Torna indietro   Forum Macchine > Lavori Agricoli e Forestali > Macchine Agricole > Trattori Cingolati

Forum Trattori Cingolati
Rispondi
 
Strumenti Tipo di vista
  #1  
Vecchio 27-01-2005, 11.32.01
miky miky non è connesso
Esperto Carrelli Elevatori
 
Data registrazione: 14-06-2004
Residenza: bologna
Messaggi: 227
Predefinito Fiat 180-55 C

Ragazzi ho pensato di creare questo argomento in quanto nel 1987-90 circa un conoscente aveva un trattore a cingoli Fiat molto particolare e da quello che mi ricordo era in fase prototipale, il trattore in oggetto aveva la sigla 180-55, aveva il motore del 180/90, era dotato di trasmissione idrostatica e carro cingolato a bagno d'olio, credo, era molto silenzioso, il posto guida era composto da un sedile completamente sospeso e si guidava con un jostyck che permetteva l'avanzamento e la sterzata, era molto compatto e basso, io l'ho provato con un bivomero Nardi, l'unico neo forse è che in terra dura non era velocissimo in quanto la trasmissione si piantava, volevo sapere se qualcun'altro ha avuto modo di vederlo o provarlo, io ho fatto ricerche in internet ma non ho trovato nulla, forse se qualcuno è della provincia di bologna se lo ricorda l'aveva un contoterzista grosso in zona Granarolo dell'Emilia.
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 27-01-2005, 11.36.32
Filippo B Filippo B non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 09-08-2004
Messaggi: 1,074
Predefinito

Il 180-55 è stato regolarmente a listino anche se il periodo esatto nn lo ricordo: cmque nn fu un gran successo di fiat e pertanto scompari' prematuramente, anche perche, mi sembra, costava una follia.
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 27-01-2005, 12.15.34
challenger challenger non è connesso
Moderatore Area Agricola
 
Data registrazione: 13-04-2004
Residenza: gombito
Messaggi: 1,351
Predefinito

ho avuto modo di vederlo ad un'eima in campo dell'epoca nel ferrarese,pur non intendendomi di cingolati mi è sembrato superiorealla media di quel periodo sopratutto per velocità di manovra e trslazione unito alla superiore silenziosità del complesso.
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 27-01-2005, 13.00.08
delfo delfo non è connesso
Esperto Macchine Agricole
 
Data registrazione: 25-08-2004
Residenza: roma
Messaggi: 367
Predefinito

Il 180-55 è stato regolarmente venduto e omologato come ammiraglia cingolata del gruppo Fiat.

Il suo principale difetto da nuovo è che costava esageratamente di più del suo fratello più piccolo il 160 -55 (che aveva già un prezzo importante) facendo propendere la bilancia del mercato nei confronti di quest'ultimo che ha avuto una vita più lunga e ha venduto molto di più.
Inoltre il suo sistema "diverso" di trasmissione lo ha fatto guardare con un pò di sospetto.

Vero è che aveva una dotazione di serie ultra completa ed era veramente comodo e silenzioso.

Sarebbe interessante riuscire a trovare qualcuno che lo usa ancora per capire se a distanza di anni quel sistema (che aveva fatto storcere il naso a molti) sia ancora funzionante correttamente.

Certo che rispetto all'attuale situazione dei cingolati in ferro almeno in quell'epoca si battevano strade nuove....

Saluti
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 27-01-2005, 13.44.01
miky miky non è connesso
Esperto Carrelli Elevatori
 
Data registrazione: 14-06-2004
Residenza: bologna
Messaggi: 227
Predefinito

infatti sarebbe interessante sapere se qualcuno lo utilizza ancora, io mi divertii un casino le poche volte che l'ho utilizzato, era velocissimo nelle manovre a bordo campo, bastava muovere il jostyck in avanti e accelerava veramente bene, sarebbe interessante anche trivare qualche foto, io in internet non ne ho trovate.
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 27-01-2005, 13.49.20
challenger challenger non è connesso
Moderatore Area Agricola
 
Data registrazione: 13-04-2004
Residenza: gombito
Messaggi: 1,351
Predefinito

le foto sono nell'album, le ho pubblicate personalmente tempo fa,sono le uniche reperibili nel net non ne esistono altre,se le ritrovo dovrei averne altre delle prove in campo.
Rispondi citando
Sponsored Links
  #7  
Vecchio 27-01-2005, 19.09.07
L'avatar di Benny69
Benny69 Benny69 non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 22-12-2003
Residenza: S.Giovanni d. Dosso (MN)
Messaggi: 1,037
Predefinito

