Come giÃ* avevo postato qualche tempo fa fatico molto a tenere le mie capre dentro il recinto elettrico.Prima usavo le bande retttangolari,quest'anno sono passato alle reti con un discreto miglioramento anche se non del tutto esauriente....
il problema di base è che il terreno dove recinto i miei animali è molto impervio e irregolare e quindi tra i fili o le reti si formano dei buchi o ''pance'' che fanno si che l'animale possa scappare.
Ho deciso quindi di fare un recinto fisso ma comunque elettrificato.Ho piantato alla profonditÃ* di 40 cm dei pali di castagno di 1,5 m di altezza,con quindi un 1,1 m fuori terra,del diametro di 12 cm circa,alla distanza di 3 m.
Ora però anzichè usare filo o bandella in nylon classici ho ordinato un apposito cavetto di acciaio di 1,8 mm di diametro usato molto da noi per salvaguardare i campi dai cinghiali.
vorrei metterlo a 4 altezze e collegarlo a un elettrificatore collegato alla rete 220 V di casa.
Ora vi elenco i dubbi che ho a riguardo:
-come dicevo questi tipi di recinzioni qui si usano per allontanare i cinghiali e non gli ho mai visti per le capre,qualcuno di voi ha giÃ* provato?
-per evitare di comprare degli isolatori(me ne servirebbero circa 400...)ho deciso di fissare il cavo al palo con delle cambrette(chiodi a ''U'')e isolarlo con una goccia di silicone in modo che non scarichi a contatto col chiodo.In ogni caso il chiodo sarebbe conficcato nel legno del palo che dovrebbe isolare giusto?Oppure in caso i pioggia o umiditÃ* l'acqua contenuta scaricherebbe a terra?
Ciao,
Non e' molto facile contenere dentro una recinzione elettrificata delle capre, te lo dico per esperienza, pero' se li metti ad una distanza giusta, cioe' che sia se si sporgono sia che provino a saltare becchino la scossa, un po' ti aiuta.
Per quanto riguarda i pali se non ci metti degli isolatori non ottieni niente, anche col silicone non ce la fai a isolarli perche' basta che uno ti scarichi e sputtani tutto l'impianto...
Rispondi citando
Sponsored Links
  #37  
Vecchio 15-08-2010, 12.52.30
Tosco Tosco non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 02-05-2008
Residenza: Maremma
Messaggi: 62
Predefinito

Per esperienza: comprati gli isolatori a vite, che avviterai (appunto) sul tuo palo di legno.
Qualsiasi altra soluzione rischierà di compromettere la riuscita del tuo recinto.
E stai anche attento che il filo elettrico non tocchi a terra, o tocchi rami ed erba: basta veramente poco perchè il tutto venga scaricato a terra.
Rispondi citando
  #38  
Vecchio 25-08-2010, 23.43.12
L'avatar di Cawa
Cawa Cawa non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Colli Novaresi (NO)
Messaggi: 377
Predefinito

Ragazzi il recinto l'ho finito e per ora funziona senza problemi,mi avevate praticamente convinto ad usare gli isolatori ma tutti i rivenditori in zona erano chiusi quindi ho optato per le cambrette,il fatto che scarichi a terra è relativo in quanto l'elettrificatore è collegato alla rete elettrica 220 V,l'unica mia paura ora è che l'assorbimento di corrente per qualche (inevitabile) dispersione sia eccessivo e vada quindi a incidere drasticamente sulla bolletta....
Rispondi citando
  #39  
Vecchio 26-08-2010, 00.49.42
lory71 lory71 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-12-2008
Residenza: Finale Ligure
Messaggi: 94
Predefinito

Io uso un elettrificatore con batteria da auto che garantisce una tensione di circuito maggiore abbinata ad un caricabatterie collegato alla rete: in questo modo se la corrente va via per poche ore la batteria sopperisce non lasciando il circuito disalimentato. Paletti in legno e filo a 25-60-100-120 cm x tenere fuori i cinghiali ma penso che aggiungerò un altro filo a 15 cm. Cmq ho visto recinti costruiti con tondini da 10 mm da solette rivestiti con manichetta per acqua come isolante e filo di ferro zincato come filo quindi tutto si può fare anche in economia
Rispondi citando
  #40  
Vecchio 27-08-2010, 22.11.49
birrocama birrocama non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-10-2008
Residenza: Siena
Messaggi: 99
Predefinito elettrificazione recinto