Girovagando in mezzo ai qli di carta stampata che ho, ho trovato il depliant di 'sta macchina... il cambio, forse meglio chiamarlo organo di trasmissione, è simile e non poco come schema a quello che muove il Warrior della Scaip...
Da quello che ho sempre saputo io però, la macchina aveva non pochi problemi, ed è stato quello il motivo della sua breve vita.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  180-55.jpg‎
Visite: 8383
Dimensione:  145.9 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  180-55 2.jpg‎
Visite: 5579
Dimensione:  104.3 KB  
__________________
Benatti Emanuele
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 20-09-2006, 12.22.01
L'avatar di leon105
leon105 leon105 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 30-06-2006
Residenza: Narni, Umbria
Messaggi: 60
Predefinito

Un grande proprietario del ternano lo prese nuovo, appena uscito, usufruendo anche di una buona promozione del Consorzio, per sostituire un vecchio Caterpillar d4 ma lo tenne poco tempo, lamentandone la minore trattività e rendimento in aratura a parità di aratro. Lo cambiò con un altro Caterpillar.
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 22-09-2006, 09.36.37
delfo delfo non è connesso
Esperto Macchine Agricole
 
Data registrazione: 25-08-2004
Residenza: roma
Messaggi: 367
Predefinito

Il principale difetto di quel trattore, torno a ribadire, che ne ha causato la prematura fine di produzione era che costava uno sproposito in piu' del 160.55 che gia' non era proprio a buon mercato.

Questo perche' da una parte nasceva con una dotazione di serie completissima (cabina, sollevatore,ecc) e dall'altra si voleva differenziarlo commercialemnte dal 160.55 suo fratello più piccolo.

In tutto questo i pochissimi esemplari venduti hanno fatto la differenza in quanto poichè il sistema di trazione era idraulico (decisamente pratico e facile ma con le sue belle dispersioni) alla fine della fiera nonstante il maggior peso e cavalli in piu' non era così smaccatamente superiore al 160.55 e quindi gli acquirenti hanno continuato a preferire il trattore "più normale" ed economico decretando la fine del costoso 180-55.

Detto questo chi ha visto (o pensa di averlo fatto ) questo trattore senza cabina ha in realtà visto il 160.55 visto che come detto il 180-55 era dotato di cabina di serie.

Concordo con Pietro quando dice che non tutte le macchine Fiat sono state macchine di riferimento ma va detto che un conto è dire questo e un conto è dire come all'inizio che quasi tutte lasciano a desiderare....

Certo se si fanno i confronti a partire dallo sfigato (e quasi sperimentale visto che la trazione idraulica all'epoca non era proprio molto usata in agricoltura) e costosissimo 180.55 i paragoni diventano quasi tutti imbarazzanti, se viceversa si attinge a maglie larghe alla produzione di cingolati degli ultimi 50 anni fino ai piu' recenti onestamente (e credo anche obiettivamente) non vedo tutte queste brutte figure in casa Fiat.

Certamente tranne qualche caso non troviamo macchine rivoluzionarie ma sicuramente la sostanza non manca quasi mai.

Saluti
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 22-09-2006, 19.27.55
L'avatar di Alle
Alle Alle non è connesso
Moderatore Area Agricola
 
Data registrazione: 16-08-2004
Residenza: Maranello 44°30'28.85 N 10°53'41.82 E
Messaggi: 1,257
Predefinito

Penso che sia difficile vederne ancora in giro dato il basso numero di vendite (circa una quindicina di esemplari) io ne ho visto 1 alla fiera di Verona l'anno del lancio sul mercato e un paio alcuni anni fà quì dal demolitore di zona.Non l'ho mai visto lavorare ma da quello che ho sentito dire dai vari meccanici Fiat aveva il problema del surriscaldamento dell'olio della trasmissione e il costo elevatissimo rispetto a una macchina di pari potenza della concorrenza.
__________________
Tosi Alessandro
Rispondi citando
  #11  
Vecchio 25-09-2006, 21.23.23
mtd je130 mtd je130 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 26-09-2006
Messaggi: 7
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da miky
Ragazzi ho pensato di creare questo argomento in quanto nel 1987-90 circa un conoscente aveva un trattore a cingoli Fiat molto particolare e da quello che mi ricordo era in fase prototipale, il trattore in oggetto aveva la sigla 180-55, aveva il motore del 180/90, era dotato di trasmissione idrostatica e carro cingolato a bagno d'olio, credo, era molto silenzioso, il posto guida era composto da un sedile completamente sospeso e si guidava con un jostyck che permetteva l'avanzamento e la sterzata, era molto compatto e basso, io l'ho provato con un bivomero Nardi, l'unico neo forse è che in terra dura non era velocissimo in quanto la trasmissione si piantava, volevo sapere se qualcun'altro ha avuto modo di vederlo o provarlo, io ho fatto ricerche in internet ma non ho trovato nulla, forse se qualcuno è della provincia di bologna se lo ricorda l'aveva un contoterzista grosso in zona Granarolo dell'Emilia.
si miky hai ragione io abito a Granarolo e me lo ricordo il contoterzita che anni fa aveva la 180-55. Ha tutt'ora in affitto il mio podere. Negli anni scorsi ci sono stato sopra . arava con un nardi bivomere a soolevatore ed andava discretamente bene. Il cingolato poi e' stato sostituito con 2 G240 ed attualmente sono stati a lore volta sostituiti con 8420 e 8410T della john deere.

Comunque anche allora si sentiva dire che la 180-55 fosse solo un prototipo.

Ciao a tutti questo e' il mio primo messaggio sono mtd je130 (rasaerba)
Rispondi citando
  #12  
Vecchio 28-09-2006, 08.05.19
miky miky non è connesso
Esperto Carrelli Elevatori
 
Data registrazione: 14-06-2004
Residenza: bologna
Messaggi: 227
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da mtd je130
si miky hai ragione io abito a Granarolo e me lo ricordo il contoterzita che anni fa aveva la 180-55. Ha tutt'ora in affitto il mio podere. Negli anni scorsi ci sono stato sopra . arava con un nardi bivomere a soolevatore ed andava discretamente bene. Il cingolato poi e' stato sostituito con 2 G240 ed attualmente sono stati a lore volta sostituiti con 8420 e 8410T della john deere.

Comunque anche allora si sentiva dire che la 180-55 fosse solo un prototipo.

Ciao a tutti questo e' il mio primo messaggio sono mtd je130 (rasaerba)
infatti......il ter4zista è di quarto inferiore.......pure io abito a Granarolo ....ciao
Rispondi citando
  #13  
Vecchio 24-07-2007, 18.22.31
Montelovesco Montelovesco non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 24-07-2007
Residenza: Gubbio
Messaggi: 5
Smile Fiat 180-55 hydro-drive

Ciao ragazzi. Mi sono appena iscritto al forum, anche se è da tempo che lo frequento. Scrivo per avere delle notizie riguardo una macchina che sto comprando e vorrei avere delle valutazioni da qualcuno che ha avuto esperienze. Ho trovato finalmente un fiat 180-55 idrostatico, praticamente nuovo con 1350 ore di lavoro. Come ben sapete è macchina rara, quindi nei prossimi giorni vi faccio avere le foto giusto il tempo di scoprire come immetterle nel forum. La macchina è in perfette condizioni sia esteriori che meccaniche, il problema potrebbero essere le pompe ma non ho idea di come controllarne l'usura senza pretendere dal venditore che mi smantelli la macchina!!!!!
Accetto suggerimenti e consigli.
saluti
Rispondi citando
  #14  
Vecchio 25-07-2007, 18.11.52
L'avatar di FIAT 27C DIESEL
FIAT 27C DIESEL FIAT 27C DIESEL non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 08-08-2006
Residenza: Bertinoro (FC)
Messaggi: 393
Predefinito

Se a qualcuno può interessare, io ho trovato questa foto in internet...

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  1.jpg
Visite: 1980
Dimensione:  369.2 KB

Ciao!

Ultima modifica di urbo83 : 04-10-2009 alle ore 16.53.46
Rispondi citando
  #15  
Vecchio 26-07-2007, 13.21.05
L'avatar di Giovane Agr-
Giovane Agr- Giovane Agr- non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 25-04-2007
Messaggi: 12
Predefinito

infatti.........quel trattore è etichettato new holland! io pensavo che li avessero fatti solo la fiat per un breve periodo di tempo .
Ora che so che li hanno prodotti anche la new holland mi chiedo se su qualche loro catena di montaggio sia possibile trovarli nuovi...............?

grazie in anticipo a chi voglia soddisfare la mia curiosità!