Citazione:
Originalmente inviato da Cawa Visualizza messaggio
Ragazzi il recinto l'ho finito e per ora funziona senza problemi,mi avevate praticamente convinto ad usare gli isolatori ma tutti i rivenditori in zona erano chiusi quindi ho optato per le cambrette,il fatto che scarichi a terra è relativo in quanto l'elettrificatore è collegato alla rete elettrica 220 V,l'unica mia paura ora è che l'assorbimento di corrente per qualche (inevitabile) dispersione sia eccessivo e vada quindi a incidere drasticamente sulla bolletta....
Ciao, abbi pazienza e non ti arrabbiare se te lo dico, ma non ci hai chiappato niente. Mi spiego meglio:
Il fatto che tu abbia messo le coppiglie perche' non trovavi l'isolatori ti capisco, ma basta che una mattina ci sia + rugiada e sei fregato che tutto il recinto scarica!!
Poi se lo hai messo alla 220 non cambia niente sul fatto della corrente che va' nel recinto, sempre la solita della batteria a 9volt . La corrente si accumula nell'apparecchio che poi ogni 2-3 secondi la manda nel recinto sia che sia a 220 che a 9, casomai ci sta' che tu abbia un apparecchio da 15000Volt in uscita o di + e quello ti fa un po la differenza.
Sul fatto del consumo in bolletta e' indifferente dal fatto che scarichi, che funzioni regolare o che chiappi la briscola l'animale, come detto la corrente si accumula dentro all'apparecchio che poi la butta fuori o scarichi o muoia nei fili( in caso non scarichi e nessuno becchi la scossa).
Ciao ciao.
Rispondi citando
  #41  
Vecchio 06-09-2010, 00.08.13
L'avatar di Cawa
Cawa Cawa non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Colli Novaresi (NO)
Messaggi: 377
Predefinito

Forse non mi sono spiegato bene.Io intendo dire che essendo collegato alla rete 220 V non vi è una batteria che possa scaricarsi.Se poi comunque l'impianto scarica a terra non ha grande importanza in quanto la corrente nel circuito c'è comunque!
Rispondi citando
  #42  
Vecchio 06-09-2010, 00.40.13
mefito mefito non è connesso
Moderatore SOS Officina
 
Data registrazione: 26-05-2005
Residenza: Lombardia
Messaggi: 6,968
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cawa Visualizza messaggio
Forse non mi sono spiegato bene.Io intendo dire che essendo collegato alla rete 220 V non vi è una batteria che possa scaricarsi.Se poi comunque l'impianto scarica a terra non ha grande importanza in quanto la corrente nel circuito c'è comunque!
No
la tensione è elevata,ma l'energia è pochissima,se scarica a terra si annulla.
__________________
Ognuno è ciò che è,non ciò che finge di essere....
Rispondi citando
  #43  
Vecchio 18-09-2010, 00.52.53
Tosco Tosco non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 02-05-2008
Residenza: Maremma
Messaggi: 62
Predefinito

Se scarica a terra "la botta" diminuisce notevolmente.
Ho un recinto che manda 8000watt, e posso assicurarti che per "soli" due o tre filetti d'erba che lo toccavano la "botta" calava a 2000watt.
E' sempre bene che non scarichi in alcun modo.
Rispondi citando
  #44  
Vecchio 22-09-2010, 22.21.35
lory71 lory71 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-12-2008
Residenza: Finale Ligure
Messaggi: 94
Predefinito diserbo

al di sotto del recinto elettrico provvedo a diserbare una volta al mese, usando una miscela di glifosate per seccare le infestanti già nate e una qualsiasi diserbante antigerminello (uso spesso il pendimetalin, nome commerciale Penthium o Stomp) per prevenire nuove nascite.
Avevo pensato anche ad una bella dose di sale ma non vorrei mai che i cinghiali o altri ungulati si affezionassero al mio recinto!!
Ho un piccolo recinto e quindi mi riesce semplice tenerlo sotto controllo ma bisogna stare attenti anche a tutto quello che il vento può far volare in aria e che poi ricade sui fili, quindi il controllo giornaliero è indispensabile, altrimenti le batterie vanno a terra in due giorni. Lo so per esperienza in quanto per mia disdetta durante l'inverno il vento fece rotolare un bel secchio di latta contro i fili: ho buttato la batteria!
Rispondi citando
  #45  
Vecchio 17-10-2010, 21.56.41
Landini Trekker Landini Trekker non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 09-04-2010
Residenza: Ascoli Piceno-Monte Rosara
Messaggi: 75
Predefinito

salve a tutti i lettori di questa discussione

noi recintiamo diversi ettari di terreno irregolare, con un semplice metodo per evitare che si creino pance:dove deve passare il recinto spianiamo tutto con l'apripista, cosi' piantiamo i pali su terreno regolare e il filo e' sempre alla stessa distanza da terra.

per lory71:l'idea del diserbante mi sembra ottima, ma quando lo passi usi la pompa a spalla o cosa?Inoltre e' bene che gli animali per un po' non entrino nel pascolo, altrimenti se vanno a mangiare proprio li potrebbero esserci conseguenze molto brutte.Noi usiamo il decespugliatore sotto il filo.
A che distanza mettete i pali su terreno irregolare voi?
Rispondi citando
  #46  
Vecchio 21-02-2011, 12.59.31
lory71 lory71 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-12-2008
Residenza: Finale Ligure
Messaggi: 94
Predefinito

Dato che si tratta di un appezzamento di 50x10 mt uso la pompa a spalla, certo se sono km diventa dura. L'antigerminello è ottimo in quanto non lascia crescere che pochi fili d'erba, occhio però che su certe infestanti è inutile, o meglio, ci vuole quello apposito.
Il mio essendo un appezzamento coltivato non viene mai usato come pascolo, quindi non ho il problema del foraggio. Ma secondo me si risolve usando una forte dose di glifosate che fa seccare l'erba in un giorno e poi si possono tenere gli animali confinati un paio di giorni. Dopo dubito che vadano a mangiare erba disseccata e floscia avendo a disposizione quella verde. Ad ogni modo x come faccio io è bene non lasciare crescere l'erba. Mi spiego: se l'erba è alta tanto da toccare il recinto è già deleterio perché il recinto scarica, il glifosate agisce bene ma l'antigerminello no in quanto no arriva a terra. Quindi diserbo con l'erba che appena butta le foglioline e ho diversi vantaggi:
nessuna scarica dal recinto
il glifosate agisce su erba tenera e lo posso diluire fortemente (tipicamente uso la metà della dose minima consigliata)
l'antigerminello si deposita anche sul terreno
e risparmio che non guasta!

Per il discorso decespugliatore, io l'ho abolito nel senso che consuma molto, ti fa faticare e l'erba tagliata ricresce molto velocemente trovandosi con un apparato radicale sovradimensionato rispetto alla parte aerea. In definitiva sei sempre li a tagliare.

Secondo me più il terreno è irregolare e maggiore è la frequenza dei paletti, altrimenti ti trovi con i fili o che toccano a terra o che creano cunette da cui gli animali possono infilarsi. Poi tanto dipende dall'altezza del primo filo. Considera anche che con il tempo i fili spanciano.
Rispondi citando
  #47  
Vecchio 27-02-2011, 19.00.12
Landini Trekker Landini Trekker non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 09-04-2010
Residenza: Ascoli Piceno-Monte Rosara
Messaggi: 75
Predefinito

si siamo in molti a pensare che il decespugliatore (spece sui terreni fertili) e' una schiavitu' e richiede molta fatica.Su un pascolo molto grosso io vedrei bene un tubo lungo collegato alla botte di diserbo dietro il trattore che tenuto a mano uno spruzza sotto tutto il filo l'antigerminelo o il glifosate.
Rispondi citando
  #48  
Vecchio 29-03-2012, 12.20.01
sissi.esposito sissi.esposito non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 29-03-2012
Messaggi: 1
Predefinito