Rispondi citando
  #16  
Vecchio 27-07-2007, 16.10.26
Montelovesco Montelovesco non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 24-07-2007
Residenza: Gubbio
Messaggi: 5
Predefinito

Ciao a tutti ragazzi. Il concessionario dove ho trovato il trattore è vicino all'aereoporto di Ancona. Io Porterò il trattore, spero per la prossima settimana nel comune di Gubbio, a pochi chilometri dalla E45 uscita Umbertide. Spero si sbrighino perche ho circa 35 ha da lavorare. Per prenderci mano sarà un bel test. Le prossime inpressioni ve le farò avere a caldo insieme a tutte le foto che volete. Comunque il trattore è Fiat non NH. E' atato targato a Rieti ed utilizzato in una azienda di Sora vicono Frosinone, e tenuto da un concessionario di zona, come secondo proprietario. La macchina dovrebbe avere circa 1400 ore. Il carro ed il catenario sembrano non smentire la cosa. Solo la ruota motrice ha una usura leggermente superiore. Per il resto che dirvi, il motore è uno storico mulo che si è dimostrato in grado di toccare le 20.000 ore di lavoro, il carro è di ferro e non quelle cosucce di simil plastica che montano i trattori di oggi, quindi speriamo bene. Una cosa posso gia accennarla: è mostruosamente silenzioso, a pieni regimi e come stare su di un escavatore da 180 q di nuova generazione!!!! a presto

Visto che ho un poco di tempo vi lascio intanto queste foto.
Ringrazio urbo per le istruzioni.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  1.jpg‎
Visite: 5404
Dimensione:  23.1 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  2.jpg‎
Visite: 6140
Dimensione:  22.4 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  3.jpg‎
Visite: 3709
Dimensione:  20.0 KB   Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  4.jpg‎
Visite: 16071
Dimensione:  20.7 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  5.jpg‎
Visite: 5019
Dimensione:  18.8 KB  

Ultima modifica di Engineman : 08-02-2016 alle ore 10.24.04
Rispondi citando
  #17  
Vecchio 27-07-2007, 17.07.29
Filippo B Filippo B non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 09-08-2004
Messaggi: 1,074
Predefinito

X Same Rubin e tutti gli altri: quel trattore si vede lontano un miglio che è stato riverniciato, basta guardare le ondulature dei fianchetti motore (a meno che non sia effetto fotografico)ed altri dettagli, e le decalcomanie non sono di certo le sue originali. Non è mai esistito che io sappia un 180 55 marchiato NH, a differenza di quello a gomme. Tuttavia se qualcuno ha prove certe ben felice di apprendere qualcosa di nuovo.

X Montelovesco: prima di comprare una macchina praticamente rarissima, poniti il perche' della vendita di un mezzo del genere a sole 1400 ore. Oppure poniti il dubbio di come mai una macchina non di certo adatta ad un hobbista abbia fatto mediamente 70 ore all'anno, visto che se non ha ventanni ne avra' diciotto. Oppure.. non porre troppa fiducia sul contaore, solo sulle macchine provviste di centraline elettroniche il dato vero resta in memoria, a quelli analogici si puo' far segnare qualunque cifra... Alcuni hanno il vizio, una volta fatte manutenzioni radicali (motore e tutto il resto), di azzerare il contaore.
Rispondi citando
  #18  
Vecchio 30-07-2007, 20.36.58
Montelovesco Montelovesco non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 24-07-2007
Residenza: Gubbio
Messaggi: 5
Predefinito

Ciao ragazzi. Delenda tracta est!!!! Scusate se il mio latino è un pò arrugginito.
Vi ringrazio per tutte le attenzioni richiamatemi prima dell'acquisto.
Il trattore mi arriva in azienda alla fine di questa settimana.
Il commerciante si trova vicino all'aereoporto di Ancona, il prezzo pattuito è di € 19000+ iva, cosi leviamo la curiosità ad alcuni di voi.
Per quanto riguarda la verniciatura sono sicuro non sia stata fatta dal venditore inquanto ho visto il trattore prima che arrivasse nella sua officina, ovvero ho assistito alla scarico del trattore ormai 6 mesi orsono da parte del precedente proprietario. Le calcografie le ha fatte sicuramente lui e forze puo anche averlo riverniciato, ma per quanto riguarda le ore di lavoro, essendoci un contatore digitale dipendente da una centralina elettronica, tolta l'eventualità di un buon smanettatore informatico, credo sia improbabile la manipolazione. Ora l'eventualità che le ore siano giuste, ma il motore sia stato rifatto, sempre un motore da 1350 ore del 180-90 mi ritrovo nel cofano. Il bello sarebbe che chi avesse compiuto la sostituzione è stato cosi buono da rifare alla trattrice tutto il catenario, il cambio dei rulli, della ruota motrice, dei carter, ecc... Dico questo perche l'usura del carro e del catenario risponde alle ore riportate. Tolto ciò rispondo all'ultima cosa e poi rimando le prossime impressioni dopo che avrò messo sotto tiro la macchina; non sempre nel mercato agricolo una buona macchina è od è stata la più venduta, od anche solamente molto venduta, sono molti i fattori che incidono ed hanno inciso più che proporzionalmente alla buona riuscita di un mezzo, quindi il numero delle macchine vendute non può essere una discriminante apprezzabile nella determinazione di un acqiusto opulato.Non mi dilungo in questa discussione puramente accademica e fuori contesto e mi scuso se ho tediato qualcuno. Comuncque quando si acquista una macchina usata l'unica prova per essere certi di non avere preso una fregatura è mettere il mezzo in campo e farlo sgobbare, e di questo statene certi vi terrò al corrente.
Grazie a tutti per i consigli.
Saluti
Montelovesco
Rispondi citando
  #19  
Vecchio 30-07-2007, 20.50.18
Filippo B Filippo B non è connesso
Utente Cancellato
 
Data registrazione: 09-08-2004
Messaggi: 1,074
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Montelovesco Visualizza messaggio
per quanto riguarda le ore di lavoro, essendoci un contatore digitale dipendente da una centralina elettronica, tolta l'eventualità di un buon smanettatore informatico, credo sia improbabile la manipolazione.
Non conosco il contaore della macchina in oggetto, ma quelli digitali sono ancora piu facili da manipolare.
In alcune macchine il dato veritiero pero' resta nella memoria delle varie centraline, per farlo emergere bisogna collegare apposito strumento diagnostico. Ripeto, il mio discorso non si riferisce alla macchina in oggeto (che non sonosco assolutamente) , è un discorso generico.

Monteloveco, non ti devi "giustificare" circa l'acquisto, se la macchina ritieni faccia al caso tuo, al giusto prezzo e alle giuste condizioni, agli utenti non puo' fare che piacere avere chi finalmente possiede questa macchina quasi "mitologica".
Ricorda di far sapere le tue impressioni quando la userai.
Foto gradite
Rispondi citando
  #20  
Vecchio 31-07-2007, 15.56.59
Montelovesco Montelovesco non è connesso
Nuovo Membro
 
Data registrazione: 24-07-2007
Residenza: Gubbio
Messaggi: 5
Predefinito

Ciao ragazzi, rispondere a delle critiche in modo costruttivo non è una sempre una giustificazione alle proprie azioni, ma un modo per allargare il proprio modo di vedere le cose e quindi non rimanere fossilizzati su poche private convinzioni, ma escluso questo, la macchina verrà provata in aratura per ora con un bivomere 4 BTP/IH Nardi, con il quale conto di riuscire a lavorare sia in discesa che in salita, cosa a me preclusa con la 100 C che possedevo prima. I miei terreni sono tutti collinari, ed ho anche problemi di sassi, capite che non è un gioco da ragazzi per la macchina. Vorrei una vostra opinione su di un macchinario che vorrei acqistare,è un dissodatore dell'Alpego a 5 corpi. Per farlo lavorare meglio pensavo di attaccarlo al mio carrello, un Dondi ctr 500. che ne dite?
Rispondi citando
  #21  
Vecchio 11-12-2007, 19.27.57
L'avatar di Same Rubin 200
Same Rubin 200 Same Rubin 200 non è connesso
Utente DOC Area Agricola
 
Data registrazione: 06-06-2006
Messaggi: 176
Predefinito

Salve a tutti,

Scrivo questo messaggio per conto dell'amico Montelovesco che, come ben sapete, ha da poco acquistato un 180-55, ma purtroppo non è ancora riuscito a riportare le sue impressioni in questa discussione riguardanti il mezzo ,a causa di persistenti impegni lavorativi.

Dopo averlo personalmente contattato (a causa della mia intrattenibile curiosità) sono felice di informarvi che il 180-55 si stà comportando molto bene. Montelovesco mi ha riferito di esserne particolarmente soddisfatto, riguardo al fatto del consumo in aratura (contenuto) e delle prestazioni in generale della macchina.

Come ben sapete questo Fiatagri opera in condizioni non di certo facili (cosa sottolineata dallo stesso possessore in alcuni suoi post precedenti), ma si stà dimostrando ugualmente valido.

Per ora non dico altro, lascio la parte tecnica riguardanti le prestazioni al diretto interessato (per correttezza nei suoi confronti) ,che ha promesso di scrivere appena possibile, postando anche qualche foto per gli interessati.

Colgo infine l'occasione per ringraziare Montelovesco pubblicamente per la sua disponibilità nel rispondere alle mie domande!

Saluti
Rispondi citando
  #22  
Vecchio 05-01-2008, 12.57.46
L'avatar di cristian
cristian cristian non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 16-02-2005
Residenza: Roma
Messaggi: 256
Predefinito

Scusate l'impertinenza, soprattutto il proprietario, ma adesso che il cingolo si usa un pò meno visto il tempo non è che si potrebbero avere foto del 180 55 al tiro o in un bel capannone e le mitiche impressioni?
Questo per alimentare la golosità lussuriosa di ciascun seguace fiattista ma di tutti gli interessanti all'argomento e soprattutto per sentire una campana vera e non degli echi su questo cingolato.
Sarebbe bello con la macchina "sottomano" capire se a quei tempi il problema fu:
-il prezzo
-la trasmissione idrostatica
-l'olio idraulico
-gli eventi legati alla vicenda C.A.P.
-falsi miti ancora in giro la notte delle streghe

La vita di questa macchina mi interessa molto perché una quindicina di esemplari sono davvero pochi e soprattutto in pochi conoscono l'esistenza di questa macchina.
L'epoca di lancio, se qualcuno mi aiuta, non era così nera per l'agricoltura; ancora un misero più nel bilancio si vedeva senza ricorrere a blasonati contributi che alla fine hanno distrutto il nostro paese agricolo.
Quindi di potenziali acquirenti ne giravano per le campagne e vedendo che di fiat in giro per l'Italia c'è ancora tanto perché è morto subito il 180 55???
Diciamo che ha fatto un pò la fine della MX 240 o MX 300 anzi gli è andata pure peggio!!!
__________________
Cristian

Rispondi citando
  #23  
Vecchio 05-01-2008, 16.56.36
Grandi Grandi non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-12-2007
Messaggi: 15
Predefinito

Cristian,
in effetti la storia del 180-55 Hydro-drive ha molte similitudini con la Laverda MX.
E' nato con il contributo del Ministero della ricerca per creare un cingolato che non portasse alla sordità permanente e a microfratture da vibrazione, e questo compito lo ha assolto bene. Nel biennio 1986-1987 ne sono stati prodotti 16 esemplari, il prezzo di listino non esisteva neppure, chi lo provava non voleva più scendere, stiamo parlando di cabina sospesa, sedile elettropneumatico, aria condizionata e trasmissione idrostatica 20 anni fà!!!!!!
Avrebbe dovuto affiancare e poi sostituire il 1355, ma l'idrostatica e l'elettronica di quiei tempi non era quella di oggi. Purtoppo venne sostituito dal più convenzionale 160 -55, che pur con 20 cavalli in meno produceva di più e consumava meno, peccato.
trovate un bell'articolo sul 180-55 sulla collana di Hachette, n° 15 uscito a Marzo 2007 con il titolo significativo: "Nato troppo presto"
Rispondi citando
  #24  
Vecchio 05-01-2008, 17.35.45
L'avatar di Same Rubin 200
Same Rubin 200 Same Rubin 200 non è connesso
Utente DOC Area Agricola
 
Data registrazione: 06-06-2006
Messaggi: 176
Predefinito

X cristian

Quando avevo contattato personalmente l'amico Montelovesco (il proprietario del 180-55) era ancora piuttosto impegnato, e allora non è riuscito a postare le foto e le sue impressioni qui sul forum.
Forse però ora ha la possibilità di farlo, quindi magari prova a conttattarlo per mp.

X Grandi

Ciao, in effetti quella che tu hai riassunto nel tuo post è praticamente la storia del 180-55. Sarei tuttavia molto curioso di leggere l'articolo n. 15 che Hachette ha pubblicato a Marzo, che tu hai menzionato.
Potresti cortesemente postarlo in questa discussione? Faresti davvero un gran favore a chi, come me, è appassionato dei mezzi di questo marchio.

Saluti

Saluti
Rispondi citando
  #25  
Vecchio 05-01-2008, 20.18.54
L'avatar di 3650
3650 3650 non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 11-10-2007
Residenza: foggia provincia
Messaggi: 30
Predefinito

ciao ragazzi...si e' parlato tanto del prezzo proibitivo del 180-55.....ma si puo' sapere quanto era pribitivo?????????????quanto costava sto' benedetto trattore?
Rispondi citando
  #26  
Vecchio 06-01-2008, 10.43.52
Grandi Grandi non è connesso
Membro
 
Data registrazione: 01-12-2007
Messaggi: 15
Predefinito

3650
come detto prima, parlare di prezzo del 180-55 non è semplice, la base di partenza erano 140 milioni di lire + IVA nel 1986, ma chi lo ha acquistato, tutte grandi aziende, non ha mai sollevato questioni di prezzo, quando proponi qualcosa di innovativo, unico sul mercato, il prezzo lo fai tu. Considera che nel 1988, il 160-55 costava 123 nilioni e mezzo + IVA.
Rispondi citando
  #27  
Vecchio 06-01-2008, 12.42.33
L'avatar di cristian
cristian cristian non è connesso
Membro Senior
 
Data registrazione: 16-02-2005
Residenza: Roma
Messaggi: 256
Predefinito

beh diciamo che il beneficio c'era all'epoca e andava molto di moda il : "....compa' me fai vede' il trattore nuovo?"
Quindi ci sarebbe stata una pubblicità latente che poi è stata quella della serie 80 e 90 perchè devo dire che queste macchine, per la mia esperienza, sono state acquistate non dal concex ma dal vicino o dal compare (nel senso poetico della frase).
Capisco bene però gli azzardi dell'epoca anche se devo dire che
-visto il mercato
-vista l'epoca
-vista l'orografia italiana
-vista la mentalità delle persone

il 180 55 è assimilabile allo xerion 3300 vc di oggi.
La differenza è che nonostante siano due macchine di nicchia sono nate in due epoche di media differenti.
Scusate ma questa macchina all'estero non ci è andata???

Concordo con il "nato troppo presto" con una certa malinconia nel cuore considerando che qualcuno ha appiccicato sul tk 130 la scritta "novità" (non sono identici ma ...............)

O.T. ma se chiediamo di far fare un modellino col 180 55 a qualche ditta del settore? io fino a una cinquantina di euri ce li spenderei.
__________________
Cristian


Ultima modifica di cristian : 07-01-2008 alle ore 08.12.23
Rispondi citando
  #28  
Vecchio 08-01-2008, 22.27.08
delfo delfo non è connesso
Esperto Macchine Agricole
 
Data registrazione: 25-08-2004
Residenza: roma
Messaggi: 367
Predefinito

Nelle considerazioni relative al prezzo tra 160-55 e 180-55 va tenuto conto che mentre il primo aveva la possibilità di essere acquistato senza accessori come cabina e sollevatore che all'epoca incidevano non poco sul prezzo e questo permetteva di avere il trattore a casa con una cifra ragionevole se il trattore era adibito al traino pesante (aratura); per il 180.55 tutto cio' non era possibile in quanto la macchina veniva fornita "obbligatoriamente" in versione Full Optional cosa che faceva sì che il prezzo salisse ben oltre la differenza iniziale.

A questo punto sicuramente chi aveva bisogno di una macchina da traino poteva tranquillamente ripiegare su una macchina come il 160-55 che con molti soldini in meno dava la possibilità di avere sotto il sedere una macchina ottima e decisamente moderna in confronto a quanto visto fino al suo avvento.

In ogni caso qualche altra piccola responsabilità si potrebbe cercare anche altrove infatti visto che per quel livello di potenza non vi era praticamente concorrenza la Fiat non aveva grande interesse a vendere l'uno piuttosto che l'altro e a quel punto forse ha prevalso la linea della semplificazione infatti se la macchina più evoluta e costosa non viene pubblicizzata, spinta e fatta conoscere è normale che venga cannibalizzata da quella più economica e semplice (soprattutto se le prestazioni di quest'ultima non sono così scadenti).

Del resto credo che ad ognuno di Noi a cui sia capitato di avere contatti con concessionari e commerciali è capitato di ascoltare qualche leggenda fantasiosa su quella o questa macchina (o accessorio) della stessa marca solo perchè la macchina o quell'accessorio non è disponibile al momento o perfino non si sa come funzionano o sono fatti.

Saluti

P:S. per chi e' interessato nel 1996 il 160.55 era riportato a listino per 205.000.000 + IVA.

Sauti
Rispondi citando
  #29  
Vecchio 03-09-2009, 23.41.44
ale105 ale105 non è connesso
Membro (in attesa di verifica email)
 
Data registrazione: 17-08-2009
Residenza: capodimonte (VT)
Messaggi: 41
Predefinito

Visto che sono finito in questa discussione vi dico che qui in zona c'è un 180-55 che hanno preso usato e io non conosco il proprietario ma conosco molto bene i mecccanici dell' officina dove spesso lo vedo smontato, ho chiesto loro che tipo di macchina fosse visto che sono rarissimi, sapete che mi hanno risposto? UN BIDONE da non comprare.
Quello che mi sento di dire e' che non puo' essere una macchina indovinata per l'aratura un trattore idrostatico, è provato che frizione e cambio meccanico hanno il miglior rendimento per questo tipo di lavoro.

Ultima modifica di Engineman : 08-02-2016 alle ore 10.32.49 Motivo: tolto OT
Rispondi citando
  #30  
Vecchio 04-09-2009, 00.38.08
sergiom sergiom è connesso ora
Moderatore Trattori Cingolati e SOS Officina
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 1,765
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da ale105 Visualizza messaggio
sapete che mi hanno risposto? UN BIDONE da non comprare.
ognuno si assume la responsabilità di quello che dice, il 180 non è stato un successo commerciale e qualche motivo ci sarà, forse anche quello che in giro c'erano ( e forse ancora ci sono) pochi meccanici competenti in grado di intervenire e prestare l'assistenza necessaria su una macchina "pioniera"
Citazione:
Originalmente inviato da ale105 Visualizza messaggio
ho chiesto loro che tipo di macchina fosse visto che sono rarissimi............. Quello che mi sento di dire è che non puo' essere una macchina indovinata per l'aratura un trattore idrostatico, è provato che frizione e cambio meccanico hanno il miglior rendimento per questo tipo di lavoro.
condivido le tue considerazioni tecniche riferite, però, al sistema in generale e non allo specifico modello che tu stesso dichiari di non conoscere, cosindera anche che persone (molto competenti in idraulica) hanno una opinione (supportata da dati tecnici) non così drastica
Citazione:
Originalmente inviato da ale105 Visualizza messaggio
Vorrei anche rispondere a DOTT. ETTORE: mica si capisce che sei un fiatista! Come si fa a dire che i cat sono peggio dei fiat? Anche io ho un 120c, ma tu sei mai salito su un D4vhp o meglio se un D5vhp (per non dire il D6). Sono un mix di forza e velocità che nessun fiat ha, perchè è vero che le FA150-200 hanno tanta trazione ma non l'agilita', e il 160-55 che ha velocità tira poco più (ma poco) del D4vhp che ha 120cv.
e io non parteggio per nessuno mi baso su prove fatte. OK?
Il confronto fra marchi diversi e con diversi modelli non è oggetto di questa discussione e comunque le prove per potere essere (almeno un pochino) significative devono essere condotte in modo scientifico e con misurazioni strumentali, pur non avendo motivo di dubitare delle tue conclusioni ti dico solo che io, con lo stesso trattore e nello stesso terreno, ho ottenuto risultati diversi in momenti diversi
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti
Tipo di vista

Regole di scrittura
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
SOS fiat 18 la piccola o fiat 211r??? NewHolland 285 Storia delle Macchine Agricole 13 10-05-2018 22.12.44
Fiat Allis FD30 e Fiat Hitachi FD30B fd30 b Dozer e Apripista 94 30-12-2013 16.45.46
Fiat Allis FL4M e Fiat Hitachi FL55 - differenze Matteo 88 Pale Gommate e Cingolate 26 15-03-2013 13.19.07
Fiat 693 : i primi Fiat da cantiere Barnaba Dumper e Automezzi da Cava e Cantiere 205 11-09-2011 23.03.56
Modelli Fiat Allis e Fiat Hitachi della Ros Metalkit Barnaba Modellismo MMT 5 17-08-2004 21.59.00


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 00.41.15.


Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vBulletin.it
MMT Italia
MMT Italia è il primo portale italiano del settore
macchine movimento terra, industriali e agricole.
MMT Italia Srl
Via Lago di Lesi, 14 - 00019 Tivoli (RM)
Email: - P.IVA 11591861007
Informazioni su MMT Italia