Salve ho letto sul forum delle recinzioni elettrificate mobili e avrei bisogno di un suggerimento per la mia situazione. Io abito in città e ho un gatto che entra dai vicini che non chiudono un buco nel loro muro, il vicino addirittura sostiene di essere stato attaccato dal mio gatto ferito e quant'altro, pensate! E' una situazione molto antipatica e potrei con una recinzione elettrificata applicata alla rete divisoria impedirgli di scavalcare e rimanere nel nostro giardino, però non ho la minima idea di dove comprare i materiali e come tararli su un animale di max 4,5 kg...qualcuno ha un suggerimento un riferimento da fornire o una esperienza simile? Spero proprio di si! Grazie!!!
Rispondi citando
  #49  
Vecchio 06-04-2012, 13.59.25
Potionkhinson Potionkhinson non è connesso
Staff
 
Data registrazione: 07-08-2007
Residenza: Sicilia sud-orientale
Messaggi: 972
Predefinito

Salve sissi.esposito,
il metodo più semplice (ma anche economico), a mio avviso, è integrare la tua recinzione con una rete antipassero (maglie strette)... curvando (ovviamente) la porzione superiore verso il lato interno (i gatti saltano... ).

Saluti
Rispondi citando
  #50  
Vecchio 06-04-2012, 16.08.56
birrocama birrocama non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-10-2008
Residenza: Siena
Messaggi: 99
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da sissi.esposito Visualizza messaggio
Salve ho letto sul forum delle recinzioni elettrificate mobili e avrei bisogno di un suggerimento per la mia situazione. Io abito in città e ho un gatto che entra dai vicini che non chiudono un buco nel loro muro, il vicino addirittura sostiene di essere stato attaccato dal mio gatto ferito e quant'altro, pensate! E' una situazione molto antipatica e potrei con una recinzione elettrificata applicata alla rete divisoria impedirgli di scavalcare e rimanere nel nostro giardino, però non ho la minima idea di dove comprare i materiali e come tararli su un animale di max 4,5 kg...qualcuno ha un suggerimento un riferimento da fornire o una esperienza simile? Spero proprio di si! Grazie!!!
la taratura per il gatto non è un problema, è uguale a quella di qualsiasi animale, ma il problema è farla, il gatto penso che salti e non si arrampichi quindi non seve a niente la rete....
Rispondi citando
  #51  
Vecchio 06-04-2012, 20.27.36
simotre simotre non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 07-02-2007
Messaggi: 382
Predefinito

per esperienza ti posso dire che se la rete è rigida, la classica rete verde, il gatto si arrampica con qualche balzello, basta che sia alta un metro e qualcosa
Rispondi citando
Vecchio 22-05-2015, 12.01.16
Appennino76
Questo messaggio è stato eliminato da mefito.
Vecchio 17-12-2015, 12.31.38
Diego1970
Questo messaggio è stato eliminato da mefito. Motivo: Spam
  #52  
Vecchio 21-02-2016, 14.25.44
Fattoria1999 Fattoria1999 non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 21-03-2012
Messaggi: 1
Predefinito Problema tecnico su elettrificatore.

Scusate ragazzi, una curiosità, ma in un recinto elettrificato alimentato con corrente elettrica a 220 V, non riesco a capire perché nonostante sia tutto perfettamente isolato, non ci sono fili di erba ne animali a contatto con le bande, l'elettrificatore continua a scaricare alternando le scariche ogni 3-4 secondi. Potrebbe essere non sufficiente lo scarico a terra?? Potrebbe non fare contatto bene i morsetti?? Oppure si è rotto l'elettrificatore?? Premetto che ha funzionato perfettamente fino all'inizio dell'inverno. Inoltre un'altra cosa, ma quando scarica di corrente, il consumo di energia elettrica è maggiore?? Grazie a tutti anticipatamente per l'aiuto.
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Attivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Recinzioni e normative Zaccanti Diritto Agrario 129 04-07-2014 18.10.59


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.52.02.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia